Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Crobatus

Utente Attivo

  • "Crobatus" ha iniziato questa discussione

Posts: 87

Activity points: 289

Data di registrazione: lunedì, 25 febbraio 2019

  • Invia messaggio privato

1

martedì, 12 marzo 2019, 19:50

la morte più terribile

l'aereo caduto in Etiopia mi ha fatto ricordare del famoso volo Air France che cadde ormai quasi dieci anni fa, l'1 giugno 2009, in mezzo all'atlantico...

se vi ricordate non si seppe nulla se non che era scomparso dai radar...scomparve dalle notizie, perchè non si trovava, troppo grande l'area, troppo profondi i fondali oceanici...

ora per curiosità sono andato a leggermi gli sviluppi, e pare che ritrovarono i resti ben 2 anni dopo, tramite un'azienda americana, spendendo oltre 35 miliardi ..!

ora immaginatevi su un aereo in mezzo all'oceano atlantico, che nel giro di 4 minuti perde quota a una velocità incredibile, 4 minuti di terrore fino allo schianto sull'acqua, nella completa oscurità (alle 2 di notte)

qualcuno sarà anche sopravvissuto allo schianto, morendo affogato...

ma i particolari più scabrosi si trovano su un articolo del 2011, quando finalmente localizzarono i resti a 4 km di profondità:

Citato

Molti corpi sono stati filmati da un sottomarino robotico virtualmente intatti. Ma gli esperti dicono che i corpi sono stati preservati, come imbalsamati dal freddo estremo, dall'oscurità, dalla pressione dell'acqua e dalla mancanza di pesci. Probabilmente si sbriciolano se spostati.
Giovedì scorso, in un'operazione di prova, un sottomarino telecomandato con le braccia del robot ha sollevato un corpo in superficie. Ma il corpo si disintegrò in acqua più calda. Secondo un resoconto dato al quotidiano Le Figaro da esperti patologici e funzionari di ricerca, i tessuti grassi dei corpi sono stati probabilmente trasformati dal freddo e dal buio in una forma di "sapone" o cera. Sono fragili e non sopportano l'esposizione al calore, alla luce o al movimento. Molte delle fotografie dei morti sono così inquietanti che alcuni esperti hanno chiesto di essere ritirati dalle indagini quando li hanno visti per la prima volta


la morale della storia è: non lo so, ma guardando alcune foto delle vittime non vi nascondo che mi è venuta una tristezza infinita...difficile immaginare una morte peggiore...

AndreaC

In cibum est medicina

Posts: 1.182

Activity points: 3.739

Data di registrazione: lunedì, 05 maggio 2014

  • Invia messaggio privato

2

martedì, 12 marzo 2019, 20:32

Inquietante, sempre meglio morire subito, l'aereo del resto ti lascia ben poche possibilità di sopravvivenza.

Ci fu un unico sopravvissuto ad un incidente aereo che vidi qualche anno fa ed era completamente ustionato, sembrava Freddy Krueger, piuttosto che finire così mi auguro la morte sul colpo, o di saltare per aria.
Ma non pensarci troppo, pensa ad argomenti più lieti.

mayra

Utente Attivo

  • "mayra" è una donna

Posts: 252

Activity points: 210

Data di registrazione: venerdì, 02 marzo 2018

Località: Torino

Lavoro: badante

  • Invia messaggio privato

3

martedì, 12 marzo 2019, 22:11

Certo è meglio la morte sul colpo piuttosto che una lunga agonia. A proposito di morti terribili, un professore che avevo alle medie non è morto in un incidente aereo, ma ha avuto una morte che non auguro a nessuno, indipendentemente da cosa abbia potuto fare.

Crobatus

Utente Attivo

  • "Crobatus" ha iniziato questa discussione

Posts: 87

Activity points: 289

Data di registrazione: lunedì, 25 febbraio 2019

  • Invia messaggio privato

4

mercoledì, 13 marzo 2019, 01:09

Ci fu un unico sopravvissuto ad un incidente aereo che vidi qualche anno fa ed era completamente ustionato, sembrava Freddy Krueger


quello dell'aeroporto di Linate del 2001? lo vidi in tv poveraccio, fece decine di interventi per ricostruire il viso...

un professore che avevo alle medie non è morto in un incidente aereo, ma ha avuto una morte che non auguro a nessuno


ci sono morti più dolorose, ma in questo caso c'è l'elemento macabro della sepoltura in fondo all'oceano, coi cadaveri ritrovati ancora intatti con la cintura allacciata...
terribile......

mayra

Utente Attivo

  • "mayra" è una donna

Posts: 252

Activity points: 210

Data di registrazione: venerdì, 02 marzo 2018

Località: Torino

Lavoro: badante

  • Invia messaggio privato

5

mercoledì, 13 marzo 2019, 08:12

Oltre che per loro terribile anche per i parenti

Crobatus

Utente Attivo

  • "Crobatus" ha iniziato questa discussione

Posts: 87

Activity points: 289

Data di registrazione: lunedì, 25 febbraio 2019

  • Invia messaggio privato

6

mercoledì, 13 marzo 2019, 19:42

i parenti ho letto che non volevano neanche recuperarli i cadaveri, per dare una degna sepoltura.
D'altronde nell'epoca in cui le persone si fanno cremare e spargono le ceneri (fatto inaudito fino a pochi decenni fa) mentre cani e gatti si seppelliscono, non fa una piega...

comunque i costi e l'entità delle ricerche, soprattutto i tempi fanno vedere quanto ancora sia piccolo l'uomo di fronte alla natura, agli oceani in particolare

2 utenti a parte te stanno visitando questo thread:

2 ospiti