Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,074

Activitypoints: 21,564

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

31

Monday, May 20th 2019, 12:59pm

bè io vado per esempio controcorrente...le sfide che ci vedono oggi impegnati richiederebbero più europa non meno europa
Elì, Elì, lemà sabactàni

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,528

Activitypoints: 3,989

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

32

Monday, May 20th 2019, 1:30pm

Giustamente noi vediamo l'europa da italiani. Nessuno non può dire che per errori di gestione, siamo il paese che si è maggiormente impoverito dopo l'ingresso nell'euro. Stessa cosa successa alla Grecia che è entrata in bancarotta addirittura, dopo l'ingresso nell'euro, ed alla Croazia che anch'essa appena adottato l'euro è entrata pesantemente in crisi. Questo lo scrivo per gli europeisti convinti, quelli che pendono dalle labbra della Commissione europea e prendono ogni parola dei politici europei come vangelo: l'Islanda ha condotto un negoziato con l'ue fino al 2015. Dopo avere visto gli effetti dell'euro, la distruzione della Grecia, la crisi di Portogallo, Irlanda, Belgio, Croazia, la perdita di sovranità dell'Italia, Da mattina a pomeriggio si sono dileguati ed hanno interrotto unilateralmente le trattative, senza dovere dare spiegazioni in quanto nessuno può dire di non restare atterrito nel vedere in comportamento degli euroburocrati. E nessun giornale e telegiornale, nemmeno i sovranisti, ne parlò, perchè non si può dire tutta la verità su ''certe nefandezze'' europee. In Italia nel 2014 vi erano 120.000 leggi nazionali + 35.000 regolamenti europei, compreso quello sulle dimensioni delle zucchine di mare della Meloni. In Germania le leggi nazionali erano 8.000, in Gran Bretagna 7.000. Il problema è che l'Europa si è italianizzata, burocrazia e ''strafottenza''. Bisognerebbe rifare l'Italia ma agli italiani stessi non importa, quindi è colpa dell'Europa. Senza dubbio si dovrebbe tornare a prima di Maastricht. Poi ogni stato dovrebbe risolvere i propri problemi di gestione interna ed una volta semplificato tutto, ridotta la burocrazia ed i costi inutili del pubblico parassita, solo gli inutili, rinforzata l'istruzione, la sanità, si potrebbe pensare a rifondare una nuova UE per i popoli e non per i politici e per gli speculatori finanziari. Comunque mi dispiace leggere tanta disinformazione consapevole ed ignoranza, ascoltare in tv vere fake news soprattutto in trasmissione pd conclamato. Quindi come l'Islanda, intelligentemente a mio parere, non ha aderito all'Ue e non mi sembra stiano morendo di fame, comunque in tal caso potrebbero mandare qualche ONG con le navette da 600.000 euro di affitto a settimana, a portare in Italia qualche islandese extracomunitario, piuttosto che votare male, preferisco non votare, non solo per le europee. Mi dispiace davvero la disinformazione dilagante. Come con i paraocchi ed un tic nervoso che mette croci su Pd, ecc... e versa anche 2 euro in certe occasioni come se accendesse una candela in chiesa.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,074

Activitypoints: 21,564

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

33

Monday, May 20th 2019, 1:45pm

Come con i paraocchi ed un tic nervoso che mette croci su Pd


mi sarà venuto recentemente..ho votato PD forse un paio di volte in vita mia e mai alle politiche. A proposito di informazione superficiale si cita spesso l'esempio dell'Islanda, un paese che credo abbia gli abitanti del Molise e un peso sul Pil del continente assolutamente infinetesimale. Anni fa consolidò il suo enorme debito...francamente la stessa cosa da parte dell'Italia avrebbe un effetto un tantino diverso
Elì, Elì, lemà sabactàni

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,528

Activitypoints: 3,989

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

34

Monday, May 20th 2019, 1:55pm

Mi sono limitato a scrivere che l'Islanda, dopo avere visto come funziona l'Europa, ha detto NO e neppure no grazie. L'Europa va resettata ma anche l'Italia va resettata, se gli italiani non cominciano davvero a cambiare la ''classe dirigente'', farebbe bene l'Europa a buttarci fuori, in quanto non ci meritiamo neppure quella schifezza.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,967

Activitypoints: 5,915

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

35

Monday, May 20th 2019, 4:07pm

L'Europa ci vuole, ma tutto è migliorabile.Ne abbiamo avuto le prove. Il mantra dell'austerity durante la crisi è stato finalmente sconfessato dagli stessi economisti, la gestione miope ed egoista dell'accoglienza ai migranti , con respingimenti e scaricabarile, è sotto gli occhi di tutti e ha prodotto disastri e inadeguatezze...facendo crollare il mito dell'integrazione senza limiti. All'Europa qualcosa manca, e probabilmente è una classe dirigente degna di questo nome. Se a fare l'Europa fosse stata la classe dei Merkel e degli ultimi premier francesi invece che l'Italia e la classe politica dei Kohl e dei Mitterand, saremmo finiti a gambe all'aria ancora prima di cominciare.
Il problema dell'Europa è che mentre i sovranisti parlano a voce alta, tutte le classi dirigenti di tutti gli Stati membri sottobanco hanno sempre determinato la politica dell'Europa pensando alle pance dei loro elettori. Alla fine chi arriva e può a buon motivo tacciare altri di inefficienza e ipocrisia, se è furbo abbastanza può campare politicamente di rendita (per un po', poi le complicazioni arrivano anche se in genere riguardano gli elettori e la loro vita quotidiana...)

Crobatus

Utente Fedele

Posts: 380

Activitypoints: 1,182

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

36

Monday, May 20th 2019, 6:39pm

Mi domando se tu sappia cosa sia la dottrina sociale della chiesa.



la battuta te l'ho fatta io, proprio perchè c'è la convinzione a livello generale che la posizione Cattolica è di apertura totale, come fanno intendere i vescovi.
In realtà la posizione ufficiale è sempre stata opposta a quella attuale: per esempio un migrante (uno, non milioni) che voleva entrare in Italia (in uno qualsiasi degli Stati Italiani) doveva prima convertirsi. Non passava neanche per l'anticamera del cervello di "aprire nuove moschee" come vogliono quelli del PD, che in teoria si professano laici.

sugli arabi, tu confondi le invasioni islamiche nel nome di Allah con gli arabi pagani di 10 secoli prima (quelli che hanno tradotto i testi Greci)
Sono 2 cose completamente diverse.
le invasioni islamiche come Lepanto, Vienna, l'invasione della Sicilia, o della Spagna, sotto il giogo islamico per 7 secoli.
altro che "supposte invasioni"

mi stupisce invece che hai nozione dei sedevacantisti e lefevriani, definiti "estremisti"
per lo stesso principio Pio XII era un estremista.
lasciamo perdere, sono cose di cui per parlare bisogna conoscerle un attimino, non basta leggere Internazionale o le "inchieste dell'Espresso".
magari quelli di FN fossero "oltranzisti cristiani"...purtroppo la maggior parte sono ancora fascistoni come quelli di Casapound, che giocano a darsi le cinghiate, con le barbe e i tatuaggi.
bravissime persone (spesso le prendono dagli straccioni dei centri sociali) ma copia speculare di questi ultimi

le vicende giudiziarie di Fiore sono fatti suoi personali, quindi non mi sembra il luogo dove parlarne, specie se la conoscenza si limita al trafiletto letto su wikipedia....
comunque te l'ho spiegato, in un paese dove la terzietà di alcuni magistrati (sottolineo alcuni, avendo avuto un nonno magistrato) è sovente messa in discussione - tipo il pm che ha indagato Salvini per la nave dei migranti, fotografato assieme a Renzi - dove il futuro politico di Siri viene deciso da una procura e da Di Maio, mi permetto di avere dei dubbi.
Poi ne uscirà assolto tra 6 anni, intanto è stato sputtanato.
Una cosa buona della Lega, almeno della Lega di un tempo, era l'elezione popolare dei magistrati, come avviene in USA.
Sistema pieno di pecche ma pur sempre meglio di quello attuale.

A proposito di violenti, è pieno di ex Lotta Continua nei partiti, nei giornali, ecc. Uno di questi, noto senatore PD, aveva il ruolo di "picchiatore".

fran: Salvini ha mandato a prendere centinaia di "rifugiati" con aerei dello stato italiano in Libia...non mi pare che siamo in presenza di un soggetto pericoloso ed eversivo
poi possiamo dire che sono cose fatte apposta, ma di certo non ci ha guadagnato voti, anzi

arianna73

Colonna del Forum

Posts: 1,967

Activitypoints: 5,915

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

37

Monday, May 20th 2019, 7:22pm

...e niente stavo per dissentire quasi completamente da Crobatus e lanciarmi in un'analisi dell'offerta di questa tornata europea ma con l'avatar de Il Prigioniero che per parte della mia generazione (me inclusa) è stato super cult non si discute :D

AndreaC

In cibum est medicina

  • "AndreaC" started this thread

Posts: 1,345

Activitypoints: 4,277

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

38

Monday, May 20th 2019, 7:31pm

bè io vado per esempio controcorrente...le sfide che ci vedono oggi impegnati richiederebbero più europa non meno europa


Non si tratta di andare controcorrente, fran, (e poi nessuno ha detto che la sinistra sia responsabile dello sfascio degli ultimi 70 anni), si tratta di capire se ci sia il modo per non farci più fagocitare da questo modello di UE che ci sta affossando.
Questa Europa dovrebbe cooperare, mentre è accaduto esattamente quello che windrew ha descritto.

L'UE ha contribuito a generare questo flusso di gente che emigra da questi paesi africani in guerra.
Territori ricchi di risorse.

La Francia, attraverso le sue colonie, e il Franco Africano, che è uno strumento di dominio come lo è L'euro per noi, si becca tutti gli introiti derivanti dalle esportazioni di quegli stati sottomessi.
Quindi come noi abbiamo una moneta troppo forte e non possiamo svalutarla come avremmo fatto con la Lira, essendo una moneta estera che ci viene imposta, allo stesso modo questi stati africani non possono svalutare la loro moneta, quindi sono penalizzati sia nelle esportazioni che nella loro politica monetaria.

Addirittura la Francia ha il diritto di mettere le sue basi militari in quegli stati, con la scusa di addestrarli, per formare la loro difesa, oltre che l'imposizione della lingua francese.
Altro privilegio, a favore della Francia e a scapito di quegli stati, è la libera trasferibilità, quindi qualsiasi imprenditore di qualche multinazionale può guadagnare in quelle zone ed esportare quei capitali all'estero.

Quindi si provoca una fuga di capitali enorme, e non rimane liquidità in quegli stati. Che rimangono poveri, sottosviluppati, in guerra, e dai quali la gente fugge.
Questa Europa è la causa di questo male, l'Europa Deve essere rivista, e ci vorrebbero delle sanzioni per paesi come la Francia.

Purtroppo i paesi del nord Europa continuano a parassitare quelli del sud Europa esattamente attraverso la stessa gabbia monetaria imposta agli stati delle zone franco africane.
Dovremmo riprenderci la sovranità monetaria che l'Europa ci ha sottratto attraverso la "sinistra" (e senza nemmeno un referendum), e stai certo che se votiamo PD stiamo freschi

Crobatus

Utente Fedele

Posts: 380

Activitypoints: 1,182

Date of registration: Feb 25th 2019

Location: Ducato di Milano

  • Send private message

39

Monday, May 20th 2019, 7:56pm

ma con l'avatar de Il Prigioniero che per parte della mia generazione (me inclusa) è stato super cult non si discute


è da fuga da Alcatraz... :police:
grande attore P. Mcgoohan, gli somiglio anche (da giovane) : D

Andrea: non è che l'Africa stesse meglio prima del franco coloniale.
se c'è una cosa che dovremmo fare come Europa è proprio ripristinare una forma di colonialismo.
C'è rimasta la Chiesa coi missionari a fare qualcosa, e infatti la maggior parte di chi emigra per l'Europa è musulmano.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,074

Activitypoints: 21,564

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

40

Monday, May 20th 2019, 10:56pm

I paesi che adottano il franco cfa sono..Benin, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Guinea-Bissau, Mali, Niger, Senegal, Togo, Camerun, Repubblica Centrafricana, Repubblica del Congo, Gabon, Guinea Equatoriale e Ciad. Solo una percentuale esigua dei migranti che arriva nel nostro paese viene da quegli stati...
Mi spiace ma questa è una fake news o poco ci manca
Elì, Elì, lemà sabactàni

luca63

mistico dubbioso

  • "luca63" is male

Posts: 375

Activitypoints: 1,040

Date of registration: Oct 27th 2013

Location: genova

  • Send private message

41

Monday, May 20th 2019, 11:28pm

provo un po'di disagio nel vedere come è facile ormai ridicolizzare le informazioni altrui.

ovviamente bocciata la tv, su internet gira di tutto, Wikipedia è certo discutibile, ma se anche Internazionale è ridicolo allora mi domando - prima ed indipendentemente da qualunque dibattito politico: come diavolo ci si dovrebbe informare?
io ti credo fran che quella del franco africano possa essere un fake, anche se i report che ho visto sembravano davvero illuminanti... però qui da me, per dire, il centro storico trabocca di senegalesi, nigeriani, ivoriani... non lo dico da razzista, ovviamente, ma solo per capire quanti tipi di migrazione ci sono, al di là dell'evidente interesse generale delle superpotenze a mantenere la situazione africana perennemente critica...
l'indipendenza, che è la mia forza, implica la solitudine, che è la mia debolezza. PPP

AndreaC

In cibum est medicina

  • "AndreaC" started this thread

Posts: 1,345

Activitypoints: 4,277

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

42

Monday, May 20th 2019, 11:35pm

Sì, vabbè, fran, del crollo della Libia la Francia è molto responsabile, e Gheddafi per quanto ne so finanziò pure la campagna elettorale di Sarkozy, ad ogni modo quelle monete (è compreso il CFP) sono state il banco di prova sul quale è stato concepito l'euro per sottomettere anche noi.

Comunque stavo guardando il programma del Partito Comunista e siccome alla destra il voto non lo vorrei dare, sebbene mi sembri più sensato difenderci dagli sbarchi incontrollati e nel programma del PC questo non è previsto (anche se poi, nei fatti, dicono che gli sbarchi non sono poi tanto diminuiti nemmeno con Salvini, e non ho nemmeno voglia di perdere tempo per verificare), penso che o voterò il Partito Comunista, giusto per compensare il voto di qualche Piddino, oppure non andrò proprio.
Secondo i sondaggi sono al 3,12 percento, quindi potrebbero arrivare alla soglia del 4.

Vogliono ripristinare persino l'articolo 18 tolto dalla "sinistra".
Paradossalmente il programma di CasaPound e del Partito Comunista non sono poi così diversi. Entrambi sono favorevoli per l'uscita dell'Italia dall'Ue.

Oltre a questo il PC vuole “l’uscita dalla Nato e il ritiro delle forze armate da ogni guerra imperialista”.

Bello sognare : )

AndreaC

In cibum est medicina

  • "AndreaC" started this thread

Posts: 1,345

Activitypoints: 4,277

Date of registration: May 5th 2014

  • Send private message

43

Tuesday, May 21st 2019, 12:06am

Questo notizia è interessante e dimostra come le guerre imperialiste, come ha sempre spiegato anche Di Battista, sono la causa del fenomeno dei flussi migratori incontrollati, e la moneta coloniale francese c'entra eccome:

"Quindi esibisce la copia di una mail resa nota dal Dipartimento di Stato Usa inviata da un suo funzionario in Libia all'allora Segretario di Stato Hillary Clinton.
Secondo questo diplomatico americano - prosegue la presidente di FdI - i francesi avevano scoperto che Gheddafi aveva un piano per sostituire la moneta coloniale francese con una valuta africana basata su quella libica. Questa ragione - secondo l'ex vicepresidente della Camera - sarebbe alla base del bombardamento della Libia del 2011 voluto dall'allora presidente francese Sarkozy e dell'omicidio dello stesso Colonnello, avvenuto poco tempo dopo la sua cattura".

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 9,074

Activitypoints: 21,564

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

44

Tuesday, May 21st 2019, 7:03am

Che la Francia abbia una politica internazionale cinica e spregiudicata é cosa nota e non occorre un Di Battista (personaggio divertente nel mettere insieme pere con mele e creare uno scoop) per dircelo. Sulla libia la Francia é intervenuta principalmente perché con Gheddafi la total fina non aveva contratti (altro Che franco). D'altronde anche l'Italia nel suo piccolo é uno dei maggiori esportatori di armi al terzo mondo.
Quello che io dico è che la maggior parte dei migranti non proviene dall'area del franco africano e quindi questa relazione causa effetto non c'è.
I flussi migratori si presentano ciclicamente nella storia e avvengono quando c'è un'area di disagio e a crescita demografica e un'altra ricca e a bassa natalità. Vasi comunicanti. Vanno gestiti, ma non si possono interrompere. Neanche Salvini é in grado e infatti non otterrà risultati rilevanti.
Capitolo euro. Il cambio con l'euro ha sicuramente favorito la Germania che già aveva una moneta forte, ma sapevamo da anni che probabilmente avremmo dovuto riorentare il nostro sistemare produttivo. Anche al di là dell'adozione della moneta unica.
Veramente pensavamo di competere con l'asia in produzioni basse di gamma continuando a svalutare la nostra moneta?
Tra l'altro all'avvio dell'euro abbiamo beneficiato di un repentino calo dei tassi di interesse
Ne abbiamo approfittato per ridurre il debito pubblico e rilanciare investimenti per ristrutturare il nostro apparato produttivo?
No...abbiamo aumentato la spesa corrente in particolare negli anni in cui al governo c'era anche la lega.
Ma la colpa è sempre di un nemico esterno...vero?
Elì, Elì, lemà sabactàni

45

Tuesday, May 21st 2019, 9:09am

Stiamo andando verso uno stato autoritario, secondo me questo è il problema principale che va arginato, quindi il mio voto dovrà necessariamente essere utile a tale scopo.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.