Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Diana1492

Giovane Amico

  • "Diana1492" started this thread

Posts: 154

Activitypoints: 584

Date of registration: Oct 31st 2015

  • Send private message

1

Saturday, August 12th 2017, 5:47pm

Chi di voi disegna/dipinge?Curiosità

Ciao a tutti avrei una curiosità! Come facevano ad esempio Michelangelo, Caravaggio etc... a disegnare le figure degli uomini? Mi viene in mente la Cappella Sistina... come è stata dipinta? Michelangelo non aveva credo i modelli di tutte le figure che ha dipinto... i volti li ha dipinti "a mente"??? Grazie a chi mi risponderà... :)

This post has been edited 1 times, last edit by "Diana1492" (Aug 12th 2017, 6:48pm)


Purple Haze

at the Gates of Dawn

Posts: 851

Activitypoints: 2,695

Date of registration: Jul 12th 2015

Location: Toscana

  • Send private message

2

Monday, August 14th 2017, 11:40am

Caravaggio utilizzava sempre dei modelli, spesso persone comuni

Michelangelo non so...
Peace & Love

Le nuove catene sono digitali, distruggile!

Nasci, studi, e vai a lavorare, per comprare quello che non hai, e così ti scordi che sei vivo

Diana1492

Giovane Amico

  • "Diana1492" started this thread

Posts: 154

Activitypoints: 584

Date of registration: Oct 31st 2015

  • Send private message

3

Monday, August 14th 2017, 12:00pm

Eh a me interessava in modo più specifico Michelangelo... in particolare come cacch**o ha fatto a fare la cappella Sistina... con o senza i modelli? XD cmq grazie Purple :)

elettra7

Super Moderatore

  • "elettra7" is female

Posts: 3,237

Activitypoints: 9,150

Date of registration: Oct 14th 2016

  • Send private message

4

Monday, August 14th 2017, 5:41pm

Ciao Diana
Michelangelo conosceva molto bene l'anatomia del corpo umano, grazie agli studi effettuati sui cadaveri. Per la realizzazione delle sue opere (sia scultoree che pittoriche) raramente usava modelli e non ebbe mai una musa ispiratrice. I protagonisti della sua arte erano sempre vigorosi individui maschili.

Michelangelo si considerava più uno scultore che un pittore, riteneva che la pittura fosse un'arte inferiore. Infatti quando gli fu proposto di dipingere la volta della cappella Sistina, che allora era decorata da un cielo blu con stelle dorate, lui disprezzo' a tal punto la proposta, da paragonare la volta al "tetto di un granaio".

L'opera è da ritenersi interamente eseguita da Michelangelo, sia nella realizzazione dei bozzetti che dell'affresco. Michelangelo fu furbo nell’avvalersi dell’aiuto degli assistenti. Li assumeva e li licenziava spesso, così da farli avvicendare nel lavoro. In maniera tale che nessuno di loro avrebbe mai potuto rivendicare il merito di aver messo mano ad alcuna parte del soffitto della Cappella Sistina.

Per quanto riguarda i personaggi rappresentati, ti riporto alcune curiosità:

- Il Dio raffigurato nella creazione di Adamo, ha un corpo muscoloso e il viso incorniciato da una lunga barba bianca, simile al dio greco Giove. (Dopo ti riporto un'altra curiosità molto più interessante)

- Il protagonista della "Separazione della luce dalle tenebre" appare come un essere androgino, mezzo uomo mezzo donna, con un seno pronunciato, ma il volto maschile e poco definito. Sembra un corpo prigioniero di se stesso, che deve uscire da una condizione di ambiguità.



- Putti e angeli sono tutti senza le ali, e qui sicuramente ha utilizzato come modello i bambini

- per dipingere le Sibille pare si sia ispirato a modelli maschili, infatti sono rappresentate con tratti spiccatamente mascolini.



- tra le figure dei profeti, quasi sicuramente, Geremia rappresenta l'autoritratto di Michelangelo, rappresentato in una postura pensosa e malinconica



-Un altro autoritratto lo troviamo nel giudizio universale. Michelangelo ritrae se stesso nella pelle scuoiata, viva, retta in mano da San Bartolomeo a cui da il volto di Pietro l’Aretino.


elettra7

Super Moderatore

  • "elettra7" is female

Posts: 3,237

Activitypoints: 9,150

Date of registration: Oct 14th 2016

  • Send private message

5

Monday, August 14th 2017, 5:45pm

A mio avviso, la curiosità più interessante è questa:

Michelangelo avrebbe nascosto schizzi anatomici nelle vesti e nei volti delle figure dipinte sul soffitto della Cappella Sistina.

Secondo due neuroscienziati americani, l'immagine del cervello è chiaramente riconoscibile e ingegnosamente nascosta, nella rappresentazione del collo e del mento del personaggio della "Separazione della luce dall'oscurità"



Frank Lynn Meshberger, ha scoperto che, nella creazione di Adamo, le figure e le ombre rappresentate dietro le vesti di Dio e degli angeli appaiono come una perfetta rappresentazione del cervello umano. In tal modo Michelangelo avrebbe rappresentato il passaggio dell’intelligenza all’uomo da parte di Dio.



Si ipotizza che abbia utilizzato questo escamotage per mostrare (in segreto) le sue conoscenze anatomiche e nascondere i suoi studi sui cadaveri perché in quel periodo era vietato e condannato dalla Chiesa Cattolica.
Michelangelo, come ho accennato all'inizio del post, a partire dall'età di 17 anni, studiava i cadaveri nei cimiteri locali, tanto da avere acquisito una profonda e intima familiarità con il corpo umano.

Luca Canetti

Pace e bene!

  • "Luca Canetti" is male

Posts: 1,101

Activitypoints: 4,388

Date of registration: Dec 18th 2008

Location: Ferrara

Occupation: Studente

  • Send private message

6

Monday, August 14th 2017, 6:17pm

Ciao amici! scusatemi l'OT, ma c'è stato un grande compositore francese che, negli anni dell'università si occupava di "dissezionare" i cadaveri: si tratta di Hector Berlioz, autore, ad esempio della Sinfonia fantastica "Episodi della vita di un artista" op. 15 e della Leggenda drammatica "La damnation de Faust"

elettra7

Super Moderatore

  • "elettra7" is female

Posts: 3,237

Activitypoints: 9,150

Date of registration: Oct 14th 2016

  • Send private message

7

Monday, August 14th 2017, 6:29pm

Anche sul Caravaggio ci sono numerosi aneddoti e curiosità sull'utilizzo dei cadaveri nelle sue opere. Credo che questo, però, non interessi all'autrice del thread e rischiamo solo di andare fuori tema.

Diana1492

Giovane Amico

  • "Diana1492" started this thread

Posts: 154

Activitypoints: 584

Date of registration: Oct 31st 2015

  • Send private message

8

Monday, August 14th 2017, 6:38pm

Ciao a tutti Grazie mille Elettra7 e LucaCanetti! Grazie per le molte informazioni! La mia curiosità nasceva dal fatto che io non sarei mai capace di disegnare un volto senza averlo davanti agli occhi! Se non dopo anni e anni di esercizio! Perché so disegnare appunto soltanto ''copiando'', e mi chiedevo se fosse una mia incapacità o vale così per tutti! Io come parte anatomica so disegnare solo gli occhi... perché li mi sono esercitata tantissimo... Quindi Michelangelo partiva da una ''memorizzazione'' dell'uomo dopo anni di studi sui corpi... eh beh... parliamo di Michelangelo ;) hehehe... non so poi mi viene in mente anche Leonardo... la battaglia di Anghiari... come abbia fatto a disegnare così... credo anche lui studiando a fondo il corpo umano... Grazie mille delle risposte :)

elettra7

Super Moderatore

  • "elettra7" is female

Posts: 3,237

Activitypoints: 9,150

Date of registration: Oct 14th 2016

  • Send private message

9

Tuesday, August 15th 2017, 8:50am

Se studi bene l'anatomia del corpo umano, sopratutto l'apparato muscoloscheletrico, anche tu potresti riuscire a disegnare a mente. E' importante conoscere il decorso di un muscolo le sue inserzioni, ci sono delle tavole anatomiche che usano gli studenti delle scuole di disegno, potresti utilizzarle per allenarti.
Le tavole piu complicate sono quelle dei muscoli del volto, è per questo che si associa sempre anche uno studio dal vivo, con modelli. Ci sono studenti che chiedono di assistere alle autopsie per avere maggiori informazioni. Ovviamente dietro ci deve essere sempre una predisposizione naturale al disegno, il famoso talento.

Altra cosa complicata da riprodurre è il "panneggio" (l'effetto delle pieghe di un drappo o di una veste). Sai cosa faceva Caravaggio per disegnare i suoi bei drappeggi?
Nel periodo in cui era a Napoli, passeggiava per i vicoli dove spesso c'erano lenzuola stese o appoggiate sui davanzali, e lui si esercitava a disegnare le pieghe che creavano quelle stoffe.

Le sette opere di Misericordia


Se noti bene i particolati delle stoffe (soprattutto il dappeggio in alto a sin) noterai che ricordano proprio i panni stesi.
Infatti si dice che questa opera può essere confusa con una semplice scena di genere, tant’è vero che sembra ambientata in un tipico vicolo popolare di Napoli.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,855

Activitypoints: 20,900

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

10

Tuesday, August 15th 2017, 9:09am

scusate l'OT...i quadri di Caravaggio lasciano veramente a bocca aperta se osservati da vicino. la forza delle ombre è pazzesca!
Hasta el buonismo siempre!!!

Diana1492

Giovane Amico

  • "Diana1492" started this thread

Posts: 154

Activitypoints: 584

Date of registration: Oct 31st 2015

  • Send private message

11

Tuesday, August 15th 2017, 2:09pm

Grazie Elettra7 !...era proprio quello che intendevo... :) quindi diciamo pure che ''non esiste'' chi disegna diciamo - un volto - dalla sua immaginazione... intendo un volto perfetto come quelli di Caravaggio e Michelangelo... ma ci vuole dietro studio ed allenamento... grazie mille :) Sì Fran è proprio vero Caravaggio un mostro di bravura... :)