Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 167

Activitypoints: 275

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

1

Friday, October 11th 2019, 5:36pm

Voglia di andare lontano da tutto e paura aiuto

Salve, e’ parecchio che ormai scrivo sul forum, oggi voglio parlarvi di una cosa che mi crea molta ansia e tanti pensieri. Sto vivendo un momento della mia vita particolarmente buio, sento che la mia vita ha preso una piega totalmente insignificante, vivo davvero male. Sto passando un periodo di forti alti e bassi. Io ho una grande passione, ovvero quella di viaggiare, ma per una serie di infinite ragioni non sono mai riuscito a farlo. Leggendo diversi forum riguardanti la dipendenza affettiva (di cui ho sempre sofferto) Ho letto che il
Viaggio da soli può essere un ottima occasione per poter crescere , superare L ansia , la dipendenza dagli altri e consolidare L autostima. Ho iniziato a pensare di voler viaggiare da solo da un anno circa ma
Non ho mai avuto il coraggio di farlo. Temo il giudizio degli altri, ma lo temo talmente tanto
Che non riesco davvero mai a fare cosa voglio davvero. Io penso che non avrei problemi di nessuna sorta a prendere valigie e partire da solo per i posti che ho sempre voluto vedere ma fondamentalmente mi
Sentirei uno sfigato o un fallito, tutti mi vedrebbero come quello strano o come quello “anomalo” e la
Cosa mi farebbe sentire peggio forse? Così settimane fa preso proprio da una irrefrenabile voglia di andarmene ho prenotato un biglietto aereo da solo a Londra che è sempre stata la meta dei miei sogni, e ho deciso di andare proprio in un determinato periodo per vedere un concerto che ho sempre voluto sentire. Penso che fare questa esperienza mi renderebbe molto felice e io non mi sentirei uno sfigato o un pazzo. Ma mi è già venuta L ansia perché non so come comunicherò a tutti questa mia decisione, ho paura che le persone vicino a me si possano stranire o che amici o conoscenti si “risentano” o se la prendano perché non li ho coinvolti o perché ho scelto di andare da solo piuttosto che con loro o qualcun altro...poi ho proprio ansia nel dirlo in famiglia perché per come sono fatti i miei mi vedrebbero come un matto. Davvero non so come comportarmi ho già i sensi di colpa verso tutti perché nel fare una cosa solo ed esclusivamente per me
Stesso mi sento una brutta persona , non so il perché ma provo questo. Ho già L ansia mesi prima perché sento di aver fatto forse una cavolata e Ho paura che tutti dopo questa cosa possano cambiare idea su di me. Non so come
Comportarmi. Io dal mio punto di vista penso che fare una cosa simile mi potrebbe far sentire bene e far un attimo uscire da un tunnel
Di ansia e depressione ormai lunghissimo. Voi che fareste ? Scusate se sono andato off topic un po’ ma non so con chi parlarne

Fiamma verde

Amico Inseparabile

  • "Fiamma verde" is female

Posts: 927

Activitypoints: 3,472

Date of registration: Mar 16th 2011

  • Send private message

2

Friday, October 11th 2019, 7:10pm

Se sono persone che ti vogliono bene allora ti incoraggeranno. Se non ti capiranno fregatene e parti lo stesso. A volte bisogna proprio prendere il volo e scoprire che si può. Sì, pupi farlo e non lasciarti scoraggiare da chi vede eventuali difficoltà.
Sappi che a Londra ci sono moltissimi italiani e che ci sono anche agenzie italiane che ti trovano lavoro e casa. Quindi parti tranquillo e non farti frenare da nessuno. Se gli altri hanno paura sono problemi loro. Tu hai fatto benissimo a deciderti e presto vedrai che appena sarai lontano da tutti starai benissimo. Credimi.
Ho visto il sole, ho creduto di vedere una luce immensa...era una grossa lampadina sopra il tavolo operatorio.

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" is male

Posts: 1,601

Activitypoints: 4,539

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

3

Friday, October 11th 2019, 7:31pm

ciao.....le decisioni da prendere in un soggetto ansioso sono subordinate da migliaia di pensieri irregolari. In pratica il cervello elabora mille domande per un soggetto normale insignificanti ma per un soggetto ansioso subordinati da pensieri distorti. Personalmente quando mi trovo ad affrontare dei periodi dove ansia e cambi di umore si presentano cerco di rinviare alcune decisioni.
Sono un soggetto con patologia psichiatrica recidiva, quindi per me lo stress è un detonatore. Personalmente e ripeto personalmente anche io rimugino sempre quando devo prendere e quella volta che la decisione era stata presa ho vissuto male la situazione. Il tutto è sempre subordinato dallo stato dell'ansia, ma da quanto capisco il tuo mi sembra che abbia livelli di una certa rilevanza. Onestamente la prima cosa da dire è partire, ma dall'altro canto capisco perfettamente i mille dubbi (infondati si capisce) che metti davanti ti creano un muro di ostacoli. In bocca al lupo....... :thumbup:

stellapolare

Utente Attivo

  • "stellapolare" is female

Posts: 83

Activitypoints: 298

Date of registration: May 23rd 2012

Location: nel mondo!

  • Send private message

4

Saturday, October 12th 2019, 2:14pm

Ciao!
Non so se ti può consolare, ma questa tua passione ai miei occhi ti fa apparire come un figo esagerato! Altro che sfigato... sfigata sono io che ho paura di volare e non viaggio :smoker:
Se sono qui, c'è sicuramente qualcuno che mi ha mandato.

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female

Posts: 41

Activitypoints: 158

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

5

Saturday, October 12th 2019, 2:37pm

Ciao! Io penso che non sei assolutamente una brutta persona o uno sfigato. Non c'è niente di male di prendersi del tempo per se stessi e fare le cose che abbiamo voglia di fare. La maggior parte delle volte questo succede perchè si è soliti ad aiutare altre persone e noi di conseguenza, passiamo in secondo piano. Ovviamente non so la tua storia quindi può anche non essere il tuo caso. Anche a me l'idea di viaggiare mi ha sempre affascinata ma purtroppo non ho il coraggio di farlo. Se le persone che ti stanno accanto esprimono un senso di disapprovazione per quello che stai facendo, sappi che non ti saranno di aiuto se continuano a pensare così. Chi ti vuole bene davvero ti sta vicino in tutti i modi possibili...certo possono disapprovare una tua decisione ma non per questo devi sentirti a disagio nel farlo. Buon viaggio e divertiti! :)
:)

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 167

Activitypoints: 275

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

6

Saturday, October 12th 2019, 7:16pm

So per certo che molte persone a me vicine mi giudicheranno molto male per aver deciso di fare una cosa da solo, ma sono stanco di dover aspettare gli altri e adattarmi sempre alla vita degli altri. Mi sono reso conto che per anni non ho mai fatto cosa realmente mi andava di fare ma ho sempre assecondato tutto e tutti per un quieto vivere, ma ho fatto L errore più grosso di sempre perché mi sono reso conto che vivere così e anche in parte una grossa causa della mia ansia , delle mie paure e delle mie ossessioni. Ho letto diverse cose psicologiche e so che la nevrosi (che è alla base del doc e delle ossessioni) deriva proprio da un sopperimento del vivere ...o meglio da un negare sempre la propria autonomia e la propria energia interna cosa che ho fatto per secoli, adattandomi sempre alle regole della società e cavolate varie. Non so davvero come comunicherò a tutti che me ne vado per un po’ forse sarebbe meglio dirlo gradualmente ? Accetto consigli...il problema principiale sarà dirlo alla mia famiglia perché vogliono che io faccia tutt altro aiuto!!

angel110

Utente Attivo

  • "angel110" is female

Posts: 41

Activitypoints: 158

Date of registration: Sep 20th 2019

Location: Calabria

  • Send private message

7

Saturday, October 12th 2019, 10:43pm

Stancarsi di dover adattarsi sempre alla vita degli altri è il primo passo per uscire da questa situazione. Secondariamente sei consapevole di questo e quindi è una cosa buona. Sei una persona intelligente e che ragiona (vedi che non sei uno sfigato?). Penso che dirlo alla tua famiglia in maniera graduale non va bene, data la mia esperienza con l’ansia, se dovessi mettermi nei tuoi panni, penso che diventerei ancora più ansiosa. Forse è meglio dirlo un giorno prima della partenza, in modo che i tuoi non abbiano il tempo di farsi problemi o di provare a non farti partire dicendoti diverse cose… devi essere coraggioso. Pensa che una volta salito su quel aereo ne sarà valsa la pena!
:)

Settembre

Giovane Amico

  • "Settembre" is male

Posts: 302

Activitypoints: 983

Date of registration: Jun 11th 2019

Location: Campania

  • Send private message

8

Sunday, October 13th 2019, 6:54pm

Forse avrai bisogno di stare tranquillo.

Germano

Utente Attivo

  • "Germano" is male

Posts: 22

Activitypoints: 80

Date of registration: Sep 10th 2019

  • Send private message

9

Thursday, October 17th 2019, 10:01am

Quoted from "Meninblack"

come comunicherò a tutti che me ne vado per un po’ forse sarebbe meglio dirlo gradualmente?


1) secondo me stai mitizzando troppo questa storia del viaggio come terapia. Alla fine non cambia granchè: torni dal viaggio e ti sei divertito ma... è tutto come prima. E' solo un viaggio, mica un miracolo!

2) non puoi iniziare con qualcosa di più "soft"? Anzichè prendere un aereo per stare via mesi, prova a farti un weekend al mare (in estate), o sulla neve, o in qualche città particolare. Se io fossi giovane e libero andrei a Venezia, Monaco, weekend di trekking in montagna dormendo nei rifugi, ecc.

danielegb

Amico Inseparabile

  • "danielegb" is male

Posts: 1,230

Activitypoints: 3,954

Date of registration: Sep 15th 2014

  • Send private message

10

Thursday, October 17th 2019, 1:59pm

Ciao!
Non so se ti può consolare, ma questa tua passione ai miei occhi ti fa apparire come un figo esagerato! Altro che sfigato... sfigata sono io che ho paura di volare e non viaggio :smoker:


stavo per scrivere la stessa cosa, quindi quoto totalmente stellapolare.

e aggiungo anche una bella invidia, e credimi, quando dirai che parti tutti proveranno invidia.
e chi ti dirà o farà capire qualcosa di negativo, fidati che anche per loro è solo invidia.

tutto ciò che fai per te, lo fai esclusivamente per te, gli altri sono solo osservatori passivi senza alcun potere di interferire nelle tue decisioni.
le tue decisioni sono solo tue, e se qualcuno deve giudicarle sei solo tu.

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" started this thread

Posts: 167

Activitypoints: 275

Date of registration: Sep 28th 2017

  • Send private message

11

Saturday, November 9th 2019, 4:30pm

La data del viaggio si avvicina ma sono preso da grosso senso di colpa, ho vergogna a dire alla mia famiglia che me ne vado da solo a Londra perché visto come sto psicologicamente secondo me sarebbero anche preoccupati ma per me staccare dall Italia e catapultarmi in una nuova realtà anche per qualche giorno mi darebbe una grande gioia è una ventata di leggerezza. Ho bisogno proprio di fare questa esperienza per pensare a me stesso , a quello che voglio davvero dalla vita. Il problema è che i miei genitori cercheranno di non farmi partire anche se sono piu che maggiorenne e inoltre avrei proprio imbarazzo nel dargli spiegazioni. Vorrei dire che magari viene qualche amico con me e penso che così sarebbero un filo più tranquilli. Questa situazione mi mette una forte pressione, perché già quest estate ero convintissimo nel partire da solo perché vivere tra casa e lavoro mi aveva logorato e nessuno partiva con me, ma poi ho visto che tutti iniziavano a storcere il naso sopratutto amici e conoscenti e mi sono sentito un mezzo alieno pazzo nel fare una cosa che è normalissima secondo me. Quindi ho accumulato un grosso stress e ho avuto una ricaduta ipocondriaca e un mezzo attacco di nervi perché ho dovuto cancellare tutto e perdere soldi e non sono partito. Ora ho il biglietto per andare a Londra e partirei pure domani mattina fosse per me, stavolta ho pensato che forse non dovrei parlarne con nessuno e partire e basta. Però forse almeno la mia famiglia dovrebbe saperlo. Sono molto molto agitato perché mi ero messo in testa di voler fare un mini viaggio entro il 2019 e sento proprio la necessità fisica di scappare. Però non so come comportarmi perché ho paura di fare una cavolata. Voi che fareste ? Io pensavo di dirlo a casa e basta magari qualche giorno prima, così che dicendogli che è tutto pagato non mi blocchino.