Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


ValentinaSembi

Nuovo Utente

  • "ValentinaSembi" started this thread

Posts: 5

Activitypoints: 22

Date of registration: May 20th 2020

  • Send private message

1

Wednesday, May 20th 2020, 2:21am

Vita infelice

Ciao a tutti! Mi chiamo Valentina. È più di un anno che non scrivo in un forum. L’anno scorso scrivevo su psyco ma lo hanno chiuso non lo trovo più.
Sono una ragazza che soffre di un disturbo ossessivo compulsivo non cronico. Cioè mi viene ogni tot tempo. O meglio. Sin da bambina contavo le cose, controllavo la loro posizione e se non facevo ciò mi convincevo che qualcosa sarebbe andato storto. Specialmente che mia nonna sarebbe morta se non riempivo una boccetta di acqua almeno 30 volte.
Mia madre e mio padre hanno sempre sottovalutato questa cosa. Sono cresciuta così. Contando, sistemando gli oggetti allineati ecc.
Sono cresciuta con la paura che mia nonna potesse morire da un momento all’altro e io non avevo il controllo su questo. E questo mi faceva stare male.
Poi quando raggiunsi i 20 anni nonna se ne andò. È brutto dirlo dopo tanta sofferenza dopo il funerale per un attimo mi sono sentita libera. Libera da quel pensiero. Ma è stato un attimo. Perché poi mi sono detta : eh no. Hai tua madre tuo padre tuo fratello il tuo ragazzo per non parlare dell’animale domestico.
Dopo la morte di mia nonna più o meno un anno ho avuto il pensiero fisso di avere l’AIDS. Ragazzi giorni tremendi. Nonostante l’esito negativo degli esami non riuscivo a scrollarmi di dosso l’idea di averla.
Poi la mia mente trovo un altro oggetto di ossessione.
Amo o non amo il mio ragazzo? Allora stavo con Raffaele già da tre anni. Due giorni prima dissi a un’amica che Lele era la mia vita. Che avete l’AIDS avrebbe comportato perderlo.
Benissimo dalla domanda amo o non amo passarono altri due anni così. Cioè senza aiuto. I miei per carità andare dallo psicologo è da scemi. Io non avevo problemi per mio padre semplicemente non lo amavo più ma non avevo il coraggio di ammetterlo. Sto pensiero mi si fisso in testa.
Dopo due anni così tutti i giorni a martello lo lasciai. Ma non per questi pensieri . Ma perché senza pensieri mi innamorai di un’altra persona . Sono stata con Roberto sette anni. Ebbene sì , nel momento in cui capii di amarlo e che lui amava me ecco li il pensiero ossessivo . Lo ami? E ma quella volta ragazzi sono andata dallo psicologo . 1 non volevo mandare all’aria una relazione anche se iniziata da 6 mesi e 2 perché oh c’era un problema. Avevo un problema . Ok andai in terapia. Terapia freudiana se non erro. Mi aiuto. Non molto ma mi aiuto. Sicuro avevamo tirato fuori l’argomento dell’abbandono che nella mia infanzia tra mia madre che lavorava e mi lasciava da mia nonna , mia nonna che poi mi riportava da mia madre , mio padre che lavorava e non rappresenta un padre affettuoso che ve lo dico a fare .
A 6 anni mi svegliavo per controllare se mia nonna respirava . A 18 la chiamavo alle tre di notte per sapere se stava bene .
Comunque . Il pensiero ossessivo su Roberto andava via un anno e tornava . Poi dopo due . Poi dopo uno. Sempre in concomitanza alla perdita di qualcosa. Il lavoro , l’animale domestico o persone care .
La seconda volta con Roberto andai da una psicoterapeuta comportamentalista. Da qui emersero i problemi con mio padre. Il sentirmi dire che sono stupida ogni 2 per 4 non mi ha fatto crescere bene. In quel periodo purtroppo però ebbi bisogno della psichiatra. E vai di zoloft.
Stetti meglio in tre mesi. Continuai lo zoloft ma non la psicoterapia. Dopo due anni eccola.. di nuovo. Lo amo o no? Oddio sono io! Non riesco a prendere la decisione. Non ho il coraggio . Etc.
Trovai una psichiatra. Via lo zoloft. Vai con prozac e anafranil.
Con lei feci un percorso serio. Stetti bene in tre mesi di nuovo ma continua il percorso fino a che me lo sono permesso.
Poi mi partii la ciabatta. Lasciai Roberto così dall oggi al domani perché non mi sentivo amata. Mi aveva trascurato un po’. E L ho lasciato.
Prima di lasciarlo gli parlai. Gli dissi ro abbiamo un problema. Non è l’ossessione. Voglio vivere . Forse mi piace un altra persona che mi da attenzioni che tu non mi dai. Lui mi rispose che era troppo impegnato a pensare al lavoro che purtroppo non aveva. Mi lascio andare.. abbiamo abitato insieme per altri mesi. Lui mi disse di restare un giorno. E basta. Io me ne andai. Ora sto con un altra persona . All inizio ero infatuata un botto . Avevo attenzioni su attenzioni. Soprattutto sessuali. ( con Roberto negli ultimi anni avevamo problemi. Mi correggo. Facevamo l’amore molto poco passavano mesi anche. Ma quando accadeva era sempre bello) comunque .
Con Roberto eravamo rimasti bene . A dicembre mi chiede di tornare a casa. A me mancava ma credevo fosse normale. Dopo tanti anni.
Ora è un mese esatto che lo pensò sempre. Che lo devo vedere . Che se penso che un giorno possa amare un’altra come ama me ho le lacrime subito agli occhi. Che lui mi amava davvero. Che sono stata io a mollare tutto . Ma nel frattempo non riesco a mollare quest altra persona. Con la quale so di non aver un futuro. A prescindere . Incompatibilità ecc. questa persona assomiglia a mio padre in tutto. Mi tratta come lui. Ne ho parlato a Roberto e lui come al solito mi capisce. E mi sta vicino . Sono solo parole non ho tradito fisicamente nessuno etc. Io so solo che sto male. Che ho ansia . Le medicine le ho smesse da sola a settembre. Sto aspettando la cassa integrazione per tornare dalla dottoressa. Non so più quello che devo fare della mia vita. Ho lasciato Roberto in 5 minuti così a buffo e adesso ? Non riesco a fare nulla. Si io non sono più la stessa di un anno fa ma xke? Xke sto ferma? Xke? È tutto frutto della mia mente? Di cosa ho paura?la solitudine? Lasciando Roberto comunque ero da sola. Non sono razionale . Ma come esserlo con la mia ansia? Ho la testa che gira sempre . Frulla frulla e non dormo. Mollerei tutto e tutti e scapperei . Ma poi a mia madre verrebbe in infarto mio padre mi insulterebbe. Sono stanca .
Scusate lo sfogo.
Mi sento una deficiente.
Non smettete mai le medicine da sole. E non prendetele da sole. Finite la terapia. Scusate gli errori di scrittura e alcuni tempi verbali messi a casaccio . Mo rileggo dopo sicuro riderò.
Grazie ancora Valentina

ValentinaSembi

Nuovo Utente

  • "ValentinaSembi" started this thread

Posts: 5

Activitypoints: 22

Date of registration: May 20th 2020

  • Send private message

2

Thursday, May 21st 2020, 5:19pm

Ho la testa che mi esplode.. mercoledì torno in terapia per quanto posso con i soldini. Ho uno stato di agitazione notevole. Mi preoccupo troppo di ciò che gli altri potrebbero pensare di me. Sto malissimo

Mestesso1

Utente Attivo

  • "Mestesso1" is male

Posts: 30

Activitypoints: 97

Date of registration: May 8th 2020

Location: Salerno

  • Send private message

3

Saturday, May 23rd 2020, 7:08pm

Grazie a te, sicuramente non è facile, anche a me sono capitati momenti difficili, è stato importante che ne hai parlato e ti auguro sempre meglio.

4

Sunday, May 24th 2020, 12:08pm

Ciao bevenuta sul forum. :) le relazioni possono finire sono normali fasi della vita, se senti che devi rimuginare su alcune questioni parlane con la tua terapeuta, ma non angustiarti troppo non ne vale la pena.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

ValentinaSembi

Nuovo Utente

  • "ValentinaSembi" started this thread

Posts: 5

Activitypoints: 22

Date of registration: May 20th 2020

  • Send private message

5

Tuesday, May 26th 2020, 12:27am

Grazie ragazzi . Spero che tutto si sistema. Mi sento uno schifo.non amo me stessa.. è questo il punto.

Similar threads