Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Empty96_

Utente Attivo

  • "Empty96_" started this thread

Posts: 37

Activitypoints: 167

Date of registration: Oct 16th 2016

  • Send private message

1

Friday, October 21st 2016, 2:30pm

Vi racconto un po' di cose

Salve a tutti! Ieri sera, anche se molto breve, ho avuto un momento di pace, quasi fossi tornata alla normalità. Ovviamente è stato il momento dopo essere uscita dalla mia psicologa. Giustamente ha notato anche lei dei peggioramenti e ha detto che così come sto non ragionerei manco sulla terapia, perciò mi ha consigliato uno psichiatra che, a detta sua, ha aiutato molti suoi altri pazienti in condizioni peggiori delle mie e tra l'altro è molto attento al fatto dell'età e quindi non prescrive mai cose troppo forti o che diano troppa assuefazione: insomma, una breve terapia di mantenimento durante la quale continuerò con la terapia. Ero molto sollevata da questa notizia, ora però inizio a pensare che comunque se non saprò gestire da sola questi orrendi sintomi, dopo aver smesso il farmaco ritornerò al punto di partenza. Stamattina ho dovuto risolvere una cosa per l'università. Ansia a mille, stomaco ingarbugliato... sono scesa, ovviamente accompagnata da mia madre. Speravo tanto di tornarmene il prima possibile, non volevo entrare lì. All'ingresso della segreteria mi sentivo morire, volevo andarmene, ma mia madre mi ha costretta a rimanere. Dopodiché, tutto "bene" o comunque gestibile, solo un po' d'ansia nel traffico e nel supermercato, ma comunque superato. Il punto è che penso che se mi fossi trovata in quella situazione da sola, senza mia madre, io sarei scappata terrorizzata: è questo il punto. Allora mi chiedo come farò a seguire? Ero entrata anche ad una facoltà che mi piace! Volevo impegnarmi, ma non so stare da sola. L'unica nota diciamo positiva è stato entrare in un negozio da sola, wooow. Non so come fare, aspetterò questo farmaco, ma nel frattempo come la metto con l'università? :dash: ;(

nuova

Giovane Amico

Posts: 183

Activitypoints: 612

Date of registration: Jan 31st 2016

  • Send private message

2

Friday, October 21st 2016, 3:18pm

Ciao Empty,
Il meccanismo della preoccupazione ("worry") è tipico di noi ansiosi.
Se soffri di un disturbo d'ansia, sappi che queste preoccupazioni che nutri sono prodotte dall'ansia.
Non sei tu, perché tu non sei la tua ansia. Sei una persona che ha un problema con l'ansia.
Inutile dirti di non preoccuparti perché passo dopo passo gestirai tutto: sei ansiosa, e in questo momento ti trovi in una situazione di transizione e di cambiamento delle tue prospettive, sia relativamente al nuovo percorso universitario, sia rispetto alla tua terapia. Però ci provo lo stesso: accetta che al presente sei in questa condizione, cerca di non pensare alle conseguenze che potrà avere, perché in ogni caso non sarà nulla di irrisolvibile e gestirai tutto, con i tuoi tempi.
Ti consiglio di farti vedere al più presto dallo psichiatra, in modo tale che tu possa iniziare subito con la terapia. Il trattamento di elezione per i disturbi d'ansia sono gli antidepressivi che però ci mettono un certo tempo ad agire (almeno due settimane); nel frattempo che il farmaco agisce, di solito il paziente viene coperto con delle benzodiazepine, che hanno un effetto immediato e vanno usate limitatamente al periodo che intercorre tra l'inizio di assunzione di antidepressivi e l'inizio del loro effetto.
Troverai subito sollievo, e potrai iniziare a dedicarti alla tua terapia e ai tuoi studi, il che a loro volta ti aiuterà. Nel frattempo in terapia lavorerai sulle radici del tuo disturbo, in modo da poter scalare ed eliminare i farmaci nel momento il cui il medico e lo psicologo lo riterranno opportuno.
Nel frattempo, se hai difficoltà ad uscire e ad andare in università, puoi procurarti comunque tutto il necessario per studiare. Sul sito dell'università troverai informazioni sugli insegnamenti e sui programmi dei corsi, e le bibliografie dei testi da studiare. Non dimenticare che moltissime persone danno gli esami da non frequentanti. Io sono alla mia terza laurea, la seconda e questa l'ho presa e la sto prendendo totalmente da non frequentante.
Se hai attività che richiedono la presenza obbligatoria, non saranno sicuramente la maggior parte, e puoi tranquillamente differirle.
Coraggio! Spulcia un po' di programmi e compra dei bei libri su cui buttarti nella tranquillità di casa tua, con una bella copertina e una tazza di the ;)
In bocca al lupo!

Mora77

Giovane Amico

Posts: 100

Activitypoints: 412

Date of registration: Oct 18th 2016

  • Send private message

3

Friday, October 21st 2016, 3:53pm

Ciao Empty io credo che ognuno di noi deve trovare il suo percorso e perseguirlo per cercare di stare bene. Se la tua ansia limita così tanto la tua vita segui i consigli della tua psicologa con fiducia. Sono sicura che sono fasi della vita.... prima o poi ne uscirai anche se sarà un cammino lungo. Io per ora non prendo farmaci oltre un ansiolitico la sera. Ma le mie giornate vanno comunque avanti con gran fatica. Tienici aggiornati. Un abbraccio

Empty96_

Utente Attivo

  • "Empty96_" started this thread

Posts: 37

Activitypoints: 167

Date of registration: Oct 16th 2016

  • Send private message

4

Friday, October 21st 2016, 8:45pm

Ciao Empty,
Il meccanismo della preoccupazione ("worry") è tipico di noi ansiosi.
Se soffri di un disturbo d'ansia, sappi che queste preoccupazioni che nutri sono prodotte dall'ansia.
Non sei tu, perché tu non sei la tua ansia. Sei una persona che ha un problema con l'ansia.
Inutile dirti di non preoccuparti perché passo dopo passo gestirai tutto: sei ansiosa, e in questo momento ti trovi in una situazione di transizione e di cambiamento delle tue prospettive, sia relativamente al nuovo percorso universitario, sia rispetto alla tua terapia. Però ci provo lo stesso: accetta che al presente sei in questa condizione, cerca di non pensare alle conseguenze che potrà avere, perché in ogni caso non sarà nulla di irrisolvibile e gestirai tutto, con i tuoi tempi.
Ti consiglio di farti vedere al più presto dallo psichiatra, in modo tale che tu possa iniziare subito con la terapia. Il trattamento di elezione per i disturbi d'ansia sono gli antidepressivi che però ci mettono un certo tempo ad agire (almeno due settimane); nel frattempo che il farmaco agisce, di solito il paziente viene coperto con delle benzodiazepine, che hanno un effetto immediato e vanno usate limitatamente al periodo che intercorre tra l'inizio di assunzione di antidepressivi e l'inizio del loro effetto.
Troverai subito sollievo, e potrai iniziare a dedicarti alla tua terapia e ai tuoi studi, il che a loro volta ti aiuterà. Nel frattempo in terapia lavorerai sulle radici del tuo disturbo, in modo da poter scalare ed eliminare i farmaci nel momento il cui il medico e lo psicologo lo riterranno opportuno.
Nel frattempo, se hai difficoltà ad uscire e ad andare in università, puoi procurarti comunque tutto il necessario per studiare. Sul sito dell'università troverai informazioni sugli insegnamenti e sui programmi dei corsi, e le bibliografie dei testi da studiare. Non dimenticare che moltissime persone danno gli esami da non frequentanti. Io sono alla mia terza laurea, la seconda e questa l'ho presa e la sto prendendo totalmente da non frequentante.
Se hai attività che richiedono la presenza obbligatoria, non saranno sicuramente la maggior parte, e puoi tranquillamente differirle.
Coraggio! Spulcia un po' di programmi e compra dei bei libri su cui buttarti nella tranquillità di casa tua, con una bella copertina e una tazza di the ;)
In bocca al lupo!

Innanzitutto, complimenti per le 3 lauree, sei davvero in gamba! Lo so che gli esami possono essere preparati ance da casa, il problema è che ci sono certe attività di laboratorio che credo siano obbligatorie... ma pensa un po', proprio queste attività erano quello che mi attirava! E ora non sono in grado nemmeno di entrarci in un laboratorio. Poi, sinceramente, io ho sempre voluto vivere la vita da universitaria, il campus a cui sono iscritta mi è sempre piaciuto, volevo godermeli questi anni, per questo sono demoralizzata. Oggi è venerdì, di solito sarei scesa e mi sarei divertita un po' e invece la paura mi blocca in casa... In ogni caso, grazie mille per la risposta e speriamo bene!

Empty96_

Utente Attivo

  • "Empty96_" started this thread

Posts: 37

Activitypoints: 167

Date of registration: Oct 16th 2016

  • Send private message

5

Friday, October 21st 2016, 8:49pm

Ciao Empty io credo che ognuno di noi deve trovare il suo percorso e perseguirlo per cercare di stare bene. Se la tua ansia limita così tanto la tua vita segui i consigli della tua psicologa con fiducia. Sono sicura che sono fasi della vita.... prima o poi ne uscirai anche se sarà un cammino lungo. Io per ora non prendo farmaci oltre un ansiolitico la sera. Ma le mie giornate vanno comunque avanti con gran fatica. Tienici aggiornati. Un abbraccio

Sì Mora, è arrivata evidentemente l'ora di "aiutarmi" con i farmaci, ormai è un anno che soffro di queste bruttissime ricadute che mi lasciano nello sconforto. Come ha detto anche la mia psicologa, è strano che più vada avanti e faccia progressi e più le ricadute sono forti e debilitanti. Sono stanca, le proverò tutte, ma HO BISOGNO DI VIVERE!!!! E non con questa angoscia, non con l'ansia per ogni cosa. Mi sono giocata un bellissimo viaggio col mio ragazzo, sicuramente mi giocherò del tempo all'università, ho bisogno di una soluzione. Vi farò sapere, un baciooo

nuova

Giovane Amico

Posts: 183

Activitypoints: 612

Date of registration: Jan 31st 2016

  • Send private message

6

Friday, October 21st 2016, 9:08pm


Innanzitutto, complimenti per le 3 lauree, sei davvero in gamba! Lo so che gli esami possono essere preparati ance da casa, il problema è che ci sono certe attività di laboratorio che credo siano obbligatorie... ma pensa un po', proprio queste attività erano quello che mi attirava! E ora non sono in grado nemmeno di entrarci in un laboratorio. Poi, sinceramente, io ho sempre voluto vivere la vita da universitaria, il campus a cui sono iscritta mi è sempre piaciuto, volevo godermeli questi anni, per questo sono demoralizzata. Oggi è venerdì, di solito sarei scesa e mi sarei divertita un po' e invece la paura mi blocca in casa... In ogni caso, grazie mille per la risposta e speriamo bene!
Cara,
Posso chiederti che facoltà hai scelto?
Comprendo quello che provi. Ma pensa che passerà, questa condizione non è permanente. È un momento. La tua priorità sei tu stessa, non forzarti. Datti tempo per stare meglio. Certo, non isolarti, e cerca di esporti a piccole dosi alle cose, per come e per quanto te la senti.

Empty96_

Utente Attivo

  • "Empty96_" started this thread

Posts: 37

Activitypoints: 167

Date of registration: Oct 16th 2016

  • Send private message

7

Friday, October 21st 2016, 11:44pm


Innanzitutto, complimenti per le 3 lauree, sei davvero in gamba! Lo so che gli esami possono essere preparati ance da casa, il problema è che ci sono certe attività di laboratorio che credo siano obbligatorie... ma pensa un po', proprio queste attività erano quello che mi attirava! E ora non sono in grado nemmeno di entrarci in un laboratorio. Poi, sinceramente, io ho sempre voluto vivere la vita da universitaria, il campus a cui sono iscritta mi è sempre piaciuto, volevo godermeli questi anni, per questo sono demoralizzata. Oggi è venerdì, di solito sarei scesa e mi sarei divertita un po' e invece la paura mi blocca in casa... In ogni caso, grazie mille per la risposta e speriamo bene!
Cara,
Posso chiederti che facoltà hai scelto?
Comprendo quello che provi. Ma pensa che passerà, questa condizione non è permanente. È un momento. La tua priorità sei tu stessa, non forzarti. Datti tempo per stare meglio. Certo, non isolarti, e cerca di esporti a piccole dosi alle cose, per come e per quanto te la senti.


Innanzitutto, complimenti per le 3 lauree, sei davvero in gamba! Lo so che gli esami possono essere preparati ance da casa, il problema è che ci sono certe attività di laboratorio che credo siano obbligatorie... ma pensa un po', proprio queste attività erano quello che mi attirava! E ora non sono in grado nemmeno di entrarci in un laboratorio. Poi, sinceramente, io ho sempre voluto vivere la vita da universitaria, il campus a cui sono iscritta mi è sempre piaciuto, volevo godermeli questi anni, per questo sono demoralizzata. Oggi è venerdì, di solito sarei scesa e mi sarei divertita un po' e invece la paura mi blocca in casa... In ogni caso, grazie mille per la risposta e speriamo bene!
Cara,
Posso chiederti che facoltà hai scelto?
Comprendo quello che provi. Ma pensa che passerà, questa condizione non è permanente. È un momento. La tua priorità sei tu stessa, non forzarti. Datti tempo per stare meglio. Certo, non isolarti, e cerca di esporti a piccole dosi alle cose, per come e per quanto te la senti.

Ho scelto biologia, anche se l'anno prossimo vorrei ritentare il test di medicina magari con una preparazione universitaria e non da autodidatta, ma biologia è comunque una facoltà che mi piace. So che è una condizione temporanea, però in questo periodo mi fa paura tutto, mi sento come se dovessi impazzire da un momento all'altro o comunque dovessi cedere in qualche modo.. orribile

Used tags

ansia, panico, paura, università