Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Frida.A

Nuovo Utente

  • "Frida.A" is female
  • "Frida.A" started this thread

Posts: 6

Activitypoints: 39

Date of registration: Aug 2nd 2017

Location: Roma

Occupation: Content creator

  • Send private message

1

Wednesday, August 2nd 2017, 8:08pm

Tornare ad amare

Ciao, mi sono appena iscritta sul forum perchè in questo periodo sento il bisogno di parlare di me, come non ho mai fatto prima, mantenendo l'anonimato.
Ho 31 anni e già prima di nascere ho subito un'ictus con conseguente emiplegia. Ho trascorso gran parte della mia vita cercando di ignorare il problema questo mi ha permesso di non piangermi troppo addosso ma anzi di vivere una vita quanto più normale possibile. Ho studiato a Bologna e adesso vivo a Roma. Ho conquistato l'indipendenza, sono quasi totalmente autosufficiente, e per me questo è un grande traguardo tuttavia il mio problema fisico mi ha resa estremamente timida.
A causa di queste difficoltà non ho mai avuto una vera storia d'amore fino ai 27 anni quando ho incontrato, per puro caso, un ragazzo che ha avuto una vita molto simile alla mia, era inevitabile che tra noi nascesse una storia d'amore durata purtroppo un anno e mezzo perchè sebbene fossimo molto compatibili per un verso non lo eravamo per molti altri.
Finita la storia ho iniziato un percorso terapeutico che piano piano mi sta facendo famimliarizzare con il mio handicap, e adesso mi piacerebbe conoscere persone che vivano le mie stesse difficoltà ma sopratutto vorrei tornare ad amare.

2

Wednesday, August 2nd 2017, 9:30pm

Benvenuta nel forum. Personalmente ritengo che "tornare ad amare" sia un'espressione un po astratta perché l'amore sboccia quando c'è affinità o se preferisci quando scatta quell'alchimia che ci fa desiderare di stare con una persona a 360°amandone anche le sofferenze e il vissuto che è poi la cosa più bella perché sei cosciente che con quella persona non hai nessuna barriera o limite e ti senti davvero libero nel tuo amore. Sono cose che non si comandano, non si pianificano, non abbiamo bisogno di "tornare ad amare" torniamo a farlo semplicemente quando capita, quando scocca quella scintilla reciproca che rende tutto spontaneo e magico.

Frida.A

Nuovo Utente

  • "Frida.A" is female
  • "Frida.A" started this thread

Posts: 6

Activitypoints: 39

Date of registration: Aug 2nd 2017

Location: Roma

Occupation: Content creator

  • Send private message

3

Thursday, August 3rd 2017, 10:04am

Probabilmente hai ragione ma mentre prima era facile "innamorarmi" o almeno invaghirmi da un pò di tempo a questa parte mi sento un pò più arida, apatica. Non trovo interesse per nessuno dei ragazzi che mi circondano e temo di non trovare un'altra persona con cui trovare quella sintonia di cui parli tu. :(

4

Thursday, August 3rd 2017, 1:57pm

Probabilmente hai ragione ma mentre prima era facile "innamorarmi" o almeno invaghirmi da un pò di tempo a questa parte mi sento un pò più arida, apatica. Non trovo interesse per nessuno dei ragazzi che mi circondano e temo di non trovare un'altra persona con cui trovare quella sintonia di cui parli tu. :(

Probabilmente ciò accade perché nel tempo si matura e si prende più coscienza delle cose. Ciò ci porta ad essere più selettivi, se preferisci più infermi nelle nostre spontaneità, poiché ci interroghiamo se chi incontriamo sarà all'altezza di capirci e di amarci nonostante i nostri problemi interiori. Non è un caso (parlo per esperienza vissuta), che fino al periodo delle superiori era per me assai più spontaneo baciare una ragazza mentre negli anni quella spontaneità, se preferisci quella naturalezza mista ad ingenuità, mi hanno fatto scattare dei freni secondo i quali la spontaneità viene sempre anticipata dalla riflessione, dal sarò all'altezza e dal sarà lei capace di amarmi nonostante come sono?

Siamo stati tutti adolescenti e tutti ricordiamo la fluidità dei nostri comportamenti, certo a volte frenate da complessi di inferiorità e confronti coi modelli imposti dalla società, ma in generale più liberi nelle nostre azioni. Crescendo si matura, si prende coscienza, si fanno mille valutazioni, si è conosciuto il dolore delle delusioni, si agisce di conseguenza in modo più fermo, se preferisci razionale.

Adriano Rossi

Nuovo Utente

Posts: 2

Activitypoints: 6

Date of registration: Aug 25th 2017

  • Send private message

5

Friday, August 25th 2017, 4:09pm

Tornerai ad amare molto presto

Così come hai trovato per puro caso l'amore qualche anno faritroverai l'amore a breve. Non è questione di handicap, a volte dipende dalla casualità, dal trovarsi al posto giusto nel momento giusto così come ti è successo in precedenza.
Ti auguro un grande in bocca al lupo!

Sienne

Utente Avanzato

  • "Sienne" is female

Posts: 730

Activitypoints: 1,918

Date of registration: Aug 21st 2017

  • Send private message

6

Friday, August 25th 2017, 9:56pm

Ho una storia molto simile alla tua e ti capisco, sono nata con un problema motorio che mi ha causato complessi esagerati e conseguenti somatizzazioni.
Ho avuto una sola storia a 24 anni, finita dopo un anno e mezzo, vissuta da parte mia con l'incoscienza tipica di un adolescente, poi ho capito, sbattendoci la testa, che non era una situazione che mi faceva stare bene e col tempo ho raggiunto una maggiore consapevolezza di me stessa per cui adesso vedo le cose da un'altra prospettiva, sono più riflessiva e più selettiva.
Quello che tu definisci essere arida, apatica, credo che in realtà sia una maggiore maturità per cui quando incontrerai una persona che ti sappia capire la riconoscerai e tutto avverrà in modo spontaneo, forse non hai ancora trovato una persona che abbia saputo entrare in empatia con te.

Used tags

amicizia, amore, emiplegia, ictus