Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


moneycomesfirst

Utente Attivo

  • "moneycomesfirst" started this thread

Posts: 38

Activitypoints: 142

Date of registration: Dec 17th 2014

  • Send private message

1

Wednesday, December 17th 2014, 10:43pm

Terrore della povertà

Ciao a tutti. Sono nuovo, è il mio primo post. Ho 48 anni e sono disoccupato, peggio ancora, ho una partita iva aperta come lavoratore autonomo, devo quindi versare i contributi ma quest'anno ho guadagnato zero. Ho avuto solo spese e tasse e zero guadagni. Da un anno vivo dei miei risparmi, stanno ormai per finire e il terrore della povertà mi sta assalendo. Sono molto amato , ho buoni rapporti con la mia famiglia, vivo in un posto che adoro, però non ho e0ntrate economiche, sono sull'orlo del fallimento personale. Mi sto facendo prendere dal panico perchè la povertà mi terrorizza. Secondo me nella vita al primo posto viene la salute, al secondo i soldi e al terzo l'amore. Molti credono che l'amore sia più importante dei soldi ma si sbagliano, è difficile amarsi quando si ha freddo e fame, ed è meglio starsene al calduccio, in casa, con il riscaldamento acceso e la pancia piena, magari anche da soli, piuttosto che stare insieme alls persoba amata, essendo corrisposti, ma essendo in strada, sporchi, al freddo, avendo fame. Due cuori e una capanna? No, grazie! Vorrei sapere se qualcuno è riuscito a vincere la povertà e il fallimento ed è riuscito a risollevarsi da situazioni economiche disperate. Ormai il panico mi ha preso e non so più cosa fare, compro i gratta e vinci consumando i miei ultimi euri e sperando in una vincita miracolosa che mi salvi. Lasciando perdere il suicidio, come uscirne?
Aquila non capit muscas.

Belfalas

Utente Fedele

Posts: 477

Activitypoints: 1,288

Date of registration: Aug 26th 2014

  • Send private message

2

Thursday, December 18th 2014, 10:24am

E con l'amore come va?

moneycomesfirst

Utente Attivo

  • "moneycomesfirst" started this thread

Posts: 38

Activitypoints: 142

Date of registration: Dec 17th 2014

  • Send private message

3

Thursday, December 18th 2014, 3:50pm

L'amore va molto bene, amo e mi sento amato, ma occorrono anche i soldi. Se sei da solo, ma hai i soldi, con i soldi puoi comprare sesso e compagnia, anche se non puoi comprare l'amore vero, perchè quello non è in vendita, se invece hai l'amore ma non hai i soldi, nagari non ti senti solo, però non puoi pagare le bollette con baci e abbracci, devi tirare fuori i soldi.
Aquila non capit muscas.

beautiaddicted

Amico Inseparabile

  • "beautiaddicted" is female

Posts: 1,078

Activitypoints: 3,542

Date of registration: Jul 7th 2014

Location: Roma

Occupation: impiegata

  • Send private message

4

Thursday, December 18th 2014, 4:52pm

Ciao, la mia famiglia di origine ha avuto un tracollo finanziario, perdemmo tutto, casa attività e i miei genitori anche la salute,negli anni. Io ho pagato con l' ansia, ma oggi ho un lavoro fisso e ho imparato che la sicurezza economica è pari alla salute! Lascia perdere i gratta e vinci ,la ludopatia è un demone, lí finiresti sicuramente sul lastrico. Non so che lavoro fai, non conosco il tuo curriculum . Se puoi lascia temporaneamente il luogo dove vivi per cercare lavoro. Non restare a compiangerti, non è una buona cosa per la tua psiche

moneycomesfirst

Utente Attivo

  • "moneycomesfirst" started this thread

Posts: 38

Activitypoints: 142

Date of registration: Dec 17th 2014

  • Send private message

5

Thursday, December 18th 2014, 8:53pm

Si, infatti i gratta e vinci sono un demone. Lo stato è un biscazziere piuttosto sleale, infatti dichiara pubblicamente, online, le percentuali degli incassi che vengono distribuite di ritorno, a chi gioca, queste percentuali , sono variabili na sono piuttosto alte e possono arrivare anche oltre il 70%, cioè su 100 euri che li stato incassa ne tiene 30 e 70 li distribuisce ai giocatori. Sembra onesto, in realtà no, perchè quasi tutto viene dato come premi ridicoli, che hanno lo stesso valore del biglietto, cioè tu compri un gratta e vinci da due euro e vinci...due euro! Ma chi è che gioca al gratta e vinci per "pareggiare"? Mica è una partita di calcio! I gratta e vinci potrebbero aiutare solo se si abolissero tutte le vincite sotto i 500 euro e si distribuissero i premi in maniera più leale, le percentuali dichiarate dallo stato sono fasulle perchè il 99% di chi al gratta e vinci ottiene una vincita identica al prezzo del biglietto non incassa la vincita ma chiede un altro biglietto.
Aquila non capit muscas.