Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Anton84

Utente Attivo

  • "Anton84" started this thread

Posts: 16

Activitypoints: 55

Date of registration: Sep 7th 2010

  • Send private message

1

Tuesday, September 7th 2010, 5:54pm

Sto veramente male,per favore aiutatemi se potete

Ho 26 anni e le mie giornate sono sempre le stesse,mi alzo tardi al mattino,verso le 10,mi riprometto di studiare e poi puntualmente dopo aver fatto colazione mi ficco vicino al pc per tutto il giorno.Se di sera vado a dormire presto per alzarmi presto al mattino (cosa che non succede),sento come se avessi vissuto poco la giornata.

Appena cerco di studiare mi prende un'ansia che mi fa battere il cuore a mille e mi stringe il petto,penso all'università,al fatto che sono in ritardo e di molto con gli studi,penso al futuro! Sono ben 4 anni che sono bloccato e non do' esami,proprio oggi ho parlato con mia madre riguardo il mio problema e mi ha capito e consigliato bene,mi sono sfogato,ma sono ancora qui,come se avessi bisogno di qualcuno di ancora più autorevole di mia madre per sbloccarmi,magari di uno psicologo,forse ci andrò!

Poi ho fretta di laurearmi,vorrei farcela entro 2 anni al massimo,però non faccio nulla per studiare anzi,sono completamente bloccato proprio per i motivi che ho detto prima. Inoltre credo proprio di essere dipendente affettivamente dalla mia ragazza,che non sa nulla di tutto ciò,davanti a lei voglio sembrare forte,sicuro di me,ma a causa di queste mie debolezze,in realtà non lo sono affatto.Lei è l'opposto di me,forte,che porta a termine i suoi obiettivi,si è laureata col massimo dei voti in 5 anni esatti ed ora sta facendo altre esperienze.Al solo immaginare che lei dovesse partire per un altro paese o fare qualcosa di nuovo,questo mi fa star un po' male,ma non faccio trasparire nulla di tutto ciò,anzi,sono molto accondiscendente e tengo tutto dentro...So che è giusto che lei faccia le sue esperienze,grazie alla sua forza di volontà e agli obiettivi che ha raggiunto...Ma io fra un po' scoppio!

Mi sento indietro,indietro con la vita...A volte penso di lasciare l'università,ma poi credo che mi sentirei deluso prima da me stesso,perchè le mie aspettative andranno a farsi friggere e poi darei una grande delusione agli altri! Se lasciassi forse,mi sentirei più fallito credo! Con meno valore! Per non parlar poi del mondo del lavoro che oggi già con una laurea è difficile,figuriamoci senza!

Per finire poi,quando vado all'università mi sento comunque male,come se stessi perdendo tempo a seguire le lezioni quando poi potrei fare di più a casa!

Insomma,soffro di ansia,dipendenza affettiva e sono pure depresso! Non so più dove andare a sbattere la testa,cosa fare,come agire...E se agisco mi sento male! Ora sto prendendo delle tisane chiamate Dicalmir,fanno un buon effetto,almeno fanno sparire tachicardia e senso di schiacciamento del petto...Però la mia testa è sempre quella...Pessimista,che non vede futuro! Insomma,da studioso modello quale ero fino alla seconda superiore,sono diventato uno svogliato menefreghista di prima categoria! Infatti ho preso questa piega dal terzo superiore,per smettere di pensare,visto che ogni minima offesa che ricevevo per me erano giorni passati a rimuginare.Allora mi imposi di non pensare,di lasciar scorrere tutto...E da quando non penso,non vado avanti...Mentre se penso,soffro!

Non so se sono stato chiaro,però ho bisogno di un aiuto enorme per andare avanti...E non riesco nemmeno a piangere! Non vedo via d'uscita...

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

2

Tuesday, September 7th 2010, 6:45pm

Nessuno come te è padrone di cambiare atteggiamento verso la vita e decidere di volta in volta quello che fare ma per prima cosa bisogna essere più ottimista. Inanzitutto cercare di stare calmi ed esaminare tutta la situazione. L'ansia si sa che è un nemico tosto e ci ostacola molto ma con la volontà e la voglia di ottenere gli obbiettivi si può trovare una convivenza e la si elude di più. Studiare a volte può aiutare a distrarsi anche se consiglio sempre di razionare il carico distribuendolo per tutti i giorni e non accumularlo alla fine per non dare danni al sistema nervoso. Ti consiglio moltissimo di raggiungere l'obbiettivo per non trascinarti in futuro sensi di colpa ed incubi come è capitato anche per non aver finito la scuola. La mente inconsciamente percepirà sempre come un traguardo non raggiunto e un forte segnale di sconfitta per poi manifestarsi nel peggioramento dei sintomi o in altre forme. I genitori sono la cosa più importante che abbiamo dopo di Dio e la madonna e rimaranno comunque più importanti dei psicologi e integreranno il lavoro dei tali. La cosa più bella del mondo è propio un genitore che cerca di aiutarti è una vera fortuna. In conclusione prendi un problema alla volta senza caricarti il cervello, non siamo robot, raggiungi i tuoi traguardi e non dare per scontato degli eventi futuri drammatici nella vita non si prevede niente. Ad un passo alla volta ;)

Fabry90

Amico Inseparabile

Posts: 1,011

Activitypoints: 3,040

Date of registration: Aug 30th 2010

  • Send private message

3

Tuesday, September 7th 2010, 7:33pm

"soffro di ansia,dipendenza affettiva e sono pure depresso!"
sembra il mio profilo attuale.. -.-
Anton, se la situazione attuale ti porta ad avere ansia in certi momenti, e comunque disagi, la cosa migliore è parlarne con qualcuno che ti possa aiutare.. e questo è uno psicologo..
andarci non vuol dire essere deboli, nè tanto meno fuori di testa, vuol dire voler cercare di sistemare certi problemi che a volte non riusciamo a sistemare da soli..
ti capisco benissimo soprattutto quando parli della dipendenza affettiva dalla tua ragazza... anche per me era proprio la stessa cosa... ora mi ha lasciato, poche settimane fa, e sto malissimo.. tutto è peggiorato ovviamente, perchè per me lei era diventata importantissima, anche per i problemi di ansia che ho ecc.. e ho capito che in questo ho sbagliato.. mi sono attaccato troppo a lei, forse inevitabilmente per come stavo.. perchè lei mi faceva stare bene.. ma ho fatto del male a me stesso, perchè è diventata troppo importante tanto da non poterne quasi più fare a meno, e la differenza la sento ora che non è più con me... però se c'è amore fra voi due non ti devi preoccupare.. solo ti consiglio di farti aiutare da chi lo può fare, e di non "responsabilizzare" troppo la tua ragazza, come purtroppo ho fatto indirettamente io, facendola diventare così indispensabile per te.. perchè alla fine per me era diventata l'unica persona che mi faceva stare bene... non ci siamolasciati per quel motivo, però questo non andava bene.. me ne rendo conto ora..
non sei indietro con la vita, sei solo in uno dei momenti che fanno davvero crescere.. quindi affrontalo nel migliore dei modi, con tutto l'aiuto che ti serve, parlane quando ce ne è bisogno, non tenerti dentro le cose, e vedrai che ce la farai a stare meglio.. dobbiamo riuscirci!
buona fortuna amico e non mollare! ;)

Anton84

Utente Attivo

  • "Anton84" started this thread

Posts: 16

Activitypoints: 55

Date of registration: Sep 7th 2010

  • Send private message

4

Tuesday, September 7th 2010, 8:31pm

Nessuno come te è padrone di cambiare atteggiamento verso la vita e decidere di volta in volta quello che fare ma per prima cosa bisogna essere più ottimista. Inanzitutto cercare di stare calmi ed esaminare tutta la situazione. L'ansia si sa che è un nemico tosto e ci ostacola molto ma con la volontà e la voglia di ottenere gli obbiettivi si può trovare una convivenza e la si elude di più. Studiare a volte può aiutare a distrarsi anche se consiglio sempre di razionare il carico distribuendolo per tutti i giorni e non accumularlo alla fine per non dare danni al sistema nervoso. Ti consiglio moltissimo di raggiungere l'obbiettivo per non trascinarti in futuro sensi di colpa ed incubi come è capitato anche per non aver finito la scuola. La mente inconsciamente percepirà sempre come un traguardo non raggiunto e un forte segnale di sconfitta per poi manifestarsi nel peggioramento dei sintomi o in altre forme. I genitori sono la cosa più importante che abbiamo dopo di Dio e la madonna e rimaranno comunque più importanti dei psicologi e integreranno il lavoro dei tali. La cosa più bella del mondo è propio un genitore che cerca di aiutarti è una vera fortuna. In conclusione prendi un problema alla volta senza caricarti il cervello, non siamo robot, raggiungi i tuoi traguardi e non dare per scontato degli eventi futuri drammatici nella vita non si prevede niente. Ad un passo alla volta ;)

Ciao tototony,

Ti ringrazio per la tua risposta che giudico davvero molto veritiera! Nessuno può aiutarci se non noi e poi si,sono aiutato per fortuna anche da mia madre a cui ho confessato il mio problema,anzi,i miei problemi.Spero che da domani le cose cambino anche se lo spero da anni!

Vorrei trovare la chiave ai miei problemi e cercherò,come hai detto tu,anche nella fede...Che ultimamente ho proprio perso! Cercherò di essere più ottimista,sperando che la sorte mi aiuti,beh che dire...Che Dio me la mandi buona... :)

jox

Amico Inseparabile

  • "jox" is male

Posts: 1,054

Activitypoints: 3,463

Date of registration: Aug 20th 2010

Location: sondrio

  • Send private message

5

Tuesday, September 7th 2010, 8:57pm

Nessuno come te è padrone di cambiare atteggiamento verso la vita e decidere di volta in volta quello che fare ma per prima cosa bisogna essere più ottimista. Inanzitutto cercare di stare calmi ed esaminare tutta la situazione. L'ansia si sa che è un nemico tosto e ci ostacola molto ma con la volontà e la voglia di ottenere gli obbiettivi si può trovare una convivenza e la si elude di più. Studiare a volte può aiutare a distrarsi anche se consiglio sempre di razionare il carico distribuendolo per tutti i giorni e non accumularlo alla fine per non dare danni al sistema nervoso. Ti consiglio moltissimo di raggiungere l'obbiettivo per non trascinarti in futuro sensi di colpa ed incubi come è capitato anche per non aver finito la scuola. La mente inconsciamente percepirà sempre come un traguardo non raggiunto e un forte segnale di sconfitta per poi manifestarsi nel peggioramento dei sintomi o in altre forme. I genitori sono la cosa più importante che abbiamo dopo di Dio e la madonna e rimaranno comunque più importanti dei psicologi e integreranno il lavoro dei tali. La cosa più bella del mondo è propio un genitore che cerca di aiutarti è una vera fortuna. In conclusione prendi un problema alla volta senza caricarti il cervello, non siamo robot, raggiungi i tuoi traguardi e non dare per scontato degli eventi futuri drammatici nella vita non si prevede niente. Ad un passo alla volta ;)

Ciao tototony,

Ti ringrazio per la tua risposta che giudico davvero molto veritiera! Nessuno può aiutarci se non noi e poi si,sono aiutato per fortuna anche da mia madre a cui ho confessato il mio problema,anzi,i miei problemi.Spero che da domani le cose cambino anche se lo spero da anni!

Vorrei trovare la chiave ai miei problemi e cercherò,come hai detto tu,anche nella fede...Che ultimamente ho proprio perso! Cercherò di essere più ottimista,sperando che la sorte mi aiuti,beh che dire...Che Dio me la mandi buona... :)

nessuno puo' aiutarci se non noi ???e allora psicologi e psichiatri a cosa servono ???la fede, ma non farmi ridere !!! :crazy: come fai a cercare di essere + ottimista se sei depresso ??non puoi mica importelo.
Ti dico questo perchè ci sono passato anche io : dipendenza affettiva, mi ha lasciato e sono caduto in depressione + stati d' ansia permanenti :thumbdown: meno male che ci sono i farmaci che mi aiutano a superare questo brutto momento.

jox

Amico Inseparabile

  • "jox" is male

Posts: 1,054

Activitypoints: 3,463

Date of registration: Aug 20th 2010

Location: sondrio

  • Send private message

6

Tuesday, September 7th 2010, 9:00pm

Nessuno come te è padrone di cambiare atteggiamento verso la vita e decidere di volta in volta quello che fare ma per prima cosa bisogna essere più ottimista. Inanzitutto cercare di stare calmi ed esaminare tutta la situazione. L'ansia si sa che è un nemico tosto e ci ostacola molto ma con la volontà e la voglia di ottenere gli obbiettivi si può trovare una convivenza e la si elude di più. Studiare a volte può aiutare a distrarsi anche se consiglio sempre di razionare il carico distribuendolo per tutti i giorni e non accumularlo alla fine per non dare danni al sistema nervoso. Ti consiglio moltissimo di raggiungere l'obbiettivo per non trascinarti in futuro sensi di colpa ed incubi come è capitato anche per non aver finito la scuola. La mente inconsciamente percepirà sempre come un traguardo non raggiunto e un forte segnale di sconfitta per poi manifestarsi nel peggioramento dei sintomi o in altre forme. I genitori sono la cosa più importante che abbiamo dopo di Dio e la madonna e rimaranno comunque più importanti dei psicologi e integreranno il lavoro dei tali. La cosa più bella del mondo è propio un genitore che cerca di aiutarti è una vera fortuna. In conclusione prendi un problema alla volta senza caricarti il cervello, non siamo robot, raggiungi i tuoi traguardi e non dare per scontato degli eventi futuri drammatici nella vita non si prevede niente. Ad un passo alla volta ;)
ma come i genitori sono imporetnti dopo dio e la madonna !!!sono molto + imporanti, cmq i mei non mi capiscono, sanno solo dirmi di smettere di prendere le medicine, e certo cosi' poi tornerei ad essere depresso e incazzato.

Anton84

Utente Attivo

  • "Anton84" started this thread

Posts: 16

Activitypoints: 55

Date of registration: Sep 7th 2010

  • Send private message

7

Tuesday, September 7th 2010, 9:14pm

"soffro di ansia,dipendenza affettiva e sono pure depresso!"
sembra il mio profilo attuale.. -.-
Anton, se la situazione attuale ti porta ad avere ansia in certi momenti, e comunque disagi, la cosa migliore è parlarne con qualcuno che ti possa aiutare.. e questo è uno psicologo..
andarci non vuol dire essere deboli, nè tanto meno fuori di testa, vuol dire voler cercare di sistemare certi problemi che a volte non riusciamo a sistemare da soli..
ti capisco benissimo soprattutto quando parli della dipendenza affettiva dalla tua ragazza... anche per me era proprio la stessa cosa... ora mi ha lasciato, poche settimane fa, e sto malissimo.. tutto è peggiorato ovviamente, perchè per me lei era diventata importantissima, anche per i problemi di ansia che ho ecc.. e ho capito che in questo ho sbagliato.. mi sono attaccato troppo a lei, forse inevitabilmente per come stavo.. perchè lei mi faceva stare bene.. ma ho fatto del male a me stesso, perchè è diventata troppo importante tanto da non poterne quasi più fare a meno, e la differenza la sento ora che non è più con me... però se c'è amore fra voi due non ti devi preoccupare.. solo ti consiglio di farti aiutare da chi lo può fare, e di non "responsabilizzare" troppo la tua ragazza, come purtroppo ho fatto indirettamente io, facendola diventare così indispensabile per te.. perchè alla fine per me era diventata l'unica persona che mi faceva stare bene... non ci siamolasciati per quel motivo, però questo non andava bene.. me ne rendo conto ora..
non sei indietro con la vita, sei solo in uno dei momenti che fanno davvero crescere.. quindi affrontalo nel migliore dei modi, con tutto l'aiuto che ti serve, parlane quando ce ne è bisogno, non tenerti dentro le cose, e vedrai che ce la farai a stare meglio.. dobbiamo riuscirci!
buona fortuna amico e non mollare! ;)

Ciao Fabry,

beh sei nella mia situazione a quanto pare,però ti posso consigliare di non demoralizzarti e non fare come me,non perdere tempo,investi tempo su te stesso ora che hai appena 20 anni.Se io mi fossi preso cura di me durante questi anni,ora non sarei in questo stato,ne sono certo,quindi,lotta per non rimanere fermo,è un consiglio spassionato,da amico!

Ma per quanto riguarda lo psicologo,me lo consigli? Io sono un po' scettico,forse sbaglio! Tu ci stai andando e noti miglioramenti? Mi sarebbe molto utile anche togliermi questo scetticismo e magari con l'aiuto di uno specialista posso finalmente sbloccarmi.Riguardo al parlarne,ne sto parlando solo con mia madre perchè credo che sia la persona che possa capirmi di più,certo,anche mio padre,però non so,per ora ne vorrei parlare solo con lei e vedere se qualcosa cambia,se persiste (spero di no),magari lo faccio presente anche a mio padre,mentre per la mia ragazza non ci penso nemmeno perchè,caro Fabry,quello che ho capito durante le mie storie è che le ragazze cercano un uomo che le faccia sentire protette e sicure e,se ti dimostri debole,hai già perso! Beh,forse avrò trovato solo ragazze che volevano sentirsi protette,non vorrei mai commettere l'errore di generalizzare,però in tutte le mie storie è capitato questo,che volevano sentirsi protette,quindi,la debolezza posso permettermi di mostrarla solo con i miei genitori e al massimo con qualche parente che considero al pari di una seconda mamma o padre,un fratello o una sorella.

Comunque,per anni ho giocato a fare il duro ed oggi mi sono "sbottonato" completamente con mia madre,ripeto,spero che domani cambi qualcosa,ma già da ora,se penso a domani e ai libri,mi viene un po' di dolore al petto! Mamma mia che situazione,non capisco perchè proprio io devo essere così debole! A volte vorrei proprio avere un altro cervello,magari nemmeno tanto ambizioso ed orgoglioso come il mio,così da accontentarmi delle piccole cose!

Vabbè,Fabry,non posso che augurare anche a te di sentirti meglio al più presto e ricorda che sei ancora molto giovane,di ragazze ce ne sono a iosa! Certo,lo so che ora vedi soltanto lei,però fra un po' passerà e scoprirai un amore,magari ancora più grande,in un'altra ragazza che ti ruberà il cuore! Per ora però,non lasciarti andare,non perdere tempo,lavora su te stesso e migliora perchè così costruirai solide basi per la tua autostima e per il tuo futuro! (ecco,siamo così bravi a consigliare agli altri...Ma quando si tratta di noi... :rolleyes: )

Grazie ancora per il tuo messaggio davvero utile...Buona vita anche a te! :)

Anton84

Utente Attivo

  • "Anton84" started this thread

Posts: 16

Activitypoints: 55

Date of registration: Sep 7th 2010

  • Send private message

8

Tuesday, September 7th 2010, 9:17pm

Nessuno come te è padrone di cambiare atteggiamento verso la vita e decidere di volta in volta quello che fare ma per prima cosa bisogna essere più ottimista. Inanzitutto cercare di stare calmi ed esaminare tutta la situazione. L'ansia si sa che è un nemico tosto e ci ostacola molto ma con la volontà e la voglia di ottenere gli obbiettivi si può trovare una convivenza e la si elude di più. Studiare a volte può aiutare a distrarsi anche se consiglio sempre di razionare il carico distribuendolo per tutti i giorni e non accumularlo alla fine per non dare danni al sistema nervoso. Ti consiglio moltissimo di raggiungere l'obbiettivo per non trascinarti in futuro sensi di colpa ed incubi come è capitato anche per non aver finito la scuola. La mente inconsciamente percepirà sempre come un traguardo non raggiunto e un forte segnale di sconfitta per poi manifestarsi nel peggioramento dei sintomi o in altre forme. I genitori sono la cosa più importante che abbiamo dopo di Dio e la madonna e rimaranno comunque più importanti dei psicologi e integreranno il lavoro dei tali. La cosa più bella del mondo è propio un genitore che cerca di aiutarti è una vera fortuna. In conclusione prendi un problema alla volta senza caricarti il cervello, non siamo robot, raggiungi i tuoi traguardi e non dare per scontato degli eventi futuri drammatici nella vita non si prevede niente. Ad un passo alla volta ;)
ma come i genitori sono imporetnti dopo dio e la madonna !!!sono molto + imporanti, cmq i mei non mi capiscono, sanno solo dirmi di smettere di prendere le medicine, e certo cosi' poi tornerei ad essere depresso e incazzato.


Ciao Jox,

io per ora sto solo prendendo una tisana chiamata "Dicalmir",tu hai esperienza riguardo agli psicologi? Ci sei andato e hai avuto risultati positivi o addirittura guarito da questa "malattia"? Sono curioso perchè sono un po' scettico,ma se dovesse servire veramente farò di tutto per "guarire" e prenderò in considerazione l'idea di andare da uno psicologo!

Fabry90

Amico Inseparabile

Posts: 1,011

Activitypoints: 3,040

Date of registration: Aug 30th 2010

  • Send private message

9

Tuesday, September 7th 2010, 9:53pm

Grazie Anton a te, anche la tua risposta è stata d'aiuto a me.. :)
per quanto riguarda lo psicologo, anche io ero scettico all'inizio.. io in realtà vado da una psichiatra, perhcè prendo anche un farmaco.. lo psichiatra può prescrivere farmaci a differenza dello psicologo.. comunque io lo consiglio a chi ha questo tipo di disagi.. e non è niente di anormale andarci.. a parte che c'è un sacco di gente che lo fa, molta di più di quanto non pensiamo.. ma poi è come andare a fare una chiacchierata da un amico.. solo che quest'amico ha studiato apposta per trattare queste cose, e magari ci può aiutare davvero.. insomma, se hai un problema al piede, vai dall'ortopedico.. il medico per queste cose invece è lo psicologo.. ed è sempre meglio provare ad andarci piuttosto che tenersi dentro le cose.. perchè in genere si fa poco da soli per questo genere di problemi..
quindi, io ti consiglio di provare a fare qualche seduta.. non ci si perde comunque niente..
comunque parlarne con tua mamma è sicuramente positivo.. di parlarne con la ragazza credo anch'io che non sia il caso.. ma non intendevo dirti di farlo infatti :)
grazie ancora anche a te e buona fortuna :)
quando vuoi siamo qui per parlare..

Jox, abbiamo parecchie cose in comune a quanto pare.. ;)
anch'io sono stato da poco mollato dalla tipa, e, anche se non ha generato questo fatto il problema di ansia, ha peggiorato tutto.. un po' di depressione in alcuni momenti.. accentuati gli altri problemi.. ecc ecc.. <.<

This post has been edited 2 times, last edit by "Fabry90" (Sep 7th 2010, 10:06pm)


Anton84

Utente Attivo

  • "Anton84" started this thread

Posts: 16

Activitypoints: 55

Date of registration: Sep 7th 2010

  • Send private message

10

Tuesday, September 7th 2010, 10:06pm

Grazie Anton a te, anche la tua risposta è stata d'aiuto a me.. :)
per quanto riguarda lo psicologo, anche io ero scettico all'inizio.. io in realtà vado da una psichiatra, perhcè prendo anche un farmaco.. lo psichiatra può prescrivere farmaci a differenza dello psicologo.. comunque io lo consiglio a chi ha questo tipo di disagi.. e non è niente di anormale andarci.. a parte che c'è un sacco di gente che lo fa, molta di più di quanto non pensiamo.. ma poi è come andare a fare una chiacchierata da un amico.. solo che quest'amico ha studiato apposta per trattare queste cose, e magari ci può aiutare davvero.. insomma, se hai un problema al piede, vai dall'ortopedico.. il medico per queste cose invece è lo psicologo.. ed è sempre meglio provare ad andarci piuttosto che tenersi dentro le cose.. perchè in genere si fa poco da soli per questo genere di problemi..
quindi, io ti consiglio di provare a fare qualche seduta.. non ci si pedre comunque niente..
comunque parlarne con tua mamma è sicuramente positivo.. di parlarne con la ragazza credo anch'io che non sia il caso.. ma non intendevi dirti di farlo infatti :)
grazie ancora anche a te e buona fortuna :)
quando vuoi siamo qui per parlare..

Jox, abbiamo parecchie cose in comune a quanto pare.. ;)
anch'io sono stato da poco mollato dalla tipa, e, anche se non ha generato questo fatto il problema di ansia, ha peggiorato tutto.. un po' di depressione in alcuni momenti.. accentuati gli altri problemi.. ecc ecc.. <.<


In questi giorni vedrò se miglioro,anche se credo sia difficile! :( Se non dovessi migliorare allora mi sa che andro proprio da uno psicologo o addirittura psichiatra,perchè così non si può stare!

Ti ringrazio ancora Fabry! :)

Dave64_128

Utente attivo

  • "Dave64_128" has been banned

Posts: 484

Activitypoints: 1,690

Date of registration: Dec 8th 2009

  • Send private message

11

Tuesday, September 7th 2010, 10:13pm

Non hai bisogno di una laurea per stare bene..

..e nemmeno hai bisogno di una laurea presa senza ulteriori ritardi per sapere che vali.
Hai abbastanza referenze per fuggire da una realtà che non ti soddisfa, se è quello che desideri.

Forse non desideri stare qui e vivere come stai vivendo, da quello che scrivi mi sembra di avere capito questo.
Fai quello che ti senti, se ti senti bloccato perchè ti piacerebbe poter fare come la tua ragazza che avendo finito gli studi ha già cominciato a fare altre esperienze, se ti senti bloccato perchè non avere finito gli studi non ti fa sentire libero di andartene anche se vorresti, se è questo il problema credo che non ci sarebbe bisogno che ci fosse qualcun altro a farti presente che questo lo puoi già fare.

Non hai bisogno di laurearti se questo ti fa stare male come stai e ti fa sentire in trappola.
Vai via, raggiungi un posto che sogni di conoscere, segui il tuo istinto e la tua intuizione, segui il sentimento, non inseguire quello che vogliono gli altri per te, segui la tua ragazza da qualche parte o prenditi un amico e salite su un aereo, fai qualcosa che non faresti, parti per un'avventura, la vita può essere anche questo se lo vogliamo, il mondo esteriore è una proiezione del nostro mondo interiore, la vita può essere un incubo o può essere come nella canzone di Vasco: "Vado al massimo, vado al Messico, voglio vedere come va a finire...meglio rischiare, che diventare come quel tale, quel tale che scrive sul giornale.."

Anton84

Utente Attivo

  • "Anton84" started this thread

Posts: 16

Activitypoints: 55

Date of registration: Sep 7th 2010

  • Send private message

12

Tuesday, September 7th 2010, 10:20pm

..e nemmeno hai bisogno di una laurea presa senza ulteriori ritardi per sapere che vali.
Hai abbastanza referenze per fuggire da una realtà che non ti soddisfa, se è quello che desideri.

Forse non desideri stare qui e vivere come stai vivendo, da quello che scrivi mi sembra di avere capito questo.
Fai quello che ti senti, se ti senti bloccato perchè ti piacerebbe poter fare come la tua ragazza che avendo finito gli studi ha già cominciato a fare altre esperienze, se ti senti bloccato perchè non avere finito gli studi non ti fa sentire libero di andartene anche se vorresti, se è questo il problema credo che non ci sarebbe bisogno che ci fosse qualcun altro a farti presente che questo lo puoi già fare.

Non hai bisogno di laurearti se questo ti fa stare male come stai e ti fa sentire in trappola.
Vai via, raggiungi un posto che sogni di conoscere, segui il tuo istinto e la tua intuizione, segui il sentimento, non inseguire quello che vogliono gli altri per te, segui la tua ragazza da qualche parte o prenditi un amico e salite su un aereo, fai qualcosa che non faresti, parti per un'avventura, la vita può essere anche questo se lo vogliamo, il mondo esteriore è una proiezione del nostro mondo interiore, la vita può essere un incubo o può essere come nella canzone di Vasco: "Vado al massimo, vado al Messico, voglio vedere come va a finire...meglio rischiare, che diventare come quel tale, quel tale che scrive sul giornale.."


Ciao Dave,

quello che scrivi è verissimo però sai,ho paura di deludere me stesso non conseguendo la laurea,che è ciò che sognavo da ragazzino,beh,forse ora non più,però mi darà molti sbocchi lavorativi e possibilità di carriera...E ora se lasciassi,chi mi direbbe che non starei sempre col tarlo di laurearmi? E poi,cosa potrei fare senza alcun titolo di studio oltre il diploma? Comunque,penso di dare in fretta gli esami e laurearmi (se ce la faccio) al più presto,a costo di prendere anche dei 18,non mi importa! Almeno così mi assicuro un "pezzo di carta" e poi si vedrà... Tu invece? Che ne pensi?

P.S. Comunque è vero,ora non vorrei essere qui e fare ciò che faccio...Però...Rimangono gli interrogativi di sopra! :(

Dave64_128

Utente attivo

  • "Dave64_128" has been banned

Posts: 484

Activitypoints: 1,690

Date of registration: Dec 8th 2009

  • Send private message

13

Tuesday, September 7th 2010, 10:38pm

Leonardo di Caprio, Leonardo Pieraccioni, ci sono un sacco di persona di successo..

..che hanno la terza media, nemmeno un diploma, il segreto è avere una grande spinta vitale, stare bene in mezzo alla gente, e piacere alle persone.
Quando piaci alle persone puoi arrivare dove vuoi, nella vita.

E per piacere alle persone devi essere appagato, appagato dall'inseguimento di qualcosa che desideri, non c'è fortuna più grande nella vita che sapere che cosa desideriamo.

L'importante è che tu faccia quello che vuoi, deludere gli altri è un'idea che non ti dovrebbe nemmeno sfiorare.
Se per non tradire gli altri arrivi a tradire te stesso è un torto ben più grave.

Per questo devi essere sicuro che qualunque cosa farai nella tua vita sia quello che tu vuoi davvero fare.

Non è detto che tu non possa riprendere gli studi dopo aver cambiato aria.
Magari toglierti dalla situazione in cui ti trovi ora potrà farti tornare la spinta vitale che ora ti manca per raggiungere l'obiettivo della tua laurea.

Se senti che non ce la fai in questo momento è in questo momento che devi decidere che cosa fare per stare meglio.
Domani non sappiamo nemmeno se ci saremo.

Vedi che cosa succede, non perdere la curiosità di fare nuove esperienze, di buttarti, di rischiare, come dice Vasco, corri, e fottitene dell'orgoglio, degli orpelli, dei riconoscimenti. Ascoltati, non perdere il tuo tempo dandoti addosso e stando male, quello sì che è tempo perso.
In ogni istante puoi decidere di rivoluzionare la tua vita, in ogni istante puoi decidere di fare qualcosa che ti faccia sentire vivo e pieno di energia, partire è da sempre qualcosa che ci fa sentire vivi, partire alla scoperta di qualcosa che non sappiamo.

Non sappiamo che cosa troveremo, ma quello che scopriamo quando seguiamo il nostro istinto è qualcosa che nutre la nostra anima

Anton84

Utente Attivo

  • "Anton84" started this thread

Posts: 16

Activitypoints: 55

Date of registration: Sep 7th 2010

  • Send private message

14

Wednesday, September 8th 2010, 10:58am

..che hanno la terza media, nemmeno un diploma, il segreto è avere una grande spinta vitale, stare bene in mezzo alla gente, e piacere alle persone.
Quando piaci alle persone puoi arrivare dove vuoi, nella vita.

E per piacere alle persone devi essere appagato, appagato dall'inseguimento di qualcosa che desideri, non c'è fortuna più grande nella vita che sapere che cosa desideriamo.

L'importante è che tu faccia quello che vuoi, deludere gli altri è un'idea che non ti dovrebbe nemmeno sfiorare.
Se per non tradire gli altri arrivi a tradire te stesso è un torto ben più grave.

Per questo devi essere sicuro che qualunque cosa farai nella tua vita sia quello che tu vuoi davvero fare.

Non è detto che tu non possa riprendere gli studi dopo aver cambiato aria.
Magari toglierti dalla situazione in cui ti trovi ora potrà farti tornare la spinta vitale che ora ti manca per raggiungere l'obiettivo della tua laurea.

Se senti che non ce la fai in questo momento è in questo momento che devi decidere che cosa fare per stare meglio.
Domani non sappiamo nemmeno se ci saremo.

Vedi che cosa succede, non perdere la curiosità di fare nuove esperienze, di buttarti, di rischiare, come dice Vasco, corri, e fottitene dell'orgoglio, degli orpelli, dei riconoscimenti. Ascoltati, non perdere il tuo tempo dandoti addosso e stando male, quello sì che è tempo perso.
In ogni istante puoi decidere di rivoluzionare la tua vita, in ogni istante puoi decidere di fare qualcosa che ti faccia sentire vivo e pieno di energia, partire è da sempre qualcosa che ci fa sentire vivi, partire alla scoperta di qualcosa che non sappiamo.

Non sappiamo che cosa troveremo, ma quello che scopriamo quando seguiamo il nostro istinto è qualcosa che nutre la nostra anima
Ciao Dave,
i tuoi posts sono pieni di significato e fanno pensare molto,ti ringrazio!
Oggi mi metterò di nuovo alla prova e cercherò di raggiungere gli obiettivi che mi sono più a cuore,cercherò!
Sarà difficile,però se non agisco ora,andrà sempre peggio...Quello che mi sono imposto è di non pensare e di trattare l'ansia come qualcosa di normale,già da stamattina sono più tranquillo.Spero di farcela e,se non dovessi,allora mi ascolterò meglio,cambierò aria e farò nuove esperienze!
Grazie ancora

eleo8383

Utente Fedele

Posts: 464

Activitypoints: 1,423

Date of registration: Aug 1st 2010

  • Send private message

15

Wednesday, September 8th 2010, 11:03am

anche io sono scettica di nei confronti degli psicologi ma adesso ho deciso di cominciare perchè non ce la faccio .. io credo che la forza debba partire da dentro di noi .. nel senso che dobbiamo cominciare ad affrontare il problema.. poi i medici e i farmaci possono aiutarci ma molto dipende anche dalla nostra volontà .. io per ora ho preso solo coscienza del problema ma.. non riesco a risolverlo da sola e quindi voglio tentare la strada della psicoterapia..