Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Imponderabilia

Nuovo Utente

  • "Imponderabilia" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Mar 9th 2014

  • Send private message

1

Sunday, March 9th 2014, 2:44am

Sono nuova! In tutti i sensi ;) 25 enne, ecco la mia esperienza. Spero in una buona accoglienza e in tanti consigli!

Buonasera a tutti!
Mi presento: sono E., una ragazza 25enne che fino a poco tempo fa era felice ogni giorno come una Pasqua.
Davvero, a parte il fatto di essere sempre stata un po' stranoide ai tempi della scuola in quanto eritrofobica :blush: (ora mi capita rarissimamente di arrossire e non mi pesa) ed estremamente timida, sono riuscita a volgere i miei difetti in pregi facendomi ben volere da tutti. Ho stretto importanti e profonde amicizie e adoravo la vita..... fino all'estate 2013. Non vi so dire di preciso cosa è capitato. Sono successe varie cose: un'estate all'insegna del divertimento puro (ho fumato qualche spinello) senza doveri dopo uno stage finito a luglio, un litigio con un caro amico, mia madre in ospedale per un'operazione al cuore andata poi bene... Nulla di grave! Non so il momento preciso e la causa precisa, ma dopo questa estate sono rimasta settimane in una versione apatica di me stessa.

Io, ragazza da sempre allegra, simpatica, creativa e di successo ero... morta in divano. Preciso che non ho mai preteso chissà cosa dalla vita: per essere felice a me bastavano i film, il mio lavoro, la mia famiglia magnifica e gli amici. Ma.... non avevo PIU' funzioni vitali e avevo paura che la cosa si notasse tra la gente (sono sempre stata allegra quindi sarebbe stato facile vederlo) e perciò mi nascondevo sempre, non uscivo (esco poco anche ora) e facevo lunghe passeggiate da sola per non farmi vedere dai miei. Non sapevo cosa mi stava succedendo così ho pensato di dover dormire per recuperare le forze dopo un periodo un po' stressante e così ho fatto... per settimane. Andavo a letto prestissimo crollando dal sonno dicendo tra me e me "speriamo domani vada meglio". Ma non andava meglio.

Fatto sta che ho iniziato a preoccuparmi e sono andata da una psicologa, in segreto dai miei genitori perché già in ansia per la storia di mia madre e poi per paura di ingigantire la cosa. Nel frattempo perdo la mia migliore amica che sapeva del mio periodo e non mi è stata molto vicina, ci allotaniamo.
Passa il tempo e: sono riuscita ad avere un nuovo lavoro perciò ho recuperato tutte le mie facoltà mentali che avevo perso completamente nella fase apatica, sono tornata ad essere allegra, ma non so se lo sono veramente. Perché mi è rimasto un senso di angoscia perenne. Mi sento come se fosse successo qualcosa di gravissimo e io mi portassi dietro questo ipotetico fardello invisibile. Ma in realtà è irrazionale! Non è successo nulla di grave, anzi! Mia madre sta bene e io ho un bel lavoro. Quindi mi chiedo: perché mi devo sentire così? Secondo voi gli spinelli possono aver influito? (non li toccherò mai più in vita mia).
A volte questa angoscia mi prende il petto, fatico a respirare e ho i brividi di freddo. Quando mi metto davanti la tv per rilassarmi ecco che mi prendono di brutto gli stati di angoscia, quindi lavoro al pc per distrarmi. Mi sento più emotivamente vulnerabile e non capisco perché ho questi sintomi senza motivo apparente.

Qualcuno sa dirmi cosa mi sta accadendo? Come se ne esce da queste cose? Mi è stato consigliato del magnesio e di prendere la pillola per stare meglio. Premetto che non prendo psicofarmaci. La mia psicologa mi dice solo che è un periodo. Mi piace andare da lei per parlarne (non ne parlo con nessuno), ma non so se è brava o no.
Voi cosa dite?

Vi ringrazio tutti in anticipo! Ogni consiglio o commento sarà apprezzatissimo da parte mia! :love:

Danno87

Giovane Amico

  • "Danno87" is male

Posts: 196

Activitypoints: 637

Date of registration: Feb 15th 2013

Location: Cosenza

  • Send private message

2

Sunday, March 9th 2014, 7:15pm

ciao! bhè... ben venuta nel mondo reale...
succede a tutti prima o poi che nella vita ci vengono tolte alcune sicurezze... molte volte sosteniamo le nostre convinzioni e le nostre sicurezze aiutandoci con le cose (oggetti) e con le persone... quando abbiamo la fortuna di avere queste due cose che funzionano, siamo meno carichi di stress e cose negative, perchè non dobbiamo portare certi fardelli da soli...
forse nel tuo caso ti sono stati tolti questi appoggi, x un motivo o x l'altro... magari non hai grossi pesi da portare attualmente ma ora ti sei resa conto inconsciamente che nel caso ti capitasse di avere qualche fardello da portare non sei più così sicura di poter contare sull'appoggio che fino a poco fa avevi... (e per fardello intendo tutte quelle situazioni che ti demoralizzano, che t buttano giù, sconfitte ecc..)... ora ti sei resa conto che, nel caso, devi riuscire a darti forza da sola... e con quello che è successo a tua madre (spero stia bene ora) hai capito che la vita certe volte può essere veramente dura...

bhè te lo dico in modo rude con il solo scopo di avere più effetto possibile... devi tirare fuori le palle, e capire che la vita ti metterà sempre più spesso il bastone fra le ruote... e che se non tiri fuori la grinta, parecchie volte andrai al tappeto fino a quando poi non riesci più a rialzarti...

ora forse ti sono state tolte alcune sicurezze, e non ti basta più il film, e l'uscita cn gli amici per essere felice... però può essere che per ritornare come prima ti basta contare di più sulle proprie forze...

io la penso così, basandomi solo su quello che ho letto, ma non sono uno psicologo o altro...
non crearti dubbi inutili... se tu vai convinta che ti serve a qualcosa parlare cn la psicologa, vacci e basta... addirittura se senti sensazioni positive dopo averci parlato... non crearti dubbi inutili in generale...
ps: gli spinelli, come ogni altra cosa, se non ne hai abusato troppo non dovrebbero darti problemi di questo tipo... certo se non te li fai più è meglio...

Similar threads