Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


caminetto

Utente Attivo

  • "caminetto" started this thread

Posts: 15

Activitypoints: 73

Date of registration: Oct 30th 2014

  • Send private message

1

Tuesday, November 4th 2014, 8:50pm

Somatizzazioni a Go-Go

eccomi, mi presento, sono il re delle somatizzazioni.
Scrivo questo post con la speranza di trovare qualcuno che mi sappia dare qualche consiglio, qualcuno del campo insomma, qualcuno che vive questo disagio, e che ha trovato un modo, qualsiasi, per cercare di controllare al massimo il sintomo.
Ragazzo pieno di vita, a 19 anni ho il mio primo attacco di panico e da li inizia il calvario dell'ansia. da subito esami a gogo, di tutto e di più, mai niente, tutto negativo, ma da subito la mia ansia si tramuta in sintomo. Non sono mai stato agitato e nemmeno ho avuto ansie varie, ma sono intrappolato nei sintomi. Vi evito l'elenco dei sintomi avuti in passato, tra i quali quelli classici dell'infarto, che ora grazie a dio sono scomparsi. Ora come ora, da un paio di anni a questa parte, ho continui sintomi di rigidità muscolare, soprattutto nucale e alle spalle, quando vado in tensione divento un ciocco di legno, ho fatica a camminare, e mi succede qualcosa di strano anche alla vista, vado in uno stato di iper vigilanza, e la vista è come se la sentissi stanca, mi da fastidio vedere troppe cose tutte assieme, insomma, sintomi para neurologici. Io sono sicuro che si tratta di ansia, ma dico io, come faccio a liberarmi di questi sintomi? sono in cura da uno psichiatra/psicologo, farmaci non ne prendo, li ho presi in passato ma con scarsi risultati, ora prendo solo al bisogno mezza comrpessa di lorazepam, che mi fa piu un effetto placebo che un reale effetto farmacologico. sto lavorando molto su me stesso, prima ero un tipo troppo accondiscendente a tutte le situazioni, ero cerco di essere piu me stesso, ma dico, è possibile che i sintomi non mi vogliono lasciare libero?? come faccio a diventare me stesso se sto sempre male?? non riesco a essere me stesso se dietro ho sintomi quasi debilitanti.
qualcuno che ne capisca piu di me??
sono 8 anni di ansia, quasi non ne posso più, in 8 anni ho fatto tutto e non mi sono mai privato di niente nella vita, però vorrei vivere con più serenità, e non con queste somatizzazioni a palla davvero fastidiose e debilitanti.
Cosa ne pensate?

safale

Giovane Amico

  • "safale" is female

Posts: 305

Activitypoints: 989

Date of registration: Jul 30th 2014

  • Send private message

2

Wednesday, November 5th 2014, 9:58am

Io sono sicuro che si tratta di ansia, ma dico io, come faccio a liberarmi di questi sintomi?

Che tipo ti psicoterapia fai? Parlane con il tuo terapeuta e chiedigli di aiutarti a farti pesare meno queste sensazioni. Piano piano diventeranno più vivibili e riuscirai a dargli meno importanza...e così scemeranno da sole. Anche io ho avuto tutte quelle sensazioni che avevi te...poi ad un certo punto la terapia ha fatto il suo effetto e io ho cominciato a non dargli importanza. La maggior parte se ne sono andate...altre ancora le ho ma non ne faccio più un dramma come in passato.

This post by "caminetto" (Wednesday, November 5th 2014, 11:33am) has been deleted by user "ramon" (Wednesday, November 5th 2014, 6:56pm) with the following reason: simile

caminetto

Utente Attivo

  • "caminetto" started this thread

Posts: 15

Activitypoints: 73

Date of registration: Oct 30th 2014

  • Send private message

4

Wednesday, November 5th 2014, 2:29pm

La psicoterapia è di tipo junghiana. Sono in cura da circa un anno. Il discorso è che ho periodi in cui sto benino, e periodi in cui davvero i sintomi si fanno insistenti e forti, tanto da farmi pensare di avere una malattia. Io so che si tratta di ansia, ma delle volte mi butto un sacco giu di morale, è un circolo vizioso alimentato dai pensieri. Ora vorrei capire, vorrei qualche consiglio, perchè so che alla base di tutto c'è il continuo pensare dei sintomi. Voi come avete risolto?
ad esempio, ieri appena sveglio mi sono sentito rigido, e durante la giornata è stato un continuo star male. stamattina invece, non so perchè, ma mi sono svegliato abbastanza tranquillo, e i sintomi che avevo ieri sono solo un lontano ricorda. Non riesco a capire cosa succede, cosa fa innescare il sintomo...

percorsipsicologici

Giovane Amico

  • "percorsipsicologici" is male

Posts: 144

Activitypoints: 443

Date of registration: Jun 1st 2014

Location: Sesto San Giovanni

Occupation: Psicoterapeuta

  • Send private message

5

Friday, November 7th 2014, 3:41pm

Non riesco a capire cosa succede, cosa fa innescare il sintomo...


E' normale non riconoscere cosa fa innescare il sintomo, non farebbe la sua funzione, il sintomo, se si riuscisse a "far vedere oltre"! Valuti piuttosto le sensazioni e le cose che associa nel pensare a questo, vedrà che le sarà di maggior aiuto nel suo percorso psicoterapeutico.

Imbocca al lupo
Cordiali saluti

paulhevson

Giovane Amico

Posts: 171

Activitypoints: 649

Date of registration: Mar 1st 2012

  • Send private message

6

Monday, November 10th 2014, 1:10pm

Purtroppo sono nella tua stessa situazione e somatizzo alla grande. Ho problemi di digestione e di colon irritabile e non ne vengo fuori. Mi prendo una decina di gocce di Xanax al giorno per calmarmi ma ho una paura incredibile di avere mali incurabili. Non ce la faccio più. Venerdì ho fissato la colonscopia....
Se ti fa stare un po meglio non sei il solo...