Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

1

Friday, June 14th 2019, 11:59am

Soffro di ansia? Di depressione?

Salve a tutti, ho trent'anni e da quando ne avevo dodici soffro ciclicamente prima e cronicamente poi (dai quindici anni) di depressione e ansia.
Nell'ultimo anno mi hanno prescritto escitalopram fino ad arrivare a 20 mg al giorno.
Da diversi mesi tuttavia ho notato che, anche se l'ansia e l'angoscia sono diminuite molto, sono come bloccato. Qualunque cosa mi sembra una montagna da scalare, anche cose che ho già fatto e so di essere in grado di fare mi sembra nascondano delle difficoltà inaspettate e stressanti.
Pulire casa, ad esempio, mi sembra una fatica enorme e inutile, visto che comunque la casa rimane un disastro. Mettere in ordine anche.
Perfino fare una passeggiata mi sembra una cosa difficile e inutile, perchè a me costa della fatica, poca, ma non dovrebbe costarmene affatto, dovrebbe essere una cosa naturale.
Poi continuo a sentirmi inadeguato rispetto alla vita. Penso che qualunque cosa io faccia non mi aiuterà a colmare il gap che c'è tra quello che sono e quello che dovrei essere a trent'anni.
Non ho un lavoro, non lo sto cercando, non mi allontano mai dalla zona in cui vivo da sempre, di cui conosco pure poco le strade, non ho mai avuto relazioni sentimentali, non ho amici, non ho nemmeno passioni o abilità particolari. Insomma, sono un fallito a trecentosessanta gradi.
I pensieri suicidi che ho da quando avevo quindici anni hanno preso la forma di un suicidio in auto, con un tubo di gomma che porta i fumi di scarico nell'abitacolo, ma anche se ho già tutto l'occorrente in macchina e non ho più motivi per cui vivere, non ho il coraggio di attuare questo progetto.

Mi sono lasciato fuorviare dal racconto. Quello che vorrei sapere è la vostra opinione sui pensieri che mi bloccano.
Secondo voi sono dovuti ad un'ansia di fondo? O ad una depressione?
Lo psicologo lo vedo tra due settimane ma quando gliene ho parlato non mi ha dato una risposta chiara in merito, mi ha parlato della mia situazione generale.
Io vorrei anche capire se i pensieri di inadeguatezza e di rinuncia a fare le cose possono dipendere dal fatto che nell'ultimo anno ho cercato di muovermi in qualche direzione, a livello terapeutico, e al tempo stesso non sono riuscito a spostarmi effettivamente.
Poco prima di un ”ricovero” di un mese in una struttura sanitaria, l'estate scorsa, mio padre ha avuto un ictus (per fortuna senza conseguenze), poi al ritorno dalla struttura mi sono rinchiuso in questa casa che è il mio rifugio e la mia prigione al tempo stesso, arrabbiato e depresso. Poi, a metà febbraio, il tetto della casa ha preso fuoco, proprio il giorno in cui ero andato dallo psicologo e per la prima volta mi era venuto un po' di ottimismo.
Già prima passeggiavo nervosamente avanti e indietro per casa senza fare niente, ma forse la situazione è peggiorata dopo l'incendio e il conseguente trasferimento da mia sorella.
Non riesco proprio a prendere in mano la mia vita, tutto mi sembra inutile, mi sembra che tutta la fatica che ho fatto per arrivare fino a qui sia stata uno spreco di energie, visto che sono punto e a capo, in una casa che è una discarica, quasi, senza prospettive future, persino senza un presente visto quanto è vuota di tutto la mia vita.

Ripeto la domanda. Secondo voi i pensieri che mi bloccano possono essere dovuti ad ansia o depressione o io sono solo pigro e stufo di tutto?
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

Birdy

Colonna del Forum

  • "Birdy" is male
  • "Birdy" has been banned

Posts: 1,710

Activitypoints: 5,213

Date of registration: Jul 5th 2015

  • Send private message

2

Friday, June 14th 2019, 12:11pm

Nessuno qui dentro low è titolato per fare diagnosi (sulla base di cosa poi???)
Io tra l'altro rabbrividisco in generale solamente all'idea di etichettare una persona (psicologicamente parlando...ovvio che un diabetico c'ha la glicemia troppo alta a digiuno ma quella è una cosa scientificamente riscontrabile).
Per il riordinare casa mi offro come volontario per aiutarti. Mi paghi una pizza e una birra ovviamente.
Sono più pigro di te...per fortuna però c'ho una forza di volontà patologica.

Elisa89

Utente Attivo

Posts: 80

Activitypoints: 247

Date of registration: Jun 1st 2019

  • Send private message

3

Saturday, June 15th 2019, 5:55pm

È una domanda molto complicata. Hai subito qualche trauma particolare oltre a quello descritto? Magari da piccolo? Io non sono un medico ma ritengo che non stai bene e dovresti affidarti all'aiuto del professionista. Sicuramente ci vuole tempo. Comunque anche io sono pigrissima e spesso non faccio niente perchè tanto farei
comunque troppo poco per coprire il divario tra me e quella che vorrei essere.

Fork820swa

Utente Attivo

Posts: 67

Activitypoints: 250

Date of registration: Apr 25th 2019

  • Send private message

4

Saturday, June 15th 2019, 7:52pm

Questo è un problema che attanaglia molti. La tua frase
"... Continuo a sentirmi inadeguato rispetto alla vita. Penso che qualunque cosa io faccia non mi aiuterà a colmare il gap che c'è tra quello che sono e quello che dovrei essere a trent'anni" , è sicuramente calzante per molti di noi. Per me almeno, è proprio così. Cambierei però quel "dovrei" con un "vorrei". Perché ognuno vive come vuole e non si deve essere proprio niente.. si deve solo cercare di stare bene ed essere soddisfatti. Io al momento non lo sono. Mi sveglio al mattino e ogni tanto penso che vorrei non essermi svegliata. Tutto ciò che faccio nella giornata non mi pare abbastanza. Come Elisa, sono pigra. Piiiiigra, e forse anche timorosa, con scarsa autostima, chissà. Penso che vorrei fare delle cose, ma poi non le faccio. Oppure le inizio, e poi non le porto a termine mai. Questo è avvilente. Ma in questo periodo penso spesso a quel che è del mio tempo, a come lo sto spendendo, e ho il terrore di trovarmi da anziana a chiedermi "ma che ne hai fatto delle tua vita?".

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

5

Sunday, June 16th 2019, 10:49am

Fork820swa
Uno dei miei problemi è che mi faccio troppo condizionare da quello che penso dovrebbe essere. Un altro dei miei problemi è che NON VOGLIO NIENTE. O forse voglio qualcosa ma mi sembra irraggiungibilee, quindi come la volpe con l'uva perdo interesse.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

6

Sunday, June 16th 2019, 10:54am

Elisa89
Io non credo di aver descritto traumi. Comunque sì, diciamo che non ho vissuto una bella infanzia.
Che ci voglia tempo non lo metto in dubbio, ma sarei stufo di aspettare un cambiamento che non arriva, o che se arriva è, in fin dei conti, un peggioramento.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

7

Sunday, June 16th 2019, 10:36pm

Ciao lowbattery,
Come prima cosa sulla risposta "non definitiva" del terapeuta mi sento di dirti che forse dipende dagli approcci: una mia amica conosce e si sente dare tutte le etichette possibili e immaginabili, per capire di che cosa stanno parlando; la mia invece non me ne ha mai data mezza, nemmeno quando gliela chiedevo esplicitamente per capire e per capirmi.

I passi avanti in terapia dipendono da una sintonia e complicità tra le due parti, e questa non si crea facilmente né con tutti.

Mi sento di chiederti come mai non cerchi lavoro e che formazione ed esperienze hai, se vorrai parlarne.

Infine, per rispondere alla domanda, il tuo quesito é lo stesso che mi ponevo io nel mio momento peggiore: soffro di ansia o di depressione? A volte mi sentivo ansiosa ma con l'umore su, altre ero talmente a terra ma senza ansia.
Per poi capire che esse possono essere sia 2 parti della stessa medaglia che 2 cose a sé.

A volte si è depressi, si crea la propria zona di comfort (tu lo stai facendo?) e l'ansia viene quando dobbiamo uscire da essa...

Che dire, dipende!!! Non c'è un'unica risposta!!!

Affidati ad un terapeuta. E per i farmaci, ci hai più pensato?

Turbociclo

Utente Attivo

  • "Turbociclo" is male

Posts: 22

Activitypoints: 52

Date of registration: Aug 31st 2017

Location: Roma

Occupation: pensionato

  • Send private message

8

Sunday, June 16th 2019, 10:53pm

Ripeto la domanda. Secondo voi i pensieri che mi bloccano possono essere dovuti ad ansia o depressione o io sono solo pigro e stufo di tutto?

Ci sono passato varie volte...ansia e depressione per me sono come il latte e il caffè, strettamente unite, a volte prevale l'una a volte l'altra. Inutile starsi a chiedere cosa viene prima. L'apparente pigrizia che consegue è causata dal senso di inutilità del tutto, per cui si sente che non vale la pena di fare alcuna cosa, perché non servirebbe a niente. I medicinali possono aiutare a superare i momenti più brutti ma creano dipendenza e hanno mille effetti collaterali.
L'unica è forzarsi a fare qualcosa di pratico, può essere lo yoga, la meditazione, una corsa in un prato, la spesa al supermercato, fare un viaggio, scrivere tutto quello che ti viene in mente, insomma qualsiasi cosa che possa distrarre. La scelta ovviamente è personale. Certo, ti sembra inutile, non ce la fai, lasci perdere...l'importante è provare e riprovare, fino a che, magari dopo tanto tempo, non riesci ad ottenere un poco di costanza. Allora le cose inizieranno a migliorare...

Fork820swa

Utente Attivo

Posts: 67

Activitypoints: 250

Date of registration: Apr 25th 2019

  • Send private message

9

Monday, June 17th 2019, 7:56am

lowbattery, che ne dici della corsa? Io davvero vorrei allenarmi un po'. Ora come ora corro solo 6 km circa. Mi piacerebbe, prima o poi, riuscire a fare una mezza maratona!!! Non mi interessano i tempi, vorrei riuscirci solo per me. Ovviamente, traguardo impossibile. Ma forse no..
Potremmo provare a correre insieme? Qualcuno ci sta?
Cioè, aprire un post e indicare lì i nostri progressi, cosa abbiamo fatto, quanto, condividere un allenamento (chiamiamolo così...). Vedremmo dei progressi sicuramente, e spronarci ci può dare forza.

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" is male

Posts: 1,288

Activitypoints: 3,600

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

10

Monday, June 17th 2019, 11:55am

CIAO.....alla tua domanda può rispondere solo uno specialista, in special modo quando scrivi """ I pensieri suicidi che ho da quando avevo quindici anni hanno preso la forma di un suicidio in auto, con un tubo di gomma che porta i fumi di scarico nell'abitacolo, ma anche se ho già tutto l'occorrente in macchina e non ho più motivi per cui vivere, non ho il coraggio di attuare questo progetto""".
Se hai questi pensieri ti invito a prendere contatti con uno psichiatra perchè vedo ben poca cosa possa fare la psicoterapia con i pensieri ossessivi di tale portata. In bocca l lupo....... :thumbup:

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,041

Activitypoints: 3,137

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

11

Monday, June 17th 2019, 12:02pm

Molto schematicamente, quello che scrivi è un elenco di indizi e sintomi "classici" della depressione. Parte della depressione è anche l'ansia, che prende le forme più svariate, quindi la distinzione sfuma in ogni caso , come dice Turbociclo- ed è comunque da affidare ad un clinico. Per quanto riguarda la questione importante sollevata da repcar, psicoterapia e cura psichiatrica: tu sei seguito da qualcuno per avere la prescrizione del farmaco che assumi, giusto? Ed è al corrente di questa fissazione del suicidio?

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

12

Monday, June 17th 2019, 12:33pm

Grazie a tutti delle risposte.

repcar e arianna
Sono seguito da una psichiatra del servizio pubblico, che mi prescrivve anche i farmaci per pensieri ossessivi di vario tipo. Io vorrei smettere di prenderli, però.

clearness
Lo psicologo mi dice che saboto la terapia quando inizia a funzionare.
Ho una maturità scientifica e nessuna competenza particolare.
Sì, sto nella mia zona di comfort. Non durerà per sempre e pagherò caro tutto questo. Alla fine pago sempre tutto. E' anche per questo che voglio suicidarmi. Sogno, una volta tanto, di poter andarmene senza pagare il conto.
Farmaci ne prendo già, anche se la psichiatra vuole cambiarmeli. Io sono contrario a cambiare terapia, prendo già abbastanza schifezze così.

Fork e turbociclo
Oggi forse vado a correre. Con ben poca voglia.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)

Turbociclo

Utente Attivo

  • "Turbociclo" is male

Posts: 22

Activitypoints: 52

Date of registration: Aug 31st 2017

Location: Roma

Occupation: pensionato

  • Send private message

13

Monday, June 17th 2019, 5:44pm

Low, è del tutto naturale che oggi tu vada a correre con ben poca voglia. Se ne avessi voglia vorrebbe dire che è già avviato il processo di guarigione. L'importante è iniziare. Non farti neanche un problema se dopo essere andato a correre ti sembrerà che è stato inutile. L'importante è provare e riprovare, alla fine si sblocca qualcosa DENTRO. E poi, meglio fare una bella lunga camminata in mezzo alla natura piuttosto che correre con questo caldo micidiale! Un caldo che ha sempre fatto aumentare i miei problemi di ansia-depressione. Non a caso sono stato assai peggio nei periodi estivi. Odio l'estate...

14

Monday, June 17th 2019, 7:52pm

Può capitare di autosabotarsi (sia nella terapia che in altre circostanze) proprio perché si ha paura, in fondo, di quel cambiamento. Si ha paura del non-noto...
Se i farmaci attuali non funzionano perché non provare altro? Non vedo perché tu debba portarti sulle spalle tutta questa negativita, quando vi sono ancora strade da percorrere....

lowbattery

Giovane Amico

  • "lowbattery" started this thread

Posts: 178

Activitypoints: 488

Date of registration: Dec 19th 2017

  • Send private message

15

Tuesday, June 18th 2019, 7:22pm

lowbattery, che ne dici della corsa? Io davvero vorrei allenarmi un po'. Ora come ora corro solo 6 km circa. Mi piacerebbe, prima o poi, riuscire a fare una mezza maratona!!! Non mi interessano i tempi, vorrei riuscirci solo per me. Ovviamente, traguardo impossibile. Ma forse no..
Potremmo provare a correre insieme? Qualcuno ci sta?
Cioè, aprire un post e indicare lì i nostri progressi, cosa abbiamo fatto, quanto, condividere un allenamento (chiamiamolo così...). Vedremmo dei progressi sicuramente, e spronarci ci può dare forza.


Oggi ho corso (e camminato) per 7 kilometri e qualcosa. Ho iniziato alle 16:45 e finito alle 17:40. Alla fine non ero stanco come quando lo facevo in passato, non ho voluto strafare, conduco una vita molto sedentaria. E anche la voglia, lo spirito, non erano granchè.
"Non studio non lavoro non guardo la tivù. Non vado al cinema non faccio sport." (CCCP)