Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Star123

Nuovo Utente

  • "Star123" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Oct 26th 2017

  • Send private message

1

Friday, October 27th 2017, 2:12am

Sertralina disfunzioni sessuali

Ciao a tutti,
Sono in un periodo buio, soffro di forte ansia e astenia, credo di essere anche leggermente depresso ovviamente. Mi piacerebbe risolvere il problema da me, ma credo di avere bisogno di un’aiuto farmacologico e il che un po’ mi spaventa.
In passato ho usato seropram gocce per diverso tempo, tipo per 2 anni di fila (senza alcun tipo di effetti collaterali) poi smettevo e avevo una ricaduta 2/3 anni dopo, il tutto dai 19 ai 31 anni (ora ne ho 34). Non so se il farmaco ha mai fatto veramente il suo lavoro oppure superavo io psicologicamente il periodo negativo. In ogni caso sono arrivato alla conclusione che probabilmente non fa più effetto o forse non l’ha mai fatto, perché a gennaio ho avuto una ricaduta proprio sotto cura di seropram. Andando da uno psichiatra mi ha prescritto la sertralina, mi sono accorto che realmente dopo 15 giorni stavo molto meglio, sentivo l’erfetto Dell’antidepressivo, cosa mai successa con il seropram dove ogni volta per vedere dei risultati dovevo aspettare 3/4 mesi, come dicevo prima non erano eclatanti (tipo la sertralina) e sono arrivato addirittura a pensare che il seropram in realtà non mi ha mai fatto nulla, ma che “guarivo” (anche se mai completamente) grazie ad una sorta di effetto placebo.
Il problema con la sertralina e’ che mi dava 2 fastidi, che mi hanno portato a smettere il trattamento autonomamente dopo 1 mese e 1/2.
Il primo e’ che non riuscivo a bere alcolici, 1/2 birre mi portavano immediatamente sonnolenza e stanchezza tanto da volere andare presto a casa... accettabile visto che prendo psicofarmaci ma con il seropram riuscivo tranquillamente, a volte anche a sbronzarmi.
Il secondo più antipatico, mi dava disfunzioni erettili, a tal punto da avere anche difficoltà con l’auto erotismo.
Sospendendo tutto e’ tornato alla normalità...
Ora che vorrei riprovarci, ho letto in giro cose che mi hanno spaventato parecchio. Tipo di gente che dopo 2 anni dalla fine del trattamento ha libido pari a zero e disfunzioni erettili che non gli consentono vita sessuale di nessun genere. Addirittura c’e’ un blog per le disfunzioni sessuali a causa degli ssri.
Volevo sapere se mi potete dare qualche consiglio o se avete esperienze in merito.

Grazie a tutti ragazzi

2

Saturday, October 28th 2017, 1:45am

Non hai la possibilità di chiedere al tuo psichiatra o al medico che ti segue, se ritieni che sia necessario assumere farmaci, classi di antidepressivi o ansiolitici che non siano SSRIs/SNRIs? E che abbiano meno impatto sulla sfera sessuale? Ne esistono diversi che hanno minore impatto sulla sfera sessuale, o iniziare un percorso di psicoterapia con uno psicologo?
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

Alex_Rox

Giovane Amico

Posts: 217

Activitypoints: 679

Date of registration: Mar 9th 2017

  • Send private message

3

Saturday, October 28th 2017, 9:35am

Ciao! È probabile che questo farmaco non ti abbia fatto nulla, non è una equazione esatta per cui "prendo il farmaco = passa l'ansia ". Come hai detto tu, se con citalopram non hai sentito alcun miglioramento è perché non ti stava facendo nulla, scommetto però nonostante questo lo hai assunto per lungo tempo perché lo specialista ti ha consigliato di insistere.
La sertralina è praticamente la stessa cosa del citalopram e sinceramente mi sorprende un po' che se non ha funzionato un SSRI, ne funzioni un altro. Di solito se la classe farmacologica non è quella giusta per te è inutile insistere con un farmaco praticamente uguale, purtroppo però i medici prescrivono solo e soltanto SSRI, anche se non è il farmaco giusto, dimenticandosi delle innumerevoli alternativa farmacologiche. Perché, come hai visto da solo, gli SSRI possono causare dei danni neurologici irreversibili che rendono la tua vita un inferno, peggiore di ogni ansia o astenia, anche perché quando te li becchi vieni sbeffeggiato dallo specialista ignorante di turno che ti dice che è tutto nella tua testa e che il suo amato farmaco che rifila a tutti a tutti è bello e buono e non può causare danni neurologici, o sconvolgere gli ormoni dell'ipofisi, o che non ha nulla a che vedere con l'ecstasy (che però agisce anche lei pesantemente sulla serotonina).
Ora sta a te giocare col fuoco, far finta di nulla prendendo nuovamente questo farmaco e sperando che anche stavolta vada tutto bene confidando sul "ma ti pare succeda proprio a me?" o passare ad una delle tante alternative farmacologiche, anche cambiando specialista se il tuo non vuole ascoltarti.
Per esempio, hai mai fatto delle analisi per controllare le cause della tua astenia o ti hanno subito detto "è tutta ansia, prendi lo psicofarmaco" perché a volte può essere dovuto ad un ipotiroidismo non importante ma che comunque ti fa sentire affaticato e che tra i sintomi ha proprio ansia e depressione per cui paradossalmente potresti guarire con piccole dosi di ormoni della tiroide e non con psicofarmaci, considera infatti che a volte vengono usati come antidepressivo in persone che non hanno problemi alla tiroide.
Io personalmente ho trovato grossi benefici con deniban 50. Per l'astenia si prescrive spesso anche buproprione, informati.

4

Saturday, October 28th 2017, 1:28pm

. Perché, come hai visto da solo, gli SSRI possono causare dei danni neurologici irreversibili che rendono la tua vita un inferno, peggiore di ogni ansia o astenia, anche perché quando te li becchi vieni sbeffeggiato dallo specialista ignorante di turno che ti dice che è tutto nella tua testa e che il suo amato farmaco che rifila a tutti a tutti è bello e buono e non può causare danni neurologici, o sconvolgere gli ormoni dell'ipofisi, o che non ha nulla a che vedere con l'ecstasy (che però agisce anche lei pesantemente sulla serotonina).


Infatti gli SSRIs possono causare danni neurologici irreversibili, assumerli è come giocare alla roulette russa, in quanto anche se apparentemente raro il danno se ti capita, ti ritrovi comunque la vita rovinata, oltre alle disfunzioni sessuali, visto che comunque definire la problematica solamente disfunzione sessuale post ssris, anche se corretto è comunque incompleto visto che si tratta anche di altre alterazioni neurologiche, e di sintomi che vanno dai problemi cognitivi, all'ottudimento emotivo, alla rimozione delle emozioni, all'apatia e anche al peggioramento del quadro depressivo vedi la cosidetta disforia tardiva, il termine più corretto sarebbe sindrome post ssris, come per la PFS. Infatti come si evince dai vari report di PSSD su rxisk, ssris sex di yahoo, e altri luoghi dove vengono raccolte le storie di persone che si sono ritrovate con la vita rovinata per aver assunto questi farmaci, e come dice anche spesso il Dr David Healy avendo avuto modo di conoscere molte persone con una disfunzione sessuale post ssris, spesso il problema è talmente profondo che va ben al di là del semplice non fare sesso. Spesso PSSD vuol dire sopratutto perdita del lavoro, intralcio o fine della carriera accademica, problemi finanziari, fine delle relazioni, e l'essere costretti a rivedere completamente le priorità della propria vita.

Sicuramente al momento per chi si becca questa condanna non si riceverà nessun aiuto dal punto di vista professionale, 1. perchè quasi nessuno è disposto a crederti, è molto più facile pensare che questi farmaci sono belli e maravigliosi e abbiano solo pochissimi e gestibilissimi effetti collaterali, poi comunque il paranoico e quello con le fissazioni nella testa per gli operatori sei tu. 2. Nessuno sa come trattare il problema, quindi anche volendo non si potrebbe fare nulla.

Poi comunque quello che si ritrova con la vita rovinata sei comunque tu, cosa dovrebbe interessare allo specialista che ti ha fatto piombare all'inferno di averti distrutto la vita? Tanto non lo puoi provare, e lui può benissimo concedersi il lusso di non credirti. Io tutte le visite per tentare di gestire i danni che lui mi ha creato me le sono dovute pagare con le mie tasche, i ritardati nello studio per i problemi cognitivi che mi avevano causato i farmaci che lui mi aveva prescritto me li sono sempre e comunque dovuti gestire da solo.

Per fortuna però come dice Alex esistono altri farmaci per trattare disturbi d'ansia e depressivi che non creano danni persistenti, che al posto di inibire il reuptake della serotonina agiscono sulla trasmissione dopaminergica tipo il deniban o il bupropione, o altri antidepressivi atipici che agiscono con un meccanismo d'azione diverso, se chi ti segue ti impone solo una categoria di farmaci puoi sempre cambiare specialista, o cercare di trattare il tuo disturbo depressivo con la psicoterpia.

Penso che tra un cento o duecento anni, quando si avranno maggiori conoscenze su come funziona il nostro cervello chi ha assunto SSRIs verrà definito come incosciente dalla scienza medica.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

This post has been edited 3 times, last edit by "Adam Weasel" (Oct 28th 2017, 1:40pm)


oscarw

Utente Fedele

Posts: 503

Activitypoints: 1,649

Date of registration: Apr 20th 2013

  • Send private message

5

Saturday, October 28th 2017, 9:56pm

Ciao a tutti,
Sono in un periodo buio, soffro di forte ansia e astenia, credo di essere anche leggermente depresso ovviamente. Mi piacerebbe risolvere il problema da me, ma credo di avere bisogno di un’aiuto farmacologico e il che un po’ mi spaventa.
In passato ho usato seropram gocce per diverso tempo, tipo per 2 anni di fila (senza alcun tipo di effetti collaterali) poi smettevo e avevo una ricaduta 2/3 anni dopo, il tutto dai 19 ai 31 anni (ora ne ho 34). Non so se il farmaco ha mai fatto veramente il suo lavoro oppure superavo io psicologicamente il periodo negativo. In ogni caso sono arrivato alla conclusione che probabilmente non fa più effetto o forse non l’ha mai fatto, perché a gennaio ho avuto una ricaduta proprio sotto cura di seropram. Andando da uno psichiatra mi ha prescritto la sertralina, mi sono accorto che realmente dopo 15 giorni stavo molto meglio, sentivo l’erfetto Dell’antidepressivo, cosa mai successa con il seropram dove ogni volta per vedere dei risultati dovevo aspettare 3/4 mesi, come dicevo prima non erano eclatanti (tipo la sertralina) e sono arrivato addirittura a pensare che il seropram in realtà non mi ha mai fatto nulla, ma che “guarivo” (anche se mai completamente) grazie ad una sorta di effetto placebo.
Il problema con la sertralina e’ che mi dava 2 fastidi, che mi hanno portato a smettere il trattamento autonomamente dopo 1 mese e 1/2.
Il primo e’ che non riuscivo a bere alcolici, 1/2 birre mi portavano immediatamente sonnolenza e stanchezza tanto da volere andare presto a casa... accettabile visto che prendo psicofarmaci ma con il seropram riuscivo tranquillamente, a volte anche a sbronzarmi.
Il secondo più antipatico, mi dava disfunzioni erettili, a tal punto da avere anche difficoltà con l’auto erotismo.
Sospendendo tutto e’ tornato alla normalità...
Ora che vorrei riprovarci, ho letto in giro cose che mi hanno spaventato parecchio. Tipo di gente che dopo 2 anni dalla fine del trattamento ha libido pari a zero e disfunzioni erettili che non gli consentono vita sessuale di nessun genere. Addirittura c’e’ un blog per le disfunzioni sessuali a causa degli ssri.
Volevo sapere se mi potete dare qualche consiglio o se avete esperienze in merito.

Grazie a tutti ragazzi


Io ho assunto entact per tanti anni, poi ho preso cymbalta e dopo 2 anni sono entrato in un inferno, ho disfunzioni sessuali dal 2015, a nulla sono valse le mie visite da andrologi, urologi, endocrinologi.
Non vogliamo fare terrorismo psicologico, cerca di vedere se puoi prendere qualcos'altro, ricorda che non capitano agli altri queste cose, possono capitare a chiunque assuma ssri/srni.
Io avevo solo attacchi di panico e ansia, ora non solo i farmaci non mi hanno curato, ma mi hanno causato problemi endocrini (ho il testosterone come un settantenne, la prolattina alta), ho disfunzione erettile, piacere ridotto...
La mia vita è peggiorata di molto, ha avuto una ricaduta negativa pure nella mia vita sociale e sentimentale!

This post has been edited 2 times, last edit by "oscarw" (Oct 28th 2017, 10:02pm)