Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


fabrizia85

Nuovo Utente

  • "fabrizia85" is female
  • "fabrizia85" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 18th 2012

Location: svizzera

Occupation: operaia

  • Send private message

1

Wednesday, January 18th 2012, 11:37am

sento il bisogno di dirlo...

MESSA A NUDO PER CAPIRMI



Come si distrugge una vita… tu lo sapevi bene, svuotandola e
facendola girare attorno ad una sola persona.. quando quella non ci sarà più..
la tua vita sarà distrutta…



-‘che bella casetta’…. Si ok è vuota, ma piano piano la
riempiremo, inizia da qui il percorso di una vita assieme, con l’entusiasmo di
una nuova vita, con l’uomo che in questo momento sembra darmi tutto, l’euforia
del momento non permette di captare quei malefici segnali che farebbero la
differenza.


Sistemando la roba da dentro le scatole ti guardo, stai lì
sul divano seduto al pc non so esattamente cosa fai, mi sembri felice… come un
bambino che ha appena avuto un nuovo giochino con cui divertirsi..sul momento
la cosa mi fa sorridere l’immagine in se può fare tenerezza, ma presto tutto
cambia e capisco che il giochino con cui tu vuoi divertirti sono io, la mia
vita, i miei sogni e le mie speranze. ‘Preparati che andiamo da zio’ … mi
prende l’imbarazzo, ora conoscerò la mia nuova famiglia, le sole persone che mi
possono stare accanto qui dove sono sola ho solo te, a volte mi chiedo se sono
diventata pazza dopo solo 1 mese ho lasciato tutta la mia vita in Italia per
seguirti in Austria ma poi penso che ‘non può succedere niente di male a due
come noi’.Non passa un mese, riceviamo un richiamo ‘bisogna cambiare la
macchina poiché ha la targa italiana’, non c’è stato il tempo di mettere soldi
da parte e qui inizia la mia tortura, il mio essere sempre colpevole di ogni
cosa che succede, ‘hai voluto i mobili in casa e ora come facciamo che non ci
sono soldi?dovrò chiederli a mio padre…!’ mi guardo attorno, la sala è vuota,
c’è il tavolo un bellissimo tavolo in vetro, un divano che ti è stato prestato
da un conoscente e una tv messa nell’angolo della stanza non l’hai neanche
collegata all’antenna, la stanza da letto..si quella c’è, ma non l’ho scelta
io.. ed è da questo momento che inizio a fare lo sbaglio che mi porterà alla
distruzione della mia persona.. ti giustifico ‘sei nervoso lo so, ma vedrai che
tutto si sistema’ ti ho sempre giustificato così con tutti. Il primo periodo
tra alti e bassi con discussioni varie passa, ma va sempre peggiorando prendo
piano piano consapevolezza che per te non sono importante, ad ogni discussione
mi urli con rabbia ‘vattene, chiama i tuoi tuo cugino chi ti pare ma vattene di
qua!’fanno male queste parole, ma aiutano la mia mente a capire che dopo il
gesto di lasciare tutto e tutti per stare con te in un paese straniero, curare
te e la ‘tua’ casa, per quanto tu potessi essere nervoso non c’erano cose così
gravi per trattarmi così o peggio ancora per chiamare tu stesso mia madre o mio
cugino, per urlare loro al telefono che non ne vuoi sapere più nulla di me, che
se non mi vengono a prendere entro sera mi porti tu.. ed ecco che il giochino
diventa un pacchetto che ora ingombra.


Mi sono sempre domandata come ti passassero così velocemente
le arrabbiature, mi urlavi l’impossibile e poi … di punto in bianco mi cercavi,
mi volevi, il mio cervello ripete le frasi che mi hai urlato poco fa, il mio
corpo s’irrigidisce, avere un rapporto diventa impossibile e tu ritorni in te
‘sei malata vai da un dottore perché hai qualche problema’piango, ma non perché
ho qualche problema la consapevolezza inizia a farsi forte, difficile
ammetterlo. Vai a scegliere la macchina’nuova’ da un rivenditore di poca
garanzia e io sono a casa, la vedo solo a cose fatte, una macchinina del 93 rimango
sbalordita, gli hai dato 2000 euro e in più la tua vecchia macchina per questa…
cosa…! Azzardo a dirtelo e tu ricominci ad aggredire, la colpa se non ci sono
soldi è mia, la colpa se non riusciamo ad avere rapporti è mia, insomma ogni
cosa che accade può tranquillamente diventare una mia colpa e dinuovo ‘chiama
tuo cugino, anzi no.. ora lo chiamo io!’ ti sento urlare mentre piango, tu non
vuoi chiarire e trovare un equilibrio, tu vuoi che io dica sempre si o quella è
la porta, poi ti calmi, e mi cerchi quante volte avrei voluto sparire quando ti
avvicinavi a me, solita storia ti arrabbi prendi e esci, non so dove vai, ma
credo che ogni volta tu sia andato nel posto peggiore a criticarmi con la ‘tua’
famiglia che non è mai stata la mia che non mi ha mai dato il supporto che
credevo che anzi riusciva a farmi sentire sola tra 20 persone, li ti veniva
gonfiata la testa con mille possibilità migliori dello stare con me, potevi
metterti soldi da parte e stare così e poi trovartela qui una, la falsità di
certe persone fa scomparire le maschere, quanti baci di Giuda, quante false
carezze e false difese.


Lavo i piatti, sei sul divano dopo l’ennesima discussione,
ormai è una cosa che so il week end è il mio incubo, sei a casa due giorni e mi
domando se cerchi guerra perché ti annoi,ti addormenti sul divano, finisco di
sistemare la cucina e furtivamente mi infilo a letto pregando che tu non mi
venga a cercare, non ti voglio, quello che in una coppia dovrebbe essere un
piacere tu sei stato capace ti farmelo temere come un incubo, prendo un libro,
mi addormento.. ma alle 03.45 del mattino ti svegli e vieni nella stanza da
letto, accendi la luce e inizi a urlare ‘sei un egoista!lo sapevi che volevo
stare con te stanotte!’un po’ frastornata mi alzo e ti vengo vicino e con tono
deciso ti dico’ fai tutto questo casino per una scopata??!!tu non sei a posto!’
inconsapevolmente ti istigo, mi guardi dritta n faccia e dai un pugno al bel
tavolo di vetro ci guardiamo per un attimo, poi ti ricorichi sul divano,
terrorizzata prendo il mio coniglietto con tutta la gabbia lo porto in cucina e
mi siedo a terra sul tappeto accanto alla sua gabbia, salta come un pazzo,
piango e lo tranquillizzo ‘amore è tutto ok!’ metto la mano nella gabbia..
sente il mio odore e si calma, ma io no.. il mattino dopo te ne vai a lavoro,
non riesco a mandar giù niente a parte un cappuccino che vomito subito dopo,
presa dal panico chiamo quell’unica persona che avrebbe potuto aiutarmi ‘ma
dai’ è stupita…’ma cosa gli prende?io non lo conosco così bene ‘ dice…’ma cmq è
normale anche suo zio appena siamo andati a vivere assieme voleva farlo sempre
sta a te fargli capire che non si vive assieme solo per quello!’.. io continuo
a non capire, la sera rientri, ti siedi sul divano e con molto autocontrollo mi
chiedi scusa dici ‘tu lo sapevi che ero così, io ho bisogno di una donna
presente a letto’…superficialmente pace fatta, ma dentro resta la certezza che
qualcosa non va. Il tempo passa tra una lite e l’altra, in casa arriva un nuovo
amico..’l’alchol’…. tu t calmi con quello e io perdo la ragione, così in un
modo o nell’altro tu hai quello che vuoi rendendo me drogata di una falsa
felicità, da un esaltazione artificiale, nessuno dei rapporti consumati sotto
sostanze è un vero rapporto fatto sta che in casa nostra inizia a non mancare
mai, dalla birra ad altri tipi più forti.. a volte penso che bere per accettare
una realtà che non ti piace sia sbagliato, da vigliacchi, e vigliaccamente
continuo a farlo, perché senza te non vedo nulla, non vedo alternative, ma non
vedo neanche cambiamenti, rifornisci alchol e quando mi vengono crisi di nervi
mi intossichi di gocce calmanti ‘erbe fortunatamente’ mi rimbambisci finchè non
crollo e dormo questa è la tua soluzione,l’idea di crescere non ti sfiora
proprio.


‘Mi sei mancata!sono stato al lago ma senza di te non è la
stessa cosa!’ sono quasi shokkata, non sei solito a queste frasi, la cosa
onestamente mi preoccupa, non so cosa tu possa aver fatto in mia assenza e da
qui inizio a pensare che vorrei saper essere stupida, prendere quello che dici
e non capire che lo dici perché hai la coscienza sporca e cerchi di coprirlo
con queste frasi, il dubbio dura davvero poco.. sei andato su internet e hai
cercato profili stile ‘arianna sesso’ o ‘cagna calda’… e come se non bastasse
hai giocato soldi veri online a poker, cerco di essere calma, di non aggredirti
perché tanto otterrei poco, ci sono i fatti che annullano ogni tua lusinga,
come posso fare finta che queste cose non ci sono quando le ho qui davanti agli
occhi..e quante volte l’avrai fatto… chiedi scusa… ‘non le ho contattate’
dici…. Ah beh.. grazie.. la distruzione prosegue lentamente, come donna ti
senti già fallita se il tuo compagno arriva a cercare certi profili online, che
poi nella gran parte dei casi si sa sono anche profili finti e dietro ci sta un
bel maschione virile,ma un ragazzo che guarda i porno la notte quando si
sveglia sorseggiando una birra sul divano per poi venire a letto e cercarti..
un ragazzo così non può capire quanto può essere brutto per una donna sentirsi
un oggetto, avrei tranquillamente potuto non pulire casa, non fare alcun
mestiere, non cucinare, ma dovevo essere presente e efficiente nel campo che
era di suo unico interesse, a letto.. umiliazione più grande non credo esista.
Tutti riuniti al ristorante, a poco a poco gli altri vanno, è giovedì sera, si
chiude alle 23, ma siccome si fermano a bere 5 o 6 vecchi, ‘porto a casa zia e
i bimbi!’ ok ti aspetto qui, mi lasci lì, con tuo zio che inizia a riempirmi di
domande su soldi e tutto il resto, che ti critica su ogni scelta, compresa
quella di avere me lì con te, manchi 1 ora e mezza, ma loro abitano a 5 minuti
dal ristorante, ti chiamo e non rispondi… poi arrivi ‘zia mi ha fatto il caffè’
e te la cavi con questa frase, ma aimè.. ancora non so essere scema allora
inizi a farmi tutto un discorso sul fatto che tua zia si è confidata con te
perché ha dei problemi con tuo zio, di soldi e tra di loro ‘non dirle nulla
però!’…eccoci .. caduti nell’assurdo e io ci sono dentro fino al collo.
Ovviamente non me la bevo, vedo atteggiamenti che non mi piacciono, davanti a
me la prendi in braccio, sei un continuo toccarla, ‘è mia zia’mi rispondi ‘tu
sei pazza, mi ha visto crescere!’.. in 1 anno?!’non è tua zia ‘ribatto ‘è la
moglie di tuo zio, se domani si lasciano torna ad essere un’estranea, non c’è
legame di sangue tra voi!’mi dai dell’assurda… assurda io che quando vado a
casa dei miei zii che davvero mi hanno vista crescere chiedo ancora il permesso
per prendere un bicchiere d’acqua e tu che conosci da 1 anno sta donna salvo
qualche episodio estivo hai la confidenza di ‘mani addosso e bacini!’
fortunatamente riesco a toglierti questa cosa, ma ovviamente tu lo dici a lei e
così per infastidirmi e portarmi all’esasperazione inizia a farlo lei, mani sul
sedere ‘ma che nipote sexy che ho!’… ‘io cosa ne posso?’ rispondi pure, mi fai
proprio scema, hai proprio una bassissima stima di me, mi racconti un mucchio
di bugie e pretendi che me le beva come fossero verità sacre, racconti solo
quello che ti interessa e nella modalità che tu reputi sia migliore per uscirne
pulito, ormai lo so, ormai ti conosco, ti ho capito… e tu lo sai.. la guerra si
fa forte tra noi, ‘la vita di coppia non è una vita di sacrificio’ te ne esci
un sabato sera ‘se voglio fare una cosa la faccio che tu voglia o no’ avevo la
cistite e tu volevi andare al ristorante perché quei 4 bastardi ti hanno
chiamato per giocare a carte, per non passare da compagno premuroso che sarebbe
stato deriso, te ne sei andato lasciandomi a casa da sola, dopo tutto… dopo che
nonostante la cistite c’è stato un rapporto, dopo che ho pianto pur di
soddisfare il mio uomo e tu questa cosa non la vedi, non la capisci, ma cosa
sono per te?... ah si un gioco… il gioco di cui lentamente ti stufi, ma sei
troppo vigliacco per ammetterlo.


Il mio coniglietto sta male, corro sulla mia macchinina per
portarlo dal medico, ma già so.. c’è poco da fare, quando arriva il blocco
intestinale, puoi rassegnarti alla sua perdita.. la settimana prima preso dalla
rabbia hai preso a calci la sua gabbia con lui dentro, ti volevo uccidere.. mi
hai accusato di essere violenta e di picchiare i nostri gatti.. io?! Non
capisco come tu potessi buttarmi addosso certe accuse, proprio a me che sai
benissimo quanto ami gli animali e quanto mi leghi a loro, ma tu no, per te
eravamo il tuo gioco del momento, andata io hai fatto sparire anche loro,
questo dimostra cosa sei, una persona senza alcun sentimento, una persona priva
di ogni tipo di capacità di amare, un opportunista.. 20 settembre.. lui muore,
una parte di me con lui, un’altra no.. quella che ha la forza di dirti in
faccia’ non me ne andavo per non lasciarti lui.. me l’avresti ammazzato… ma ora
niente mi tiene qui!’.. così sarà.. ho sopportato anche troppo, rapporti
sessuali che iniziano nel sonno, dove io ti dico no e tu chiaramente continui
senza alcuna considerazione di me e delle mie lacrime, per poi cadere in
stupide e banali frasi di circostanza ‘scusa!’… scusa… tu mi stai distruggendo
lentamente,sono inutile, non ho voce per urlare quanto si fa male una donna in
queste situazioni, altaleni a momenti di persona normale e a momenti di
aggressivo.. non so più con chi vivo, non so più perché lo faccio, sono ferma
lì non vedo avanti, bloccata… Chissà quando vi siete accordati e come, ‘lui
doveva provarci con me…’ così io, vista la tua grande stima di me, ci sarei
stata e tu potevi cacciarmi senza troppi problemi, uscendone pulito, un bel complotto,
tu tuo zio e suo cognato, ti sei tradito col tuo altalenare, l’ho capito
subito, non è stata tutta un’idea tua, ma ti avevano già messo davanti un
piatto nuovo e questo in cui hai mangiato per quasi 2 anni non ti andava più,
rimani di sasso al mio ‘… mi ha scritto che vuole una relazione con me!’ rimani
di sasso si, perché te lo sto dicendo invece di starci, perché non mi conosci,
perché eri sicuro che avrei accettato e ci sarei cascata, ‘lascia stare ti
dico, facciamo tutto come sempre, tanto lo sai lo difenderanno sempre e passa
che sono io poi!’ quello che contava era che lo sapevi tu, ‘non farlo venire a
casa mentre tu non ci sei, non mi va!’… ti chiesi un giorno.. ‘mica ti mangia!’
la tua risposta… e così inizia la folle storia che io ho …’chattato con uno che
voleva una storia con me!’ hai fatto un putiferio, mi hai descritto come la
peggio delle donne e contemporaneamente hai detto ‘io lo so che non mi ha mai
tradito!’ non capivo più, mi urli ‘mi fai schifo!’ e te ne vai da tuo zio a
farti consolare, ma dici ‘so che non mi hai mai tradito!’… eri troppo confuso
per essere l’artefice di questa messa in scena.. arrivo in casa, tutto per
aria, padella col pranzo che ti ho lasciato pronto compresa, hai dato un pugno
al pannello.. l’hai rotto, i gatti chiusi nei loro trasportini,
terrorizzati..comincio a chiedermi se non starai esagerando, ma disperata cerco
di parlare con te con scarso successo, non so dove sei, il telefonino l’hai
spento e anche quando lo accendi non rispondi, torni a casa e inizi a urlarmi
di tutto..cerco di calmarti, mi spintoni per cercare di uscire, suona il
telefono.. guarda caso è tuo zio ‘cosa succede?venite qui che ne parliamo!’
chissà come già sa che ci sono guai.. ‘io vivo con tuo nipote e se chiarisco
chiarisco cn lui cosa vengo a fare li … ‘ silenzio… ‘passamelo!’ prendi il
telefono e a tempo record sei fuori casa verso casa loro, ormai mi è tutto
chiaro, sei un vigliacco.. prendo il telefono.. chissà cosa sarà di me , per
male che può andarmi non potrà essere peggio di così.. chiamo quel cugino che
spesso mi proponeva di andare a vivere vicino a lui, mi sente disperata ‘ti
vengo a prendere subito!’ dice… ‘no!’ ribatto, esco da qui solo con la mia roba
e i miei soldi, io non gli lascio niente di mio.. mi metto sul divano, quante
me ne hai fatte… qui c’è un quarto di ciò che ho dovuto sopportare da te, poco
ci manca che devo ringraziarti se i pugni li davi al muro pur guardando me,
erano per me, fortunatamente li davi a tavoli e muri.Ritorni a casa, bello
carico da quelli che dovrebbero essere la tua famiglia, ti guardo e ti dico ‘io
dormo qui!’dura poco tranquillo è già tutto fatto.. piango, sono comunque
disperata, perché me l’hai fatto? COSA TI HO FATTO DI MALE PER MERITARE QUESTA
VIGLIACCATA?.. quanto ho pianto.. nel fine settimana i miei cugini mi vengono a
prendere, non riusciamo a stare nella stessa casa è una guerra continua, mi
basta un giorno lontano da te… per vedere la verità, per vedere chi sono e cosa
mi hai fatto diventare, ‘lo chiamo, domani mi deve venire a prendere e mi aiuta
a fare le scatole!’ la mia determinazione lascia tutti spiazzati, ma tutti
aspettavano da tempo che mi decidessi, sapevano anche loro chi eri, così
abbiamo fatto.. sei venuto a prendermi, io serena come non mai, ormai avevo
aperto gli occhi, per quanto io posso aver fatto errori con te non meritavo
quello che mi davi, rabbia, umiliazioni, un continuo distruggere la mia
persona… ‘la tua tranquillità mi spaventa’ mi dicesti una mattina.. si stavo
bene, non potevi più ferirmi in nessun modo, da lìm a 1 settimana tu saresti
diventato solo un brutto ricordo..semmai avessi voluto ricordarti..telefonavo e
organizzavo davanti a te perché tu vedessi che non era uno scherzo, non mi
credevi, quando cominciasti a crederci cambiasti.. eri dolce, premuroso ‘io
vorre dirti di restare ‘ mi dicesti una notte, ma non ci riesco.. dormivamo
insieme, o meglio tu dormivi con me sul divano, persino i rapporti fisici
avevano successo, io ci stavo con rabbia, per dimostrarti che la malata non ero
io e che ora che andavo via riuscivo a essere veramente rilassata, ti osservavo
stpirti giorno dopo giorno, ma la mia idea non cambiava, ora volevo andare.. mi
accompagnasti tu, sei stato 24h a casa mia.. e il sabato sera piangendo mi hai
detto…’questa zio me la paga!’…. ebbene… grazie per la conferma…

2

Wednesday, January 18th 2012, 12:09pm

Allucinante.

Mi dispiace! Dovevi andartene subito ma l'importante è che tu te ne sia andata.

fabrizia85

Nuovo Utente

  • "fabrizia85" is female
  • "fabrizia85" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 18th 2012

Location: svizzera

Occupation: operaia

  • Send private message

3

Wednesday, January 18th 2012, 12:40pm

Allucinante.

Mi dispiace! Dovevi andartene subito ma l'importante è che tu te ne sia andata.
... già... a volte si è più vigliacchi nel restare che nel trovare la forza di andare...per fortuna dopo 4 mesi di psicoterapia posso racontarla come un brutto ricordo.. lui è lontano, quei giorni infiniti sono lontani.. una nuova vita può iniziare, porto ancora qualche cicatrice, ma sono sicura che troverò la strada per uscirne del tutto..mi ha bruciato 3 anni e ora non posso dargli ancora un attimo del mio tempo.. grazie del pensiero..spero serva a qualcuno leggerla.. l'amore non è solo dolore e sacrificio..

Gabriele79

Utente Avanzato

  • "Gabriele79" is male

Posts: 819

Activitypoints: 2,537

Date of registration: Feb 27th 2011

Location: Italia

  • Send private message

4

Wednesday, January 18th 2012, 2:58pm

puoi fare un riassunto fabri? svizzera dove, lugano o bellinzona?

5

Wednesday, January 18th 2012, 3:16pm

Quoted

... già... a volte si è più vigliacchi nel restare che nel trovare la forza di andare...per fortuna dopo 4 mesi di psicoterapia posso racontarla come un brutto ricordo.. lui è lontano, quei giorni infiniti sono lontani.. una nuova vita può iniziare, porto ancora qualche cicatrice, ma sono sicura che troverò la strada per uscirne del tutto..mi ha bruciato 3 anni e ora non posso dargli ancora un attimo del mio tempo.. grazie del pensiero..spero serva a qualcuno leggerla.. l'amore non è solo dolore e sacrificio..
Hai ragione, Fabrizia, non meriterebbe ormai neanche un tuo sguardo.
A mio parere, dal tuo racconto, sembra palesemente disturbato, strano che la sua famiglia non gli abbia consigliato di chiedere un aiuto psicologico, saranno tutti dello suo stesso stampo?

moralis

Utente Attivo

  • "moralis" is female

Posts: 51

Activitypoints: 180

Date of registration: Aug 23rd 2011

  • Send private message

6

Wednesday, January 18th 2012, 3:26pm

Ciao Fabrizia, che dire?
Ho letto tutto d'un fiato la tua storia, mi sono quasi immedesimata in te (pur non avendo mai vissuto niente di simile) e ammiro il tuo coraggio, spero tu possa essere di esempio a tante donne che si trovano loro malgrado incastrate in storie malate che non hanno via di uscita....

un forte :friends:

Lupotta

asociale

  • "Lupotta" is female

Posts: 1,716

Activitypoints: 5,418

Date of registration: Jan 26th 2010

Location: Lombardia

Occupation: schifoso..

  • Send private message

7

Wednesday, January 18th 2012, 4:53pm

Che dire?
Ti sembrerà impossibile ma ti capisco.
Ogni riga letta era un pensiero del tipo "eh.. come quando.." ed in me rinascevano vecchi ricordi, vecchi dolori.
Quando poi ho letto la parola "alchol", il quadrò s'è completato.
Io sono stata 6 anni con una persona indecisa, piena di frustrazioni e di dolore, che ha riversato su di me.
Sarebbe lunga raccontarla tutta, ma la mia vicenda è del tutto similare alla tua. L'unica cosa diversa è che è stato lui a cambiare città per me (prima l'avevo fatto io, ma me ne ero tornata indietro..e forse avrei dovuto farla finita allora)
E da quando l'aveva fatto continuava ad addossarmi colpe, per ogni minima cosa.
Ha avuto anche altre storie, anche se non le ha mai confermate ne dichiarate, ma lo sò. Non sono così scema.
Tutto perchè il mondo ruotava solo intorno a lui, ai suoi bisogni, ai suoi desideri.. e tu rimani indietro.
Tu non riesci più a fare l'amore con lui perchè non lo riconosci, perchè non ti senti al sicuro..e lui che fa?
Non cerca di capire il motivo, ma ti dice solamente che "è tuo dovere farlo".
Come pretendano poi che una reagisca, io non lo sò.

Ma tutto questo è il passato.
Io sono in cura dalla psicologa da un anno, da quando l'ho sbattuto fuori di casa. Tra due settimane avrò l'ultima seduta, mi ha detto che il mio percorso è concluso, che posso andare avanti con le mie gambe, che la mia sindrome da stress post traumatico svanirà sempre più, ma se avrò bisogno potrò richiamarla.
Sono felice.
Ho cambiato casa, amici, mi manca solo il lavoro.. ho cominciato anche una nuova storia da poco.
Sento che la MIA vita ora è MIA, e ti posso assicurare che ci arriverai anche tu.
Il passato non lo posso dimenticare, ed in parte non voglio neanche, perchè mi permette di capire quanto sia prezioso e meraviglioso ciò che ho adesso.
La libertà.

Un abbraccio stretto stretto.
L'uomo si differenzia dal resto della natura soprattutto per una viscida gelatina di menzogne che lo avvolge e lo protegge.

fabrizia85

Nuovo Utente

  • "fabrizia85" is female
  • "fabrizia85" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 18th 2012

Location: svizzera

Occupation: operaia

  • Send private message

8

Wednesday, January 18th 2012, 6:18pm

Che dire?
Ti sembrerà impossibile ma ti capisco.
Ogni riga letta era un pensiero del tipo "eh.. come quando.." ed in me rinascevano vecchi ricordi, vecchi dolori.
Quando poi ho letto la parola "alchol", il quadrò s'è completato.
Io sono stata 6 anni con una persona indecisa, piena di frustrazioni e di dolore, che ha riversato su di me.
Sarebbe lunga raccontarla tutta, ma la mia vicenda è del tutto similare alla tua. L'unica cosa diversa è che è stato lui a cambiare città per me (prima l'avevo fatto io, ma me ne ero tornata indietro..e forse avrei dovuto farla finita allora)
E da quando l'aveva fatto continuava ad addossarmi colpe, per ogni minima cosa.
Ha avuto anche altre storie, anche se non le ha mai confermate ne dichiarate, ma lo sò. Non sono così scema.
Tutto perchè il mondo ruotava solo intorno a lui, ai suoi bisogni, ai suoi desideri.. e tu rimani indietro.
Tu non riesci più a fare l'amore con lui perchè non lo riconosci, perchè non ti senti al sicuro..e lui che fa?
Non cerca di capire il motivo, ma ti dice solamente che "è tuo dovere farlo".
Come pretendano poi che una reagisca, io non lo sò.
Ma tutto questo è il passato.
Io sono in cura dalla psicologa da un anno, da quando l'ho sbattuto fuori di casa. Tra due settimane avrò l'ultima seduta, mi ha detto che il mio percorso è concluso, che posso andare avanti con le mie gambe, che la mia sindrome da stress post traumatico svanirà sempre più, ma se avrò bisogno potrò richiamarla.
Sono felice.
Ho cambiato casa, amici, mi manca solo il lavoro.. ho cominciato anche una nuova storia da poco.
Sento che la MIA vita ora è MIA, e ti posso assicurare che ci arriverai anche tu.
Il passato non lo posso dimenticare, ed in parte non voglio neanche, perchè mi permette di capire quanto sia prezioso e meraviglioso ciò che ho adesso.
La libertà.
Un abbraccio stretto stretto.
... Grazie... io dopo 4 mesi di cura tra alti e bassi ora riesco a raccontarla, a dare un senso alla cosa, seppur non comprendo il come ne il perchè... almeno adesso io... ho smesso di farmi colpe, dopo di lui ogni cosa che non andava era colpa mia, mi autodistruggevo dandomi colpe a tutto andare, avevo perso la logica del giusto e lo sbagliato... è passato un anno.. lui non esiste più, non esistono quei giorni, è finita e io ne sono fuori, anche io ho una storia ora, con l'unico vero uomo che mi abbia mai amato nella mia vita 2 anni e mezzo assieme e poi.. l'ho lasciato per il mostro descritto su questo lunghissimo post.. non siamo sole.. sii forte e se hai bisogno io sono qui :) un abraccio

fabrizia85

Nuovo Utente

  • "fabrizia85" is female
  • "fabrizia85" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 18th 2012

Location: svizzera

Occupation: operaia

  • Send private message

9

Wednesday, January 18th 2012, 6:23pm

grazie

Ciao Fabrizia, che dire?
Ho letto tutto d'un fiato la tua storia, mi sono quasi immedesimata in te (pur non avendo mai vissuto niente di simile) e ammiro il tuo coraggio, spero tu possa essere di esempio a tante donne che si trovano loro malgrado incastrate in storie malate che non hanno via di uscita....

un forte :friends:
grazie... del supporto e del tempo che mettete nel leggerla, ho deciso di metterla qui proprio per quello, io ho 26 anni adesso è passato 1 anno, tutte ne possiamo uscire se davvero vogliamo, loro ci rendono dipendenti in tutto e per tutto è un gioco psicologico e come me molte non vedono via d'uscita,ma.. c'è sempre una via d'uscita, ci sono tante, troppe storie così, donne sottomesse per paure inesistenti.. speriamo serva.. un abbraccio

saralo841

Nuovo Utente

Posts: 11

Activitypoints: 40

Date of registration: Jan 17th 2012

  • Send private message

10

Thursday, January 19th 2012, 9:12am

senza parole...
un abbraccio!

fabrizia85

Nuovo Utente

  • "fabrizia85" is female
  • "fabrizia85" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 18th 2012

Location: svizzera

Occupation: operaia

  • Send private message

11

Thursday, January 19th 2012, 11:26am

senza parole...
un abbraccio!
... è passato... forse è anche servito... :) grazie un abbraccio

Gabriele79

Utente Avanzato

  • "Gabriele79" is male

Posts: 819

Activitypoints: 2,537

Date of registration: Feb 27th 2011

Location: Italia

  • Send private message

12

Thursday, January 19th 2012, 2:29pm

e sei tornato dal solito stronzo... ma voi donne vi volete proprio poco bene, basta che uno vi piaccia fisicamente e può fare tutto, se non vi piace manco il saluto tra un po'-

Lupotta

asociale

  • "Lupotta" is female

Posts: 1,716

Activitypoints: 5,418

Date of registration: Jan 26th 2010

Location: Lombardia

Occupation: schifoso..

  • Send private message

13

Thursday, January 19th 2012, 3:07pm

Sì, sono cose che succedono, ti prendono dentro..che cambiano tutto il tuo essere.
Ed in un certo qual modo, servono.
Ora come ora non vedo la vita come la vedevo l'anno scorso, o due anni fa.
La vedo come un luogo pieno di possibilità..di dolore e delusioni vero, ma anche di possibilità.
E' incredibile come mi senta libera, da quando mi sono tolta di dosso la frustrazione ed i sensi di colpa.
Sensi di colpa ingiustificati che ti logorano, che ti fanno sentire sporca, inutile.. fuori posto.
Quando capisci che i sensi di colpa non devono esistere, che le ragioni non sempre servono, che certe volte le cose succedono e basta..ti senti libera.
Libera di essere quello che sei, di vivere come vuoi.

Spero che tu non sia tornata con quel ragazzo solo perchè ti sentivi sola e lo conoscevi..ma perchè ti sei resa conto che ti rende felice ed ora sei pronta a renderlo felice pure tu.

Ti auguro tanta felicità.

@Gabriele-- leggi meglio i post. Non è tornata con il protagonista della storia, che l'ha fatta stare male. E' tornata con un ragazzo con cui stava PRIMA di conoscere 'sto tipo, e non s'è mai detto che questa persona l'abbia fatta soffrire in alcun modo. PArti sempre dal principio che noi donne siamo delle idiote che non sappiamo cosa e come scegliere.. sbagliamo come potete sbagliare voi uomini.
L'uomo si differenzia dal resto della natura soprattutto per una viscida gelatina di menzogne che lo avvolge e lo protegge.

elisa1984

Utente Attivo

Posts: 46

Activitypoints: 173

Date of registration: Jan 3rd 2012

  • Send private message

14

Thursday, January 19th 2012, 3:08pm

devo darti ragione Gabriele per il fatto che se uno e stronzo e magari anzi e attraente,noi gli "muoriamo"dietro anche se ci tratta di merda....mentre se un ragazzo e meno attraente ma dolce gentile,difficilmente lo guardiamo o al massimo lo possiamo considerare un amico!Questa storia e impressionante,qualcosa simile alla mia c'e',ma il mio compagno non si comporta come il tuo,pero' molto spesso le colpe le da a me se qualcosa non va da la colpa a mio.(a volte a anche ragione lo devo ammettere :P )comunque era sicuramente una persona con dei problemi,per fortuna te ne sei andata.A volte chi e insoddisfatto da' la colpa agli altri di come si trova,anche se non e vero e, la colpa unicamente e sua era lui che si comportava male,ma tu da innamorata lo giustificavi,purtroppo noi donne quando siamo innamorate e come se avessimo il prosciutto sopra gli occhi e troviamo delle scusanti.a me il prosciutto fortunatamente si e tolto,voglio bene al mio compagno,ma per certe cose non lo giustifico piu,per certe altre si ma semplicemente perche' la sua storia privata nel nostro caso e abbastanza "pesante"orfano di mamma quando aveva un anno e mezzo,un fratello che a 15 anni e morto pure lui,a salvato per due volte suo padre che cercava di suicidarsi,e che e poi morto d'infarto nel 2003,insomma di traumi ne ha avuti parecchi quindi qualche suo lato di caratttere lo perdono.cmq spero troverai la felicita' e la serenita' che meriti

fabrizia85

Nuovo Utente

  • "fabrizia85" is female
  • "fabrizia85" started this thread

Posts: 7

Activitypoints: 28

Date of registration: Jan 18th 2012

Location: svizzera

Occupation: operaia

  • Send private message

15

Thursday, January 19th 2012, 8:22pm

Sì, sono cose che succedono, ti prendono dentro..che cambiano tutto il tuo essere.
Ed in un certo qual modo, servono.
Ora come ora non vedo la vita come la vedevo l'anno scorso, o due anni fa.
La vedo come un luogo pieno di possibilità..di dolore e delusioni vero, ma anche di possibilità.
E' incredibile come mi senta libera, da quando mi sono tolta di dosso la frustrazione ed i sensi di colpa.
Sensi di colpa ingiustificati che ti logorano, che ti fanno sentire sporca, inutile.. fuori posto.
Quando capisci che i sensi di colpa non devono esistere, che le ragioni non sempre servono, che certe volte le cose succedono e basta..ti senti libera.
Libera di essere quello che sei, di vivere come vuoi.
come ti capisco... è la mia stessa identica storia... mi incolpavo di tutto, di ogni situazione, per quanto mi cercassi di comportare bene, sul lavoro, nella vita ecc.. appena succedeva qualcosa subito mi cercavo delle colpe e mi autoflagellavo la testa con mille dubbi e mille pensieri!!
Spero che tu non sia tornata con quel ragazzo solo perchè ti sentivi sola e lo conoscevi..ma perchè ti sei resa conto che ti rende felice ed ora sei pronta a renderlo felice pure tu.
da quando c'è stato il riavvicinamento, come per magia, la mia vita è cambiata, mi da una tranquillità che nessuno mi ha mai dato, lui dice che miglioro la sua esistenza e senza che io faccia nulla mi sembra quasi 'assurdo' non sono stata amata cosi e quindi mi trovo abbastanza a disagio dopo quasi 3 anni... ho ancora qualche muro, ma sono sicura che lui riuscirà ad abbatterlo :) credo in lui e in me da quando ho lui.. se ancora è qui dopo 3 anni... forse qualcosa la valgo no?!
Ti auguro tanta felicità.
GRAZIE e anche a te, putroppo mi capisci benissimo quindi .... noi siamo forti.. loro sono deboli per questo fanno cosi...
@Gabriele-- leggi meglio i post. Non è tornata con il protagonista della storia, che l'ha fatta stare male. E' tornata con un ragazzo con cui stava PRIMA di conoscere 'sto tipo, e non s'è mai detto che questa persona l'abbia fatta soffrire in alcun modo. PArti sempre dal principio che noi donne siamo delle idiote che non sappiamo cosa e come scegliere.. sbagliamo come potete sbagliare voi uomini.
grazie cara... Gabriele.. 'noi donne' ho pubblicato un post di un certo peso personale, tu mi ha chiesto un riassunto... la 'noi donne' in questione ha messo un post sperando di trovare qualcuno che la capisca o sperando di essere di aiuto per qualcuno... no di certo per conoscere un ragazzo da qui il mio non risponderti.buona serata