Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Jivanmukti

Udele Fetente

  • "Jivanmukti" is male
  • "Jivanmukti" has been banned
  • "Jivanmukti" started this thread

Posts: 393

Activitypoints: 1,228

Date of registration: Sep 22nd 2012

  • Send private message

1

Friday, October 12th 2012, 1:43pm

Rilassamento del Corpo ed Emozioni, una Strada a Doppio Senso

Ciao a tutti, volevo condividere con voi alcune considerazioni sulla natura dei meccanismi che stanno alla base dei nostri disturbi. E non solo, ma del funzionamento dello psicosoma in generale.
In realtà è ancora presto per condividere: sto ancora scoprendo e sperimentando di giorno in giorno.

Credo di aver individuato alcuni punti importanti sui quali focalizzarsi per iniziare un persorso di guarigione:

-L'ansia è prodotta e nutrita da un meccanismo di difesa che agisce in maniera disfunzionale; è veicolata dalle emozioni di paura, terrore ed incertezza; può essere dissolta eliminando il dubbio, conoscendo le cause ed i funzionamenti, agendo di conseguenza.

-Il radicarsi di erronee convinzioni (insorte per comportamenti abitudinari o in seguito a traumi), a livello più o meno inconscio, produce nel tempo l'instaurarsi di una risposta disfunzionale del subconscio agli stimoli esterni. Riallineando attivamente questo meccanismo su reazioni adeguate agli stimoli è possibile, nel tempo, rieducare lentamente il subconscio a nostro piacimento.

-Ogni stato d'animo, emozione, comportamento ha un suo corrispettivo corporeo. La gli stati mentali e fisici vengono sviluppati e memorizzati in maniera contemporanea ed autoreciproca: non c'è azione sul corpo che non modifichi la mente, e viceversa. E' possibile trasformare un'emozione agendo su una parte del corpo e rimuovere un blocco muscolare agendo sulla mente.


Focalizziamoci su questo ultimo punto. E' qui che sta la strada a "doppio senso".
Vi faccio un esempio:
mi sono reso conto che quando la mia mente è pervasa da pensieri ossessivi, a quello stato corrisponde una tensione muscolare dietro la nuca, in prossimità del cervelletto.
Se io vado ad agire sulla mia mente, rilassandola con particolari tecniche e dissolvendo i pensieri ossessivi, la tensione muscolare scompare. Se io al contrario mi concentro solo sul rilassamento muscolare, i pensieri ossessivi svaniscono ugualmente.
Ho capito che l'angoscia immotivata si "cristallizza" in un dolore alla schiena, nella zona lombare. La rabbia e la frustrazione si concretizzano nella zona cervicale. E così via. Queste non sono regole generali, ma solo cose che ho riscontrato su me stesso.

Ho iniziato così a mappare le interconnessioni fra i miei stati d'animo, le mie emozioni e le corrispettive attivazioni neuromuscolari, ed ho "scoperto" che solamente andando ad agire sul rilassamento del corpo è possibile ottenere automaticamente una trasformazione emotiva.

Questo di per sè è già un gradevole esercizio, che vi consiglio di sperimentare, ma non è sufficiente.
Quello che serve per "guarire" è rieducare il nostro subconscio a reagire in maniera funzionale agli stimoli esterni. Questo è possibile individuando i vari stati emozionali che si innescano durante le "crisi" e le loro corrispettive attivazioni neuromuscolari. Andando ad agire su queste ultime correggendo gli atteggiamenti e le posture, allentando consapevolmente e pazientemente le tensioni memorizzate, è possibile modificare gradualmente, tramite la ricorsività, le risposte automatiche del sistema nervoso autonomo.

E' un processo lento e faticoso, ma da quando ho iniziato sento distintamente, per la prima volta, di aver messo in atto un processo di guarigione.


Mi rendo conto di non aver scoperto nulla, ma ci tenevo a condividere queste esperienze con voi.

Spero che possano esservi utili in qualche modo.
Colui che conosce gli altri è sapiente; colui che conosce se stesso è illuminato.
Colui che vince un altro è potente; colui che vince se stesso è forte.

seven20

Giovane Amico

  • "seven20" is male

Posts: 257

Activitypoints: 824

Date of registration: Mar 10th 2012

Location: PRATO

Occupation: ARTIGIANO

  • Send private message

2

Saturday, October 13th 2012, 12:35pm

Trovo molto interessanti queste considerazioni che hai fatto.
" devi seminare prima di raccogliere. devi dare prima di poter chiedere "

This post has been edited 1 times, last edit by "seven20" (Oct 13th 2012, 7:40pm)


Isil

Utente Attivo

  • "Isil" is female

Posts: 60

Activitypoints: 257

Date of registration: Sep 19th 2012

Location: Guidonia (RM)

Occupation: Studentessa

  • Send private message

3

Saturday, October 13th 2012, 6:25pm

Le prime due considerazioni che hai illustrato sono state fondamentali per la mia guarigione, perciò non potrei essere più d'accordo con te!

Jivanmukti

Udele Fetente

  • "Jivanmukti" is male
  • "Jivanmukti" has been banned
  • "Jivanmukti" started this thread

Posts: 393

Activitypoints: 1,228

Date of registration: Sep 22nd 2012

  • Send private message

4

Sunday, October 14th 2012, 8:50pm

Il rilassamento del corpo per me si sta rivelando fondamentale. Produce endorfine, stabilità, tranquillità e mi permette di mettere in atto un circolo vizioso al contrario sui sintomi dell'ansia, che a sua volta attenua l'attitudine ansiogena in generale. Riesce a soddisfare un pò il mio bisogno smanioso di controllo.
Colui che conosce gli altri è sapiente; colui che conosce se stesso è illuminato.
Colui che vince un altro è potente; colui che vince se stesso è forte.

Tibetana

Utente Attivo

  • "Tibetana" is female

Posts: 68

Activitypoints: 211

Date of registration: Sep 29th 2012

Location: Verona

  • Send private message

5

Sunday, October 14th 2012, 11:24pm

Molto, molto interessante Jivanmukti. Continua...
"Le mie braccia sono arrese
mentre vivo sulla pelle mutazioni attese" (Il Gabbiano-Negramaro)

seven20

Giovane Amico

  • "seven20" is male

Posts: 257

Activitypoints: 824

Date of registration: Mar 10th 2012

Location: PRATO

Occupation: ARTIGIANO

  • Send private message

6

Monday, October 15th 2012, 8:48am

Il rilassamento del corpo per me si sta rivelando fondamentale. Produce endorfine, stabilità, tranquillità e mi permette di mettere in atto un circolo vizioso al contrario sui sintomi dell'ansia, che a sua volta attenua l'attitudine ansiogena in generale. Riesce a soddisfare un pò il mio bisogno smanioso di controllo.



quoto, straquoto in pieno. è su questo che sto lavorando anche io, se pur lentamente e con grande sforzo, ma inizio a vedere ottimi risultati.
" devi seminare prima di raccogliere. devi dare prima di poter chiedere "