Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Marfec

Nuovo Utente

  • "Marfec" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Apr 14th 2019

  • Send private message

1

Sunday, April 14th 2019, 5:46pm

Rientro in un nuovo lavoro dopo forte depressione

Ciao a tutti, io sono qua per chiedere aiuto a chi come me sta vivendo un periodo di depressione, vi racconto la mia problematica: fino a 5 mesi fa io stavo benissimo, andavo al lavoro entusiasta, e addirittura non avevo nessun problema a rientrare dopo delle ferie, anzi non vedevo quasi l'ora, vivo a casa con i miei ed ho 27 anni, mi trovavo benissimo con i colleghi, ed alcuni sono diventati degli ottimi amici che frequento anche fuori dal lavoro.
Sul posto di lavoro ero molto apprezzato ed il mio obiettivo era quello di crescere professionalmente facendo carriera, diventando un responsabile del mio contesto lavorativo, fino ad allora ero vice, un bel giorno di 5 mesi fa arriva la proposta che sognavo e senza pensarci molto accettai.
Da lì a poco per poter ricoprire quel ruolo mi spostarono in un altro contesto più grande del mio(sapevo che mi avrebbero spostato quando un giorno avessi ricevuto la proposta) e cominciai con entusiasmo ma un po alla volta sono successi una serie importante di ostacoli che non mi facevano più vivere bene, ne durante la giornata di lavoro ne a casa.
Con coraggio ho rinunciato al mio ruolo, ma è stata dura, anzi durissima, riuscire a spiegare a chi aveva creduto in me che non ce la facevo è stato massacrante, è cominciato un periodo di depressione quando una mattina mi sono svegliato e non sono stato capace di andare al lavoro, da lì un mese di malattia, e poi un altro po di tempo di ferie e permessi da smaltire, nei quali bene non sono stato, la mattina senza voglia di uscire dal letto e senza fare nulla tranne qualche passeggiata e qualche uscita con amici.
Ora è giunto il momento di rientrare in un terzo posto, che non conosco, e con un altro ruolo di minor responsabilità, in un contesto un po diverso da quelli vissuti in precedenza, un ruolo che comunque non conosco.
Ho paura!!! Io voglio stare come stavo 5 mesi fa! Voglio andare al lavoro felice!! Ma non so se sarà possibile, il mio pensiero è che sarà impossibile stare bene come stavo.
Ho paura dei colleghi che troverò, di quello che penseranno(inevitabilmente) saranno ha conoscenza del mio fallimento.
È dura, durissima, durante questo periodo se mi avessero detto: spingi quel pulsante e la tua vita finirà io l'avrei premuto(tutt' ora lo premerei).
So che a parole nessuno mi aiuterà, deve partire da me stesso, ma sentivo il bisogno di scrivere il mio problema, di sperare che condividendolo si allevierà il grande dolore che provo.
Grazie

viking

Giovane Amico

Posts: 295

Activitypoints: 969

Date of registration: Apr 15th 2015

  • Send private message

2

Sunday, April 14th 2019, 8:43pm

non e' vero che nessuno ti aiutera', secondo me non tenerti dentro il malessere, e raccontalo. Purtroppo sono periodi della vita che capitano.

3

Monday, April 15th 2019, 2:55pm

La vita a volte è difficile ma avere un lavoro al giorno d'oggi è un grosso privilegio. Per il resto non ho consigli da dare se non far fede al proprio spirito di adattamento, che ognuno di noi ha e che deve alimentare perché dobbiamo essere sempre capaci di adattarci ai cambiamenti che la vita di propone altrimenti dovremmo sempre mollare o abbatterci. In altre parole dobbiamo imparare a lottare e a cercare una forma di adattamento anche agli ambienti ostili. Alla fine queste esperienze rinforzano perché sai come recita il detto? Ciò che non ti uccide ti rende più forte! Pertanto mi auguro che riuscirai a coltivare questo lato di te che sicuramente hai.

Nb: quanto al nuovo ruolo, ai nuovi colleghi etc. magari ti piacerà, magari ti farai nuovi amici, mai dire mai nella vita esistono anche cose positive. Cerchiamo di essere un po ottimisti specie dopo un periodo difficile.

Forza, non mollare!!

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,311

Activitypoints: 3,331

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

4

Monday, April 15th 2019, 7:49pm

Fatti forza e comincia il nuovo lavoro con ottimismo. Per il realismo vi è tempo. Non parlare con i tuoi colleghi delle tue paure, ansie e depressione, potrebbe essere usato contro di te nei momenti di crisi. La gente è diventata cattiva e se si vede qualcuno soffrire, si desiberebbe farlo soffrire di più. Ma è così ovunque. Vai tranquillo eD andrà tutto bene. :-W
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests