Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Pinupansiosa

Giovane Amico

  • "Pinupansiosa" è una donna
  • "Pinupansiosa" ha iniziato questa discussione

Posts: 137

Activity points: 600

Data di registrazione: domenica, 19 settembre 2010

Località: Bologna

  • Invia messaggio privato

1

venerdì, 03 dicembre 2010, 11:54

Rabbia e Aggressività.. così ingestibili

Ciao a tutti, sono tornata.. un pò perchè sento il bisogno di leggere le vostre esperienze e confrontarmi sempre con voi, un pò perchè, lenita da qualche tempo l'ansia, grazie anche a utili e illuminanti letture ( v. testi di Giorgio Nardone ), sto lavorando a un altro problema che mi riguarda da molto vicino, anzi dall'interno.

Il problema è l'AGGRESSIVITA'. La rabbia e l'aggressività sono due facce della stessa medaglia credo, che non riesco a gestire bene. Il più delle volte con la stessa frequenza con cui arrivano, nello stesso modo evaporano in fretta. Ma quello che a volte mi sconvolge e mi fa sentire in colpa è come sia possibile che da un carattere tendenzialmente dolce come il mio possa scaturire insofferenza e rabbia con reazioni a volte molto inopportune (e di cui,a freddo, mi vergogno e mi pento).

E' più facile che diventi aggressiva se sono sotto stress e sotto pressione; tra recenti episodi, mi vengono in mente questi :

  • discussioni con fidanzato o genitori : dopo minuti 2 perdo le staffe e inizio a urlare
  • davanti al portone di casa per poter entrare : mi viene dato il tiro, provo a spingere, non si apre, mi ridanno il tiro, provo a rispingere (già alterata da questo contrattempo), non si apre ancora. Allora inizio a spingere dando i calci

A freddo mi rendo conto che non sono reazioni che mi fanno onore, ma non so in quale altro modo poter esternare la rabbia che mi sento esplodere dentro :cursing:

2

venerdì, 03 dicembre 2010, 14:23

Ciao Pinupansiosa, capisco molto bene quello che dici, la rabbia e sopratutto l'aggressivita' fanno parte di me dall'eta' di 25 anni, anche io ho molto difficolta' a tenere a bada l'aggressivita', e so perfettamente a cosa e' dovuta, purtroppo alla fine ho dovuto accettare che sono fatto cosi' e non credo e sopratutto non voglio cambiare, anche se so che faccio soffrire delle persone che amo e mi amano.
Purtroppo non so come aiutarti, pero' ti posso capire, forse l'unica cosa che ti posso dire e' di capire per quale motivo hai questa rabbia dentro di te e vedere se il saperlo ti puo' aiutare.
Ciao
Noi chiudiamo con il passato ma e' il passato che non chiude mai con noi.

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo

Posts: 8.846

Activity points: 26.971

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

3

venerdì, 03 dicembre 2010, 18:34

Il problema è l'AGGRESSIVITA'. La rabbia e l'aggressività sono due facce della stessa medaglia credo, che non riesco a gestire bene.


Ciao cara.
La tua indole ereditaria si fa sentire nel poco spazio che ha a disposizione.
A chi somigli? Babbo? e come era lui alla tua eta?

L'irritabilita' e l'insofferenza possono essere dovute anche a poco sonno o troppi impegni non graditi.

Qualche tisana di tiglio e valeriana e pochi cibi troppo energetici. Elimina le carni rosse, e bevando a base di caffeina e teina. Dormi a sufficenza.Ovviamente evitare qualsiasi tipo di tossico.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

Rira

Utente Attivo

  • "Rira" è una donna

Posts: 31

Activity points: 107

Data di registrazione: sabato, 20 novembre 2010

Località: trieste

Lavoro: operatore sociale

  • Invia messaggio privato

4

sabato, 04 dicembre 2010, 09:57

Anch'io, alcune volte mi sfogo verso gli altri con aggressività (una volta molto di più, ora molto meno).....mi ha colpito che come esempi hai nominato il fidanzato e la famiglia, e bene è proprio con le persone che abbiamo più confidenza che sfoghiamo le nostre insicurezze e la nostra rabbia.
Spesso, ciò che si scatena dentro di noi, e un voler richiamare l'attenzione su noi stessi perchè magari non ci sentiamo sufficentemente compresi oppure e l'unico modo che abbiamo di far valere le nostre posizioni...nel tempo ho capito che in realtà, chi aggredisce, sfoga sugli altri un qualche cosa che possiede...come uno specchio su cui riflettiamo noi stessi capisci? e come se , inconsciamente, diamo la colpa al prossimo dei nostri errori, tutti i nostri comportamenti eccessivi sono in verità nostre insicurezze a cui dobbiamo attribuire la responsabilità al nostri "io".
E' un meccanismo comune quello di dare la responsabilità agli altri dei nostri problemi...ma si cambia veramente quando incominciamo a capire quali sono i nostri limiti, guardiamo dentro di noi e capiamo cosa ci fà stare veramente male e ci fà essere aggressivi...solo allra non avremo più motivo di riversare......dobbiamo fare nostre le insicurezze ed elaborarle.
Una cosa molto importante che ci porta al miglioramento e alla calma è nel momento in cui capiamo che chiunque abbiamo davanti è un essere umano con i sui limiti e le sue debolezze, quando gurderemo con occhi compassionevoli e sapremo perdonare.. potremo cambiare e non avremo bisogno di sfogare le nostre aggressività! :friends:

















.

Pinupansiosa

Giovane Amico

  • "Pinupansiosa" è una donna
  • "Pinupansiosa" ha iniziato questa discussione

Posts: 137

Activity points: 600

Data di registrazione: domenica, 19 settembre 2010

Località: Bologna

  • Invia messaggio privato

5

domenica, 05 dicembre 2010, 19:16

@Dc Faust: Ciao doc :* sai che purtroppo temo di aver preso da mia mamma in questo, mi piacerebbe parlarne in privato magari su msn quando hai tempo e se ti va :)

@ Rira : ti ringrazio tanto ,quello che hai scritto mi ha fornito utili spunti di riflessione . In effetti è vero, spesso la rabbia è provocata da una frustrazione interiore, da rancore con sè stessi che si scarica all'esterno, preferibilmente con persone vicine (fidanzato/genitori etc.) , meno con gli estranei. Ma è un lato di me che odio e che voglio saper gestire

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo

Posts: 8.846

Activity points: 26.971

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

6

lunedì, 06 dicembre 2010, 14:23

@Dc Faust: Ciao doc :* sai che purtroppo temo di aver preso da mia mamma in questo, mi piacerebbe parlarne in privato magari su msn quando hai tempo e se ti va :)


vieni pure cara. L'indirizzo lo hai gia'.
Sono sempre sul NOn presente ma a volte ci sono lo stesso. Se non mi trovi lascia scritto che poi ti rispondo.
Ciao, a presto
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite

Tags usati

aggressività, ansia, rabbia