Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

1

Friday, August 14th 2015, 4:50pm

Quale specialista scegliere..?

Ciao a tutti,

sono Sergio, ho 35 anni e soffro di stati d'ansia dall'età di 20anni, in 15
anni però non ho mai avuto grossi problemi, il 23 Luglio scorso sono stato per
la prima volta al pronto soccorso, quella mattina appena sveglio ho preso un
caffè e una sigaretta, dopo circa 10min. ho avuto una palpitazione del cuore
fortissima, sembrava che il cuore volesse uscirmi di fuori, non so se è stato un
principio di infarto, l'effetto è durato una 30ina di secondi e mi sentivo
morire. Ad oggi ancora non riesco a capire come sia potuto succedere, il
problema penso possa essere stato causato dalla sigaretta, perchè quel periodo
fumavo sigarette rumene abbastanza pesanti o forse è successo perchè nei giorni
precedenti, nonostante il forte caldo, un giorno mi sono allenato con i pesi
e il giorno dopo ho fatto un po' di jogging, oppure più semplicemente è stato un
attacco di panico che mi ha colto all'improvviso, ma non mi era mai capitato
nulla di simile. All'ospedale mi hanno detto che cuore e polmoni sono ok, ma nei
giorni successivi ho avvertito spesso delle fitte al petto(lato sinistro del
petto) che non ho mai avuto prima e inoltre in questi momenti di fitte ho il
fiato corto. Da quando sono stato in ospedale ho smesso di fumare e di bere
caffè e altre bevande alla caffeina, sto prendendo una boccettina di 'Rescue
Remedy', un intruglio ai fiori di Bach, questo prodotto mi fa passare
temporaneamente le fitte al petto che non ho ancora capito se sono dovute al
fatto che ho smesso di fumare; inoltre sto prendendo le gomme 'Nicorette' alla
nicotina per farmi passare la voglia di fumare, anche se un medico online mi ha
detto che prendere una gomma alla nicotina equivale a fumare una sigaretta. La
sera prima di dormire prendo un integratore a base di magnolia, griffonia,
biancospino, valeriana e escolzia, il prodotto si chiama 'Selicor' e me lo hanno
prescritto in ospedale,gli altri prodotti(Rescue Remedy e Nicorette) me li ha
comprati, di sua iniziativa, mia madre in farmacia. In passato mi è capitato di
avere palpitazioni quando ero agitato o nervoso ma la mattina del 23 Luglio il
malore mi ha colto all'improvviso, ero calmissimo, siccome me la sono vista
davvero brutta come ho detto ho deciso di smettere col fumo e con tutto ciò che
contiene caffeina, solo che non so se ci riuscirò perchè prima fumavo una 15ina
di sigarette al giorno e se per qualche ragione non potevo fumare mi
innervosivo. Ieri sono stato nuovamente male ed ero sul punto di andare al
pronto soccorso, avevo il fiato corto e fitte al petto sinistro. A distanza di
15 anni non so ancora bene cosa mi abbia causato gli stati d'ansia, le miei
ipotesi che vanno per la maggiore sono 3. La prima è che dall'età di 14 anni ai
20 anni oltre alle sigarette fumavo molte canne e nell'ultimo periodo invece di
sballarmi stavo male(da lì sono nati gli stati d'ansia) perchè era un brutto
periodo e mia madre e mio padre erano sul punto di separarsi. La seconda ipotesi
è riconducibile al mio periodo di militare, stetti 3 mesi solo a Viterbo e
l'ultimo mese un giorno a sorpresa mi vidi arrivare mio padre dalla Puglia,
inizialmente fui molto felice perchè si era fatto il viaggio da solo per venirmi
a trovare, ma poco dopo mi disse che era venuto per dirmi che si era separato
con mia madre..mi crollò il mondo addosso e per diversi giorni ho avuto una
frustrazione e rabbia incredibili, perchè ero convinto che se ci fossi stato io
a casa sarei riuscito a impedirgli di separarsi, perchè a casa mi sono sempre
fatto rispettare, ma stando lì avevo solo un gran senso di impotenza mentre
avrei voluto spaccare il mondo. La terza ipotesi probabilmente vi farà
sorridere, ma io penso che, se nn è il problema principale, gran parte della mia
ansia ce l'ho a causa della masturbazione..purtroppo dall'età di 18 anni ai 20
sono stato fidanzato con una ragazza con cui facevamo sesso praticamente ogni
giorno, spesso anche più volte al giorno, una volta lasciati continuavo a
sentire quel bisogno di farlo ogni giorno ma purtroppo dopo qualche mese mi
andai a trovare una ragazza vergine, così iniziai ad arrangiarmi con il fai da
te ogni 2/3 giorni e ad oggi nonostante sia stato fidanzato con altre ragazze,
anche se ora non ho più la testa di fidanzarmi, non ho perso quest'abitudine e
se non lo faccio per più di 3 giorni mi inizia a salire un'ansia tremenda. Come
ho detto prima non so quale sia stata la causa degli stati d'ansia,
semplicemente perchè inizialmente pensavo solo allo stress, mai avrei pensato
che lo stress potesse tramutarsi in stati d'ansia, ma con il passare del tempo
mi sono reso conto che avevo questo problema. In vita mia non ho mai preso
psicofarmaci o ansiolitici perchè detesto questi farmaci in quanto ho uno zio e
una zia che li prendono e so che ti cambiano la vita in peggio, non sono mai
andato da uno specialista, ma ora che la situazione si è abbastanza aggravata
vorrei chiedervi un consiglio: a chi rivolgermi??
Non so per i miei problemi
se è meglio andare da un neurologo, psicoterapeuta, psicologo, psichiatra,
naturopata...vi prego di darmi una dritta su un qualcuno che possa realmente aiutarmi senza ricorrere a psicofarmaci e possibilmente se avete qualche consiglio da darmi se
avete avuto problemi simili ai miei, ve ne sarei grato. Mi scuso se mi sono dilungato su questioni personali ma penso servano per avere un quadro preciso e completo della mia situazione.

Grazie in anticipo a chi risponderà! Saluti

beautiaddicted

Amico Inseparabile

  • "beautiaddicted" is female

Posts: 1,078

Activitypoints: 3,542

Date of registration: Jul 7th 2014

Location: Roma

Occupation: impiegata

  • Send private message

2

Saturday, August 15th 2015, 6:10pm

Marcello, io andrei prima di tutto da un cardiologo per un ecocardiogramma ed eventuali altri esami del caso.
Solo quando avrai la certezza matematica che il cuore sta bene , provvederei a uno psicologo.
Hai probabilmente problemi non risolti con la tua famiglia, a cui attribuisci l'esordio dell'ansia.

Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

3

Saturday, August 15th 2015, 6:56pm

Marcello, io andrei prima di tutto da un cardiologo per un ecocardiogramma ed eventuali altri esami del caso.
Solo quando avrai la certezza matematica che il cuore sta bene , provvederei a uno psicologo.
Hai probabilmente problemi non risolti con la tua famiglia, a cui attribuisci l'esordio dell'ansia.
Ciao beautiaddicted, grazie per i consigli! Su internet ho parlato con due medici, uno mi ha consigliato un ECG da sforzo, l'altro un esame Holter, attualmente sto aspettando che il mio medico curante rientri dalle ferie per farmi prescrivere uno di questi due esami. Nel frattempo vorrei provare a risolvere il problema dell'ansia, come ho già detto solitamente la mia ansia è stata sempre facilmente gestibile, solo di recente ho avuto questi problemi che penso siano dovuti soprattutto al caldo, perchè purtroppo ho il naso mezzo rotto e non respiro bene e quando mi sento mancare l'aria vado subito in agitazione. E' vero che gran parte dei problemi sono legati alla mia famiglia, ma penso ci siano anche altri problemi che influiscono, ad esempio il fatto che ho avuto tre storie importanti della durata di tre anni l'una e tutte finite male, oppure il fatto di aver perso quasi tutte le mie amicizie.
Non so se andando da uno psicologo riuscirebbe a risolvere qualcosa senza prescrivermi ansiolitici o psicofarmaci..o sbaglio? Pur non essendo molto informato al riguardo degli specialisti che ho citato, credo che solo i naturopati ricorrono a medicine alternative naturali, o mi sbaglio?

  • "fede87" is male

Posts: 2,150

Activitypoints: 6,532

Date of registration: Jan 12th 2011

Location: roma

  • Send private message

4

Saturday, August 15th 2015, 7:38pm

Il caffè può benissimo portare tachicardia,la sigaretta non credo.rescue remedy è un sintomatico serve per bloccare le crisi,(se sono forti la vedo dura..) ma non serve come cura generale.
"La lontananza dal nulla,spegne l'infinito"

Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

5

Saturday, August 15th 2015, 8:43pm

Il caffè può benissimo portare tachicardia,la sigaretta non credo.rescue remedy è un sintomatico serve per bloccare le crisi,(se sono forti la vedo dura..) ma non serve come cura generale.
Ciao, si riguardo il caffè lo sapevo, infatti prendevo solo 1 tazzina al
mattino e 1 dito di caffè il pomeriggio, perchè se ne prendevo di più
mi innervosivo, ora ho eliminato tutto ciò che contiene caffeina.
Riguardo la sigaretta non so, solo che come ho detto erano sigarette
romene e chissà che schifezze contenevano perchè erano abbastanza
pesanti. Il rescue remedy lo uso sono quando mi sento salire l'ansia e
riesce a calmarmi, fortunatamente per ora fa effetto, comunque so che è
solo un palliativo, perciò sto cercando di capire quale specialista può
aiutarmi senza ricorrere agli psicofarmaci ;)

Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

6

Saturday, August 15th 2015, 9:03pm

Comunque se c'è qualcuno/a della prov. di Bari in cerca amicizie, se volete potete contattarmi in pvt.. eventualmente possiamo prima fare conoscenza su fb ;)

alcor

Giovane Amico

Posts: 276

Activitypoints: 542

Date of registration: Mar 6th 2015

  • Send private message

7

Saturday, August 15th 2015, 9:12pm

I naturopati che ho conosciuto io erano tutti accomunati da una cosa: tatto zero e al contrario un'incredibile capacità di non perdersi neanche un' occasione per rigirare il coltello nella piaga delle persone che dovrebbero curare... Quello che fanno e che riesce loro è il test chinesiologico per stabilire quale pozione magica darti, ma anche nel colloquio per spiegarti le ragioni del tuo malessere ho notato tanta superficialità nell'interpretare le varie situazioni. Comunque questa è la mia personale esperienza, e io sono dell'idea che rescue remedy e ansiolitici non siano la soluzione ai problemi.

I fiori di bach te li possono dare anche i farmacisti omoeopati; magari puoi trovare anche uno psicologo omeopata.
Forse per te sarebbe la cosa migliore. Gli psicologi non possono prescrivere ansiolitici, il loro scopo è aiutarti a trovare l'origine del tuo problema e darti gli strumenti affinché sia tu a risolverti, senza dipendere da cose esterne (ansiolitici o rimedi naturali che siano). Queste cose possono darti un supporto alla terapia, creando un ambiente favorevole nella tua mente per affrontare meglio il tuo problema,ma non possono risolvere il problema al posto tuo.

Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

8

Saturday, August 15th 2015, 10:14pm

I naturopati che ho conosciuto io erano tutti accomunati da una cosa: tatto zero e al contrario un'incredibile capacità di non perdersi neanche un' occasione per rigirare il coltello nella piaga delle persone che dovrebbero curare... Quello che fanno e che riesce loro è il test chinesiologico per stabilire quale pozione magica darti, ma anche nel colloquio per spiegarti le ragioni del tuo malessere ho notato tanta superficialità nell'interpretare le varie situazioni. Comunque questa è la mia personale esperienza, e io sono dell'idea che rescue remedy e ansiolitici non siano la soluzione ai problemi.

I fiori di bach te li possono dare anche i farmacisti omoeopati; magari puoi trovare anche uno psicologo omeopata.
Forse per te sarebbe la cosa migliore. Gli psicologi non possono prescrivere ansiolitici, il loro scopo è aiutarti a trovare l'origine del tuo problema e darti gli strumenti affinché sia tu a risolverti, senza dipendere da cose esterne (ansiolitici o rimedi naturali che siano). Queste cose possono darti un supporto alla terapia, creando un ambiente favorevole nella tua mente per affrontare meglio il tuo problema,ma non possono risolvere il problema al posto tuo.

Ciao e grazie per i consigli, in effetti forse hai ragione, io ho mia cugina che ha avuto un'ottimo riscontro andando da un naturopata che le ha fatto passare lo stress, ma probabilmente per situazioni complesse come la mia forse è meglio rivolgersi altrove, anche se non escludo che un naturopata davvero bravo possa aiutarmi, magari anche ricorrendo a tecniche come l'agopuntura. Due giorni fa ho contattato un naturopata che però si trovava all'estero per lavoro, questo mi ha consigliato di trovare uno specialista in kinesiologia emozionale, qualcuno di voi l'ha mai provata? ho cercato notizie sul web, sembra interessante, ma non ci ho capito granchè..
Trovo interessante anche il tuo consiglio dello psicologo omeopata, ma non credo sia facile trovarne :whistling:

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 8,864

Activitypoints: 27,025

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

9

Sunday, August 16th 2015, 10:48am

Non so per i miei problemi

.vi prego di darmi una dritta su un qualcuno che possa realmente aiutarmi senza ricorrere a psicofarmaci e possibilmente se avete qualche consiglio da darmi se
avete avuto problemi simili ai miei, ve ne sarei grato. Mi scuso se mi sono dilungato su questioni personali ma penso servano per avere un quadro preciso e completo della mia situazione.


Ansia, ansia e paura, ansia paura panico.
Già qualcosa di buono è stato smettere di fumare, come dire che non tutti i mali vengono per nuocere.

Sulla scelta dello specialista...la scelta la dovrebbe fare il tuo medico curante, non tu. A meno che tu non abbia fatto medicina.
Secondo me non hai bisogno di medici ma di una persona carismatica che stia ad ascoltarti, perchè sei represso.

Si potrebbe ipotizzare che ce l'hai con la mamma, perchè non ti ha badato a sufficenza quando eri bambino. Lei avrà avuto i suoi motivi, ma tu avevi le tue esigenze insoddisfatte che ti porti dietro, rivolgendole contro te stesso perchè avercela col proprio genitore crea dei conflitti, che poi vengono proiettati su tutte le persone a cui vuoi bene, a cominciare da te stesso.

Il tempo e l'invecchiamento ti cureranno, anche se non guarirai mai del tutto, in quanto pusillanime. :-PP
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

10

Sunday, August 16th 2015, 11:50am

Non so per i miei problemi

.vi prego di darmi una dritta su un qualcuno che possa realmente aiutarmi senza ricorrere a psicofarmaci e possibilmente se avete qualche consiglio da darmi se
avete avuto problemi simili ai miei, ve ne sarei grato. Mi scuso se mi sono dilungato su questioni personali ma penso servano per avere un quadro preciso e completo della mia situazione.


Ansia, ansia e paura, ansia paura panico.
Già qualcosa di buono è stato smettere di fumare, come dire che non tutti i mali vengono per nuocere.

Sulla scelta dello specialista...la scelta la dovrebbe fare il tuo medico curante, non tu. A meno che tu non abbia fatto medicina.
Secondo me non hai bisogno di medici ma di una persona carismatica che stia ad ascoltarti, perchè sei represso.

Si potrebbe ipotizzare che ce l'hai con la mamma, perchè non ti ha badato a sufficenza quando eri bambino. Lei avrà avuto i suoi motivi, ma tu avevi le tue esigenze insoddisfatte che ti porti dietro, rivolgendole contro te stesso perchè avercela col proprio genitore crea dei conflitti, che poi vengono proiettati su tutte le persone a cui vuoi bene, a cominciare da te stesso.

Il tempo e l'invecchiamento ti cureranno, anche se non guarirai mai del tutto, in quanto pusillanime. :-PP
Ciao doctor Faust,

come ho già detto a me quello che interessa è risolvere i miei problemi con l'ansia, senza ricorrere a psicofarmaci, perciò se il mio medico curante saprà consigliarmi un buon specialista in tal senso ben venga, altrimenti me lo cercherò da solo! Per il resto non mi sento un represso né tanto meno un pusillanime, ho avuto problemi famigliari con mia madre e mio padre, problemi con gli spinelli e cattive amicizie, ma nonostante tutto penso di essermi goduto appieno la mia giovinezza, ho avuto la forza di volontà di dire basta agli spinelli e sto facendo altrettanto per le sigarette. Se avessi avuto tutti i conflitti interiori di cui tu parli non credo che sarei riuscito a trovarmi tutte le ragazze con cui sono stato fidanzato, avevo anche tante amicizie, ma purtroppo molti amici si sono trasferiti al nord, altri si sono sposati, altri ancora erano amici solo a convenienza, perchè magari volevano sfruttare la macchina o i soldi e alla fine sono rimasto con pochissime amicizie, perchè lo ammetto..questo è un mio limite..non sono bravo a fare nuove conoscenze perchè inizialmente sono timido con la gente che non conosco.
Comunque penso che per la mia situazione mi serva una persona che stia ad ascoltarmi e mi faccia capire cosa ha scatenato i miei problemi di ansia, perchè come ho detto io ancora sono confuso su quale sia il motivo principale dei miei stati d'ansia, poi per risolvere i problemi non so se ci riuscirò con la forza di volontà o con tecniche tipo l'agopuntura ecc.. fatto sta che ci metterò tutta la buona volontà per tornare a fare una vita normale.

alcor

Giovane Amico

Posts: 276

Activitypoints: 542

Date of registration: Mar 6th 2015

  • Send private message

11

Sunday, August 16th 2015, 3:47pm


Comunque penso che per la mia situazione mi serva una persona che stia ad ascoltarmi e mi faccia capire cosa ha scatenato i miei problemi di ansia, perchè come ho detto io ancora sono confuso su quale sia il motivo principale dei miei stati d'ansia, poi per risolvere i problemi non so se ci riuscirò con la forza di volontà o con tecniche tipo l'agopuntura ecc.. fatto sta che ci metterò tutta la buona volontà per tornare a fare una vita normale.


Uno psicologo ti può aiutare a risolvere il tuo problema senza ricorrere agli psicofarmaci.

Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

12

Sunday, August 16th 2015, 4:48pm


Comunque penso che per la mia situazione mi serva una persona che stia ad ascoltarmi e mi faccia capire cosa ha scatenato i miei problemi di ansia, perchè come ho detto io ancora sono confuso su quale sia il motivo principale dei miei stati d'ansia, poi per risolvere i problemi non so se ci riuscirò con la forza di volontà o con tecniche tipo l'agopuntura ecc.. fatto sta che ci metterò tutta la buona volontà per tornare a fare una vita normale.


Uno psicologo ti può aiutare a risolvere il tuo problema senza ricorrere agli psicofarmaci.

Lo psicologo è una valida opzione, però mi piacerebbe sapere se c'è qualcuno/a che è riuscito a risolvere i suoi problemi ricorrendo a metodi alternativi, tipo l'ipnosi, agopuntura, kinesiologia emozionale, fiori di Bach ecc..

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 8,864

Activitypoints: 27,025

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

13

Sunday, August 16th 2015, 6:04pm

Appunto.

Dovresti trovare una persona carismatica , preparata e paziente con cui sfogarti. Che poi sia uno psicologo terapista o filosofo o prete o frate o professore o altro, dipende dal tuo fiuto.
Ti suggerisco di cercare le strade utili da solo per questo tipo di persona.
Comunque anche quello che hai aggiunto fa propendere per un conflitto interiore. I sonomi sono psicosomatici, per cui benzodiazepine e antidepressivi sarebbero da usare solo nei periodi acuti. Ma a volte servono anche loro.

Aver fumato cannoni può avere lesionato la funzionalità cerebrale. Essa può sparire sotto stress perchè mascherata e ricomparire dopo anni o decenni. Effetto rebound. ;(
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

14

Sunday, August 16th 2015, 7:55pm

Appunto.

Dovresti trovare una persona carismatica , preparata e paziente con cui sfogarti. Che poi sia uno psicologo terapista o filosofo o prete o frate o professore o altro, dipende dal tuo fiuto.
Ti suggerisco di cercare le strade utili da solo per questo tipo di persona.
Comunque anche quello che hai aggiunto fa propendere per un conflitto interiore. I sonomi sono psicosomatici, per cui benzodiazepine e antidepressivi sarebbero da usare solo nei periodi acuti. Ma a volte servono anche loro.

Aver fumato cannoni può avere lesionato la funzionalità cerebrale. Essa può sparire sotto stress perchè mascherata e ricomparire dopo anni o decenni. Effetto rebound. ;(
Sei uno psicologo??
Cosa sono i sonomi??
Se sospettassi di avere il cervello lesionato ricorrerei agli psicofarmaci, non credi???

beautiaddicted

Amico Inseparabile

  • "beautiaddicted" is female

Posts: 1,078

Activitypoints: 3,542

Date of registration: Jul 7th 2014

Location: Roma

Occupation: impiegata

  • Send private message

15

Monday, August 17th 2015, 3:10pm

Devo dare ragione al dottor Faust. La cannabis , in soggetti predisposti favorisce l'innesco degli attacchi di panico ( o di ansia). Cit. Prof . Rosario Sorrentino dal libro"Panico" pag. 77 e pag. 84.
Ti consiglio vivamente questo libro.
Su molte cose non sono personalmente d'accordo, ma spiega benissimo e con parole comprensibili le dinamiche fisiche dietro a un attacco di panico, le cause presunte per cui ne soffriamo e le sostanze che ne favoriscono l'esordio.