Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

16

Tuesday, August 18th 2015, 2:58am

Devo dare ragione al dottor Faust. La cannabis , in soggetti predisposti favorisce l'innesco degli attacchi di panico ( o di ansia). Cit. Prof . Rosario Sorrentino dal libro"Panico" pag. 77 e pag. 84.
Ti consiglio vivamente questo libro.
Su molte cose non sono personalmente d'accordo, ma spiega benissimo e con parole comprensibili le dinamiche fisiche dietro a un attacco di panico, le cause presunte per cui ne soffriamo e le sostanze che ne favoriscono l'esordio.

Devo dare ragione al dottor Faust. La cannabis , in soggetti predisposti favorisce l'innesco degli attacchi di panico ( o di ansia). Cit. Prof . Rosario Sorrentino dal libro"Panico" pag. 77 e pag. 84.
Ti consiglio vivamente questo libro.
Su molte cose non sono personalmente d'accordo, ma spiega benissimo e con parole comprensibili le dinamiche fisiche dietro a un attacco di panico, le cause presunte per cui ne soffriamo e le sostanze che ne favoriscono l'esordio.

Devo dare ragione al dottor Faust. La cannabis , in soggetti predisposti favorisce l'innesco degli attacchi di panico ( o di ansia). Cit. Prof . Rosario Sorrentino dal libro"Panico" pag. 77 e pag. 84.
Ti consiglio vivamente questo libro.
Su molte cose non sono personalmente d'accordo, ma spiega benissimo e con parole comprensibili le dinamiche fisiche dietro a un attacco di panico, le cause presunte per cui ne soffriamo e le sostanze che ne favoriscono l'esordio.

Ciao beautiaddicted, se rileggi il mio primo messaggio l'ho scritto che probabilmente tutto è partito da lì, perchè nell'ultimo periodo prima di smettere, siccome avevo problemi famigliari invece di sballarmi mi prendeva male fumare, però non so se è solo quella la causa scatenante. Nel primo post ho elencato le diverse ipotesi..io mi sono accorto degli stati d'ansia a distanza di anni, perchè inizialmente pensavo fosse solo stress legato ai rapporti famigliari e interpersonali, infatti di ritorno dal militare ho avuto problemi anche con i miei amici perchè non fumavo più spinelli ed ero sempre giù di morale perchè i miei si erano separati da poco, così a distanza di qualche mese mi sono allontanato da loro e solo dopo un po' di tempo passato da lupo solitario mi sono accorto di questo mio problema. Infine c'è l'ultima ipotesi, che ho spiegato nel primo post, riguardante la mia ex.. In generale però ho passato altri momenti negativi nella mia adolescenza, ad esempio ho sempre sofferto il fatto di essere figlio unico e non sopportavo i continui litigi tra mia madre e mio padre e tante altre cose del genere che potrebbero aver scatenato il problema dell'ansia, anche se io magari non me ne sono accorto perchè in quei periodi ero spesso sballato o ubriaco proprio per non pensare a quei problemi.

alcor

Giovane Amico

Posts: 276

Activitypoints: 542

Date of registration: Mar 6th 2015

  • Send private message

17

Tuesday, August 18th 2015, 1:09pm


Lo psicologo è una valida opzione, però mi piacerebbe sapere se c'è qualcuno/a che è riuscito a risolvere i suoi problemi ricorrendo a metodi alternativi, tipo l'ipnosi, agopuntura, kinesiologia emozionale, fiori di Bach ecc..



L'ipnosi te la può fare anche uno psicologo, e ti può insegnare anche l'autoipnosi, in modo tale che tu ti possa aiutare da solo, senza avere bisogno di lui per sempre.

Lo so che tu premi esclusivamente per i metodi alternativi, il punto è che fiori di bach e kinesiologia servono per curare i sintomi, non per risolvere il problema.
Se tu ti concentri solo su questi, ti sentirai bene, ma l'unica cosa che starai realmente facendo sarà nascondere la polvere sotto il letto, anziché spazzarla via. Inoltre, affidandoti esclusivamente a questi
rimedi, sarai sempre dipendente da loro. e cosa fai se ti viene un attacco di panico e hai finito i fiori di bach?

La cosa che non mi piace, dell'affidarsi esclusivamente ai rimedi sintomatici è che quello che si sta di fatto facendo è cercare qualcuno che risolva il problema al posto tuo. Ma non funziona così. Devi fare fatica, ci devi lavorare tu.

Supponiamo che la tua ansia derivi da un rapporto conflittuale con tua madre (è un'ipotesi per fare un esempio): cosa credi di cambiare prendendo i fiori di bach? pensi che si modifichi da solo il rapporto con tua madre?

Se ti piacciono le cose alternative ti consiglio le costellazioni famigliari. Nessuna promessa di uscirne guarito, anzi, generalmente chi ci partecipa ne esce più sconvolto di prima, perché l'obiettivo è mettere l'utente di fronte al suo problema, in modo tale da capire come lavorare.


Ultima cosa: non credo che gli psicofarmaci siano stati inventati per curare le lesioni del cervello... temo che tu abbia le idee un tantino confuse sull'argomento.

Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

18

Tuesday, August 18th 2015, 3:13pm


Lo psicologo è una valida opzione, però mi piacerebbe sapere se c'è qualcuno/a che è riuscito a risolvere i suoi problemi ricorrendo a metodi alternativi, tipo l'ipnosi, agopuntura, kinesiologia emozionale, fiori di Bach ecc..



L'ipnosi te la può fare anche uno psicologo, e ti può insegnare anche l'autoipnosi, in modo tale che tu ti possa aiutare da solo, senza avere bisogno di lui per sempre.

Lo so che tu premi esclusivamente per i metodi alternativi, il punto è che fiori di bach e kinesiologia servono per curare i sintomi, non per risolvere il problema.
Se tu ti concentri solo su questi, ti sentirai bene, ma l'unica cosa che starai realmente facendo sarà nascondere la polvere sotto il letto, anziché spazzarla via. Inoltre, affidandoti esclusivamente a questi
rimedi, sarai sempre dipendente da loro. e cosa fai se ti viene un attacco di panico e hai finito i fiori di bach?

La cosa che non mi piace, dell'affidarsi esclusivamente ai rimedi sintomatici è che quello che si sta di fatto facendo è cercare qualcuno che risolva il problema al posto tuo. Ma non funziona così. Devi fare fatica, ci devi lavorare tu.

Supponiamo che la tua ansia derivi da un rapporto conflittuale con tua madre (è un'ipotesi per fare un esempio): cosa credi di cambiare prendendo i fiori di bach? pensi che si modifichi da solo il rapporto con tua madre?

Se ti piacciono le cose alternative ti consiglio le costellazioni famigliari. Nessuna promessa di uscirne guarito, anzi, generalmente chi ci partecipa ne esce più sconvolto di prima, perché l'obiettivo è mettere l'utente di fronte al suo problema, in modo tale da capire come lavorare.


Ultima cosa: non credo che gli psicofarmaci siano stati inventati per curare le lesioni del cervello... temo che tu abbia le idee un tantino confuse sull'argomento.

Ciao e grazie per i consigli! In effetti proprio ieri sono stato da una omeopata e dopo averle raccontato tutte le mie vicissitudini, mi ha detto che lei poteva prescrivermi prodotti naturali adatti per la mia situazione, ma mi ha anche consigliato di fare una terapia da uno psicologo o meglio ancora da uno psicanalista, ha detto che se non voglio gli psicofarmaci non è un problema, farò la terapia e lei mi prescriverà i prodotti naturali man mano, in base ai progressi della terapia. Mi ha spiegato che, avendo avuto diverse esperienze negative da adolescente, è necessario che io ci lavori su per fare un po' di ordine in me stesso.
Riguardo la kinesiologia e l'ipnotismo mi incuriosiscono, ma penso sia meglio prenderele in considerazione più in là, qualora non dovessi riuscire a risolvere.
Le costellazioni familiari sinceramente non sapevo cosa fossero, ma non credo possano servirmi perchè i miei non sono solo problemi famigliari.
Riguardo gli psicofarmaci in effetti mi sono espresso male perchè onestamente a me solo sentir nominare la parola psicofarmaco mi fa incazzare..li odio a pelle, se poi a nominarmeli è il doctor Faust che ha un avatar davvero inquietante... :D intendevo dire che se avessi avuto problemi davvero gravi avrei fatto subito ricorso agli psicofarmaci, senza nemmeno prendere in considerazione i rimedi naturali, dato che fino al 23 Luglio (data in cui sono finito all'ospedale..) sono sempre riuscito a gestire tranquillamente la mia ansia, spero e credo che i miei problemi si possano risolvere senza ricorrere agli psicofarmaci ;)

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 8,850

Activitypoints: 26,983

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

19

Wednesday, August 19th 2015, 11:24am

Veramente quell'avatar sono io...... :( ahhh ..."sodomi" sono " sintomi" scritto senza rileggere e correggere.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

This post has been edited 1 times, last edit by "doctor Faust" (Aug 19th 2015, 11:32am)


This post by "J.Traves" (Wednesday, August 19th 2015, 11:59am) has been deleted by user "ramon" (Wednesday, September 16th 2015, 12:15am)

Marcello80

Utente Attivo

  • "Marcello80" is male
  • "Marcello80" started this thread

Posts: 18

Activitypoints: 68

Date of registration: Aug 14th 2015

Location: prov. Bari

  • Send private message

21

Thursday, August 20th 2015, 3:42pm

Veramente quell'avatar sono io...... :( ahhh ..."sodomi" sono " sintomi" scritto senza rileggere e correggere.

Se se...si vede lontano 1 km che è un ritratto :P

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 8,850

Activitypoints: 26,983

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

22

Thursday, August 20th 2015, 6:37pm

Non è un ritratto, ma un autoritratto.
Me lo sono fatto da me. A periodi faccio anche il pittore. :thumbup:
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup: