Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

196

Thursday, November 23rd 2017, 1:27pm

Altro spunto interessante che da l'articolo:

"If you are experiencing genital anesthesia and pleasureless/muted orgasms, these are important features to mention as they don’t occur as part of depression or anxiety. If you’re a man and have a loss of nocturnal erections, this is also useful to mention as it indicates the likelihood of a physical problem rather than a psychological one."

Se sperimenti sintomi come l'anestesia genitale o un orgasmo muto e senza piacere, questi sono sintomi importanti da menzionare durante un ipotetica visita medica per la PSSD, perchè non sono assolutamente sintomi di disfunzione sussuale che possono essere riconducibili a stati di ansia o depressivi. Anche se sei un uomo che ha perso le erezioni notturne, è un altro sintomo importante che va menzionato e indicato, perchè indica un problema fisico e non psicologico.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

197

Thursday, November 23rd 2017, 1:34pm

E' stata messa su Rxisk una copia della pagina 449 del DSM-5 il manuale statistico di diagnosi e cura delle patologie mentali, in cui viene mensionato che gli SSRIs possono portare disfunzioni sessuali persisenti anche quando la terapia farmacologica è interrotta.

https://rxisk.org/wp-content/uploads/2017/07/DSM-PSSD.pdf

Documento molto importante da far visionare, quando si parla con un medico, uno psichiatra o un ricercatore di questo possibile problema persistente.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

oscarw

Utente Fedele

Posts: 506

Activitypoints: 1,658

Date of registration: Apr 20th 2013

  • Send private message

198

Thursday, November 23rd 2017, 4:47pm

Altro spunto interessante che da l'articolo:

"If you are experiencing genital anesthesia and pleasureless/muted orgasms, these are important features to mention as they don’t occur as part of depression or anxiety. If you’re a man and have a loss of nocturnal erections, this is also useful to mention as it indicates the likelihood of a physical problem rather than a psychological one."

Se sperimenti sintomi come l'anestesia genitale o un orgasmo muto e senza piacere, questi sono sintomi importanti da menzionare durante un ipotetica visita medica per la PSSD, perchè non sono assolutamente sintomi di disfunzione sussuale che possono essere riconducibili a stati di ansia o depressivi. Anche se sei un uomo che ha perso le erezioni notturne, è un altro sintomo importante che va menzionato e indicato, perchè indica un problema fisico e non psicologico.


Chissà se lo capiranno quei psichiatri che dicono che il problema è l'ansia o la depressione!
Non si può far finta di nulla, ci sono dei sintomi specifici per la pssd, come hai ben detto, orgasmo muto e senza piacere, assenza di erezioni notturne, io aggiungerei alterazione del volume dell'eiaculato e/o della viscosità.

199

Saturday, December 2nd 2017, 11:27am

Aggiunti i sottotitoli in Italiano sui video in cui il Dr David Healy psichiatra e farmacologo inglese, spiega cosa sono la PSSD e le altre disfunzioni sessuali post farmaco, per visualizzarli basta cliccare sul riquadro apposito alla destra dello schermo.

No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

200

Saturday, December 2nd 2017, 11:28am

La lista completa dei video tradotti la trovate qui:

http://disfunzionisessualipostssri.blogs…ideo-rxisk.html
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

balorn90

Utente Attivo

Posts: 11

Activitypoints: 47

Date of registration: Jan 16th 2018

  • Send private message

201

Tuesday, January 16th 2018, 8:58pm

qualcuno di voi ha creato un gruppo su whats app o telegram ?
Qualcuno di voi ha poi risolto i problemi ?

Io ho assunto paroxetina per 3 anni
ho smesso di assumere paroxetina da 7 mesi
mi ritovo con testosterone a dei livelli bassissimi
non ho più deisderio sessuale
se mi guardo un porno raggiungo molto lentamente un erezione
provo piacere nel raggiungere orgasmo

202

Wednesday, January 17th 2018, 6:48pm

Hey ciao balorn90, si sono su un gruppo whatsapp con altre quindici persone afflitte dal problema. Qualcuno ha avuto dei miglioramenti. Cerca di arrivare a 45 active points, postando messaggi su argomenti che trovi interessanti, poi puoi mandarmi un messaggio privato con il tuo numero e ti faccio aggiungere dall'amministratore del gruppo.

I nuovi iscritti hanno queste restrizioni, puoi leggerle qui:

Nuovi utenti - tutte le restrizioni: messaggi privati, email, area privata
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

This post has been edited 1 times, last edit by "Adam Weasel" (Jan 17th 2018, 7:44pm)


oscarw

Utente Fedele

Posts: 506

Activitypoints: 1,658

Date of registration: Apr 20th 2013

  • Send private message

203

Wednesday, January 17th 2018, 9:36pm

qualcuno di voi ha creato un gruppo su whats app o telegram ?
Qualcuno di voi ha poi risolto i problemi ?

Io ho assunto paroxetina per 3 anni
ho smesso di assumere paroxetina da 7 mesi
mi ritovo con testosterone a dei livelli bassissimi
non ho più deisderio sessuale
se mi guardo un porno raggiungo molto lentamente un erezione
provo piacere nel raggiungere orgasmo


Io faccio parte del gruppo whatsapp, pure io ho i tuoi stessi problemi, l'orgasmo non sempre è piacevole.
Ho assunto entact, poi nel 2013 cymbalta, dopo due anni la catastrofe. Da fine 2015 sono semicastrato!

204

Saturday, January 20th 2018, 2:13pm

Altro nuovo articolo del Dr David Healy, dove analizza i problemi alla vescica e all'intestino dopo l'utilizzo di antidepressivi. Alcuni problemi come cistite, prostatite, difficoltà di minzione, eiaculazione ritardata, possono essere anche collegati alla PSSD e alle disfunzioni sessuali persistenti. Vengono anche analizzati i problemi allo stomaco, che spesso vengono scambiati per la sindrome dell'intestino irritabile. In questo articolo mi sono soffermato soprattutto sulla dissinergia del pavimento pelvico, in quanto ritengo di averla e sicuramente il problema è subentrato nel mio caso dopo aver utilizzato antidepressivi, mai avuto problemi di stipsi prima. L'antidepressivo preso in esame è un triciclico che però inibisce il reuptake della serotonina l'amitriptilina che ho assunto per un paio di mesi, ma è improbabile che sia l'unico antidepressivo che può dare questo problema. I muscoli del pavimento pelvico non si rilasciano più come prima e provo ostruzione e senso di evacuazione incompleta, infatti soffro di patologia emorroidaria e prima o poi probabilmente dovrò subire un intervento chirurgico.

https://rxisk.org/bladder-and-bowel-prob…ntidepressants/
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

This post has been edited 1 times, last edit by "Adam Weasel" (Jan 20th 2018, 4:27pm)


RK581

Giovane Amico

  • "RK581" is male

Posts: 138

Activitypoints: 631

Date of registration: Jul 26th 2017

Location: Cagliari (Sardegna)

  • Send private message

205

Monday, January 22nd 2018, 9:11am

Ciao

ciao a tutti ho potuto leggere interventi riguardanti problemi sessuali causati da ssri dove veniva anche citata la pssd, purtroppo ho visto che il thread era un pò vecchio per questo ho deciso di aprirne un nuovo con l auspicio di avere aggiornamenti sulle condizioni sessuali post ssri. E' molto importante fare condivisioni su terapie e trattamenti che si sono provati ,anche per il semplice fare informazione, secondo me non bisogna mai smettere di cercare d' informarsi e di confrontarci .Per questo inizio a raccontarvi la mia esperienza che aimè da ormai 6 sta condizionando la mia vita sessuale modificata dall assunzione del citalopram.


il primo ciclo di assunzione del citalopram risale quasi a due anni e mezzo con una dosaggio massimo di 13 goccie (l aumento del dosaggio è stato sempre molto graduale) unici effetti collaterali iniziali sono stati un aumento dell' appetito e scossette durante il pre sonno effetti durati nemmeno due mesi, dopo di che nessun tipo di problema , i benefici si sonno fatti sentire ottimamente, unico problema è che se saltavo per piu di tre o quattro giorni l assuzione mi si presentavano delle lievi vertigini che rientravano immediatamente dopo la ri assunzione del farmaco .Dopo circa 8 mesi di assunzione parlandone con il mio psichiatra decisi di smetterlo scalando il citalopram anche qui in maniera graduale e non ho avuto nessun problema. Nel secondo ciclo d assunzione( durato 12 mesi ) l iter iniziale è andato senza intoppi particolari deciso anche qui di toglierlo nuovamente negli ultimi 2 mesi circa mi ero standardizzato su una dose di 6 gocce al giorno, fino ad arrivare alla fine di ottobre dove una mattina mi sono svegliato con una forte ansia e nausea, accompagnato da una fastidiosa confusione mentale che mi faceva isolare con il mondo esterno .La cosa li per li non mi ha suscitato preoccupazione perchè tali sintomi li imputavo al sotto dosaggio che da qualche mese prendevo,infatti aumentando la dose di 4 gocce nausea e confusione mentale erano spariti.Quasi in concomitanza di questi eventi avevo notato che i miei orgasmi erano cambiati avvertendo un minore tono di piacere, l erezioni mattutine erano sparite scarsissima eccitazione e libido il tutto seguito da una ridotta sensibilità genitale e secchezza del glande che mi ha provocato delle sottili strigliature. Preoccupato avvertii il mio psichiatra aggiornandolo di ciò che era accaduto nelle ultime 2 settimane e decidemmo di sospendere il farmaco e iniziai lo scalaggio .Nell arco di 2 settimane sono arrivato a 0 gocce ,l unico effetto collaterale furono le vertigini più forti del normale , a distanza di circa un mese non notavo nessun miglioramento sulla sfera sessuale e decisi di andare dall'andrologo che mi prescrisse le analisi ormonali (tiroide testosterone e prolattina) tutte nella norma. Nel frattempo notai anche un forte diminuizione del volume dello sperma e della spinta eieculatoria .Quest'ultima novità negativa mi preoccupò molto perchè non riuscivo a capire cosa mi stava accadendo.L ultima incontro con il mio psichiatra risale a più di un mese fa e abbiamo deciso di iniziare a fare degli accertamenti e sono andato presso L ospedale s andrea di roma ( ospedale universitario) dove ho effettuato una seconda visita andrologica dove mi è stata controllata la prostata e unica analisi prescritta al momento è stato lo spermiogramma e ancora sto aspettando gli esiti . Unico miglioramento che ho notato in questi ultimi giorni è stata un buon ritorno della spinta eieculatoria , il resto non è cambiato nulla .


Ciao, ho letto il tuo post e mi dispiace tanto per i tuoi problemi. Volevo porti delle domande... per cosa assumevi citalopram? Il problema si è risolto con l'utilizzo del farmaco? O oltre a questi disturbi sessuali il problema persiste ancora? La risposta è molto importante per me, dato che mi hanno prescritto la stessa categoria di farmaci e ho paura di questi disturbi sessuali, per me è molto importante la vita sessuale.

balorn90

Utente Attivo

Posts: 11

Activitypoints: 47

Date of registration: Jan 16th 2018

  • Send private message

206

Tuesday, January 23rd 2018, 1:12am

Inizio a preoccuparmi ...
ho problemi di emorroidi da due anni, ho problemi intestinali ho problemi a livello di gastrite e di reflusso.
Premessa :
sono 5ù6 anni che non pratico sport ...

207

Tuesday, January 23rd 2018, 6:19pm

Quoted

ho problemi di emorroidi da due anni


Io faccio un sacco di sport (bodybuilding), non ho smesso per questo problema. Però probabilmente per ritornare all'intensità di prima dovrò sottopormi ad una surgery. Comunque barlon90 cerca di arrivare a 45 active points, poi potrai mandare MP e ne parleremo in privato. Se dopo mi manderai il tuo numero ti farò aggiungere sul gruppo whatsapp. Siamo in contatto con un endocrinologo ricercatore dell'Università di Milano che a breve deve iniziare uno studio sull'alterazione che possono causare gli SSRI alla produzione dei neurosteroidi nel cervello. Per riuscire finalmente a capire perchè le disfunzioni sessuali che causano gli SSRI non svaniscono su un sottogruppo di pazienti una volta che dismettono la terapia, naturalmente non posso rivelare i dettagli dello studio qui, prima che inizi.

Io in questo periodo sono molto impegnato con l'università, e non posso essere molto presente sul forum, cosi come altri membri che soffrono di PSSD che sono presenti qui, in questo periodo abbiamo davvero tantissimi impegni. Quindi appena arrivi a 45 active points contattami in privato.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

This post has been edited 1 times, last edit by "Adam Weasel" (Jan 23rd 2018, 7:35pm)


Dallas80

Nuovo Utente

  • "Dallas80" has been banned

Posts: 4

Activitypoints: 12

Date of registration: Jan 23rd 2018

  • Send private message

208

Tuesday, January 23rd 2018, 11:40pm

Ecstasy e pssd

Buona sera a tutti,sono un nuovo iscritto e vorrei raccontare la mia esperienza.Circa 15 anni fa anch'io sono incappato in questa situazione che é racchiusa nella sigla PSSD.La mia esperienza però non inizia dopo una terapia con ssri ma dopo un periodo abbastanza lungo di abuso di MDMA/ECSTASY..(circa 4 anni)..ora vi chiedo di non farvi per favore un pregiudizio negativo su di me in quanto sono stati errori di gioventù.Ora io sono ormai da altrettanti anni una persona equilibrata,sportiva,piena di interessi e dedita al lavoro.In realtà ho assunto anche ssri per un periodo di circa 6/7 mesi (prozac) subito dopo la cessazione delle serate 'sballo' a causa di una forte depressione (causata probabilmente anche da quest'ultime)Ma la mia situazione era già innescata.Ora eviterò di citare tutta la sintomatologia che credo sia abbastanza chiara al più delle persone che scrivono tra queste righe.Negli anni ho avuto un leggero miglioramento nella sensazione dell' orgasmo ma nulla di più,,il fratellino fatica a funzionare anche con i vari cialis ecc in quanto manca quasi completamente il fattore libido,e gli stimoli esterni non sono sempre sufficienti a far ingranare il meccanismo.Ho provato circa un mese fa con il Msm e devo dire che per un paio di settimane ho avuto dei miglioramenti sensibili sotto tutti gli aspetti..questo miglioramento ahimè è durato molto poco e ora mi ritrovo al punto di partenza..Volevo sapere se qualcuno ha avuto un esperienza simile alla mia come causa della comparsa della "sindrome"e se qualcuno sa darmi qualche delucidazione in più sul ipotetica relazione in termini di similitudine sintomatologia tra ssri ed mdma...grazie....

209

Wednesday, January 24th 2018, 1:04pm

Ciao Dallas80 mi dispiace per i tuoi problemi. Purtroppo esistono altre segnalazioni di casi di disfunzioni sessuali persistenti anche da MDMA e da altre sostanze psicotrope. Uno psy mi aveva detto che l'MDMA ha un meccanismo d'azione simile agli SSRI, tuttavia non è propriamente corretto. Gli SSRI sono inibitori selettivi del reuptake della serotonina mentre L'MDMA è un releaser della serotonina, oltre che della dopamina e della neroadrenalina (neurotrasmettitori monoamine), è l'elevato aumento di concentrazione della serotonina che sembra responsabile degli effetti psicoattivi, questo sicuramente lo saprai.

Siccome sono presenti report di disfunzioni sessuali persistenti con altri farmaci e sostanze che aumentano la produzione di serotonina vedi anche integrazioni di triptofano e 5-htp. Quindi sono possibilissimi i sintomi che riporti. Un ragazzo sul pssdforum, riporta problemi simili ai tuoi con l'utilizzo di MDMA, purtroppo queste sono sostanze che non andrebbero mai assunte, anche se non intendo giudicarti e sono contento che ne sei fuori, e hai ripreso in mano la tua vita.

Anche io ho provato diversi integratori anche MSM, ho avuto dei miglioramenti anche buoni però durano al massimo una settimana o due.

Cmq se cerchi su questo forum ci sono persone che dicono di aver avuto miglioramenti dal tuo problema:

http://www.bluelight.org/vb/threads/5581…ual-Dysfunction

Hai consultato per caso un endocrinologo? Noi uomini con PSSD ad esempio abbiamo quasi tutti livelli di progesterone alti.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

210

Wednesday, January 24th 2018, 1:19pm

Un consiglio che voglio dare velocemente per chi vive con questa condizione, che comunque non sostituisce assolutamente un parere di tipo medico, infatti bisogna sempre fare riferimento ai professionisti. Qui riporto solamente le cose che funzionano con me, e la mia esperienza e storia personale, perchè in questo periodo ho davvero poco tempo per stare su questo forum, è il seguente.

Fino ad ora le cose che sembrano funzionare meglio per trattare il problema sembrano essere lo SPORT, allenamento di tipo aerobico suprattutto (stimola la neurogenesi). Alimentazione sana con tre pasti principali al giorno, evitando gli spuntini troppo abbondanti. Sembra essere di aiuto per invertire la sottoregolazione del SERT (il trasportatore risponsabile della recapitazone della serotonina), è scientificamente provato che chi assume SSRI in maniera cronica ne perde circa il 90%. Qui trovate uno studio su questo:

http://www.fasebj.org/doi/full/10.1096/fj.201601234R

Qualche persona sperimenta anche qualche beneficio provando farmaci agonisti della dopamina, o che hanno un meccanismo d'azione inverso agli SSRI. Ma qui Bisogna necessariamente consultare un medico che ha intenzione di priscreverli e non è certo facile. Io tra gli endocrinologi e gli urologi, fortunatamente qualcuno l'ho trovato. Infatti al momento sembrano più propensi ad aiutarci quest'ultimi rispetto agli psichiatri. Perchè comunque le alterazioni e gli squilibri che causano gli SSRIs sono a livello neuroendocrino. Quindi anche se loro prescrivono questi farmaci, i guai che possono fare sono costretti a curarli e ad interessarsene maggiormente altri medici al momento.

Io comunque sono anni che non assumo nessun farmaco, perchè non intendo alterare in alcun modo ancora la chimica del mio cervello. E tento di stimolare il mio recupero con lo SPORT, l'alimentazione sana e altre attività che stimolano la neurogenesi, e la riparazione del danno che abbiamo subito, finchè la ricerca e lo studio su questo problema non vanno avanti.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

This post has been edited 3 times, last edit by "Adam Weasel" (Jan 24th 2018, 1:45pm)