Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


meewelyne

Nuovo Utente

  • "meewelyne" started this thread

Posts: 5

Activitypoints: 29

Date of registration: Jul 16th 2019

  • Send private message

1

Saturday, July 20th 2019, 11:40pm

Problemi di concentrazione

Salve, non so se sia la sezione giusta (in caso chiedo scusa) ma vorrei un vostro parere, per favore.

Da un bel po' di tempo sto cercando di rendermi una persona equilibrata (prima avevo continui sbalzi d'umore di mese in mese) con terapia psicologica e farmacologica (Cipralex e Lamictal). Il mio umore è nettamente migliorato, ma una cosa non riesco ancora a togliermi: i flussi di pensieri.
Non riesco a concentrarmi su nulla, mi distraggo molto facilmente. Sul lavoro non è un problema perche non ho bisogno di fare multitasking (se non rare volte, ma essendo piuttosto metodica e ordinata difficilmente mi sfugge qualcosa), ma se volessi immergermi in un'attività creativa, non ho scampo. Se mi metto a pensare ad una storia da scrivere (mi piacerebbe fare la fumettista), inizio subito a divagare. Non so se riesco a spiegarmi... Per dire, se voi pensate ad un tragitto che fate nel quotidiano, tipo casa-supermercato, in modo relativamente dettagliato, dovreste riuscire a fare tutto il percorso, giusto?
Ecco, per me creare una storia una volta era così. Pensavo al tragitto, alle diramazioni, prendevo appunti, ricordavo tutto e nel dubbio lo scrivevo, e modestamente anche in modo godibile... mentre adesso non faccio in tempo a "mettere piede fuori di casa" che nella mia mente si intrufolano millemila altre cose: "piu tardi devo andare al lavoro"-"giovedì che faccio?"-"anche la finlandia non sembrava male..."-"I colibrì hanno un sacco di battiti cardiaci per secondo" e così via. A raffica, anche se provo a "riprendere la strada".
La mia dottoressa dice che è una forma di "autosabotaggio" verso la mia realizzazione... Si, ok, ma come faccio a farlo smettere? Mi sta mandando ai pazzi, io voglio essere produttiva, voglio tornare a disegnare e scrivere!

Scusate lo sfogo, ma sapreste darmi qualche consiglio a riguardo, magari chi ha avuto esperienze simili?

Grazie!

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,466

Activitypoints: 3,803

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

2

Sunday, July 21st 2019, 11:30am

Ciao. Io mi sono ritrovato in periodi in cui la mia mente era affollata da pensieri e ricordi, talmente continui e consecutivi che non ci capivo nulla. Come un treno a forte velocità che ti scorre nella testa. Ma fa parte, in alcuni casi, del processo di guarigione. Purtroppo, passata la fase acuta, è certo che la difficoltà di concentrazione e attenzione continuerà per tanto tempo. Parlane con lo psichiatra che ti segue ed insieme troverete una soluzione per ridurre al minimo il disagio che comunque, per un pò, rimarrà. Un pomeriggio io, con questo treno nella testa, presi una strada di campagna e cominciai a camminare; mi fermai solo perchè vi era un fiumiciattolo davanti a me. Non ricordavo la strada che avevo fatto e per fortuna, in lontananza vidi case che conoscevo. Ma il mio è stato un caso limite. Tu non preoccuparti più di tanto.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" is male

Posts: 1,433

Activitypoints: 4,035

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

3

Sunday, July 21st 2019, 5:53pm

ciao.....mi associo a quanto postato da windrew. Certe volte questi flussi di pensieri avvengono anche in concomitanza di piccoli stress, preoccupazioni, vita familiare, questioni ormonali (se donna etc.). Giustamente poni la domanda allo specialista e vedrai che piano piano andando avanti nella cura si ristabilirà tutto.........in bocca al lupo..........

Er19

Utente Attivo

Posts: 14

Activitypoints: 49

Date of registration: Jul 21st 2019

  • Send private message

4

Sunday, July 21st 2019, 7:56pm

Salve, non so se sia la sezione giusta (in caso chiedo scusa) ma vorrei un vostro parere, per favore.

Da un bel po' di tempo sto cercando di rendermi una persona equilibrata (prima avevo continui sbalzi d'umore di mese in mese) con terapia psicologica e farmacologica (Cipralex e Lamictal). Il mio umore è nettamente migliorato, ma una cosa non riesco ancora a togliermi: i flussi di pensieri.
Non riesco a concentrarmi su nulla, mi distraggo molto facilmente. Sul lavoro non è un problema perche non ho bisogno di fare multitasking (se non rare volte, ma essendo piuttosto metodica e ordinata difficilmente mi sfugge qualcosa), ma se volessi immergermi in un'attività creativa, non ho scampo. Se mi metto a pensare ad una storia da scrivere (mi piacerebbe fare la fumettista), inizio subito a divagare. Non so se riesco a spiegarmi... Per dire, se voi pensate ad un tragitto che fate nel quotidiano, tipo casa-supermercato, in modo relativamente dettagliato, dovreste riuscire a fare tutto il percorso, giusto?
Ecco, per me creare una storia una volta era così. Pensavo al tragitto, alle diramazioni, prendevo appunti, ricordavo tutto e nel dubbio lo scrivevo, e modestamente anche in modo godibile... mentre adesso non faccio in tempo a "mettere piede fuori di casa" che nella mia mente si intrufolano millemila altre cose: "piu tardi devo andare al lavoro"-"giovedì che faccio?"-"anche la finlandia non sembrava male..."-"I colibrì hanno un sacco di battiti cardiaci per secondo" e così via. A raffica, anche se provo a "riprendere la strada".
La mia dottoressa dice che è una forma di "autosabotaggio" verso la mia realizzazione... Si, ok, ma come faccio a farlo smettere? Mi sta mandando ai pazzi, io voglio essere produttiva, voglio tornare a disegnare e scrivere!

Scusate lo sfogo, ma sapreste darmi qualche consiglio a riguardo, magari chi ha avuto esperienze simili?

Grazie!

Da "veterano" dell`ansia ho imparato che.... bisogna accettare la cosa, mi ricordo quanto ero frustrato dall`incapacità di concentrarmi, di non ricordarsi le cose.
Purtroppo il lato cognitivo è intaccato, e anche io mi chiedevo se mai avessi riavuto indietro la mia mente.
Posso dirti: ti stai curando?stai facendo il massimo che puoi fare per star meglio? Se la risposta è sì: bhe allora accetta che la tua mente non è brillante, che non sei al massimo della tua forma, e non flagellarti per questo. La memoria e la concentrazione torna man mano si sta meglio.
Ricorda: non siamo delle macchine super-efficenti, siamo essere umani e possono capitarci questi problemi. Ho imparato da questa esperienza di stare "sereno", se fai le cose che bisogna fare la concentrazione tornerà, ma non sforzarti all`esasperazione e non disperare se non riesci ad essere centrata :)

meewelyne

Nuovo Utente

  • "meewelyne" started this thread

Posts: 5

Activitypoints: 29

Date of registration: Jul 16th 2019

  • Send private message

5

Wednesday, July 24th 2019, 11:22pm

Grazie, siete stati davvero gentili e anche se non è ciò che volevo sentirmi dire, mi siete lo stesso di conforto... Spero di uscirne presto, dato che vorrei basare una mia ipotetica carriera sulla creatività.
Sicuramente ne parlerò con la mia dottoressa, grazie ancora per le vostre testimonianze :)