Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Raffaele97

Giovane Amico

  • "Raffaele97" is male
  • "Raffaele97" started this thread

Posts: 98

Activitypoints: 434

Date of registration: Nov 14th 2012

Location: Puglia

Occupation: Studente

  • Send private message

1

Monday, January 6th 2014, 11:53pm

Poca voglia di vivere

Ho poca voglia di vivere, il titolo dice tutto. Ho sempre quest'ansia che mi limita in ogni occasione.Vorrei fare tante cose, potrei andare meglio in tutti gli aspetti della vita, invece l'ansia mi tende questa trappola dalla quale è difficile se non quasi impossibile uscirci.
Gli altri esseri umani sono il mio più grosso problema, mi sento sempre a disagio e di conseguenza tutto quello che so fare bene quando sono da solo, con gli altri diventa un incubo. Mi sento chiuso in una bolla dalla quale vorrei uscire al più presto, mi sento come se non fossi più me stesso. Ho zero autostima e quando dialogo con qualcuno ho sempre paura di sbagliare e di dare un'impressione errata di me. Ho sempre meno amici perchè non mi va mai di sentirli poichè preferisco rimanere da solo piuttosto che con persone con le quali mi sento peggio. A scuola do il minimo sempre per colpa dell'ansia, infatti quando mi chiamano anche per dire una semplice cosa,cado nel panico per paura del professore e dei miei compagni come se loro mi stessero puntando addosso un fucile o qualcosa del genere. I miei valori, i miei talenti non esistono quasi più e ho paura di non riuscire a fare niente serenamente. Io chiedo solo un po' di serenità per riuscire a fare quello che so fare. I pensieri mi bloccano, mi sento sempre peggio e la situazione è sempre la stessa. Solo la sera mi sento meglio.
Tutto questo a 16 anni è normale?

Gabriele3

Giovane Amico

  • "Gabriele3" is male

Posts: 142

Activitypoints: 545

Date of registration: Dec 10th 2012

  • Send private message

2

Tuesday, January 7th 2014, 1:13am

Ti capisco, prima di arrivare a prendere farmaci prova altre strade, trova uno psicologo brevo. Non è la fine del mondo andare dallo psicologo anzi

faust

Nuovo Utente

Posts: 5

Activitypoints: 22

Date of registration: Jan 2nd 2014

  • Send private message

3

Tuesday, January 7th 2014, 3:13am

Ciao! Purtroppo ti capisco perfettamente. TI consiglio di rivolgerti ad un bravo (e sottolineo bravo, nel senso una persona con la quale ti trovi in sintonia) psicologo.
Sei ancora molto giovane , io a quell'età non mi ritrovavo i problemi di ansia ed ansia sociale che si sono presentati invece dopo i 18 anni e che continuano ancora (26 anni).
L'ansia forte ingiustificata è una brutta bestia, annulla qualsiasi talento, non ci permette di focalizzarci ed intraprendere rapporti sociali genuini.
Cerca di capire da dove deriva quest'ansia. Chiediti prima di tutto quali sono i tuoi valori, le tue aspirazioni, cosa ti aspetti da te stesso e dagli altri. Scrivi tutto e conservalo.
Come passi le ore delle tue giornate? (questa è una domanda secondo me fondamentale, che nessuno psicologo mi ha mai fatto)

Raffaele97

Giovane Amico

  • "Raffaele97" is male
  • "Raffaele97" started this thread

Posts: 98

Activitypoints: 434

Date of registration: Nov 14th 2012

Location: Puglia

Occupation: Studente

  • Send private message

4

Tuesday, January 7th 2014, 3:40am

Ci vado già, ma l'ansia aumenta

drcollevecchio

Utente Avanzato

  • "drcollevecchio" is male

Posts: 764

Activitypoints: 2,295

Date of registration: Jul 15th 2013

Location: Pescara

Occupation: Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale

  • Send private message

5

Tuesday, January 7th 2014, 3:45am

Salve,
vai da uno psicologo o da un terapeuta? Se stai facendo terapia e non vedi molti risultati parlane con il tuo terapeuta. E' la persona che ti può aiutare di più
Buona serata
"L'uomo non è spaventato dalle cose, ma dall'idea che ha delle cose" - Epiteto

Raffaele97

Giovane Amico

  • "Raffaele97" is male
  • "Raffaele97" started this thread

Posts: 98

Activitypoints: 434

Date of registration: Nov 14th 2012

Location: Puglia

Occupation: Studente

  • Send private message

6

Tuesday, January 7th 2014, 4:04am

Vado da uno psicologo ma purtroppo forse per paura non dico esattamente tutto

Raffaele97

Giovane Amico

  • "Raffaele97" is male
  • "Raffaele97" started this thread

Posts: 98

Activitypoints: 434

Date of registration: Nov 14th 2012

Location: Puglia

Occupation: Studente

  • Send private message

7

Tuesday, January 7th 2014, 10:43pm

Faust rispondendo alla tua domanda affermo che passo quasi tutte le ore della giornata a pensare negativamente. La mattina vado a scuola decisamente malvolentieri con un dolore allo stomaco sempre per l'ansia e passo momenti di tristezza mischiati alla paura di intervenire, di dire la mia e alla paura di essere valutato negativamente. Il pomeriggio,dopo essere tornato a casa da scuola, passo momenti accettabili o brutti, a seconda di ciò che è avvenuto a scuola. per poi sentirmi decisamente a disagio nel momento in cui devo iniziare a studiare. Esattamente quando cerco di iniziare a studiare ecco che mi si ripresentano in testa tutte le paure relative alla scuola, tutte le cose che mi sono capitate e che ritengo negative e che ho paura si possano ripresentare il giorno seguente. La sera mi sento relativamente meglio, tutto però dipende da ciò che effettivamente sono riuscito a fare il pomeriggio, se ho studiato mi sento un po' meglio, se non ho studiato l'ansia si ripresenta e nella mia mente si susseguono le immagini dei prof. che mi interrogano e che mi mettono voti bassi senza che io abbia avuto l'occasione di dire la mia opinione ( questo è un incubo che ho fatto 2 o 3 volte). Prima di andare a dormire mi tormento e mi ripeto che non sono felice e infine riesco a dormire relativamente bene, a volte penso prima di addormentarmi anche per una buona mezz'oretta a luci spente. Tutto questo quando vado a scuola, mentre quando è vacanza mi si ripresentano sempre le stesse ansie però in contesti diversi: se ad esempio devo andare a cenare con i miei parenti, ho paura di essere deriso da loro per la mia ignoranza, per il mio modo di fare, per il mio comportamento visto che sono spesso silenzioso. Temo che loro possano capire il mio disagio e non vedo l'ora di andarmene via, più o meno come succede quando vado a scuola. Praticamente quando non vado a scuola mi si ripresentano tutte le paure che ho all'interno della mia classe, come se avessi avuto un trauma all'interno di quelle 4 mura.

drcollevecchio

Utente Avanzato

  • "drcollevecchio" is male

Posts: 764

Activitypoints: 2,295

Date of registration: Jul 15th 2013

Location: Pescara

Occupation: Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale

  • Send private message

8

Wednesday, January 8th 2014, 12:45am

Salve,
per correttezza ti consiglio di chiedere un aiuto ad un terapeuta: ha maggiori strumenti per aiutarti.
pensare negativamente.
essere valutato negativamente
si ripresentano in testa
in questi esempi, come in molti altri che hai descritto, avrai notato che il tuo malessere è influenzato dal tuo modo di pensare . Prova a scoprire cosa ti passa nella mente precisamente in quei momenti. Spesso scoprirai che sono pensieri irrazionali e illogici . Scoprendo queste caratteristiche potrai pian piano modificare il tuo modo di pensare verso una modalità più razionale e realistico .
Buona serata :)
"L'uomo non è spaventato dalle cose, ma dall'idea che ha delle cose" - Epiteto

domgio

Giovane Amico

  • "domgio" is male

Posts: 186

Activitypoints: 607

Date of registration: Feb 14th 2010

Location: Emilia Romagna

  • Send private message

9

Wednesday, January 8th 2014, 12:50am

ciao Raffaele
non vuoi provare a dire qui quello che non riesci a dire allo psicologo?
qui c'è l'anonimato.