Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Milo

Utente Attivo

  • "Milo" started this thread

Posts: 60

Activitypoints: 250

Date of registration: Oct 27th 2013

  • Send private message

1

Tuesday, February 26th 2019, 3:44am

paura di avere problemi cognitivi

Ho un problema che mi condiziona un sacco nelle relazioni sociali... sento perció la necessità di esporvelo.. passo subito al dunque senza perdermi troppo in parole.. allora questo problema si manifesta nelle occasioni in cui devo impegnarmi per farmi capire dagli altri.. cioè quasi sempre visto che lo stare con gli altri presuppone lo scambio di opinioni... bene, io quando devo esporre un concetto faccio una fatica enorme, sia quando devo renderlo comprensibile per iscritto che quando devo farlo oralmente... gli altri si accorgono di questo mio disagio e perció mi scansano..

È vero che soffro d' ansia ma non credo che questo problema possa offuscare la mente a tal punto da non consentirle di eseguire i compiti piú facili e scontati... anche se mi farebbe piacere crederlo perchè se non fosse così dovrei per forza di cose attribuire il danno all'asfissia neonatale, che é una complicanza del parto in cui il cervello del neonato non viene ossigenato a dovere.. purtroppo io l' ho avuta...

Voi cosa ne pensate?... l' ansia puó davvero provocare questo tipo di problema? Io sinceramente non credo anche perchè conosco gente ansiosa e irrequieta che riesce ad esprimersi benissimo...

Elix

Utente Attivo

  • "Elix" has been banned

Posts: 71

Activitypoints: 234

Date of registration: Feb 21st 2019

  • Send private message

2

Tuesday, February 26th 2019, 5:18am

A me da come hai esposto l argomento non sembra tu abbia problemi nella scrittura come dici... gente con problemi veri ne conosco, e se lo sognano un discorso ben articolato come il tuo
VENGA IL REGNO, SONO TORNATO

ansia123

Amico Inseparabile

  • "ansia123" is female

Posts: 1,552

Activitypoints: 4,428

Date of registration: Apr 16th 2016

  • Send private message

3

Tuesday, February 26th 2019, 9:26am

Ciao! per quello che so io, anche per esperienza diretta, l'ansia può "offuscare" la mente...anche perchè quando abbiamo un problema di ansia o ipocondria la nostra mente pensa ossessivamente solo a quello....questo rende difficile concentrarsi su altro...così capita che la gente ti parli e tu non comprenda fino in fondo ciò che hanno detto (non per incapacità o poca intelligenza ma perchè si sta pensando ad altro)...si fanno cose e presto ci si "dimentica" di averle fatte (ma se ci si concentra si ricordano eccome) e via dicendo...stessa cosa può capitare nel momento in cui si deve intavolare un discorso...se la mente vaga su pensieri ansiogeni non si riesce a concentrarsi per parlare di un certo argomento in modo sciolto e fluente...

Vitto75-pr

Giovane Amico

  • "Vitto75-pr" is male

Posts: 336

Activitypoints: 513

Date of registration: Nov 8th 2017

Location: Parma

Occupation: Progettista meccanico

  • Send private message

4

Tuesday, February 26th 2019, 10:18am

Io se ho la mente che pensa a qualcosa di brutto...cambio completamente stato comportamentale, tipo un bipolarismo, mi dimentico di tutto..ance la spesa...e mi concentro solo su quello.. Complimenti comunque per il discorso scritto..nn hai problemi a farti capire,stai tranquillo... :)

coswario33

Utente Attivo

  • "coswario33" is male

Posts: 54

Activitypoints: 171

Date of registration: Apr 19th 2018

Location: Milano

Occupation: Studente

  • Send private message

5

Tuesday, February 26th 2019, 7:17pm

Ciao Milo!

Non credo tu soffra di problemi cognitivi, altrimenti non avresti articolato il discorso come hai ben fatto, e soprattutto non saresti qui a scrivere sul forum probabilmente!

Per la mia esperienza, quando era nel pieno dei miei disturbi di ansia e depressione, mi sembrava di non essere più in grado di seguire un discorso, e anche a me, sviluppare un pensiero mio per poi esplicarlo a parole sembrava qualcosa di impossibile... tutte cose che ovviamente erano solo nella mia testa! Quando ho ritrovato un po' di serenità, grazie alle terapie, mi sono accorto che in relatà ero perfettamente in grado di reggere ogni tipo di confronto!

Ti invito quindi a non mollare... Perché comunque non provi a fare dei test per provare che NON sei affetto da disturbi cognitivi?

Ciaooo

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,311

Activitypoints: 3,331

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

6

Tuesday, February 26th 2019, 9:20pm

Siamo tutti diversi, difronte alla stessa situazione reagiamo tutti in maniera comunque differente anche se simile...questo accade anche nel nostro personale modo di elaborare le idee ed i concetti...e nel modo di esprimerli e nel modo di assimilare. E' come dire una barzelletta che ci pare bellissima e divertente ma nessuno la capisce...i casi sono pochi...scarso senso dell'umorismo di chi ascolta, barzelletta brutta o non si è capaci di raccontarla. Ci vuole tanto lavoro...ti consiglio anche leggere molti libri scritti bene...poi serenità e vedrai che reggerai bene le conversazioni.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Milo

Utente Attivo

  • "Milo" started this thread

Posts: 60

Activitypoints: 250

Date of registration: Oct 27th 2013

  • Send private message

7

Tuesday, February 26th 2019, 11:49pm

E' vero... quando si parla dal vivo con una persona potrebbero entrare in gioco tanti fattori in grado di scatenare l'ansia che indebolisce la prontezza di pensiero... io però ho difficoltà a farmi capire anche tramite la scrittura... inoltre faccio fatica a comprendere un testo... non so quindi se sia soltanto l'ansia a generare il disturbo...posso soltanto dire che in genere quando devo affrontare queste attività mi sento ansioso oppure apatico... queste sensazioni comunque si avvicendano in maniera costante per tutta la giornata... non credo però che siano sufficienti da sole a provocare un fastidio cosi importante... anche perchè sono molti quelli che pur provandole riescono ad esprimersi in maniera lodevole...

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,311

Activitypoints: 3,331

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

8

Wednesday, February 27th 2019, 6:55am

Potrebbe essere l'ansia, anche i farmaci se ne prendi. Si possono fare comunque test cognitivi, chiedi al medico curante, i tempi di attesa sono lunghi. Io ho avuto un ictus e capisco quando non si riesce a farsi comprendere, magari in testa hai il concetto ed il discorso chiaro. Terribile il fatto che gli altri ti scansino per questo, ma è solo questo? Siamo esseri umani ed ormai una certa ''crudeltà'' sembra essere una caratteristica tipica. Richiedi al medico di fare i test, di solito uno riguarda la memoria e l'altro le capacità cognitive di percezione, elaborazione e soluzione. Buon proseguimento. Non avvilirti.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Milo

Utente Attivo

  • "Milo" started this thread

Posts: 60

Activitypoints: 250

Date of registration: Oct 27th 2013

  • Send private message

9

Thursday, February 28th 2019, 4:24pm

Guarda è dura rapportarsi con gli altri e rendersi conto di essere sempre il peggiore...e anche se il mondo non è composto soltanto da gente cattiva che non ci pensa un attimo a farti notare i tuoi problemi, soffri ugualmente perchè sei consapevole di avere dei disturbi cognitivi... basta che conversi con una persona tramite whatsapp per prendere coscienza di ció... io ad esempio ci metto tantissimo tempo per scrivere un messaggio mentre gli altri riescono ad elaborarlo in pochi secondi e con risultati certamente migliori dei miei...
Inoltre una persona con problemi intellettivi passa le sue giornate invaso dalla noia perchè non riesce a studiare oppure a dialogare con gli altri.. insomma in situazioni del genere è veramente difficile non farsi prendere dallo sconforto...

P.S sono rimasto particolarmente colpito dal messaggio di un utente che è intervenuto in questa discussione dicendo di aver sofferto in passato dei miei stessi problemi e di averli poi risolti ... posso sapere in che modo? ...forse peró non erano gravi quanto i miei...

This post has been edited 1 times, last edit by "Milo" (Feb 28th 2019, 5:51pm)


pino33bis

Giovane Amico

Posts: 349

Activitypoints: 689

Date of registration: Jun 28th 2013

  • Send private message

10

Thursday, February 28th 2019, 5:02pm

beh si milo i problemi tuoi sono sempre piu' gravi degli altri, è cosi' che funziona,

pensiamo di avere solo noi quei problemi! L'ansia ci offusca la mente, e ci rende

la vita difficile, con centinaia di somatizzazioni diverse......quindi quando sei

con gl amici e devi parlare non dare retta a questi pensieri che ti massacrano,

ma bensi da come scrivi credo che riesci anche ad esprimerti bene, devi guardare

in faccia la paura, e vedrai che piano piano ce la fai. Devi accrescere la tua

autostima che ora è molto bassa, si evince dal fatto che scrivi che gli altri sono

piu' bravi, tu non sei capace ecc. Lavora sulla tua autostima

Milo

Utente Attivo

  • "Milo" started this thread

Posts: 60

Activitypoints: 250

Date of registration: Oct 27th 2013

  • Send private message

11

Friday, March 1st 2019, 3:49pm

beh si milo i problemi tuoi sono sempre piu' gravi degli altri, è cosi' che funziona,

pensiamo di avere solo noi quei problemi! L'ansia ci offusca la mente, e ci rende

la vita difficile, con centinaia di somatizzazioni diverse......quindi quando sei

con gl amici e devi parlare non dare retta a questi pensieri che ti massacrano,

ma bensi da come scrivi credo che riesci anche ad esprimerti bene, devi guardare

in faccia la paura, e vedrai che piano piano ce la fai. Devi accrescere la tua

autostima che ora è molto bassa, si evince dal fatto che scrivi che gli altri sono

piu' bravi, tu non sei capace ecc. Lavora sulla tua autostima


I consigli che mi hai dato sono buoni anche se poco adatti per essere rivolti ad una persona come me che hai dei limiti e non puó far perno quindi sulla forza di volontà per cambiare in meglio la sua situazione..
Evidentemente nel formularli non hai tenuto conto della grande sventura che mi è capitata da piccino: ho avuto l' asfissia neonatale ed il mio cervello è rimasto senza ossigeno per un breve lasso di tempo.. da ció capirai che per me è estremamente complicato competere con gli altri anche se acquisissi piú fiducia in me stesso ed evitassi di piangermi sempre addosso...

Milo

Utente Attivo

  • "Milo" started this thread

Posts: 60

Activitypoints: 250

Date of registration: Oct 27th 2013

  • Send private message

12

Saturday, March 16th 2019, 4:37pm

Non riesco a spiegarmi il motivo per cui il mio problema è stato preso alla leggera.. sono state poche infatti le persone che sono intervenute in questo post per darmi dei suggerimenti su come poterlo affrontare al meglio.. constato invece che quando una persona lamenta un problema d'ansia o di depressione riesce a catturare l'attenzione di molti piú utenti.. eppure il mio distutbo è molto piú serio ed invalidante... e c'è da dire inoltre che nella maggior parte dei casi crea proprio problemi d'ansia e di depressione... non potrebbe essere altrimenti visto che chi ha disturbi cognitivi preferisce stare da solo piuttosto che fare brutte figure con gli altri... che dire.. pensavo di trovare in questo forum piú comprensione.. invece purtroppo mi sono accorto che anche qui la gente ignora le problematiche veramente serie per interessarsi a quelle meno pesanti..

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,311

Activitypoints: 3,331

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

13

Saturday, March 16th 2019, 5:03pm

Scusami Milo, noi non siamo dei medici e ci basiamo solo ed esclusivamente su base delle nostre esperienze. A volte alcuni utenti che intervengono, scrivono dei post che sono esaurienti ed ai quali altri utenti non hanno nulla da aggiungere...tutto quì...non ha suscitato scarso interesse il tuo thread, tutt'altro...io, personalmente, in base alle mie esperienze ti consigliai di chiedere al medico di farti eseguire ''test'' medici appositi per avere una diagnosi attendibile...mi auguro che tu ti sia prenotato, nel frattempo. Buon proseguimento. Ciao.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Milo

Utente Attivo

  • "Milo" started this thread

Posts: 60

Activitypoints: 250

Date of registration: Oct 27th 2013

  • Send private message

14

Saturday, March 16th 2019, 6:04pm

Scusami Milo, noi non siamo dei medici e ci basiamo solo ed esclusivamente su base delle nostre esperienze. A volte alcuni utenti che intervengono, scrivono dei post che sono esaurienti ed ai quali altri utenti non hanno nulla da aggiungere...tutto quì...non ha suscitato scarso interesse il tuo thread, tutt'altro...io, personalmente, in base alle mie esperienze ti consigliai di chiedere al medico di farti eseguire ''test'' medici appositi per avere una diagnosi attendibile...mi auguro che tu ti sia prenotato, nel frattempo. Buon proseguimento. Ciao.



È vero... dovrei consultare un medico che abbia le competenze per capire se l'asfissia neonatale mi abbia davvero provocato dei danni...io comunque sono sicuro di si visto che non sono pronto e perspicace come gli altri... il motivo che mi trattiene peró dal chiedere un consulto dal vivo è legato essenzialmente all'età... infatti molti medici non ritengono che sia importante per una persona di trent'anni sapere se ha dei problemi intellettivi o meno.. sono piú propensi a fare queste indagini quando il paziente è piccolino... io quindi ho paura che ripongano la loro attenzione sui miei problemi secondari(ansia- depressione) e non diano invece la giusta risonanza a quello primario, che poi secondo me è la causa di tutti i miei mali... d'altronde è anche comprensibile che si regolino in questo modo... sappiamo bene infatti che i problemi cognitivi non possono essere risolti mentre quelli psichiatrici in larga parte si...

This post has been edited 3 times, last edit by "Milo" (Mar 16th 2019, 8:21pm)


windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,311

Activitypoints: 3,331

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

15

Saturday, March 16th 2019, 7:10pm

Non entro in discussione in merito alle decisioni del tuo medico, ma puoi richiedere quegli esami...i tempi di attesa sono lunghi... io ho avuto un ictus e non tornerò mai come prima...è già molto quello che riesco a fare nonostante i danni celebrali evidenti e notevoli. Puoi farti seguire da uno psicoterapeuta...alcuni sanno seguire bene pazienti con apparenti o effettive difficoltà cognitive...i problemi cognitivi in pochi casi potranno essere ridotti, idem per quelli psichiatrici...guarire completamente, forse significa essere un'altra persona.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere