Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

auledimandos

Nuovo Utente

  • "auledimandos" started this thread

Posts: 3

Activitypoints: 23

Date of registration: Jun 30th 2008

  • Send private message

1

Thursday, July 3rd 2008, 11:31am

Quando si parla di Morte, si tende a sconfiggerla dicendo "quando verrà verrà!".
Poi in realtà quando ci si ferma a pensarci un pò più profondamente, ci si rende conto che è una cosa dalla quale non si potrà sfuggire e che giorno per giorno si avvicina sempre più.
A volte quando guardo dei documentari sulle civiltà passate, penso che sarebbe stato bello vivere in quell'era...... ma poi mi rendo conto che sarei già morto da migliaia di anni e allora mi vengono in mente tutte quelle paranoie dell'infinito legate al tempo e allo spazio........
Voui cosa ne pensate?
Chi non sa guardare oltre può rubare quell'apparenza, appropriarsene lasciandola però vuota.

ninja78

Utente Attivo

  • "ninja78" has been banned

Posts: 53

Activitypoints: 229

Date of registration: May 19th 2008

  • Send private message

2

Thursday, July 3rd 2008, 12:46pm

La morte è una delle cose che da sempre spaventa l'uomo!
Non credo ci siano persone che non la temono,ma è vero anche che quando uno è morto è morto.
Sinceramente mi spaventa + pensare di soffrire in vita,di vivere male,o di perdere le persone con cui sono legato.
Quello mi infonde una tristezza infinita. Che tutto un giorno finirà è risaputo per tutti,alla morte non si sfugge è così da sempre e sempre lo sarà. Le paranoie sono alla base di noi ansiosi,infatti le cose ignote ci terrorizzano in maniera elevata.

3

Thursday, July 3rd 2008, 2:43pm

La vita è un passaggio...
La morte mi spaventa si...un giorno ci sei...l'altro non puoi saperlo...
E' per questo che ogni mattina tutti dovremmo ringraziare il cielo perchè ci dà la grande oppurtunità di esistere ancora...
Per questo dobbiamo vivere ogni istante come se fosse l'ultimo...e apprezzare le piccole cose...i piccoli miracoli che ogni giorno abbiamo la possiblità di godere...
Qst pezzo mi piace un sacco...


Un bambino incontra su una spiaggia una donna che non conosce...
Lei gli racconta che "nella spiaggia a est del paese c'è un'isola sulla quale sorge un gigantesco tempio con tante campane".
Il bambino incuriosito, vuole vedere l'isola, ma scopre che è sprofondata molto tempo prima, a causa di un terremoto;
quando il mare le scuote, si possono però ancora udire le campane sommerse, dicono i pescatori.
Anche il bimbo le vuole sentire, ma per quanto ci provi non un suono giunge.
Nell'attesa, impara comunque ad ammirare e comprendere lo spettacolo della natura: il rumore delle onde, le strida dei gabbiani, il ronzio delle api, il vento che sibila fra le palme.
E' allora, proprio quando sta per rinunciare, che riesce a udire le campane.

Anni dopo, diventato adulto, incontra di nuovo la strana donna, la quale gli porge un quaderno azzurro con le pagine bianche e gli dice "Scrivi".

Che cos'è un guerriero della luce ?

"E' colui che è capace di comprendere il miracolo della vita, di lottare fino alla fine per qualcosa in cui crede, e di sentire allora le campane che il mare fa rintoccare nel suo letto"

piccolina79

Utente Attivo

Posts: 83

Activitypoints: 284

Date of registration: Feb 4th 2008

Location: milano

  • Send private message

4

Thursday, July 3rd 2008, 3:01pm

elena sono senza parole......!!!!!!

sono molto daccordo con te, sul fatto che dovremmo vivere ogni istante come se fosse l'ultimo...e apprezzare le piccole cose...i piccoli miracoli che ogni giorno abbiamo la possiblità di godere... nn potevi dire cosa migliore.......!!!!

a me spaventa moltissimo l'idea della fine della vita, a volte mi capita di fare certi pensieri prima di addormentarmi, e questo mi fa' piangere sempre.......ma nn la mia morte....ma quella delle persone che amo.......nn posso pensare di vivere la mia vita senza ogniuno di loro e se ci penso l'unica cosa che dico sempre e' che vorrei non esserci prima io per non soffrire della pendita di un mio caro !!!

oddio che cosa triste......!!!purtroppo questa e' la vita e bisogna accettare anche questo, ma io non mi perdero' un'attimo della mia vita e mi godro' ogni istante della vita dei miei cari !!!
Muore solo un amore che smette di essere sognato.

PaulVerlaine

Il Poeta Maledetto

  • "PaulVerlaine" is male

Posts: 1,643

Activitypoints: 5,092

Date of registration: Apr 26th 2008

Location: dans le bleu d'une mer sans fin

  • Send private message

5

Thursday, July 3rd 2008, 3:01pm

Quoted from "PUCCAFUNNYLOVE"

E' per questo che ogni mattina tutti dovremmo ringraziare il cielo perchè ci dà la grande oppurtunità di esistere ancora...
Per questo dobbiamo vivere ogni istante come se fosse l'ultimo...e apprezzare le piccole cose...i piccoli miracoli che ogni giorno abbiamo la possiblità di godere...

WOW è bellissimo e verissimo tutto ciò.... grazie Ely!! Non sarebbe necessario e dovuto che io oggi sia ancora qui a pranzare un'altra volta, leggere quello che scrivete, scrivere le mie risposte, incontrare un amico, etc.etc. ... però l'Universo sta permettendo ancora che accadano tutti questi miracoli. Questo vale per tutti, dovrebbe bastarci per essere ricolmi di accettazione e di gratitudine!!

Quanto alla morte... quando attraverso varie teorie, approcci, culture, religioni, filosofie etc. ci troviamo per un attimo a considerare l'idea di non essere mortali - che solo il corpo e l'identità mentale che lo accompagnano lo siano, ma qualcosa rimanga e sia eterno, non so se è successo anche a voi, sorge una paura differente, la paura dell'eternità... insomma, noi siamo abituati a un mondo di cose effimere, che si distruggono, si consumano, muoiono e passano. Eternità è una parola davvero grossa.. e noi, che siamo abituati a un centinaio di anni di vita quando va bene, già a pensare a 3000 anni fa sentiamo un po' di stordimento.. che dire allora se fossero 30000, o 3 milioni.. o 3 miliardi.. o 30 miliardi? Eppure, di fronte all'eternità 30 miliardi di anni sono un niente.
30 miliardi di anni di esistenza... è una cosa troppo grande, immensa, vasta.. il nostro essere così piccolo e misero non può non averne paura.. figuriamoci dell'eternità. Eppure, per sfuggire alla paura della morte, dobbiamo pensare che qualcosa di noi sia 'eterno'.
É vero quello che dicono alcuni maestri: che non è l'infinito a resisterci, siamo noi che gli resistiamo. E la paura è la ragione. Ne abbiamo paura, è inevitabile. Penso che l'unico modo di uscirne - dalla paura della 'fine' futura e dalla paura opposta dell'infinito - sia uscire da un sistema di pensiero temporale. Il tempo non esiste: futuro, passato, inizio durata e fine, un tempo di durata eterna... tutto ciò è solo nella nostra mente. Ciò che c'è è solo il momento presente, qui e ora. Dobbiamo convincercene in modo totale e cercare di concentrarci assolutamente su questo. É l'unico modo per abbandonare ogni paura.
and maybe I will see a different destiny
like knowing you at all was only a bad dream.

6

Thursday, July 3rd 2008, 3:10pm

Quoted from "piccolina79"

elena sono senza parole......!!!!!!

sono molto daccordo con te, sul fatto che dovremmo vivere ogni istante come se fosse l'ultimo...e apprezzare le piccole cose...i piccoli miracoli che ogni giorno abbiamo la possiblità di godere... nn potevi dire cosa migliore.......!!!!

a me spaventa moltissimo l'idea della fine della vita, a volte mi capita di fare certi pensieri prima di addormentarmi, e questo mi fa' piangere sempre.......ma nn la mia morte....ma quella delle persone che amo.......nn posso pensare di vivere la mia vita senza ogniuno di loro e se ci penso l'unica cosa che dico sempre e' che vorrei non esserci prima io per non soffrire della pendita di un mio caro !!!

oddio che cosa triste......!!!purtroppo questa e' la vita e bisogna accettare anche questo, ma io non mi perdero' un'attimo della mia vita e mi godro' ogni istante della vita dei miei cari !!!

Cara Samy io temo più la morte dei miei cari che la mia.....................
Per questo non dobbiamo mai smettere di farli sentire importanti...di dargli tutto l'amore possibile...
Conosco persone che si trattengono dall'esprimere i propri sentimenti...e poi quando è troppo tardi si disperano per non aver mai detto veramente cosa c'era dentro al loro cuore...
E allora noi non tratteniamo nulla dentro...doniamo...doniamo...perchè la vita è breve...ma l'amore è eterno...

7

Thursday, July 3rd 2008, 3:11pm

Quoted from "PaulVerlaine"

Quoted from "PUCCAFUNNYLOVE"

E' per questo che ogni mattina tutti dovremmo ringraziare il cielo perchè ci dà la grande oppurtunità di esistere ancora...
Per questo dobbiamo vivere ogni istante come se fosse l'ultimo...e apprezzare le piccole cose...i piccoli miracoli che ogni giorno abbiamo la possiblità di godere...

WOW è bellissimo e verissimo tutto ciò.... grazie Ely!! Non sarebbe necessario e dovuto che io oggi sia ancora qui a pranzare un'altra volta, leggere quello che scrivete, scrivere le mie risposte, incontrare un amico, etc.etc. ... però l'Universo sta permettendo ancora che accadano tutti questi miracoli. Questo vale per tutti, dovrebbe bastarci per essere ricolmi di accettazione e di gratitudine!!

Quanto alla morte... quando attraverso varie teorie, approcci, culture, religioni, filosofie etc. ci troviamo per un attimo a considerare l'idea di non essere mortali - che solo il corpo e l'identità mentale che lo accompagnano lo siano, ma qualcosa rimanga e sia eterno, non so se è successo anche a voi, sorge una paura differente, la paura dell'eternità... insomma, noi siamo abituati a un mondo di cose effimere, che si distruggono, si consumano, muoiono e passano. Eternità è una parola davvero grossa.. e noi, che siamo abituati a un centinaio di anni di vita quando va bene, già a pensare a 3000 anni fa sentiamo un po' di stordimento.. che dire allora se fossero 30000, o 3 milioni.. o 3 miliardi.. o 30 miliardi? Eppure, di fronte all'eternità 30 miliardi di anni sono un niente.
30 miliardi di anni di esistenza... è una cosa troppo grande, immensa, vasta.. il nostro essere così piccolo e misero non può non averne paura.. figuriamoci dell'eternità. Eppure, per sfuggire alla paura della morte, dobbiamo pensare che qualcosa di noi sia 'eterno'.
É vero quello che dicono alcuni maestri: che non è l'infinito a resisterci, siamo noi che gli resistiamo. E la paura è la ragione. Ne abbiamo paura, è inevitabile. Penso che l'unico modo di uscirne - dalla paura della 'fine' futura e dalla paura opposta dell'infinito - sia uscire da un sistema di pensiero temporale. Il tempo non esiste: futuro, passato, inizio durata e fine, un tempo di durata eterna... tutto ciò è solo nella nostra mente. Ciò che c'è è solo il momento presente, qui e ora. Dobbiamo convincercene in modo totale e cercare di concentrarci assolutamente su questo. É l'unico modo per abbandonare ogni paura.

Caro Vichy...hai ragione...
Vivi momento x momento, muori al passato, nn proiettare alcun futuro...godi il silenzio, la gioia, la bellezza di qst momento...

piccolina79

Utente Attivo

Posts: 83

Activitypoints: 284

Date of registration: Feb 4th 2008

Location: milano

  • Send private message

8

Thursday, July 3rd 2008, 3:16pm

stupendo elena....tu sei una ragazza molto profonda....
infatti io vivo donando i miei pensieri a tutte le persone che mi circondano, ho sempre voglia di dire a chi amo che l'amo, e di far capire l'oro quanto valgono per me......nn voglio rimpiangere nulla MAI ed e' per questo che voglio godermi sempre tutto e tutti !!!

grazie per le tue bellisime parole....
ti abbraccio forte .....
samy
Muore solo un amore che smette di essere sognato.

9

Thursday, July 3rd 2008, 3:20pm

Profonda di stomaco!!! awawawawa aaaaaaaaaaaaaa :tooth::tooth::tooth::tooth::tooth:
E daiii che me fate imbarazzàààà :red::red::red:
Anche tu sei adorabile Samy...
bacini bacetti

simy

Utente Attivo

Posts: 86

Activitypoints: 335

Date of registration: Jun 23rd 2008

  • Send private message

10

Thursday, July 3rd 2008, 3:58pm

anch'io da ragazza temevo di + nella morte degli altri, adesso, soprattutto in questo periodo di ansia, temo di + la mia, x' vedo la mia vita condizionata da quella dei miei figli, vedo loro dipendenti da me.

anche se nn potrei nemmeno immaginare la MIA VITA SENZA DI LORO.

Infatti forse questi mia ansia è nata da un storia sentita qualche mese prima di avere l'attacco di panico dove una mamma aveva perso un bimbo di 18 mesi x una malattia banale, da quel giorno di notte mi svegliavo in preda all'ansia al minimo colpo di tosse.

lilith76

Giovane Amico

Posts: 121

Activitypoints: 469

Date of registration: May 27th 2008

  • Send private message

11

Thursday, July 3rd 2008, 4:52pm

Quoted from "PUCCAFUNNYLOVE"

La vita è un passaggio...
La morte mi spaventa si...un giorno ci sei...l'altro non puoi saperlo...
E' per questo che ogni mattina tutti dovremmo ringraziare il cielo perchè ci dà la grande oppurtunità di esistere ancora...
Per questo dobbiamo vivere ogni istante come se fosse l'ultimo...e apprezzare le piccole cose...i piccoli miracoli che ogni giorno abbiamo la possiblità di godere...
Qst pezzo mi piace un sacco...


Un bambino incontra su una spiaggia una donna che non conosce...
Lei gli racconta che "nella spiaggia a est del paese c'è un'isola sulla quale sorge un gigantesco tempio con tante campane".
Il bambino incuriosito, vuole vedere l'isola, ma scopre che è sprofondata molto tempo prima, a causa di un terremoto;
quando il mare le scuote, si possono però ancora udire le campane sommerse, dicono i pescatori.
Anche il bimbo le vuole sentire, ma per quanto ci provi non un suono giunge.
Nell'attesa, impara comunque ad ammirare e comprendere lo spettacolo della natura: il rumore delle onde, le strida dei gabbiani, il ronzio delle api, il vento che sibila fra le palme.
E' allora, proprio quando sta per rinunciare, che riesce a udire le campane.

Anni dopo, diventato adulto, incontra di nuovo la strana donna, la quale gli porge un quaderno azzurro con le pagine bianche e gli dice "Scrivi".

Che cos'è un guerriero della luce ?

"E' colui che è capace di comprendere il miracolo della vita, di lottare fino alla fine per qualcosa in cui crede, e di sentire allora le campane che il mare fa rintoccare nel suo letto"

come sono d'accordo!!!conosco questo passaggio che hai citato...riflette perfettamente il mio pensiero. Il problema è metterlo in pratica. Una volta lessi non so dove questa frase " Quando la morte verrà mi troverà vivo" ecco quello che io spesso non riesco a fare. E intrappolata dalla paura della morte mi chiudo in me stessa ogni giorno sempre di più, con rari momenti di tregua dove esco di nuovo fuori....penso che tutti temano la morte, nessuno escluso. Solo che c'è chi le va incontro con maggiore consapevolezza e quindi essendo capace di vivere al massimo fino a quel momento e chi invece fa finta che non esista e scappa scappa senza arrivare in realtà da nessuna parte....

12

Thursday, July 3rd 2008, 6:10pm

Che senso ha rimanere intrappolati dalla paura della morte????
Gioisci per tutto quello che hai e non ci pensare...che tanto o ci pensi non ci pensi arriva lo stesso per tutti...

13

Thursday, July 3rd 2008, 6:30pm

Diceva qualcuno (forse una frase dei baci perugina?...no, a ben pensarci non potevano essere baci perugina :o ) che chi ha paura della morte, in realtà, ha paura di non vivere bene.
Bisogna concentrarsi su quello che si ha e su cui si può intervenire!
A volte a me viene paura della morte (mia e delle persone che amo), delle malattie, degli incidenti...e mi prendono gli attacchi d'ansia. Un modo x neutralizzarli che ho trovato, paradossalmente, è pensare che OGNI COSA potrebbe succedere IN OGNI MOMENTO: siccome la mia ansia "visualizza" massimo una o due situazioni alla volta, in questo modo la confondo e la placo un pò. :D

14

Friday, July 4th 2008, 9:00am

Baci perugina???? :lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol:

pw81

Colonna del Forum

  • "pw81" has been banned

Posts: 1,809

Activitypoints: 6,807

Date of registration: Jun 18th 2008

  • Send private message

15

Friday, July 4th 2008, 11:01am

Beh ma per noi ansiosi, depressi, paranoici la morte dovrebbe essere vista come una liberazione, no?
Cioè per noi l'idea della morte dovrebbe spaventarci meno rispetto ai "normali"...
''il depresso è un narcisista fallito''