Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Lollox

Nuovo Utente

  • "Lollox" is male
  • "Lollox" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Oct 13th 2019

  • Send private message

1

Sunday, October 13th 2019, 9:12pm

Passaggio a zoloft dopo paroxetina

Salve a tutti,
Ho 28 anni e in passato ho assunto paroxetina.
Anzi l’ho assunta fino a poco fa a dosaggi molto bassi(13 gocce di daparox).
In passato sono arrivato a prendere anche 20 mg di seurepin (dosaggio minimo teoricamente).
Il mio problema è l’ansia.
Sono sempre stato ansioso da morire e negli ultimi anni ho sviluppato anche gli attacchi di panico.
Tutto questo per colpa di un evento che mi ha traumatizzato.
Un giorno fui ripreso davanti a 50 persone per una cosa che non avevo fatto, ero innocente, ed era una cavolata ma avere gli occhi di 50 persone addosso improvvisamente mi fece cascare nel panico.
Cominciai a sudare e non riuscivo a smettere.
Da circa 5 anni ho questa paura tutte le volte che esco e la mia vita è molto limitata, anche se a volte mi sforzo di uscire ma non è facile.
Vado in psicoterapia e ho anche capito cosa sbaglio ma non mi basta.
Gli attacchi stavano diventando sempre più frequenti, la paura che possano venirmi in determinate situazioni sociali non mi sta facendo vivere.
Così parlando con il mio psicoterapeuta che è laureato anche in medicina abbiamo deciso di intraprendere la cura con zoloft 50 mg.
Oggi sono al 25esimk giorno, il 16esimo a 50 mg (9 ne ho fatti a 25 mg).
Miglioramenti? Pochi se non nessuno.
Ho sempre tantissima ansia e gli attacchi pur sforzandomi continuano a venirmi.
Dovrei cambiare farmaco?
O aspettare ancora un po’?
Attendo le vostre esperienze per capirci qualcosa

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" is male

Posts: 1,600

Activitypoints: 4,536

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

2

Wednesday, October 16th 2019, 7:00pm

ciao. Affinchè una terapia farmacologica abbia "piena efficacia" un ruolo importante è svolto dal dosaggio del farmaco. Purtroppo molti specialisti tendono a mantenere per mesi dosaggi bassi facendo si che i sintomi si protraggano nel tempo creando nel cervello la famopsa frase "non ne esco più". La molecola deve raggiungere il dosaggio ottimale partendo da quello più basso, aggiungendo ogni 4/5 giorni un aumento di dose. Nel frattempo ci si tiene in contatto con lo specialista per comunicare effetti sia positivi che negativi. Quando si raggiunge la dose massima questa viene mantenuta per almeno due settimane e se non ci sono miglioramenti, con apposito scalaggio si passa ad altra molecola e grazie a Dio ne esistono decine. Inizialmente si associa anche una benzodiazepina perchè ricorda che un antidepressivo ha un tempo di latenza (risposta) che va delle 3 alle 4 settimane, quindi in questo periodo si somministra un farmaco "cuscinetto".
Io non sono un medico quindi nessun consiglio, questo è compito dello specialista, ma quello che ho scritto è un dato di fatto, molte persone continuano a "soffrire" proprio perchè si affidano a medici non specialisti, che non hanno la conoscenza e la maneggevolezza dell'utilizzo degli psicofarmaci, che, per il sottoscritto è un compito demandato solo ed esclusivamente ad un psichiatra.......... In bocca al lupo....... :thumbup: