Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

micia

Nuovo Utente

  • "micia" started this thread

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Aug 23rd 2007

  • Send private message

1

Thursday, August 23rd 2007, 6:14pm

Salve, sono nuova. ho letto la lettera di paura76 e mi ci sono rispecchiata. anche io ho trovato una persona importante, e un pomeriggio, sdraiati sul divano mentre lui dormiva, ho pensato alla paura di potergli fare del male. ma perchè? la mia ansia-depressione è inizata nel 200 quando ho cambiato città. a 19 anni sono andata a roma x studiare, gli anni più belli della mia vita, poi per amore (un amore algido) mi sono trasferita al nord. da lì brutti pensieri, ossessione di poter fare del male a qualcuno, attacchi di panico. mia madre mi ha costretta a tornare a casa, mi ha portata dal neurolo, e dopo le medicine sono stata meglio (non dormivo più angosciata dai brutti pensieri). stata meglio... che parolone... non sono tornata allegra, curiosa ed entusiasta come prima, ma meno ossessiva si. che fare? anche io ho il rimpianto della mia solarità, della mia voracità nei confronti della vita. ora ho sempre paura, anche di un viaggio o di un'uscita. poi faccio le cose evitando di pensarci, ma torno a casa e le mie riflessioni vanno li. che fatica. riuscirò a sorridere di nuovo e a svegliarmi chiedendomi "cosa succederà oggi di nuovo?".
grazie

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" is female

Posts: 4,768

Activitypoints: 14,783

Date of registration: Jun 5th 2007

Location: il pianeta delle Fate

  • Send private message

2

Friday, August 24th 2007, 11:50am

Ciao, benvenuta sul forum!
Grazie per aver scritto della tua storia. Qui troverai sicuramente persone con cui confrontarti :)
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

paura76

Nuovo Utente

Posts: 5

Activitypoints: 22

Date of registration: Aug 13th 2007

  • Send private message

3

Friday, August 24th 2007, 12:04pm

Ciao Micia,
ti assicuro che come te e me ce ne sono altre 300000 persone che hanno questi "problemi" che sono normalissimi!! Il problema è come noi risciamo ad affrontarli: c'è chi li affronta senza "paura" e chi li affronta con ansie. Vorrei dirti che tutto si risolve da se ma, secondo la mia esperienza, delle volte si deve chiedere aiuto (e in questo non c'è veramente niente di male!!). Io 7 anni fa quando ho avuto i primi attacchi di panico sono andata dal medico che mi ha dato degli psicofarmaci molto blandi. Risultato: dopo 3 giorni mi sentivo talmente inebetita che li ho interrotti! E lì c'è stata un pò la svolta di quel momento: mia sorella mi ha letteralmente spedita da una analista dalla quale sono andata per circa un anno risolvendo moltissimi dei problemi che avevo in quel momento. Naturalmente io non li vedevo come problemi, anzi, non mi rendevo nemmeno conto che ci fossero!!!! Il consiglio che ti posso dare (da NON ESPERTA sia chiaro) è quello di rivolgerti ad una analista per affrontare queste ansie ed attacchi di panico in quanto questi sono campanelli di allarme che il nostro cervello ci invia quando qualcosa dentro di noi non va per il verso giusto.
Un grosso in bocca al lupo e un abbraccio forte forte...vedrai che tutto passerà ;)

micia

Nuovo Utente

  • "micia" started this thread

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Aug 23rd 2007

  • Send private message

4

Friday, August 24th 2007, 2:56pm

grazie aprikose e paura76... sapere di essere capita mi da molto sollievo! mi piace dirmi che questo periodo 8ormai un pò lunghetto... 7 anni!) è il mio ingresso nel mondo adulto. ho voglia di guardare le cose senza paura, di rendermi conto se una cosa, una persona, un atteggiamento, mi vanno bene o no. ho voglia di fare delle scelte senza mettere sempre in dubbio mestessa... e soprattutto ho voglia di riavere la mia curiosità verso il mondo senza più paura senza senso. il mio dottore mi ha spiegato che la paura è un sentimento utilissimo all'essere umano, come lo è l'ansia. io vorrei solo riuscire a provare anche le altre emozioni: gioia, sorpresa, attesa... grazie di avermi prestato ascolto... spero che il nostro dialogo sia sempre proficuo.
grazie!