Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Panico77

Utente Attivo

  • "Panico77" started this thread

Posts: 42

Activitypoints: 252

Date of registration: Jun 6th 2019

  • Send private message

1

Thursday, March 26th 2020, 1:32pm

Nuova cura

Ciao ragazzi, come state.
Io purtroppo ancora nel vortice di panico e ansia. Ad agosto avevo iniziato una cura farmacologica che ho dovuto interrompere (posto che non mi ha giovato granché) a causa della prolattina andata alle stelle. Adesso (che la prolattina è tornata ad un livello normale) da quattro giorni il neurologo mi ha dato un nuovo farmaco sereupin mezza cmp da 20 mg al pomeriggio.
Anche stamattina... Come da ben quattro anni attacco di panico e ansia. Sono stremata. Sto facendo psicoterapia act mindfullness. Ma sono stremata. So che solitamente al farmaco viene associato un ansiolitico il mio neurologo forse non l ha ritenuto opportuno. Forse dovrei rivolgermi ad uno psichiatra? Consigli?

repcar

Moderatore

  • "repcar" is male

Posts: 1,965

Activitypoints: 5,645

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

2

Thursday, March 26th 2020, 4:52pm

purtroppo trovare al primo colpo il farmaco giusto è questione di bravura dello specialista ma anche di tanto cul........(fortuna). Ripeto sempre e scusatemi tutti, non sono un medico ma un veterano, quindi quello che scrivo è dettato dalla mia esperienza. Il neurologo cura le malattie del s.n.c., ma potrebbe avere anche la specializzazione di psichiatria, quindi non conosco il tuo caso. Entrambi possono prescrivere farmaci, ma solitamente, lo psichiatra ha una maneggevolezza e conoscenza dei principi attivi del farmaco più ampia, ma questi, ripeto, anche un "bravo" neurologo potrebbe averla.
Quattro giorni per testare l'efficacia del farmaco è un periodo molto ma molto basso. Bisogna arrivare alla dose ottimale nell'arco di 10/20 giorni, e quando si raggiunge questa dose attendere altre due settimane per testarne l'efficacia o meno. Solitamente se ci sono sintomi ansiogeni evidenti lo specialista associa anche un'ansiolitico ad emivita lunga, somministrato fino a quando l'antidepressivo (impropriamente chiamato) inizia a fare l'effetto.
Anche stamattina... Come da ben quattro anni attacco di panico e ansia. Sono stremata
Scusa la domanda, ma come si dice "sorge spontanea".....questa sofferenza va avanti da quattro anni senza alcun miglioramento, non dico guarigione, ma almeno di gestione, nonostante la psicoterapia?
Intanto in bocca al lupo..... :thumbup:

Desperate

Pera Culona

Posts: 306

Activitypoints: 946

Date of registration: Jan 19th 2020

  • Send private message

3

Thursday, March 26th 2020, 5:16pm

Ciao, dopo soli quattro giorni è normale che il Sereupin non faccia niente. Ma ansolitici non ne hai mai presi? Se il tuo problema principale sono ansia e panico in effetti spesso li associano allo SSRI, almeno in fase iniziale quando ancora l'SSRI non fa effetto.

Prima di cambiare medico, io proverei a telefonare al neurologo e chiedere a lui se gli pare il caso di associare un ansiolitico, e sentirei un altro parere solo se lui te lo rifiuta per motivazioni che non ti sembrano convincenti.
Tutto quello che so, chiunque lo può sapere. Ma il mio cuore appartiene a me solo.
J.W.Goethe

Panico77

Utente Attivo

  • "Panico77" started this thread

Posts: 42

Activitypoints: 252

Date of registration: Jun 6th 2019

  • Send private message

4

Thursday, March 26th 2020, 5:58pm

Per tre anni e mezzo ho provato con la psicoterapia ma gli attacchi di panico e ansia h24 mi hanno sempre accompagnata. Pensavo di farcela ma poi mi sono ritrovata stremata e ad agosto ho deciso di intraprendere una cura farmacologica. Prima con deban ed entact e poi solo con entact il deniban mi faceva aumentare la prolattina e poi si è scoperto anche l entact. Per un mese ho sospeso tutto rifatto gli esami e la prolattina è tornata a livelli normali. Tra questi farmaci solo il deniban faceva effetto ma l ho preso per soli 20 giorni. Il neurologo mi aveva detto di prendere en al bisogno. L ho fatto pochissime volte e giustamente con le gocce mi calmo un pó. Adesso con la nuova cura non mi ha detto di associare nessun ansiolitico. Di pomeriggio l ho chiamato e gli detto che non c'è la potevo fare e se potevo prenderlo e mi ha detto si tre volte al giorno. Spero che questa incubo finisca sono quattro anni e tutte le mattine è la stessa tremenda storia. Con la psicoterapia capisco quello che mi succede non ho paure varie tipo muoi o mi sta venendo un infarto. Ma le somatizzazioni tutte insieme mi riducono una pezza. E non riesco a non pensarci. Dopo l attacco di panico io non riesco a reagire mi gira tutto mi sento confusa e l unica cosa che voglio e mettermi a letto. Il che con il lavoro e la mia vita non si sposa benissimo. Ad oggi la situazione è questa. Cerco di farmi forza di distrarmi ma alle volte è come se mi mancassero le forze. Spero con tutta me stessa di venirne fuori. Intanto grazie sempre

Panico77

Utente Attivo

  • "Panico77" started this thread

Posts: 42

Activitypoints: 252

Date of registration: Jun 6th 2019

  • Send private message

5

Thursday, March 26th 2020, 6:01pm

P. S. So che quattro giorni sono pochi per testare il farmaco ma anziché stare meglio l ansia è salita alle stelle. Ora con l ansiolitico va meglio.

Panico77

Utente Attivo

  • "Panico77" started this thread

Posts: 42

Activitypoints: 252

Date of registration: Jun 6th 2019

  • Send private message

6

Thursday, March 26th 2020, 6:06pm

Per repcar
Con la psicoterapia ho imparato a non andare più in ospedale ed i meccanismi dell attacco. Il più delle volte non scappo dai posti ed esco abbastanza tranquilla ma le somatizzazioni mi uccidono. Non le sopporto e non riesco a non pensarci non facendomi godere più niente. E si sono anche diventata un pó pessimista.

repcar

Moderatore

  • "repcar" is male

Posts: 1,965

Activitypoints: 5,645

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

7

Friday, March 27th 2020, 6:24pm

onestamente, da non medico, quindi una mia valutazione, è assurdo iniziare una cura su una persona con alti livelli di ansia che portano al DAP, senza abbinare l'ansiolitico. E' normale se se non abbini questo farmaco i livelli di ansia si innalzano, il principio attivo, come ben saprai, ha un periodo di latenza ecco perchè bisogna "abbattere" i livelli di ansia fino a quando il farmaco inizia a fare l'effetto, passando poi ad una lenta dismissione. La benzodiazepina consigliata è ottima, ha una lunga emivita, quindi cerca di prenderla, non ha senso soffrire fino a quando il farmaco (antidepressivo) inizia a fare l'effetto. Ci sono molti miti da sfatare sull'uso "razionale delle benzodiazepine", ma questo non è il posto giusto, si andrebbe a creare una discussione che non porterebbe a nessuna parte. Certamente il farmaco citato che hai preso, "deniban" credo, in quanto tu hai forse scritto forse male "deban" ha tra gli effetti collaterali molto comuni l'aumento della prolattina.
Continua la cura e sentiti sempre con lo specialista per arrivare ad un dosaggio ottimale del farmaco e stai tranquilla, usa la benzodiazepina e vedrai che piano piano le somatizzazioni si attenueranno gradualmente, la sola forza di volontà in questo stato non serve a nulla, credimi, più dici devo farcela da sola più ansia crei. In questo momento non sei tu padrona del tuo pensiero, lascia fluire i pensieri, ripetiti....ok è un periodo ma piano piano ne uscirò fuori........Sempre in bocca al lupo........ :thumbup:

Panico77

Utente Attivo

  • "Panico77" started this thread

Posts: 42

Activitypoints: 252

Date of registration: Jun 6th 2019

  • Send private message

8

Saturday, March 28th 2020, 1:07pm

Repcar
Sei un raggio di luce ti ho sempre letto ed ho sempre trovato nelle tue parole uno spunto per andare avanti e tanto conforto. Sai usare le parole giuste ma soprattutto sai di cosa parli. Io prima di questo periodo non sapevo nulla di tutto questo e paura a parte la gestione mi ha stremato. Alle volte cado passo magari intere mattine a letto... Ma poi raccolgo tutte le forze e nonostante tutto vado avanti. Piccoli passi. Una passeggiata cucino pulisco vado pianissimo ma è pur sempre qualcosa. Grazie di cuore

9

Saturday, March 28th 2020, 1:17pm

Quoted

solo con entact il deniban mi faceva aumentare la prolattina e poi si è scoperto anche l entact.


Purtroppo è uno degli effetti collaterali dell'Amisulpride (deniban 50mg), è molto efficace generalmente come antidepressivo, ma ha questo spiacevole effetto collaterale dell'aumento dei livelli della prolattina nel sangue, spero che la nuova cura funzioni meglio e non ti causi alcun effetto collaterale.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

repcar

Moderatore

  • "repcar" is male

Posts: 1,965

Activitypoints: 5,645

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

10

Sunday, March 29th 2020, 11:39am

Alle volte cado passo magari intere mattine a letto... Ma poi raccolgo tutte le forze e nonostante tutto vado avanti. Piccoli passi. Una passeggiata cucino pulisco vado pianissimo ma è pur sempre qualcosa
e la chiami "qualcosa"? Guai se non ci fosse, vivresti come un vegetale. Vai avanti con la cura tenendoti sempre in contatto con lo specialista per il graduale aumento della dose, ricordando che il film è la tua vita l'attrice principale sei tu.
Sempre a disposizione., non devi ringraziare per nulla, solo chi ne soffre veramente può capire....... :thumbup: