Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

annalisa77

Nuovo Utente

  • "annalisa77" started this thread

Posts: 2

Activitypoints: 13

Date of registration: Sep 13th 2009

  • Send private message

1

Thursday, October 22nd 2009, 8:33am

.....non riesco a sbloccarmi... :(

Ciao a Tutti sono nuova,

ho 31 anni ...un bimbo e mi sono trasferita per mio marito nella sua adorabile :dash: Torino,

soffro da 10 anni con vari intervalli...di forti attacchi di panico...ansia ..e le ho prvate tutte , anche la strada farmacologica, il mio percorso è stato comunque proficuo..e ho fatto nel mentre della sofferenza un sacco di cose,sia a livello artistico che personale (sposata.un figlio ! che per un ipoondraiaca nn è poco! )

Ma parlliamo dei qui e ora...bhè il mio bimbo và all asilo a 16 mesi...e io dopo aver fatto solo la mamma per questi mesi ora mi ritrovo a reinventarmi....per di più in una nuova città...e con questi disturbi atroci...(ipotensione da far paura negli ultimi 3 anni ...ma nn sò se poi è data dall ansia)

nn sò da dove iniziare e spesso vegeto....nn riesco a ripartire..mi sento nulla...

la psichiatra dice che ho una fottuta paura di provarci perchè sono terrorizzata da questa cosa che tutti chiamano "vita"e che ho delle aspettative forse troppo alte...

inparte è vero..ma faccio fatica....di farmaci bhè nemmeno l ombra...solo en al bisogno ma cerco sempre di gestire io,

Lei mi dice...."Sei stata fin ora senza nulla....proviamoci no? a metter il farmaco siamo sempre in tempo!

io nn sò che fare...e mi sento sola ;(

Pulmino73

Bischero virtuale

  • "Pulmino73" is male

Posts: 373

Activitypoints: 1,219

Date of registration: Jul 31st 2009

Location: Spazio

Occupation: Imprenditore

  • Send private message

2

Thursday, October 22nd 2009, 9:12am

Non sei sola!

Cara Annalisa,

anzitutto complimenti per il tuo bel nome. Mi ricorda una mia compagna di classe alla quale ero molto legato affettivamente. Dico ero perche' adesso come te non vivo piu' in Toscana bensi in Estonia e dunque difficilmente, la vita..., ho potuto continuare a coltivare questa amicizia.

Circa le tue sensazioni sono effettivamente comprensibili. Ti ritrovi "spaesata" e questo e' sicuramente un elemento di instabilita'. Come avrai capito proprio l'instabilita' che puo´ provocare in genere a tutte le persone sentimenti/sensazioni che possono sfociare in ansia, attacchi di panico , depressione etc.

Chi ha giä avuto episodi simili e' senza dubbio maggiormente esposto, io come te.

Detto questo quello che ti posso consigliare e' di puntare diritto a darti una stabilita' nella tua vita quotidiana: interessi stabili, progettazione di un progetto, cura del tuo fantastico bambino etc, passeggiate etc... non e' sempre facile trovare energie ma e' ugualemente importante.

Sotto il profilo farmacologico, dipende dalla sintomatologia, e dalla valutazione del tuo specialista. Sicuramente converrai che i medicinali non sono la soluzione ma un utile stampella sui quali appoggiarsi nei momenti piu' duri.

Da quanto ho letto hai fatto molte cose nel frattempo, indica che sei una persona sulla buona strada e questo mi pare molto importante. Cerca di confrontarti con le persone a te vicine, non pretendere troppo da te stessa. Se un giorno sei giu' che te ne frega, aspetta che torni il sereno, oppure scaccia le energie negative buttandoti nelle braccia del tuo AMORE, figlio, marito, mamma, papa etc....

Considera l´AMORE, quello vero, il rifugio perenne alle difficoltä della vita.

Un abbraccio.

Marco :family:

annalisa77

Nuovo Utente

  • "annalisa77" started this thread

Posts: 2

Activitypoints: 13

Date of registration: Sep 13th 2009

  • Send private message

3

Thursday, October 22nd 2009, 10:03am

WOWWWWWWWWWWW HO AMATO NELLA MIA VITA 5 Marco!

e ne ho sposato 1!!!

GRAZIE ....caro!!ma ci sarebbe tanto da dire!!

[email protected]@

Utente Fedele

  • "l@ur@" is female

Posts: 314

Activitypoints: 1,078

Date of registration: Jun 24th 2009

  • Send private message

4

Thursday, October 22nd 2009, 4:59pm

Ma come mai il tuo bambino va già all'asilo? non è presto?
Cmq dite che allora una causa di tanti nostri problemi sia una vita instabile?? e quindi l'insicurezza e tutto quello ke gli va dietro?!

Pulmino73

Bischero virtuale

  • "Pulmino73" is male

Posts: 373

Activitypoints: 1,219

Date of registration: Jul 31st 2009

Location: Spazio

Occupation: Imprenditore

  • Send private message

5

Thursday, October 22nd 2009, 10:18pm

RE: WOWWWWWWWWWWW HO AMATO NELLA MIA VITA 5 Marco!

e ne ho sposato 1!!!

GRAZIE ....caro!!ma ci sarebbe tanto da dire!!


Beh diciamo che hai cercato stabilita' anche in questo senso.... :)



@Laura: la precarieta' in senso lato logora, soprattutto e' lecito pensare che possa provocare stati ansiosi. Sopratutto quanto la precerieta' si protrae per lungo tempo, copre diversi aspetti della vita quale gli affetti, la famiglia, il lavoro, la salute. Persone si sentono "mancate" per il non avere una famiglia, bambini, un lavoro piacevole. Altri accusano alla lunga l´essere "de-responsabilizzati", eterni bamboccioni che vegetano a casa dalla mamma (quello che mi ha provocato grandi dubbi) a protrarre un´esistenza patetica fra discoteche, viaggi, auto e lampade solarium.

Credo di non essere del tutto originale nel convenire che senza STABILITA' e' difficile costruire un futuro. E sopratutto si soffre.

[email protected]@

Utente Fedele

  • "l@ur@" is female

Posts: 314

Activitypoints: 1,078

Date of registration: Jun 24th 2009

  • Send private message

6

Friday, October 23rd 2009, 10:39am

RE: RE: WOWWWWWWWWWWW HO AMATO NELLA MIA VITA 5 Marco!

@Laura: la precarieta' in senso lato logora, soprattutto e' lecito pensare che possa provocare stati ansiosi. Sopratutto quanto la precerieta' si protrae per lungo tempo, copre diversi aspetti della vita quale gli affetti, la famiglia, il lavoro, la salute. Persone si sentono "mancate" per il non avere una famiglia, bambini, un lavoro piacevole. Altri accusano alla lunga l´essere "de-responsabilizzati", eterni bamboccioni che vegetano a casa dalla mamma (quello che mi ha provocato grandi dubbi) a protrarre un´esistenza patetica fra discoteche, viaggi, auto e lampade solarium.

Credo di non essere del tutto originale nel convenire che senza STABILITA' e' difficile costruire un futuro. E sopratutto si soffre.
Io sono 8 anni ke lavoro e a parte x due anni, x il resto ho cambiato lavoro ogni anno e a volte qualche lavoro è durato anke solo pochi mesi...Per fortuna non sono mai rimasta a casa e anke ora ke lo sono ho la mobilità...da quando ho iniziato a lavorare mi sono sempre mantenuta da sola almeno...però questo non cambia il fatto ke dal lato lavorativo sono veramente logorata....Ora iniziano a dire ke il lavoro fisso era meglio....quegli stronzi....adesso se ne accorgono, dopo ke la gente si è rovinata!!! vabbè...tralasciamo....

Similar threads