Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


JackS

Giovane Amico

  • "JackS" is male
  • "JackS" started this thread

Posts: 118

Activitypoints: 517

Date of registration: Jan 27th 2018

Location: MIlano

  • Send private message

1

Monday, November 25th 2019, 4:04pm

Non l'avrei mai detto ma penso di stare a iniziare a soffrire di ANSIA, e la cosa mi paurissima...

io non volevo neanche pubblicarlo questo topic, ma è da ieri sera che continuo a pensarci e mi serve un consiglio da qualcuno di voi, un consiglio che mi tranquillizzi.
Sono un ragazzo di 21 anni e nell'ultimo periodo sento di stare a passare un periodo difficile, molto difficile, mi sento ogni giorno come spaesato, non so mai cosa fare (anche se in realtà avrei un pò di cose da fare) e mi sento soprattutto ansioso. Io non sono mai stato un ragazzo così tanto ansioso come magari mia mamma che spesso la vedo nell'ansia più totale, o come un'altra amica che so che "soffre d'ansia" e che prendeva pure delle pillole...ma nell'ultimo periodo a quanto pare mi sento sempre più "come loro! nonostante avessi visto queste persone sempre in modo "distaccato", pensando sempre che io non sarei mai diventato "così ansioso"....e invece nell'ultimo periodo mi faccio un sacco di pensieri sulla mia vita, su quello che succede intorno a me, sul mio futuro, su cosa farò il giorno dopo, sui miei hobby, su quello per cui sto studiando ecc. ecc. però c'è un eccezione: non mi sento in ansia quando so che da lì a poco dovrò fare qualcosa di importante, qualcosa che mi piace...se so ad esempio che stasera ci sarà in tv un programma che mi piace, già da adesso mi sentirei come consolato, perché penso che almeno stasera mi divertirò, che sarò felice, come se stessi presupponendo che in questo momento (nel momento presente) la mia vita non mi piace. Perché è nei momenti vuoti della mia giornata che mi sento male, strano, pensieroso, nei momenti in cui non so cosa fare, in cui mi annoio...voi sapete come mai? è normale?? io mi sono risposto che se occupassi il mio tempo in qualche cosa di più costruttivo, sarei felice in questo momento, ma non mi piace pensare che debba per forza fare qualcosa nella mia vita SOLO perché se no nei momenti vuoti mi viene l'ansia.

Sapreste aiutarmi per favore? Mi piacerebbe approfondire questa cosa anche in privato se volete, perché mi fa stare molto male :(

stellapolare

Giovane Amico

  • "stellapolare" is female

Posts: 267

Activitypoints: 955

Date of registration: May 23rd 2012

Location: nel mondo!

  • Send private message

2

Monday, November 25th 2019, 4:26pm

Ciao!

Stai vivendo una cosa molto comune alle persone della società moderna. La necessità di "riempire" ogni istante, di produrre o almeno di intrattenersi.

Ti invito a informarti sulle pratiche di mindfulness, che aiutano a restare nel qui e ora.
Vedi, la questione che nessuno prende in considerazione, figuriamoci un ragazzo giovane come te, è che la felicità non esiste nel futuro, perché il futuro tecnicamente non esiste, in quanto non è ancora.

L'unico momento in cui puoi cercare la SERENITÀ, attenzione non la felicità, è qui e ora, perché è l'unico momento certo che sai che esiste.

L'ansia deriva proprio dalla tua spasmodica ricerca, perfettamente inutile, perché è come il cane che si morde la coda.

Riflettici :)
Se sono qui, c'è sicuramente qualcuno che mi ha mandato.

JackS

Giovane Amico

  • "JackS" is male
  • "JackS" started this thread

Posts: 118

Activitypoints: 517

Date of registration: Jan 27th 2018

Location: MIlano

  • Send private message

3

Monday, November 25th 2019, 4:31pm

Ciao!

Stai vivendo una cosa molto comune alle persone della società moderna. La necessità di "riempire" ogni istante, di produrre o almeno di intrattenersi.

Ti invito a informarti sulle pratiche di mindfulness, che aiutano a restare nel qui e ora.
Vedi, la questione che nessuno prende in considerazione, figuriamoci un ragazzo giovane come te, è che la felicità non esiste nel futuro, perché il futuro tecnicamente non esiste, in quanto non è ancora.

L'unico momento in cui puoi cercare la SERENITÀ, attenzione non la felicità, è qui e ora, perché è l'unico momento certo che sai che esiste.

L'ansia deriva proprio dalla tua spasmodica ricerca, perfettamente inutile, perché è come il cane che si morde la coda.

Riflettici :)



Grazie del commento! in realtà non saprei proprio a cosa mi riferisco quando dico di "essere in ansia"...forse devo semplicemente vivere la mia vita sorvolando questi problemi e concentrandomi sulle cose che davvero mi fanno migliorare nella mia vita :)

JackS

Giovane Amico

  • "JackS" is male
  • "JackS" started this thread

Posts: 118

Activitypoints: 517

Date of registration: Jan 27th 2018

Location: MIlano

  • Send private message

4

Monday, November 25th 2019, 4:40pm

Ciao!

Stai vivendo una cosa molto comune alle persone della società moderna. La necessità di "riempire" ogni istante, di produrre o almeno di intrattenersi.

Ti invito a informarti sulle pratiche di mindfulness, che aiutano a restare nel qui e ora.
Vedi, la questione che nessuno prende in considerazione, figuriamoci un ragazzo giovane come te, è che la felicità non esiste nel futuro, perché il futuro tecnicamente non esiste, in quanto non è ancora.

L'unico momento in cui puoi cercare la SERENITÀ, attenzione non la felicità, è qui e ora, perché è l'unico momento certo che sai che esiste.

L'ansia deriva proprio dalla tua spasmodica ricerca, perfettamente inutile, perché è come il cane che si morde la coda.

Riflettici :)


anche se quello che mi mette più ansia è quello che pensa il mio cervello: perché ho momenti piccoli in cui penso che TUTTO VA BENE, CHE E' UN PERIODO DELLA VITA UN PO' COSI' ecc. ecc. e altri in cui la negatività che ho mi pervade e mi dice che in realtà va tutto male!! questo mio dualismo mi fa paura perché mi fa paura passare così velocemente da una visione bella della mia vita a subito un'altra in cui sento che tutto va male :(((((

Er19

Utente Attivo

Posts: 50

Activitypoints: 178

Date of registration: Jul 21st 2019

  • Send private message

5

Monday, November 25th 2019, 4:56pm

Ciao, ti scrivo volentieri, in quanto mi ricordi me alla tua età... Ho 28 anni adesso, ma mi ricordo bene cosa era successo.
A quell' età si hanno mille dubbi, sulla vita, lavoro, crescita, relazioni, ecc... Ciò può far venire una valanga di stress ed ansia, anche se non si è mai stati ansiosi...
Mi rivedo molto in te dalla tua descrizione, nemmeno io mi aspettavo di iniziare a sperimentare l' ansia, ero decisamente menefreghista su molte cose.
Comunque un consiglio spassionato che ti posso dare è quello di praticare come diceva stella polare la mindfulness, non sottovalutare questa cosa davvero te lo dico con tutto il cuore, cerca di trovare un centro dove la praticano (se sei in una grande città cerca un maestro di vipassana) ed inizia al praticare.
Inizierei anche a migliorare lo stile di vita alimentare, e le abitudini (es. Se fumi).
Ci sarebbero tante cose da dirti.
Se hai bisogno chiedi pure. :)

Er19

Utente Attivo

Posts: 50

Activitypoints: 178

Date of registration: Jul 21st 2019

  • Send private message

6

Monday, November 25th 2019, 5:02pm

Ciao!

Stai vivendo una cosa molto comune alle persone della società moderna. La necessità di "riempire" ogni istante, di produrre o almeno di intrattenersi.

Ti invito a informarti sulle pratiche di mindfulness, che aiutano a restare nel qui e ora.
Vedi, la questione che nessuno prende in considerazione, figuriamoci un ragazzo giovane come te, è che la felicità non esiste nel futuro, perché il futuro tecnicamente non esiste, in quanto non è ancora.

L'unico momento in cui puoi cercare la SERENITÀ, attenzione non la felicità, è qui e ora, perché è l'unico momento certo che sai che esiste.

L'ansia deriva proprio dalla tua spasmodica ricerca, perfettamente inutile, perché è come il cane che si morde la coda.

Riflettici :)


anche se quello che mi mette più ansia è quello che pensa il mio cervello: perché ho momenti piccoli in cui penso che TUTTO VA BENE, CHE E' UN PERIODO DELLA VITA UN PO' COSI' ecc. ecc. e altri in cui la negatività che ho mi pervade e mi dice che in realtà va tutto male!! questo mio dualismo mi fa paura perché mi fa paura passare così velocemente da una visione bella della mia vita a subito un'altra in cui sento che tutto va male :(((((

Ciao!

Stai vivendo una cosa molto comune alle persone della società moderna. La necessità di "riempire" ogni istante, di produrre o almeno di intrattenersi.

Ti invito a informarti sulle pratiche di mindfulness, che aiutano a restare nel qui e ora.
Vedi, la questione che nessuno prende in considerazione, figuriamoci un ragazzo giovane come te, è che la felicità non esiste nel futuro, perché il futuro tecnicamente non esiste, in quanto non è ancora.

L'unico momento in cui puoi cercare la SERENITÀ, attenzione non la felicità, è qui e ora, perché è l'unico momento certo che sai che esiste.

L'ansia deriva proprio dalla tua spasmodica ricerca, perfettamente inutile, perché è come il cane che si morde la coda.

Riflettici :)


anche se quello che mi mette più ansia è quello che pensa il mio cervello: perché ho momenti piccoli in cui penso che TUTTO VA BENE, CHE E' UN PERIODO DELLA VITA UN PO' COSI' ecc. ecc. e altri in cui la negatività che ho mi pervade e mi dice che in realtà va tutto male!! questo mio dualismo mi fa paura perché mi fa paura passare così velocemente da una visione bella della mia vita a subito un'altra in cui sento che tutto va male :(((((


Quello che stai provando è maledettamente "normale", cioè normale quando ci si sente così.
Con l' esperienza io sono arrivato a "conoscere" le emozioni ed a non averne paura.
Ascolta bene queste parole: MAI e dico MAI cercare una logica nelle emozioni che provi, MAI respingerle via, MAI cercare di cambiarle... Semplicemente OSSERVALE per quanto siano spiacevoli, le emozioni seguono un andamento a campana inizio, aumento, picco, e poi scendono. All' inizio è difficile farlo, ma poi diventa più naturale (per quanto le emozioni siano devastanti).
Fidati di un "veterano" del campo ansia :D

JackS

Giovane Amico

  • "JackS" is male
  • "JackS" started this thread

Posts: 118

Activitypoints: 517

Date of registration: Jan 27th 2018

Location: MIlano

  • Send private message

7

Monday, November 25th 2019, 5:30pm

Ciao, ti scrivo volentieri, in quanto mi ricordi me alla tua età... Ho 28 anni adesso, ma mi ricordo bene cosa era successo.
A quell' età si hanno mille dubbi, sulla vita, lavoro, crescita, relazioni, ecc... Ciò può far venire una valanga di stress ed ansia, anche se non si è mai stati ansiosi...
Mi rivedo molto in te dalla tua descrizione, nemmeno io mi aspettavo di iniziare a sperimentare l' ansia, ero decisamente menefreghista su molte cose.
Comunque un consiglio spassionato che ti posso dare è quello di praticare come diceva stella polare la mindfulness, non sottovalutare questa cosa davvero te lo dico con tutto il cuore, cerca di trovare un centro dove la praticano (se sei in una grande città cerca un maestro di vipassana) ed inizia al praticare.
Inizierei anche a migliorare lo stile di vita alimentare, e le abitudini (es. Se fumi).
Ci sarebbero tante cose da dirti.
Se hai bisogno chiedi pure. :)


Grazie del commento! non lo so, questa cosa della "mindfulness" mi fa paura e non mi va di "sprecarci" così tanto tempo dietro a questa cosa... :/ pensavo piuttosto di andare a parlare con uno psicologo (gratuito)....sinceramente sto cercando di passare questi momenti in un certo senso non pensandoci, stando tranquillo e svagandomi via, o meglio, concentrandomi su cose più importanti

JackS

Giovane Amico

  • "JackS" is male
  • "JackS" started this thread

Posts: 118

Activitypoints: 517

Date of registration: Jan 27th 2018

Location: MIlano

  • Send private message

8

Monday, November 25th 2019, 5:32pm

Ciao!

Stai vivendo una cosa molto comune alle persone della società moderna. La necessità di "riempire" ogni istante, di produrre o almeno di intrattenersi.

Ti invito a informarti sulle pratiche di mindfulness, che aiutano a restare nel qui e ora.
Vedi, la questione che nessuno prende in considerazione, figuriamoci un ragazzo giovane come te, è che la felicità non esiste nel futuro, perché il futuro tecnicamente non esiste, in quanto non è ancora.

L'unico momento in cui puoi cercare la SERENITÀ, attenzione non la felicità, è qui e ora, perché è l'unico momento certo che sai che esiste.

L'ansia deriva proprio dalla tua spasmodica ricerca, perfettamente inutile, perché è come il cane che si morde la coda.

Riflettici :)


anche se quello che mi mette più ansia è quello che pensa il mio cervello: perché ho momenti piccoli in cui penso che TUTTO VA BENE, CHE E' UN PERIODO DELLA VITA UN PO' COSI' ecc. ecc. e altri in cui la negatività che ho mi pervade e mi dice che in realtà va tutto male!! questo mio dualismo mi fa paura perché mi fa paura passare così velocemente da una visione bella della mia vita a subito un'altra in cui sento che tutto va male :(((((

Ciao!

Stai vivendo una cosa molto comune alle persone della società moderna. La necessità di "riempire" ogni istante, di produrre o almeno di intrattenersi.

Ti invito a informarti sulle pratiche di mindfulness, che aiutano a restare nel qui e ora.
Vedi, la questione che nessuno prende in considerazione, figuriamoci un ragazzo giovane come te, è che la felicità non esiste nel futuro, perché il futuro tecnicamente non esiste, in quanto non è ancora.

L'unico momento in cui puoi cercare la SERENITÀ, attenzione non la felicità, è qui e ora, perché è l'unico momento certo che sai che esiste.

L'ansia deriva proprio dalla tua spasmodica ricerca, perfettamente inutile, perché è come il cane che si morde la coda.

Riflettici :)


anche se quello che mi mette più ansia è quello che pensa il mio cervello: perché ho momenti piccoli in cui penso che TUTTO VA BENE, CHE E' UN PERIODO DELLA VITA UN PO' COSI' ecc. ecc. e altri in cui la negatività che ho mi pervade e mi dice che in realtà va tutto male!! questo mio dualismo mi fa paura perché mi fa paura passare così velocemente da una visione bella della mia vita a subito un'altra in cui sento che tutto va male :(((((


Quello che stai provando è maledettamente "normale", cioè normale quando ci si sente così.
Con l' esperienza io sono arrivato a "conoscere" le emozioni ed a non averne paura.
Ascolta bene queste parole: MAI e dico MAI cercare una logica nelle emozioni che provi, MAI respingerle via, MAI cercare di cambiarle... Semplicemente OSSERVALE per quanto siano spiacevoli, le emozioni seguono un andamento a campana inizio, aumento, picco, e poi scendono. All' inizio è difficile farlo, ma poi diventa più naturale (per quanto le emozioni siano devastanti).
Fidati di un "veterano" del campo ansia :D


ahah okok figata, grazie della dritta! :D si l'ho scritto, alla fine a me spaventa questa cosa che c'ho il momento in cui magari sento che sta andando tutto bene nella mia vita, e che alla fine non dovrei preoccuparmi così tanto, e un altro momento subito dopo che magari penso che invece mi sto illudendo e che in realtà va tutto male...non sempre succede questo modo di pensare, però oggi ad esempio si...ma perché so che nei prossimi 4 giorni ecc. non farò nulla di entusiasmante e quindi questa cosa mi fa paura, mi mette ansia, mi fa paura il non fare niente e semplicemente uscirei con i miei amici a divertirmi

Er19

Utente Attivo

Posts: 50

Activitypoints: 178

Date of registration: Jul 21st 2019

  • Send private message

9

Monday, November 25th 2019, 5:35pm

Ciao, ti scrivo volentieri, in quanto mi ricordi me alla tua età... Ho 28 anni adesso, ma mi ricordo bene cosa era successo.
A quell' età si hanno mille dubbi, sulla vita, lavoro, crescita, relazioni, ecc... Ciò può far venire una valanga di stress ed ansia, anche se non si è mai stati ansiosi...
Mi rivedo molto in te dalla tua descrizione, nemmeno io mi aspettavo di iniziare a sperimentare l' ansia, ero decisamente menefreghista su molte cose.
Comunque un consiglio spassionato che ti posso dare è quello di praticare come diceva stella polare la mindfulness, non sottovalutare questa cosa davvero te lo dico con tutto il cuore, cerca di trovare un centro dove la praticano (se sei in una grande città cerca un maestro di vipassana) ed inizia al praticare.
Inizierei anche a migliorare lo stile di vita alimentare, e le abitudini (es. Se fumi).
Ci sarebbero tante cose da dirti.
Se hai bisogno chiedi pure. :)


Grazie del commento! non lo so, questa cosa della "mindfulness" mi fa paura e non mi va di "sprecarci" così tanto tempo dietro a questa cosa... :/ pensavo piuttosto di andare a parlare con uno psicologo (gratuito)....sinceramente sto cercando di passare questi momenti in un certo senso non pensandoci, stando tranquillo e svagandomi via, o meglio, concentrandomi su cose più importanti

Ciao, ti scrivo volentieri, in quanto mi ricordi me alla tua età... Ho 28 anni adesso, ma mi ricordo bene cosa era successo.
A quell' età si hanno mille dubbi, sulla vita, lavoro, crescita, relazioni, ecc... Ciò può far venire una valanga di stress ed ansia, anche se non si è mai stati ansiosi...
Mi rivedo molto in te dalla tua descrizione, nemmeno io mi aspettavo di iniziare a sperimentare l' ansia, ero decisamente menefreghista su molte cose.
Comunque un consiglio spassionato che ti posso dare è quello di praticare come diceva stella polare la mindfulness, non sottovalutare questa cosa davvero te lo dico con tutto il cuore, cerca di trovare un centro dove la praticano (se sei in una grande città cerca un maestro di vipassana) ed inizia al praticare.
Inizierei anche a migliorare lo stile di vita alimentare, e le abitudini (es. Se fumi).
Ci sarebbero tante cose da dirti.
Se hai bisogno chiedi pure. :)


Grazie del commento! non lo so, questa cosa della "mindfulness" mi fa paura e non mi va di "sprecarci" così tanto tempo dietro a questa cosa... :/ pensavo piuttosto di andare a parlare con uno psicologo (gratuito)....sinceramente sto cercando di passare questi momenti in un certo senso non pensandoci, stando tranquillo e svagandomi via, o meglio, concentrandomi su cose più importanti

:D come preferisci,capisco la cosa (mi fa paura è una delle cose per cui serve). Io ho incominciato per l' ansia ed ha e sta cambiando la mia vita, ma è solo la mia esperienza.
Certo contatta uno psicologo, e una cosa molto importante: porta pazienza :).
In bocca al lupo

stellapolare

Giovane Amico

  • "stellapolare" is female

Posts: 267

Activitypoints: 955

Date of registration: May 23rd 2012

Location: nel mondo!

  • Send private message

10

Monday, November 25th 2019, 5:39pm

La mindfulness puoi provarla anche adesso a casa tua con un video su YouTube. Perche paura? Mica è ipnosi. E probabilmente è ciò che ti farà fare anche lo psicologo a casa.

Fermo restando che la scelta del terapeuta è la cosa migliore che puoi fare per te stesso. :thumbsup:
Se sono qui, c'è sicuramente qualcuno che mi ha mandato.

JackS

Giovane Amico

  • "JackS" is male
  • "JackS" started this thread

Posts: 118

Activitypoints: 517

Date of registration: Jan 27th 2018

Location: MIlano

  • Send private message

11

Monday, November 25th 2019, 10:02pm

La mindfulness puoi provarla anche adesso a casa tua con un video su YouTube. Perche paura? Mica è ipnosi. E probabilmente è ciò che ti farà fare anche lo psicologo a casa.

Fermo restando che la scelta del terapeuta è la cosa migliore che puoi fare per te stesso. :thumbsup:

Ciao!

Stai vivendo una cosa molto comune alle persone della società moderna. La necessità di "riempire" ogni istante, di produrre o almeno di intrattenersi.

Ti invito a informarti sulle pratiche di mindfulness, che aiutano a restare nel qui e ora.
Vedi, la questione che nessuno prende in considerazione, figuriamoci un ragazzo giovane come te, è che la felicità non esiste nel futuro, perché il futuro tecnicamente non esiste, in quanto non è ancora.

L'unico momento in cui puoi cercare la SERENITÀ, attenzione non la felicità, è qui e ora, perché è l'unico momento certo che sai che esiste.

L'ansia deriva proprio dalla tua spasmodica ricerca, perfettamente inutile, perché è come il cane che si morde la coda.

Riflettici :)


anche se quello che mi mette più ansia è quello che pensa il mio cervello: perché ho momenti piccoli in cui penso che TUTTO VA BENE, CHE E' UN PERIODO DELLA VITA UN PO' COSI' ecc. ecc. e altri in cui la negatività che ho mi pervade e mi dice che in realtà va tutto male!! questo mio dualismo mi fa paura perché mi fa paura passare così velocemente da una visione bella della mia vita a subito un'altra in cui sento che tutto va male :(((((

Ciao!

Stai vivendo una cosa molto comune alle persone della società moderna. La necessità di "riempire" ogni istante, di produrre o almeno di intrattenersi.

Ti invito a informarti sulle pratiche di mindfulness, che aiutano a restare nel qui e ora.
Vedi, la questione che nessuno prende in considerazione, figuriamoci un ragazzo giovane come te, è che la felicità non esiste nel futuro, perché il futuro tecnicamente non esiste, in quanto non è ancora.

L'unico momento in cui puoi cercare la SERENITÀ, attenzione non la felicità, è qui e ora, perché è l'unico momento certo che sai che esiste.

L'ansia deriva proprio dalla tua spasmodica ricerca, perfettamente inutile, perché è come il cane che si morde la coda.

Riflettici :)


anche se quello che mi mette più ansia è quello che pensa il mio cervello: perché ho momenti piccoli in cui penso che TUTTO VA BENE, CHE E' UN PERIODO DELLA VITA UN PO' COSI' ecc. ecc. e altri in cui la negatività che ho mi pervade e mi dice che in realtà va tutto male!! questo mio dualismo mi fa paura perché mi fa paura passare così velocemente da una visione bella della mia vita a subito un'altra in cui sento che tutto va male :(((((


Quello che stai provando è maledettamente "normale", cioè normale quando ci si sente così.
Con l' esperienza io sono arrivato a "conoscere" le emozioni ed a non averne paura.
Ascolta bene queste parole: MAI e dico MAI cercare una logica nelle emozioni che provi, MAI respingerle via, MAI cercare di cambiarle... Semplicemente OSSERVALE per quanto siano spiacevoli, le emozioni seguono un andamento a campana inizio, aumento, picco, e poi scendono. All' inizio è difficile farlo, ma poi diventa più naturale (per quanto le emozioni siano devastanti).
Fidati di un "veterano" del campo ansia :D

La mindfulness puoi provarla anche adesso a casa tua con un video su YouTube. Perche paura? Mica è ipnosi. E probabilmente è ciò che ti farà fare anche lo psicologo a casa.

Fermo restando che la scelta del terapeuta è la cosa migliore che puoi fare per te stesso.



C'è quella cosa che dice Er19 che mi ha fatto riflettere...dice di osservare semplicemente le emozioni e che sempre quest'ultime hanno un inizio, aumentano, picco e scendono. Ecco, proprio questa ultima cosa mi fa abbastanza paura perché sapere che è una cosa che mi capiterà spesso mi mette ansia...sapere che sarà "sempre" così, che mi illuderò di non avere ansie (quindi quando le emozioni scendono) e mi illuderò di avere ansie quando le emozioni sono al loro picco :( la cosa mi mette parecchia ansia e vuol dire che non vivrò mai la mia vita in modo genuino...o mi sbaglio? ma come faccio a osservare le mie emozioni e basta? cavolo, anche stasera mi sento in ansia, vorrei uscire per divertirmi e così stare spensierato ma allo stesso tempo ho paura di stare da solo, perché da solo significherebbe parlare nella mia testa con me stesso, e mi sono rotto le palle di sentirmi sempre pensare alle solite seghe mentali...per quello preferisco in questo momento stare in compagnia. Detto questo, è normale secondo voi questo mio approccio con le seghe mentali che ho? tutto ciò mi fa paura. Il non avere il controllo sulla mia mente mi mette un'ansia incredibile e a volte ho paura di avere qualche problema mentale tipo bipolarità ma avendo una mente razionale mi dico che sto solo aumentando la situazione per niente....
anche adesso mi sento un pò più tranquillo ma ho paura che tra un pò come ha detto Er, tornerò con l'ansia e ho paurissima :(((

Er19

Utente Attivo

Posts: 50

Activitypoints: 178

Date of registration: Jul 21st 2019

  • Send private message

12

Tuesday, November 26th 2019, 10:59am

:).... Ti rispondo con un sorriso, non perché sottovaluto la situazione o la sminuisco, ma perché ti capisco.
Se andrai da uno psicologo te lo spiegherà...
Dalla tua descrizione hai paura di avere paura, tipico circolo vizioso di chi sta affrontando anche solo un periodo di ansia, paura di bipolarismo ecc sono una normale reazione di una mente ansiosa, ma rimangono quelle.... Paure, frutto della tua mente.
Capisco che vorresti uscire, svagarti e non pensarci, ma Evitando e cercando di scacciare il problema innesca il meccanismo contrario in questo caso, ovvero lo si rafforza.
Per quello consiglio la mindfulness, ti insegna questo.
So il momento che stai attraversando, capisco bene perché è la prima volta che ti confronti con queste "emozioni", che sono molto potenti.
Ma ti posso assicurare che non sarâ sempre così.
Contatta uno psicologo, e parlargliene, e non pensare che questa cosa sia la fine del mondo, sono sensazioni spiacevoli, certo, ma con PAZIENZA, si rimettono a posto.
Ps: nella fascia dei 20 anni è una cosa piuttosto comune questa problematica.
Stai sereno e fai quello che va fatto.

JackS

Giovane Amico

  • "JackS" is male
  • "JackS" started this thread

Posts: 118

Activitypoints: 517

Date of registration: Jan 27th 2018

Location: MIlano

  • Send private message

13

Tuesday, November 26th 2019, 2:00pm

:).... Ti rispondo con un sorriso, non perché sottovaluto la situazione o la sminuisco, ma perché ti capisco.
Se andrai da uno psicologo te lo spiegherà...
Dalla tua descrizione hai paura di avere paura, tipico circolo vizioso di chi sta affrontando anche solo un periodo di ansia, paura di bipolarismo ecc sono una normale reazione di una mente ansiosa, ma rimangono quelle.... Paure, frutto della tua mente.
Capisco che vorresti uscire, svagarti e non pensarci, ma Evitando e cercando di scacciare il problema innesca il meccanismo contrario in questo caso, ovvero lo si rafforza.
Per quello consiglio la mindfulness, ti insegna questo.
So il momento che stai attraversando, capisco bene perché è la prima volta che ti confronti con queste "emozioni", che sono molto potenti.
Ma ti posso assicurare che non sarâ sempre così.
Contatta uno psicologo, e parlargliene, e non pensare che questa cosa sia la fine del mondo, sono sensazioni spiacevoli, certo, ma con PAZIENZA, si rimettono a posto.
Ps: nella fascia dei 20 anni è una cosa piuttosto comune questa problematica.
Stai sereno e fai quello che va fatto.


ok grazie mille della dritta :)