Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

DeHod

Nuovo Utente

  • "DeHod" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Apr 23rd 2014

  • Send private message

1

Wednesday, April 23rd 2014, 5:07pm

mi sento dipendente da un fidanzato borderline...

sono una ragazza di 19 anni e da quasi 9 mesi sto insieme ad un ragazzo a cui è stato diagnosticato un disturbo di personalità borderline, vorrei raccontarvi la mia esperienza e quello che purtroppo ancora oggi sto vivendo e capire se qualcuno ha avuto esperienze simili.. mi scuso in anticipo se mi dilungherò un po'..

tutto è cominciato circa due anni fa quando ho conosciuto tramite un amico, questo ragazzo carino, simpatico, un po' sulle sue e misterioso ma anche affascinante per certi versi. da subito ha voluto conoscermi e ha cercato di mantenere con me più contatti possibili chiedendomi più volte di uscire ma io che venivo da un periodo difficile e particolare, (infatti avevo da poco finito un percorso di chemioterapia per un tumore che mi aveva colpita ad appena 15 anni), avevo paura ad impegnarmi in una storia, soprattutto perchè sapevo in parte i problemi che aveva e volevo tenermi fuori da tutto ciò che per me poteva portare dell'altro dolore. insomma volevo avere qualcuno accanto a me che mi rendesse felice davvero.
abbiamo continuato a sentirci ogni tanto al telefono senza che però succedesse nulla. poi questa estate, in seguito ad una chiacchierata più lunga delle altre, in cui entrambi ci siamo raccontati la nostra storia e siamo entrati un po' di più l'uno nella vita dell'altra, ho preso l'iniziativa e l'ho invitato ad uscire. cosi, senza un fine preciso, come fossimo due amici che si fanno una chiacchierata di fronte ad una coca cola.
dopo questa uscita lui mi confidò di provare qualcosa nei miei confronti, mi diceva che eravamo molto affini e che gli sarebbe piaciuto stare con me.
dopo varie settimane di riflessione mi sono buttata in questa storia e ho deciso che forse avrei potuto fare un tentativo. non so bene che cosa mi avesse spinto ad accettare ma lui mi riempiva di messaggi dolci, mi dedicava canzoni, mi chiamava due volte al giorno e dopo essere uscita da un periodo in cui gli altri mi guardavano con paura ( andarmene in giro con la testa pelata ed una mascherina a volte non aiutava), sentirmi di nuovo desiderata e sapere che lui non mi allontanava e non era spaventato a causa del mio passato, mi ha spinta a fidarmi.
al'inizio la nostra storia è stata meravigliosa. non mi sentivo cosi da tempo, ero riempita di attenzioni e nonostante lui a volte stesse male perchè soffriva di depersonalizzazione o perchè desiderava autolesionarsi, io ero combattuta ad aiutarlo e ripetevo a lui, che intanto era in una comunità per curare il suo disturbo, e a me stessa, che avremmo superato tutto.
la storia va avanti con alti e bassi anche se per circa quattro/ cinque mesi lui è stato davvero bene e sentivo davvero che ero insieme alla persona giusta.
poi recentemente qualcosa si è come rotto e lui comincia più del solito a dare vita a quei caratteristici momenti di amore-odio che chi soffre di questo disturbo di personalità, accusa nei confronti del partner. non sopporta più che io gli racconti dei miei momenti "no", dice che non è il mio psicologo e che non posso buttargli addosso tutti i miei problemi ( c'è da dire che, innanzitutto cerco il più possibile di non fare nulla di tutto cio essendo consapevole di quello che sta passando, dei farmaci che prende ecc ecc ma delle volte, quando sono giu di morale per qualche piccola cosa e chiedo di parlare un po con lui per risollevarmi un po' il morale, mi accusa di tutto ciò che ho detto prima.). quando succede mi riempio di rabbia perchè è una persona egoista. possibile che quando ha bisogno lui io ci sono sempre a qualsiasi ora del giorno e della notte, controllo ogni due minuti il cellulare appositamente per lui e quando invece ho bisogno io, sono praticamente sola??
inoltre ultimamente mi dice cosa assurde: "forse mi piace un'altra, ci sto già provando, se non ci sta torniamo insieme ok?".
io mi sento presa in giro perchè sono convinta che un amore sano, un amore normale, non sia cosi. se l'altro fosse davvero innamorato di me non direbbe nulla di tutto questo e non si giustificherebbe dicendo che non c'è nulla di male e che se lo facessi io non reagirebbe male ( intanto è gelosissimo per ogni minima cosa).
mi sono purtroppo/ per fortuna resa conto solo ora che cosi non posso più andare avanti. sento di essermi consumata dentro. piango tutti i giorni, mi sento piu sola che mai, per lui rinuncio a fare tutto perchè è come se dovessi essere a sua completa disposizione 24 ore su 24. le mie amiche mi ripetono di lasciarlo e io sento che sarebbe la cosa piu giusta da fare ma nonostante tutto non ci riesco. sento di essere completamente dipendente da questa persona e se non la sento per un piccolo periodo sento un vuoto assurdo, un senso di mancanza quasi vitale. so di essermi messa in un bel pasticcio ma nonostante tutto sento di amarlo.
so che dopo quello che ho passato merito 1000000 di volte una persona migliore eppure lui mi ha portata ad una vera e propria dipendenza. e questo non va bene.
l'amore dovrebbe far star bene, non male. e con lui sto bene una volta su tre.
qualcuno ha avuto un esperienza simile? io ho paura che se dovessi troncare tutto lui potrebbe seriamente fare qualcosa di brutto ( non è la prima volta che parla di suicidio) e inoltre ho paura che tutto questo a lungo andare possa portare delle ripercussioni negative sul modo di relazionarmi agli altri.
avrei intenzione di rivolgermi ad uno psicologo per capire meglio ciò che mi sta succedendo perchè da sola non posso più andare avanti. voglio riprendermi la mia vita. da quando sono guarita dal tumore ero felice della mia vita, tutti mi dicevano che ero diventata una persona migliore, più matura, più consapevole e invece adesso che mi sono imbattuta in tutto ciò e adesso che proprio lui, mi scredita in modo cosi pesante distruggendomi da dentro, è come se non avessi più fiducia in me stessa. ho spesso paura e sono stressata a dir poco a livelli disumani.

Marnocc355

Utente Fedele

  • "Marnocc355" is male

Posts: 411

Activitypoints: 1,268

Date of registration: Nov 6th 2012

Location: villaggio della patata

Occupation: pappone

  • Send private message

2

Wednesday, April 23rd 2014, 7:13pm

(H. Pagani - M. Ferradini)

Prendi una donna, dille che l'ami
scrivile canzoni d'amore
mandale rose, poesie
dalle anche spremute di cuore;
falla sempre sentire importante,
dalle il meglio, del meglio che hai
cerca di essere un tenero amante,
si sempre presente,
risolvile i guai.

E sta sicuro che ti lascerà
chi è troppo amato amore non dà,
e sta sicuro che ti lascerà
chi meno ama è il più forte si sa.

Prendi una donna, trattala male,
lascia che ti aspetti per ore,
non farti vivo e quando la chiami
fallo come fosse un favore
fa sentire che è poco importante,
dose bene amore e crudeltà,
cerca di essere un tenero amante
ma fuor dal letto nessuna pietà.

E allora si vedrai che t'amerà
chi è meno amato più amore ti dà,
e allora si vedrai che t'amerà
chi meno ama è il più forte si sa.

Drommer

Nuovo Utente

  • "Drommer" is female

Posts: 3

Activitypoints: 16

Date of registration: Mar 26th 2014

  • Send private message

3

Thursday, April 24th 2014, 4:32pm

DeHod, sei giovanissima, hai affrontato qualcosa di terribile come un tumore e ne sei uscita. Alla tua età dovresti divertirti, pensare a recuperare quello che il periodo di malattia ti ha fatto forse perdere: esci, coltiva interessi, amicizie, vivi come le diciannovenni devono vivere, senza rimanere legata a una persona per forza. Sii spensierata, che di pensieri ne hai già avuti a sufficienza. E soprattutto, perchè continuare a farti trascinare giù, quando tu il tuo tunnel l'hai già percorso e ne sei uscita? perchè buttar al vento le fatiche passate proprio adesso?
Il mio ovviamente è un consiglio, non oro colato. Ma per esperienza diretta e indiretta ti posso dire che l'età che hai tu adesso non torna più. Vivitela adesso e vivila fino in fondo. A legarti a qualcuno seriamente ci pensi dopo :)

In bocca al lupo :)

alex822

Utente Fedele

  • "alex822" is male

Posts: 467

Activitypoints: 1,523

Date of registration: Jan 11th 2014

Location: roma

  • Send private message

4

Thursday, April 24th 2014, 11:56pm

purtroppo il disturbo di personalita' borderline è un vero e proprio disastro per quanto riguarda l'amore..io stesso in passato ho avuto tratti borderline e mi rendo conto di aver devastato il cuore a piu partner..da questa storia ne uscirai stravolta sicuramente ma secondo me dovresti gia entrare nell'ottica che è una storia che non ha futuro,è destinata a finire a cuasa degli alti e bassi di lui..oggi va tutto alla grande e domani ti odia,come hai intuito gia è una forma malata di amare l'altro,a volte c'è un attaccamento morboso,altre volte c'è egoismo e menefreghismo..non è colpa sua,ma tu hai gia passato l'inferno da quanto ho capito e adesso dovresti avere un po di paradiso vista anche la tua giovane eta'...