Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

1

Friday, March 22nd 2019, 2:10am

La psicoanalisi funziona davvero?

Buonasera a tutti

Mi chiedevo se aveste pareri da darmi sulla psicoanalisi/psicoterapia ecc ..

Sono indecisa se cominciarla o meno.. (l'idea di spendere soldi mi stressa)

Mi chiedo..... funziona davvero?
Il fatto è che io so già bene analizzarmi da sola, so quali sono le cause dei miei problemi (profonda mancanza di insicurezza, procastinazione invalidante, fobia sociale, problemi di comunicazione).

Gli psicologi/psicoterapeuti oltre a farci capire le cause dei problemi cosa fanno?
Come vi hanno aiutato?
Vi ringrazio in anticipo,

Amore a tutti

pino33bis

Giovane Amico

Posts: 366

Activitypoints: 740

Date of registration: Jun 28th 2013

  • Send private message

2

Friday, March 22nd 2019, 9:51am

melarossa,

ritengo che la psicoterapia sia fondamentale per capire se stessi, inoltre ti fornisce gli strumenti per affrontare i pensieri disfunzionali che sono alla base del tuo malessere. Infatti ritengo che da sola una terapia farmacologica possa aiutare solo nei casi piu' semplici. Nei casi piu' complessi dove alla base c'è una profonda mancanza di autostima bisogna farsi aiutare. Io ho visto grossi benefici, ho affrontato delle cose che senza l'aiuto della psicoterapia non ce l'avrei mai fatta. Io ho fatto sia psicoterapia cognitivo-comportamentale che agisce molto sui pensieri ridimensionandoli. Ho fatto anche psicoterapia strategica breve, che credo sia molto piu' adatta per gli attacchi di panico.

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" is male

Posts: 1,402

Activitypoints: 3,942

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

3

Friday, March 22nd 2019, 9:59am

ciao.....ti parlo per esperienza personale e come persona facente parte di un gruppo di aiuto-aiuto. Psicanalisi e psicoterapia sono profondamente diverse, ma questo lo saprai di già. La psicoanalisi andava fino alla fine degli anni 70, quando altra terapie si sono dimostrate più valide. La psicoanalisi ha un inizio ma non una fine, nel senso che ho letto di persone in analisi da decine di anni. Certamente, ma ripeto mio pensiero, rimango anche sconvolto di persone che dicono di aver fatto un "percorso di psicoterapia cognitivo comportamentale" che è durato due anni. Altro fattore degnissimo di nota è il costo che come ben saprai per la psicoanalisi è molto elevato.
Se hai già fatto un percorso psicoterapeutico ormai hai acquisito la consapevolezza del tuo "problema", magari un "ripasso" in caso di ricadute importanti e con nuovi fattori. La psicoterapia oltre che a mettere in ordine i pensieri sparsi analizza e ti fa prendere cognizione del problema e di come affrontarlo, ma ripeto queste sono mie considerazioni personali..... :thumbup:

4

Friday, March 22nd 2019, 1:17pm

Io ho fatto sia psicoterapia cognitivo-comportamentale che agisce molto sui pensieri ridimensionandoli. Ho fatto anche psicoterapia strategica breve, che credo sia molto piu' adatta per gli attacchi di panico.


Me ne potresti parlare meglio? Quale terapia cognitivo comportamentale?

Grazie a entrambi per le risposte

fuoco_fatuo

Giovane Amico

  • "fuoco_fatuo" is male

Posts: 173

Activitypoints: 489

Date of registration: Aug 20th 2013

Location: Roma

  • Send private message

5

Saturday, March 23rd 2019, 7:47am



Il fatto è che io so già bene analizzarmi da sola


dicevo pure io lo stesso. :D

essere superficialmente coscienti della natura dei propri problemi non basta, te lo assicuro. ma neanche serve che io stia qui a dirtelo: se l'autoanalisi fosse sufficiente vivresti serenamente al 100%. il professionista coglierà sfaccettature a cui non hai mai pensato o sulle quali non ti sei soffermata abbastanza.
mi dicevano: "saranno i sòrdi mejo spesi" e non ci credevo. oggi, se la spesa fosse stata doppia rispetto a quella sostenuta sin'ora, sarei felicissimo di affrontarla comunque.
vai. augurandoti di trovare il terapeuta giusto - che non è così scontato, pare.

giandeg

Utente Fedele

Posts: 386

Activitypoints: 1,369

Date of registration: Jul 26th 2014

  • Send private message

6

Sunday, March 24th 2019, 4:02pm

Certo che funziona...per il conto in banca dello psicologo sicuramente

mayra

Giovane Amico

  • "mayra" is female

Posts: 339

Activitypoints: 471

Date of registration: Mar 2nd 2018

Location: Torino

Occupation: badante

  • Send private message

7

Sunday, March 24th 2019, 6:49pm

A me la psicoterapia è servita ma, quando ho contestualizzato il mio problema, ho deciso di non andare più dallo psicologo perchè adesso non servirebbe più.

pino33bis

Giovane Amico

Posts: 366

Activitypoints: 740

Date of registration: Jun 28th 2013

  • Send private message

8

Monday, March 25th 2019, 10:30am

melarossa, che vuol dire quando mi chiedi "quale terapia cognitivo-comportamentale"???

ce ne sta una sola, fammi delle domande magari, dimmi che vuoi sapere

alcor

Giovane Amico

Posts: 276

Activitypoints: 542

Date of registration: Mar 6th 2015

  • Send private message

9

Monday, March 25th 2019, 2:39pm

Ciao Melarossa!
La psicoterapia credo sia prima di tutto metterti nelle condizioni e darti gli strumenti per superare il tuo problema. Quindi è una cosa fondamentalmente pratica.

Ce ne sono di vari tipi, e molte ti possono dare notevoli benefici in tempi relativamente brevi.

Io faccio ipnosi e emdr e abbiamo sempre lavorato in modo molto "pratico", figurati che le cause del mio malessere ancora le dobbiamo sviscerare. Eppure è dalla primissima seduta che sono iniziate a cambiare le cose.

La cosa realmente difficile con la psicoterapia, a quanto pare, è trovare il terapeuta giusto!

drcollevecchio

Utente Avanzato

  • "drcollevecchio" is male

Posts: 756

Activitypoints: 2,271

Date of registration: Jul 15th 2013

Location: Pescara

Occupation: Psicologo e Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale

  • Send private message

10

Thursday, March 28th 2019, 10:37am

Buongiorno,
l'approccio cognitivo-comportamentale si basa sul principio che il nostro stato emotivo è la conseguenza di come noi ci approcciamo ai problemi.
Si lavora per indagare e capire quali sono i meccanismi non salutari. Successivamente si impara a cambiare il proprio atteggiamento mentale in maniera da renderlo più "funzionale" alle situazioni.
Lascio un paio di link che possono essere utili: principi di terapia cognitiva ,la terapia cognitivo-comportamentale .
Buona giornata :)
"L'uomo non è spaventato dalle cose, ma dall'idea che ha delle cose" - Epiteto

Slowrope

Utente Attivo

Posts: 33

Activitypoints: 113

Date of registration: Jun 7th 2019

  • Send private message

11

Friday, July 19th 2019, 11:44am

L'unica soluzione é alzare il culo e stare alla larga da sti posti

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,677

Activitypoints: 20,366

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

12

Friday, July 19th 2019, 11:49am

L'unica soluzione é alzare il culo e stare alla larga da sti posti


quali posti? il forum? ci sei entrato tu...
The sound of waves in a pool of water
I'm drowning in my nostalgia

13

Friday, July 19th 2019, 1:22pm

Sicuramente alcuni tipi di psicoterapie di diverso orientamento e approccio funzionano meglio.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

Maggi23

Utente Attivo

  • "Maggi23" is female

Posts: 41

Activitypoints: 144

Date of registration: Jul 17th 2019

Location: Roma

Occupation: Impiegata

  • Send private message

14

Friday, July 19th 2019, 2:40pm

Dipende dal tipo di problema che hai, ognuna e' valida se contestualizzata al disturbo in esame. Ma per ognuna e' valido un solo punto in comune, anzi due: 1) quanto la persona e', motivata al cambiamento ed ad una migliore consapevolezza; 2) l'alleanza terapeutica fra chi chiede aiuto e chi lo offre fondata sull'empatia, l'accoglienza scevra da giudizi e critiche, il rispetto, la genuinita', del rappofto, la fiducia.

arianna73

Amico Inseparabile

Posts: 1,308

Activitypoints: 3,938

Date of registration: Apr 11th 2019

  • Send private message

15

Friday, July 19th 2019, 3:31pm

Vedo che il topic uppato non è recentissimo, e sarebbe interessante sapere nel frattempo melarossa che decisioni ha preso e che esperienze ha avuto :)
Io sono di mio molto interessata all'argomento, è un universo del quale avevo alcuni rudimenti di base molto schematici. Ora che mio malgrado ci sono entrata mi accorgo che le domande aumentano.
Spero di riuscire a postare questo messaggio perché al forum sembra venuto un attacco di instabilità :D , ma volevo quotare e sorridere con Giandeg perché in effetti il sospetto viene pure eh, date soprattutto certe tariffe che rendono impraticabili alcuni percorsi - almeno per tanti di noi, che non riusciamo magari nemmeno a rientrare nelle folle gestite dal servizio pubblico.

Quello che ho capito finora è che la vera discriminante è il professionista. Fa la differenza il suo essere o meno esperto, empatico, competente non solo in quello che può fare ma ancora in modo più importante di quello che non può fare per il paziente e la storia unica che ha di fronte.
Quello che può aiutarlo a capire di cosa ha bisogno ed eventualmente anche a cambiare indirizzo terapeutico, al bisogno. Il paziente per quanto motivato è in una posizione di vulnerabilità.
E a volte quella vulnerabilità è totale.

Sulla psicanalisi non so che pensare, effettivamente i "contro" , già solo soprattutto i costi, non sono poca cosa. Alcuni però, sia pure con un mix di farmaci , ne hanno tratto giovamento importante.D'altro canto sento molti dubbi anche nella stessa comunità medica su altre terapie.
E' uno scenario composito e vorrei saperne di più :hmm: