Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" is male

Posts: 1,572

Activitypoints: 4,452

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

31

Monday, June 17th 2019, 5:35pm

ciao......se posso permettermi......perchè hai paura di fare una cura invece che soffrire così' tanto? Inizia a parlare e cercherò di smontare il tuo castello......(non sono medico, faccio volontariato in un centro aiuto per ansia e depressione)........ :thumbup:

topolina89

Utente Attivo

  • "topolina89" started this thread

Posts: 27

Activitypoints: 81

Date of registration: Apr 17th 2019

  • Send private message

32

Friday, August 23rd 2019, 11:50am

Ciao, rispondo solo ora perchè la terapeuta mi aveva imposto di non fare ricerche su internet... un pò ha funzionato ma ci ricado sempre.

Preferirei non usare farmaci perchè sto allattando.

La fobia per le malattie c'è sempre, in particolare riferita ad un sintomo che secondo il mio medico di base non è nulla di che. A me però quando mi controllo compulsivamente crea un'ansia pazzesca.
Solo che ora si alterna con la fobia delle morti violente (es. incidenti), sia mia che soprattutto dei miei cari.... giusto il mese scorso ho scampato un incidente con mio figlio in auto solo perchè sono passata 20 secondi prima.

Ma per tutti è così difficile uscirne??

Sofia97

Nuovo Utente

  • "Sofia97" is female

Posts: 9

Activitypoints: 34

Date of registration: Aug 20th 2019

Location: Rieti

Occupation: Studentessa

  • Send private message

33

Friday, August 23rd 2019, 4:42pm

Ciao, ho visto la risposta al mio post e ora ho trovato il tuo. Sai benissimo che ti capisco e adotto i tuoi stessi atteggiamenti compulsivi, mi sono resa conto che anche per me internet è una droga: sono arrivata a leggere testimonianze di persone con varie forme di cancro o altre malattie, testimonianze di persone malate che ce l'hanno fatta, sono iscritta a medicinaitalia. Ci ho passato delle ore, interi pomeriggi così mentre fingevo di stare in camera a studiare. Ho mandato a puttane la sessione di settembre, mentre in condizioni normali sono una persona che studia moltissimo, ma ora non me ne frega nulla degli esami. Ho tanti interessi ma non li coltivo più. Se penso che fino ad un anno fa fumavo e facevo cose non proprio prudenti o raccomandabili mi sento male, e mi sento in colpa. Oltre a internet e alle numerose visite non richieste che ho fatto, controllo compulsivamente il mio corpo: mi tasto i linfonodi, mi guardo la gola circa ogni mezz'ora e altri comportamenti compulsivi. Anche nel mio caso l'ipocondria è dovuta anche alla morte di una persona a cui ero molto legata per una malattia rara. Tutto ciò come nel tuo caso si estende anche ai miei familiari: ad esempio recentemente mio padre aveva preso un'infezione che però stava curando bene, ma io avevo paura che morisse da un momento all'altro! Oppure, il mio fidanzato ha un problema alla pelle dovuto probabilmente all'allergia: anche lì ansia fatalistica. Alcune volte penso che io non vorrei avere dei figli perché questa ossessione si acuirebbe e magari farei stare male anche loro (quanti complessi :-NM). Seguo un percorso di psicoterapia che non ho iniziato a causa dell'ipocondria (è subentrata dopo) e ci ho trovato molti giovamenti, mi sento davvero migliorata in alcuni ambiti anche se con questo è davvero difficile perché sinceramente non avrei pensato che sarebbe mai potuto succedermi (prima ero anche abbastanza incosciente ripeto). Prima avevo tante ansia ma quella di morire mai (anzi spesso pensavo al suicidio ma questa è un'altra storia) ora mi chiedo: come fanno le persone a vivere normalmente pensando che potrebbe accadere loro o alle persone care qualcosa da un momento all'altro? Se mi dicono "la vita è così goditela" le mie ansie si acuiscono. Non riesco ad accettare la precarietà e l'imprevedibilità dell'esistenza, mi sento costantemente in pericolo. Ho deciso infatti di provare a chiedere un consulto medico per farmi prescrivere eventuali farmaci, e forse dovresti valutare anche tu questa alternativa perché non è giusto vivere in questo stato.
Scusa se mi sono dilungata con la mia esperienza, ma volevo farti capire che ti comprendo e non sei l'unica in questa situazione. Un bacio :kiss:

topolina89

Utente Attivo

  • "topolina89" started this thread

Posts: 27

Activitypoints: 81

Date of registration: Apr 17th 2019

  • Send private message

34

Sunday, August 25th 2019, 4:52pm

Come ho già scritto sto allattando perciò preferisco non usare farmaci per ora.
Sto seguendo un percorso da un terapeuta ma per una seduta che va bene ce ne sono tre che non vanno.
Sono seriamente propensa ad abbandonare la terapia visto che le mie finanze non sono proprio rosee e tempo/soldi di andare a tentativi non ne ho.
Sto cercando di capire quale approccio si addice meglio al trattamento dell'ipocondria in modo da andare sul sicuro.

Per ora sono riuscita solo a limitare le ricerche su internet.

This post has been edited 1 times, last edit by "topolina89" (Aug 25th 2019, 5:08pm)


topolina89

Utente Attivo

  • "topolina89" started this thread

Posts: 27

Activitypoints: 81

Date of registration: Apr 17th 2019

  • Send private message

35

Sunday, August 25th 2019, 5:14pm

E poi cavolo... come si fa a non pensarci??

Non passa giorno che senti qualcuno che ha un tumore, ha fatto infarti, ecc... anche ad un età giovane.

Cioè... perché a me queste notizie traumatizzano e ad altri no?