Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Snoopy

Utente Attivo

  • "Snoopy" is female

Posts: 20

Activitypoints: 74

Date of registration: Sep 15th 2012

  • Send private message

16

Saturday, September 29th 2012, 11:57am

aggiungerei che allontanarmi per un po' di tempo, almeno per me che come voi ho problemi all'interno della famiglia, fa miracoli per ansia, panico e qualsiasi cosa annessa.
ci si allontana dagli stimoli a cui si è abituati, fra cui quelli che generano il meccanismo maledetto che conosciamo bene...e poi fa bene all'autostima, perché sei sola e devi cavartela. naturalmente ci sarà ancora qualcosa che crea ansia, ma va decisamente molto meglio e mi sembra una reazione più "normale", una risposta coerente alla situazione. ad esempio i primi giorni che si fa un nuovo lavoro...poi quando ti accorgi che sai cavartela da sola è una sensazione bellissima...finché non torni da dove sei venuta, naturalmente.
io preferisco andare all'estero perché mi sento ancora più lontana e libera, e per mettermi alla prova. di solito funziona, non mi pento mai!
però basta allontanarsi di poco, come hai visto anche tu Lyla...

Nanaz, abbiamo una passione in comune. magari quando potrò mandare messaggi privati ti dirò una cosa che forse puoi fare col persiano.
ma i tuoi genitori sono italiani?

poi vorrei chiedere una cosa a tutte e due...dato che purtroppo avete questo problema da più tempo di me (sono sempre stata ansiosa ma è peggiorata da poco, con gli attacchi di panico e tutte le manifestazioni fisiche dell'ansia). è una domanda banale ma io ci provo lo stesso: vi capita mai di avere paura di avere altri problemi che non c'entrano con l'ansia? quando mi succedono cose "semplici" come caldo, freddo, nodo alla gola, ecc. li ricollego all'ansia e sono, se così si può dire, tranquilla. ma se mi capitano derealizzazione (almeno credo sia quella) e vertigine non riesco a non farmi venire il dubbio che ci sa qualcosa che non va nel cervello o nel sistema nervoso ;(
succede anche a voi? ieri sono stata abbastanza male e ho deciso di andare da un neurologo, però prima chiedo a voi perché se è una cosa che succede normalmente è inutile che perda tempo.

Lyla

Utente Attivo

  • "Lyla" is female
  • "Lyla" started this thread

Posts: 17

Activitypoints: 65

Date of registration: Sep 24th 2012

  • Send private message

17

Saturday, September 29th 2012, 8:33pm

PER SNOOPY:

Certo che è normale! Adesso ti racconto cosa mi è successo due mesi fà, in luglio, giusto per farti capire dove l'ansia purtroppo può arrivare!
Stavo guidando tranquillamente, ad un certo punto mi viene una fitta fortissima al cuore, e un senso di peso sempre sul petto come se ci fosse un mattone sopra, facevo fatica a respirare...insomma per farla breve mi sono terrorizzata, perchè pensavo a tutto fuorchè un attacco d'ansia, dato che non ci stavo manco pensando ed ero rilassata. Cioè in quel momento ero tranquilla, stavo addirittura cantando in macchina!! (in genere gli attacchi d'ansia arrivano quando uno è triste e rimugina sui suoi problemi e dolori, e non quando è tranquillo, almeno così pensavo!).
Fatto sta che arrivo a casa, e il dolore però non mi passava..ero in panico. Così il mio ragazzo (ora ex), mi porta subito al pronto soccorso e appena descrivo ai medici tutti i sintomi che avevo mi danno subito il codice rosso, pensando stessi per avere un infarto! Avevo tutti i sintomi, compreso il famoso "dolore al braccio sinistro" tipico dell'infarto.
Mi fanno tutti gli esami, mi hanno tenuto lì per ben 12 ore!! Sono entrata che erano le 16 di pomeriggio e sono uscita alla 4 del giorno dopo!
Si erano riuniti addirittura in team diversi medici fra cui la cardiologa che era stata chiamata d'urgenza. Mi hanno fatto tutti gli esami possibili e li hanno pure ripetuti una seconda volta per sicurezza...intanto io ero sul lettino che piangevo come una fontana perchè ero spaventatissima e avevo la tachicardia alle stelle. Mi hanno dovuto dare il valium per sedarmi.
Appena il valium ha iniziato a farmi effetto..sono spariti di colpo tutti i sintomi che avevo, i risultati degli esami hanno dato tutti esito negativo, il mio cuore stava benissimo, e alla fine la cardiologa mi fà: "ci hai fatto spaventare, pensavamo fosse infarto, invece era solo un enorme attacco d'ansia! Non ho mai visto una cosa del genere!", e poi mi fa: "ma tu per caso soffri di ansia e attacchi di panico?" e io "siiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!", però le ho detto, io ero in auto tranquilla e rilassata, non ho collegato per niente l'ansia a questo malessere improvviso. Allora la dottoressa mi ha spiegato che non c'entra niente l'essere tranquilli o meno, mi ha detto che purtroppo queste cose sono radicate nell'inconscio, e possono esplodere anche nei momenti impensabili.
Infatti mi sono accorta che è vero, a volte mentre non penso minimamente ai miei problemi, mi viene lo stesso questa sensazione di oppressione al petto e faccio fatica a respirare...ma viene così all'improvviso dal nulla.
Solo che adesso che sò che il mio cuore sta bene, non mi preoccupo più come prima, adesso sò che è solo questa terribile ansia del cavolo...
ovviamente è sempre meglio fare controlli se si sospetta di avere qualcosa, ma ti posso dire per mia esperienza che purtroppo l'ansia degenera anche in brutti sintomi che ti fanno pensare al peggio.

Nanaz

Utente Fedele

  • "Nanaz" is female

Posts: 296

Activitypoints: 1,028

Date of registration: Mar 31st 2012

  • Send private message

18

Saturday, September 29th 2012, 9:41pm

Certo,é normalissimo...
Non perdere tempo con dottori tanto non troveranno niente. All'inizio di tutta sta storia ansia ero convinta di avere una malattia incurabile. Stavo malissimo, non sono riuscita a mangiare sono dimagrita molto e certamente avevo sempre i sintomi dell'ansia. Mi meravigliavo come mai é cosí, se i dottori non trovano niente cioé non ho niente come mai sto male cosí tanto??? Poi piú tardi quando non stavo male ogni giorno facevo una cosa rilassante, in estate piena quando non avevo niente da fare, niente viaggi, neanche un'uscita di casa...insomma veramente niente che mi possa provocare ansi all'improvviso i é venuta l'ansia.
A volte mi sembra ancora incredibile che l'ansia puó far stare male cosí tanto, ma é cosí...E sono tranquilla perché so ormai che tanto non mi succederé niente.

Snoopy

Utente Attivo

  • "Snoopy" is female

Posts: 20

Activitypoints: 74

Date of registration: Sep 15th 2012

  • Send private message

19

Sunday, September 30th 2012, 1:49pm

grazie mille ragazze, avete risposto indirettamente ad altre mille domande che avevo in testa!
soprattutto pensavo di avere qualche problema di altro genere perché anche a me vengono attacchi d'ansia in momenti di tranquillità, dal nulla. ho paura perché non so mai quando può succedere, di conseguenza io che ero una ragazza superattiva a cui piace uscire, andare all'avventura, fare tante cose "improvvisate"...sto diventando chiusa, ho meno voglia di prendere e andare in giro perché so che può succedere questa cosa. ieri sera ad esempio ho visto il mio ragazzo (solo lui perché la derealizzazione mi è durata quasi due giorni e in quello stato stare con altre persone è difficile), però a un certo punto mi sono accorta che non avevo l'ansiolitico con me e ormai non potevo tornare a casa a prenderlo, mi sono sentita persa come se mi avessero tolto l'aria...poi sono riuscita a non pensarci più per fortuna.
la cosa peggiore che mi succede a volte è che, sempre dal nulla, sento l'umore che si abbassa nel giro di due secondi, mi viene un senso di vuoto bruttissimo e sento come se ci fosse qualcosa che mi scorre nel corpo...è così difficile da spiegare! non riesco più a parlare, a volte faccio fatica anche a pensare. sto solo male...è talmente brutto che in quel momento voglio solo che finisca e sto lì senza poter fare niente. un paio di volte mi sono accorta che stavo pensando che è una vita del ca**o e non vale la pena, questo mi ha fatto davvero paura perché non voglio pensare così.

spero che la psicoterapia mi aiuterà almeno a stare un po' meglio.

niente neurologo allora, anche se mi rimane il dubbio perché penso che ci dev'essere qualcosa che non va, ho capito che anche questo è normale e cercherò di ignorare la cosa. in effetti mi è già successo nell'ultimo periodo di stare male anche tanto senza che i medici potessero trovare problemi veri...solo che questo senso di vertigine fa abbastanza paura.
mi dispiace che state così male anche voi, davvero...il male al cuore dev'essere proprio angosciante oltre che brutto :(
anch'io non riesco a mangiare molto, ma di tutti i sintomi il peggiore a livello pratico è a mancanza di concentrazione, perché dovrei laurearmi e mi manca davvero poco, ma non riesco a più a fare niente. così non so cosa fare e mi sento tanto inutile e persa.

Lyla scusa se sto scrivendo così tante cose nel tuo topic, per me è una cosa nuova e non so come affrontarla...come stai in questi giorni? cosa pensi? cosa fai? :-)

Lyla

Utente Attivo

  • "Lyla" is female
  • "Lyla" started this thread

Posts: 17

Activitypoints: 65

Date of registration: Sep 24th 2012

  • Send private message

20

Sunday, September 30th 2012, 6:44pm

Snoopy figurati!! Poi scrivere quanto vuoi nel mio topic, tranqui! ;)
Comunque se ti fà stare più tranquilla fai pure qualche esame medico, giusto per tranquillizzarti, almeno sai che se ti capita di stare male è per l'ansia e non per altro.
Io ora ti dirò...mi sento come fossi in un "limbo", cioè sono tornata a casa dai miei ed è come un "non vivere", mi sento sospesa...non sò come descriverlo..al mattino mi alzo, pulisco un'po casa, poi pranzo..al pomeriggio mi metto al pc e così mi passo la giornata..però mi sento completamente svuotata dentro, come se non avessi più obbiettivi, più un futuro.
Sò che così ovviamente non posso andare avanti, che devo reagire, ma non è facile. Tutti mi dicono che poteva andarmi peggio, tipo essere lasciata con dei figli da mantenere (e invece non ho avuto figli), mi dicono che sono giovane e posso rifarmi una vita, che non è morto nessuno, ecc., eppure io soffro lo stesso. Mi sento una perdente, una che a 30 anni non è ancora riuscita a fare nulla di buono nella vita. :(
Mia madre dice che solo il tempo guarisce tutte le ferite...io lo spero. Intanto sono contenta di scrivere su questo forum, dove ci sono altre persone come me, mi fà sentire meno sola, è bello poterne parlare liberamente con qualcuno, mi dà un'po di conforto...grazie! :)

suninthenight

Utente Attivo

Posts: 44

Activitypoints: 146

Date of registration: Sep 2nd 2012

  • Send private message

21

Monday, October 1st 2012, 12:30am

Ciao Lyla, ciao a tutte, quanto ti capisco... Io pensa che ho cambiato pure università e mi deo ancora laureare... E ogni giorno mi sento chiedere quando mi laureo e mi mancano sempre due esami, e mi viene chiesta ogni giorno la stessa cosa! In più i miei hanno una situazione economica brutta visto il tracollo italiano... E così io sono un peso... Cerco lavoro e non lo trovo, vorrei andare a vivere con il mio fidanzato ma nn trovo lavoro, in più mettici che sono andata in ferie e con la paura di non avere abbastanza soldi facevo in continuazione calcoli con la calcolatrice, non mangiavo per risparmiare... Alla fine mi sono fatta venire un bell'attacco di ansia, sono corsa in Italia, sono scappata dall'estero e la mia derealizzazione mi sta veramente uccidendo... Ansia, paura... Se non ci penso, o meglio lascio arrivare i pensieri e distolgo l'attenzione va meglio, ma ora come ora sono di nuovo piena d'ansia... Sai cosa penso? Che tutto sia dovuto a una nostra parte inespressa che ad un tratto stanca di essere nascosta nel profondo esplode così... Bisogna tirarla fuori e capire da dove viene... Ma da dove viene realmente? Non so... Buonanotte

Snoopy

Utente Attivo

  • "Snoopy" is female

Posts: 20

Activitypoints: 74

Date of registration: Sep 15th 2012

  • Send private message

22

Monday, October 1st 2012, 6:10pm

Comunque se ti fà stare più tranquilla fai pure qualche esame medico, giusto per tranquillizzarti, almeno sai che se ti capita di stare male è per l'ansia e non per altro.
Io ora ti dirò...mi sento come fossi in un "limbo", cioè sono tornata a casa dai miei ed è come un "non vivere", mi sento sospesa...non sò come descriverlo..al mattino mi alzo, pulisco un'po casa, poi pranzo..al pomeriggio mi metto al pc e così mi passo la giornata..però mi sento completamente svuotata dentro, come se non avessi più obbiettivi, più un futuro.
Mi sento una perdente, una che a 30 anni non è ancora riuscita a fare nulla di buono nella vita. :(
Mia madre dice che solo il tempo guarisce tutte le ferite...io lo spero. Intanto sono contenta di scrivere su questo forum, dove ci sono altre persone come me, mi fà sentire meno sola, è bello poterne parlare liberamente con qualcuno, mi dà un'po di conforto...grazie! :)

non ho la possibilità di fare esami perché costano e i miei genitori non li pagheranno.
perciò resto qui e spero in bene...comunque non è che sto male ogni tanto, ogni tanto sto peggio, ma mi sento sempre con questo senso di vertigine e distacco dalla realtà...da quando ho preso il trittico, dal giorno dopo mi pare. mi ha fatto stare di un male cane e dopo mi ha lasciato questo regalo -.-
per questo penso che forse ci sono dei problemi, ma magari se aspetto passano.

che cos'è per te qualcosa di buono? cioè, pensi che ci siano delle cose standard che si devono fare nella vita per sentirsi realizzati?
il tono forse sembra provocatorio ma non lo è, non mi viene nessun altro modo per mettere giù questa domanda.
il tempo aiuta ma non fa miracoli, se aspetti senza fare niente le cose non cambiano...è un po' triste ma è la verità, o almeno la conclusione a cui sono giunta io. tocca analizzarsi un po' e capire cosa si vuole, per poi metterlo in pratica...è per questo che ho deciso di fare questa psicoterapia che mi sembra utilissima, anzi fondamentale anche se dolorosa. è curioso come a volte si sta tanto male senza saperlo, almeno fin che non si raggiunge il limite...si vive male senza rendersene conto e soprattutto senza sapere perché. piano piano sto iniziando a fare ordine e capire qualcosa, anche se poco e in modo confuso, ma so che se mi impegno starò meglio e questo incubo finirà...questo mi basta e avanza per essere ottimista. consiglierei a chiunque di intraprendere questa cosa, non si può sapere quanto serve finché non si inizia.
a parte questo, secondo me è importante reagire, alzarsi una mattina e pensare "ok adesso basta, qualcosa devo fare" (e farlo, ovvio)
anche se so benissimo che non è facile! però l'obiettivo deve essere stare meglio, quindi non bisogna assolutamente bloccarsi con pensieri del tipo "non sono capace di far niente" "sono vuota e senza futuro"...quelli lascia che vengano (visto che vengono indipendentemente dalla tua volontà) e passino, accettali come "componente del momentaccio" e poi però passa oltre.

Io pensa che ho cambiato pure università e mi deo ancora laureare... E ogni giorno mi sento chiedere quando mi laureo e mi mancano sempre due esami, e mi viene chiesta ogni giorno la stessa cosa! In più i miei hanno una situazione economica brutta visto il tracollo italiano... E così io sono un peso... Cerco lavoro e non lo trovo, vorrei andare a vivere con il mio fidanzato ma nn trovo lavoro, in più mettici che sono andata in ferie e con la paura di non avere abbastanza soldi facevo in continuazione calcoli con la calcolatrice, non mangiavo per risparmiare... Alla fine mi sono fatta venire un bell'attacco di ansia, sono corsa in Italia, sono scappata dall'estero e la mia derealizzazione mi sta veramente uccidendo... Ansia, paura... Se non ci penso, o meglio lascio arrivare i pensieri e distolgo l'attenzione va meglio, ma ora come ora sono di nuovo piena d'ansia...

è proprio vero che noi italiani siamo dei giramondo, insomma...non ce n'è neanche una in questa discussione che non sia stata almeno per un po' all'estero!
"quando ti laurei" lo conosco come le mie tasche -.-''
anche se sono in ritardo solo di una sessione. tu fregatene, conosci il motivo per cui ti devi ancora laureare, e cioè perché hai cambiato, non perché non sei abbastanza intelligente o non hai voglia di studiare. forse le altre persone non si rendono conto della pressione che ti creano in questo modo, lo chiederanno per routine o perché non sanno cos'altro chiedere, secondo me.
anche a te dico la stessa cosa: la psicoterapia serve...cavolo sembrerò un disco rotto, però è vero. l'ansia deriva proprio da cose che ci fanno soffrire e sono talmente profonde da essere invisibili perché consolidate nel tempo o troppo dolorose da accettare. per farla passare l'unica è capire, elaborare e infine cambiare queste cose grazie alla razionalità...

domanda: riesci a descrivermi cosa intendi con derealizzazione? perché sto provando una cosa strana che non riesco a definire, credo si tratti di questo ma vorrei capire. so che non è facile...ma mettila giù come viene e non ti preoccupare se si capisce o no, se è quella credo che capirò cosa intendi.

suninthenight

Utente Attivo

Posts: 44

Activitypoints: 146

Date of registration: Sep 2nd 2012

  • Send private message

23

Monday, October 1st 2012, 11:54pm

Non so descrivertela bene... Guardi la realtà come se fosse un film quindi senza pathos... Esempio i miei e il mio fidanzato soprattutto mi sembrano strani, lontani, distanti, li conosco ma li sento distaccati da me e mentre l'ho combattuta bene per 3 sett oggi e' tornata prepotente perché sono stanca...

Snoopy

Utente Attivo

  • "Snoopy" is female

Posts: 20

Activitypoints: 74

Date of registration: Sep 15th 2012

  • Send private message

24

Tuesday, October 2nd 2012, 4:00pm

ci siamo, allora probabilmente è quella....ma ti senti solo staccata dal resto, o strana anche tu stessa?