Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


1

Tuesday, June 30th 2020, 9:14am

Insonnia centrale, non ne posso più...

E niente, ho questo problema a fasi alterne da un paio d'anni, non ci ho mai dato molto peso ma da un mesetto a questa parte la faccenda è peggiorata e mi sta facendo vivere male.

Conduco una vita abbastanza sana, dieta regolare, non fumo, non prendo droghe, non bevo abitualmente (il sabato sera mi capita di alzare un po' il gomito se devo essere sincero), pratico sport leggero (corsette, esercizi in casa) non tutti i giorni ma quasi, sono tutto sommato in forma.

Di sera mi addormento con relativa facilità (ultimamente è un po' peggiorata anche la fase iniziale a dire il vero), ma poi durante la notte mi sveglio almeno 2 o 3 volte, poi magari mi riaddormento ma il mio sonno è frammentato e di cattiva qualità. Magari faccio 3 ore, mi sveglio, rimango sveglio per un quarto d'ora, mi riaddormento per un'ora, mi sveglio di nuovo, un altro quarto d'ora sveglio e mi riaddormento, totale 5 ore, se va bene 6, ma spezzate.

Quindi durante il giorno sto sempre rimbambito, al rientro da lavoro mi sento spossato e il primo pensiero che ho è quello di lanciarmi a quattro di spade sul letto anziché boh, andare a farmi un giro o un aperitivo, non so... Ho attacchi di sonnolenza, ho continuamente un cerchio alla testa e una sensazione di pesantezza come se da un momento all'altro mi dovesse esplodere il cranio, sensazione che a volte si evolve anche in emicrania. Il senso di intontimento a volte è come se fossi ubriaco, alcuni giorni fa mentre ero a fare una corsetta mi sono dovuto fermare perché mi girava la testa, mai successo in vent'anni che corro più o meno regolarmente.

Ieri mi sono deciso a tornare dal mio dottore, mi ha dato da prendere Circadin (anche se avevo già provato della melatonina da banco in farmacia, ZZZQuil per la precisione, e non mi aveva dato nessun effetto) e Sonirem.

Ecco il Sonirem un po' mi spaventa. Mi ha detto prendi metà dose, se vedi che non va bene la notte successiva aumenti di 1-2 gocce e così via, in modo da trovare il dosaggio più basso possibile che per te vada bene, poi venerdì ci rivediamo così mi dici com'è andata e valutiamo se continuare o prendere altre strade.

Qualcuno di voi ha esperienze con questi problemi e, se si, come avete risolto? Io non ne posso più... Non voglio entrare nel circolo delle benzodiazepine, ci deve essere un altro modo...

repcar

Moderatore

  • "repcar" is male

Posts: 2,020

Activitypoints: 5,810

Date of registration: Dec 10th 2016

Location: reggio calabria

Occupation: forze di polizia

  • Send private message

2

Tuesday, June 30th 2020, 11:16am

Se ti va puoi leggere il mio post di "giovedì, 25 giugno 2020, 17:10", dove ho risposto ad una utente riguardo problemi per il sonno.
In ordine al sonirem, detto farmaco appartiene alla classe degli ipnotici, da prendere con cautela e per trattamenti a breve termine in relazione a "gravi disturbi del sonno che causano profondo malessere".
In bocca al lupo..... :thumbup:

ValentinaM

Utente Attivo

  • "ValentinaM" is female

Posts: 26

Activitypoints: 85

Date of registration: May 15th 2020

Location: Firenze

  • Send private message

3

Wednesday, July 1st 2020, 3:39am

Le benzodiazepine vanno utilizzate "una tantum" per situazioni che richiedono un rimedio immediato (es. ho paura di volare, ne prendo una dose prima di prendere l'aereo quell'unica volta ogni x anni e finisce li').

Iniziare a prenderle per un problema di insonnia non è cosa sensata. Si rischia di diventarne dipendenti senza risolvere il problema.

Se hai un'infezione ad un dente e ti fa molto male, cosa fai ? Prendi l'antidolorifico un paio di volte per mitigare il sintomo ma poi lo curi, giusto ? Ecco con le benzo non fai altro che mitigare dei sintomi senza curare un bel niente, introducendo anche poi un problema aggiuntivo che non è di poco conto : la dipendenza.

L'insonnia puo' essere una spia di problemi ansiosi/depressivi e se proprio si vuole curarla con i farmaci allora si deve ricorrere agli antidepressivi che agendo sull'umore migliorano anche la qualità del sonno.

Altrimenti se vuoi dormire bene i consigli sono sempre gli stessi : praticare una regolare attività fisica bella intensa (corsa, bici ecc ma non prima di dormire), evitare caffè e alcol, imparare delle tecniche per rilassare la mente (meditazione, yoga) e soprattutto cercare di capire cosa ti turba e perchè la tua mente non si da pace quando dovrebbe rilassarsi. Ed agire su questo fronte per eliminare il problema alla radice.

"La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo. Non sono le parole, non sono i fiori, i regali. È il tempo. Perché quello non torna indietro e quello che ha dato a te è solo tuo, non importa se è stata un'ora o una vita."

4

Friday, July 3rd 2020, 8:59am

Vi ringrazio per la vostra partecipazione... Intanto sembra stia andando meglio, cioè oddio in realtà le interruzioni del sonno persistono ma quel senso di intontimento pressoché costante è sparito e gli episodi di sonnolenza che mi capita di avere nel corso della giornata sono sporadici e riconducibili a quello che in gergo si dice "abbiocco", anche se in realtà gli orari più difficili sono la tarda mattinata, tipo tra le 11:30 e le 12:00, e il medio pomeriggio, tipo tra le 16:30 e le 17:00...

Dormo circa dalle 23:30 alle 6:30 con una prima interruzione intorno alle 3:30 e una seconda interruzione intorno alle 5:00, però la mattina quando mi sveglio mi sento tranquillo, prima mi sentivo come se mi fosse passato un trattore addosso...

Boh dai, vedremo. Intanto con il Sonirem mi mantengo a un dosaggio inferiore a quello nominale. :)

5

Friday, July 3rd 2020, 10:47am

Di norma il mio problema è dormire poco ma tutta una tirata.
Notato anche io come il sonno frammentato mi lasci rintronato, suppongo sia dovuto al fatto che si spezzi i cicli naturali del sonno.

Personalmente io non mangio prima delle 14.00 e a volte digiuno anche la sera.
Al mattino non ho cali di energia o sonnolenza e nel pomeriggio non ho poi quell'abbiocco deprimente.
Però ognuno riaponde diversamente e non la consiglierei a chi mangia molti carboidrati.
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll