Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Luca99

Nuovo Utente

  • "Luca99" ha iniziato questa discussione

Posts: 0

Activity points: 0

Data di registrazione: lunedì, 22 luglio 2019

  • Invia messaggio privato

1

domenica, 02 dicembre 2018, 22:46

Insomnia

Banalmente, oltre ai farmaci, che metodi utilizzate per prendere sonno? Perché per me sta diventando davvero un problema. I pensieri legati alla situazione descritta nell'altro topic, più altri pensieri mi stanno letteralmente "togliendo" il sonno. Già dormo non più di 6 ore e mezza a notte nel periodo scolastico, ora dormo tra le 2 di notte(se va bene) alle 7 svegliandomi più volte: ovviamente la situazione scolastica ne risente.
Qualcuno saprebbe aiutarmi? Grazie mille :)

2

lunedì, 03 dicembre 2018, 15:47

Io avevo preso l'abitudine di mettermi a letto non prima della 1 ma poi puntualmente iniziavo a guardarmi la tele e facevo sempre le 2 o dopo le 3. Alla fine diventò quella la mia abitudine e nei week end mi svegliavo anche dopo le 12. Sono riuscito gradualmente a cambiare abitudini: niente caffè al pomeriggio a parte se esco la sera, spengo il pc e smetto di ascoltar musica dopo le 22 e spengo la tv (cioè mi metto a letto e spengo la luce), verso mezza notte. I primi periodi è stata dura ma poi mi sono abituato senza assumere nessun farmaco se non una buona camomilla. Altra cosa che mi ha aiutato molto è stato mangiare bene e fare una sana attività sportiva.

Luca99

Nuovo Utente

  • "Luca99" ha iniziato questa discussione

Posts: 0

Activity points: 0

Data di registrazione: lunedì, 22 luglio 2019

  • Invia messaggio privato

3

lunedì, 03 dicembre 2018, 23:23

Attività sportiva col deficit neurologico che mi ritrovo per me è un po' complicata, sebbene potrei provare a decidermi a imparare a nuotare. Mangiare effettivamente devo decidermi a mangiare decentemente, anche se non ho alcun problema di peso. La musica è un problema perché ascolto davvero tantissima musica a qualsiasi ora, e mi aiuta a rilassarmi. Ho due dubbi: il tè aiuta o meno? Perché ho l'abitudine di bere tanto tè caldo(quando sto agitato il calore mi rilassa molto) ma temo mi impedisca di prendere sonno. Infine:la domenica io ho un vero e proprio collasso adrenalinico, cioè dormo tantissimo(mi è capitato di dormire tra un sabato ed una domenica arrivato a casa dal collegio un totale di 18 ore, troppo troppo) con conseguente umore a terra. Come fare ad evitarlo?

Grazie davvero comunque, non è scontato avere delle risposte.

Longobardo

Utente Fedele

  • "Longobardo" è stato interdetto da questo forum

Posts: 926

Activity points: 1.563

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

4

martedì, 04 dicembre 2018, 08:07

Luca il te' contiene caffeina , che contribuisce a tenerti sveglio

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" è un uomo

Posts: 1.466

Activity points: 3.803

Data di registrazione: domenica, 26 giugno 2016

Località: emilia-romagna

Lavoro: una volta

  • Invia messaggio privato

5

martedì, 04 dicembre 2018, 12:30

Ho affiancato lo xanax, che usavo per aiutarmi a dormire' con valeriana e melatonina associate in compresse , mezz'ora prima di andare a dormire. In sei mesi ho smesso lo xanax ed ora prendo una cpr di valeriana e melatonina al bisogno. Spesso è l'ansia a tenere svegli. Per l'effetto ci vuole almeno una quindicina di giorni, ma è solo la mia esperienza personale ed ero seguito dal medico.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

6

martedì, 04 dicembre 2018, 20:32

Al posto del the bevi tisane o infusi...anche se io non credo che un the faccia la differenza ma se ne bevi tanto (magari associato a vari caffe) così riduci le quantità di teina.
Mi associo nel consigliarti la melatonina.
Domanda: dormi di giorno?
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

7

martedì, 04 dicembre 2018, 20:37

Mi associo al parere positivo sulla Melatonina, anch'io l'ho trovata un buon regolatore del ritmo sonno-veglia. L'ho usata diverse volte in passato per rientrare da abitudini un po eccessive tipo far molto tardi in uscite fino alle 4 del mattino o dopo periodi si serate tirate davanti alla tv o ad ascoltare musica fino a notte inoltrata. Per quanto concerne invece le insonnie passeggere apprezzo sempre la Camomilla in filtri.

Luca99

Nuovo Utente

  • "Luca99" ha iniziato questa discussione

Posts: 0

Activity points: 0

Data di registrazione: lunedì, 22 luglio 2019

  • Invia messaggio privato

8

mercoledì, 05 dicembre 2018, 23:19

Per quanto riguarda la melatonina ed altri prodotti quali la valeriana: ci ho provato e ci provo tuttora, ma non risolvono assolutamente il problema. Ho provato per 30 giorni valeriana+melatonina, senza alcun risultato, se non addirittura peggiorare la situazione.
Sul té devo presumibilmente decidermi a toglierlo, mo proverò con le tisane.
Per quanto riguarda il dormire di giorno @sara84: magari dormissi di giorno, invece anche se ho un sonno bestiale non riesco a dormire neanche di giorno.
Un'altra cosa che noto è che anche quelle poche ore che dormo più che dormire si tratta di una sorta di dormiveglia, perché non riesco assolutamente a raggiungere un vero stato di sonno ed anzi, molto spesso mi sveglio e/o mi ritrovo a girarmi e rigirarmi nel letto.

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" è un uomo

Posts: 1.466

Activity points: 3.803

Data di registrazione: domenica, 26 giugno 2016

Località: emilia-romagna

Lavoro: una volta

  • Invia messaggio privato

9

giovedì, 06 dicembre 2018, 00:59

Anche io in passato non trovavo beneficio da valeriana e melatonina, invece ultimamente ho trovato un consistente aiuto. Le notti di parziale insonnia che mi capitano sono dovute a situazioni di maggiore stress da insoddisfazione. I sonniferi dopo alcune settimane non aiutano più. Forse necessita gestire diversamente l'ansia in generale. Se soffri di un'ansia che in specifico ti ''agita'' in generale per un poco si potrebbe abbinare un sonnifero ad un ansiolitico presi insieme prima di entrare nel letto, per un massimo di un mese e poi dimezzare la dose per due mesi. Nel mio caso ha funzionato, poi prendevo l'ansiolitico che affiancato a valeriana e melatonina ho sospeso. E' la terapia che ho suggerito io alla psichiatra e lei mi disse ''si può fare''.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Luca99

Nuovo Utente

  • "Luca99" ha iniziato questa discussione

Posts: 0

Activity points: 0

Data di registrazione: lunedì, 22 luglio 2019

  • Invia messaggio privato

10

giovedì, 06 dicembre 2018, 23:45

Adesso sto vedendo con lo psichiatra di prendere un sonnifero perché anche stanotte è stato un dramma; mi sto rendendo conto di aver dormito in totale tra domenica sera ed oggi giovedì sera solo 14 ore (e di per giunta malissimo). Speriamo bene

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" è un uomo

Posts: 1.466

Activity points: 3.803

Data di registrazione: domenica, 26 giugno 2016

Località: emilia-romagna

Lavoro: una volta

  • Invia messaggio privato

11

venerdì, 07 dicembre 2018, 00:12

Non sono medico ma suggerisco di affiancare il sonnifero con un ansiolitico...magari inizi con mezzo halcion 0.50 con mezzo xanax 0.50 ed una cpr di melatonina, ci vuole lo psichiatra. Se possibile evitare lo Zolpidem , un sonnifero terribile con cui mi sono trovato male e non sono stato l'unico...soprattutto cerca di capire se l'insonnia è aggravata dall'ansia oppure un fattore fisico. Possibile che usando un sonnifero ci siano lacune nella memoria temporanee.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Luca99

Nuovo Utente

  • "Luca99" ha iniziato questa discussione

Posts: 0

Activity points: 0

Data di registrazione: lunedì, 22 luglio 2019

  • Invia messaggio privato

12

venerdì, 07 dicembre 2018, 00:35

La mia insonnia è da imputarsi solo ed esclusivamente all'ansia credo. Vabbe, nulla di troppo grave comunque.

13

venerdì, 07 dicembre 2018, 14:15

ne hai parlato col medico di base?
So che esiste il ramo di medicina del sonno che si occupa dei disturbi del sonno tra cui l'insonnia ma immagino sia per casi gravi.
Ad ogni modo puoi chiedere consigli a lui intanto...
[email protected]
### ### ### ###
*sara swarovsky*

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite