Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


LilsPotter

Nuovo Utente

  • "LilsPotter" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: May 22nd 2017

  • Send private message

1

Monday, May 22nd 2017, 12:39pm

Insicurezza paura derealizzazione

Salve!
Tutto è iniziato tre anni fa quando avevo 20 anni. Una cara amica di mia mamma si è suicidata e da quel giorno il mio essere spensierata è sparito. Sono sempre stata una ragazza solare, allegra senza pensieri e tutt'ora cerco di esserlo, anche se dentro sto affondando. Dopo il suicidio di questa donna ho iniziato ad aver la derealizzazione. Per mesi ne ho sofferto; avevo paura che non mi passasse mai e che la mia vita sarebbe stata per sempre segnata da questa terribile sensazione che mi accompagnava ogni giorno. Con il tempo ho imparato a conviverci ed ero tornata ad essere felice, nonostante qualche volta mi capitava di fare brutti pensieri, ma tutto finiva li e mi andava bene. A marzo mi sono laureata e per una settimana tutto andava bene; ho iniziato a mandare curriculum e a pensare cosa avrei voluto fare nel mio futuro. Da un giorno all'altro ho ricominciato a stare male, come capitò in seguito al suicidio della mia conoscente. Ma questa volta è peggio..faccio pensieri orribili e penso spesso al futuro, alla paura di affrontare la vita, di non essere abbastanza forte per quello che verrà. Non avendo trovato un impego che mi occupi la mattinata (al pomeriggio aiuto mio papà nel suo negozio), rimango sola e mi deprimo, al punto che ho iniziato ad aver paura dei momenti in cui sono sola in casa. In più i miei tra due settimane partono per una settimana al mare lasciandomi da sola. Quando hanno organizzato le vacanze stavo ancora bene, perciò l'idea di stare una settimana da sola in casa non mi spaventava anzi: avrei provato ad essere indipendente. Ma ora è cambiato tutto. Sono terrorizzata dall'arrivo di quel momento. Non posso nemmeno stare a a casa di qualcuno in quanto ho un cucciolo a cui badare. Certo c'è il mio ragazzo che viene a stare da me, ma lavorando fino alle 8 di sera poco mi aiuta. Per quanto riguarda aiuti esterni ho deciso di andare da una naturopatache che, ascoltando i miei problemi, mi realizza dei fiori di Bach adatti a me dosando le varie goccine. Per ora non sento grandi cambiamenti, ma voglio dare fiducia a questo rimedio naturale e per un po'​ mi affiderò a questi. Un pensiero brutto che faccio di continuo è a come soffrirebbero i miei amati se dovessi farmi del male..ma il punto è che voglio vivere! Eppure non riesco a non pensare alla morte..ho pensato di essere depressa, ma leggendo i sintomi della depressione non ho trovato molte corrispondenze con i miei, in quanto io sono attiva e cerco di distrarmi, di fare cose e voglio uscire il più possibile proprio per non farmi buttar giù dai pensieri negativi.. qualcuno vive delle esperienze simili o le ha vissute? Come posso ritornare serena? Io credo che quando riuscirò a trovare il mio posto, a trovare un lavoro tutto possa tornare tranquillo.
Grazie mille!

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 8,844

Activitypoints: 26,965

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

2

Tuesday, May 23rd 2017, 7:22pm

Cerca li attorno una cooperativa di volontariato. Cosi' vedi cose nuove, distogli l'attenzione e stai in mezzo a gente che ha problemi ben più grossi dei tuoi.

Ospedali, mense pubbliche, pronto soccorso, pulizia dell'ambiente, ecc.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

mario97

Nuovo Utente

Posts: 1

Activitypoints: 3

Date of registration: May 29th 2017

  • Send private message

3

Monday, May 29th 2017, 3:32pm

derealizzazione

Ciao lils io sono un ragazzo di 20 anni e da circa un anno soffro di depersonalizzazione e derealizzazione ho alternato periodi terrificanti a periodi di serenità l'apice del "terrore" lo ho avuto 4 mesi fa in seguito di un malore del padre di un amico avvenuto davanti ai miei occhi.. e da quel momento non vivevo più avevo paura che tutto questo non sarebbe mai finito e fortunatamente ho preso la decisione di andare da uno psichiatra, la mia paura era quella che questa malattia mi avrebbe accompagnato tutta la vita scaturendo in conclusione in una sorta di nevrosi o schizofrenia , lo psichiatra mi ha subito rassicurato su questo spiegandomi che è solo una fase transitoria dovuta dall'ansia (nel mio caso che possa succedere qualcosa ai miei cari) e mi ha prescritto dei farmaci e ora va molto meglio è un percorso lungo e questa "malattia" si deve cercare di bloccare nel nascere... comunque sia in bocca al lupo e ricorda sempre che la vita è bella e va vissuta a pieno