Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Eph

You may not speak about sorrow if you have never seen warrior's tears

  • "Eph" is female
  • "Eph" started this thread

Posts: 221

Activitypoints: 859

Date of registration: Jan 22nd 2009

Location: in un mazzo di carte

Occupation: Jolly

  • Send private message

1

Saturday, March 6th 2010, 10:49am

Incidente in macchina.

Ieri sera ho avuto una specie di incidente in macchina, ho quasi investito un ragazzo. E' andata così: mio padre mi ha portata in una strada di lungomare, tutta dritta, ed era appena calato il buio. In questa strada si ripetono varie volte le strisce pedonali, ma alla mia destra ci sono delle macchine parcheggiate che non permettono di vedere chi è in procinto di attraversare, se non quando si sporge o è intenzionato ad attraversare... Avevo lo sguardo fisso sulla strada e poi spunta un ragazzo sulle strisce, che io non ho visto... mio padre mi urla di frenare e non avendo ancora i riflessi pronti non sono riuscita ad inchiodare, così mi ha aiutata a girare il volante: in questo modo con lo specchietto ho preso il braccio del ragazzo, il quale si è procurato solo una botta per fortuna. Il ragazzo in questione ha detto di essersi fatto male ma che non era nulla di grave, alla proposta di andare in ospedale ha preferito di no dicendo : «no no non ce n'è bisogno, fa niente!» .
Io ho visto il ragazzo solo nel momento della botta ma mio padre ha detto che stava guardando altrove mentre attraversava: il ragionamento fila, perché ero in terza e andavo ai 40 km/h, visto che ci siamo "scontrati" se avesse guardato bene avrebbe capito che ero troppo vicina alle strisce per potermi fermare e farlo passare... Ci sono una serie di scusanti ma obiettivamente è colpa di entrambi. Mia perché non ho prestato troppa attenzione alle strisce (soprattutto perché a causa delle macchine parcheggiate appunto la gente spunta e pretende di passare) e sua perché non ha guardato bene chi stava arrivando.
Ero così scioccata e sconvolta che non riuscivo più a far partire la macchina. I muscoli delle gambe erano tesi e non riuscivo più a calmarmi in qualsiasi modo... Appena tornata a casa ho cominciato a piangere ininterrottamente per ore: mi vergogno profondamente per quel che è successo, ancor di più se penso che per fatalità, se non mi avessero aiutata a girare il volante o se fossi arrivata mezzo secondo dopo avrei potuto fare veramente male a quel ragazzo. A molti miei coetanei alle prime armi è successa una cosa simile ed è anche vero che non ho ucciso nessuno... Però... Salire in macchina ora mi spaventa. Mi terrorrizza il pensiero di dover passare per quel punto dove è successo il fatto, mi mette ansia l'immagine del ragazzo che sbatte il braccio contro lo specchietto, mio padre che urla e che bestemmia. Mi sento distrutta da questa cosa, soprattutto perché non ho idea di come affrontarla...
~ I want my eyelashes to be as black as my soul and as long as the list of people I hate

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" is female

Posts: 1,480

Activitypoints: 4,617

Date of registration: Jul 30th 2009

Occupation: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Send private message

2

Saturday, March 6th 2010, 12:01pm

Cara Eph, capisco il tuo dispiacere, ma non è successo niente di grave. Non hai ucciso nessuno, non hai fatto male a nessuno.
Gli incidenti capitano, tutti ci possiamo distrarre, tutti possiamo avere i riflessi 1poco + lenti in certi momenti. La settimana scorsa ho avuto un incidente in macchina dove ho tamponato in pieno quello davanti a me.. anche io ero spaventata...anche io ho pianto, quindi ti capisco bene.
Non è successo niente, ripetitelo e respira. Siamo umani, possiamo sbagliare. Non essere troppo severa cn te stessa.E soprattutto NON ABBANDONARE LE GUIDE!! Te ne pentiresti
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" is female

Posts: 4,212

Activitypoints: 14,957

Date of registration: Dec 5th 2008

Location: Modena

Occupation: impiegata

  • Send private message

3

Saturday, March 6th 2010, 1:11pm

se fossi arrivata mezzo secondo dopo avrei potuto fare veramente male a quel ragazzo


ma non è successo, pensa a questo.
immagino il tuo terrore nella guida ora, ma pensa che non hai fatto quasi niente al ragazzo.
pensa che questo "ti serve" per stare ancora più attenta alla strada, ma questa attenzione, dopo che hai superato il trauma, non ti deve impedire di guidare.
anche mia madre, anni fa, era saltata addosso a un uomo a piedi, che non aveva visto arrivare.
io ero in macchina con lei e io anche ho visto l'uomo all'ultimo momento. 8| ;(
è stato un trauma per tutte e 2, soprattutto per lei che guidava.
ma l'abbiamo superato.

4

Saturday, March 6th 2010, 1:50pm

Hai paura che il truma che hai vissuto ti si ripresenti... potresti scegliere di non prendere + la macchina per evitare l'aventualità, pensa: questa scelta come ti farebbe stare? Alla fine vale il detto se cadi da cavallo la cosa migliore da fare è risalirci subito.

visto che non sei on line mi immagino tu al volante, inizialmente nervosa e tramante, o dopo poco più rilassata.
Facci sapere le news :hi:
Tutto ciò mi perplime

rocco smitherson

Eph

You may not speak about sorrow if you have never seen warrior's tears

  • "Eph" is female
  • "Eph" started this thread

Posts: 221

Activitypoints: 859

Date of registration: Jan 22nd 2009

Location: in un mazzo di carte

Occupation: Jolly

  • Send private message

5

Sunday, March 7th 2010, 11:39am

E' vero che sono molto severa con me stessa, lo sono sempre stata. Fosse successo a qualcun'altro avrei pensato a tutta questa situazione molto diversamente: per quanto riguarda me, provo ancora molta vergogna e vivide sono le sensazioni che ho provato nel momento in cui ho "quasi" (poiché molto confusa) realizzato di aver fatto male a qualcuno, come se fosse solo un brutto sogno e aspettassi di svegliarmi... Ma sorpresa, era solo la realtà.
E' anche vero che per affrontare la cosa è meglio che mi rimetta al più presto in macchina, e lo farò... Con alcune accortezze però :P ripasserò per quel tratto di strada quando sarò più esperta... Nel frattempo sto un po' analizzando questo senso di vergogna che provo costantemente per qualsiasi cosa io faccia. :(
~ I want my eyelashes to be as black as my soul and as long as the list of people I hate