Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Lilly_12

Nuovo Utente

  • "Lilly_12" started this thread

Posts: 1

Activitypoints: 10

Date of registration: Jan 20th 2014

  • Send private message

1

Friday, January 24th 2014, 4:52pm

Horror vacui- Il vuoto senza senso

Salve a tutti, mi chiamo Ilaria, ho 19 anni, e mi sono da poco iscritta a questo forum con la speranza di trovare conforto e confrontarmi con persone che possano capire i miei problemi e non ritenermi folle.
Ho 19 anni, sono giovane ma nonostante ciò l'ansia e gli attacchi di panico hanno preso possesso della mia vita; proprio così, sento che non sono più io a controllare le mie azioni, le mie sensazioni ma sono invece "loro" a manovrarli, a decidere cosa io debba fare o meglio non fare. Da sempre, sin dalla tenera età, ho manifestato insicurezza e scarsa fiducia in me stessa; ho sempre pensato di essere inferiore agli altri, ma non perchè io non abbia buone qualità o non sia intelligente, tutt'altro, ma perchè a differenza dei più non riuscivo e non riesco a seguire le logiche del mondo e della vita che la società ci impone, senza prima chiedermi se siano giuste o il motivo per chi debbano per forza rispettate.
In un certo senso ho sempre visto il mondo a modo mio, con questo non dico che me ne sia inventa uno parallelo, ma indendo dire che la mia curiosità e la mia immaginazione mi hanno sempre spinto a guardare aldilà delle apparenze, delle situazioni, delle persone per cercare di cogliere il senso più profondo di tutto. Ma forse proprio questa mia attitudine, la mia modesta intelligenza, le mie qualità immaginifiche, mi hanno sempre dato un senso di inquetudine, manifesto a fasi alterne, ma che spesso sfocia in vero proprio terrore: horror vacui.
E' un paradosso: seppure io sappia di valere qualcosa, di avere molto da esprimere, le qualità per farlo, l'intelligenza e le capacità per affermarmi e sentirmi fiera di me, non ci riesco, riesco solo a sentirmi una nullità, un essere infimo: nihil.
Sino ad ora, sono riuscita a convivere bene con la mia bassa autostima e i paradossi della mia mente, sebbene abbia già in precedenza affrontato periodi difficili e abbia già avuto attacchi di panico. La situazione è degenerata quando ho iniziato l'università. Forse, il tracollo me lo sono cercato, dal momento che, dopo il liceo classico, ho ben pensato di affrontare una facoltà scientifica come ingegneria; ma non credo che siano le possibilità di riuscita a mancarmi, ma quanto la volontà e la sicurezza necessarie per riuscire bene. Credo che il fatto di aver paura di non essere in grado a portare avanti gli studi che ho scelto sia solo stato la causa scatenante per far emergere di botto tutte le mie fragilità: un vulcano in eruzione che mi sta devastando dentro, e non so come placarlo.
Apparentemente io ho tutto il minimo indispensabile (e non solo) per essere felice: una famiglia splendida, un ragazzo splendido, amici che mi vogliono bene, una buona testa, e un bel (nella norma) aspetto fisico.
Ma nonostante tutto non riesco a stare serena, a sentirmi soddisfatta, a trovare il modo di dimostrare soprattutto a me stessa quanto valgo. C'è sempre qualcosa che mi blocca, che mi butta giù, che mi annebbia la mente che mi fa sentire stupida, brutta, infima anche se so di non essere così. Non riesco a far coincidere l' "essere" con la realtà, perché la mia visione delle realtà e di me stessa è ormai distorta.
Ormai ho attacchi di panico tutti i giorni, da ottobre, vorrei uscirne prima di mandare a deriva la mia vita.
Un discorso del genere a chiunque sembrerebbe solo una serie di lamentele superfiali, e di bizze di una giovane donna difronte alle prime difficoltà della vita.
Spero che voi riusciate a capirmi, e spero di essere stata sufficientemente chiara...

alex822

Utente Fedele

  • "alex822" is male

Posts: 467

Activitypoints: 1,523

Date of registration: Jan 11th 2014

Location: roma

  • Send private message

2

Friday, January 24th 2014, 6:09pm

ciao ilaria,ti capisco bene perche anche io ho piu o meno gli stessi problemi e sono problemi legati proprio all'autostima.il non coincidere il tuo essere con la realta mi fa proprio pensare ad un sintomo di depersonalizzazione.anche io ne soffro da circa due mesi pero' la mia è dovuta ad un forte stress subito in questo periodo.anche io in oltre ho sofferto di attacchi di panico per molto tempo e sono fondamentalmente ansioso.comunque potrei rassicurarti sul fatto che è anche la tua eta che è tipica per questi disturbi di personalita',forse è dovuto anche ai cambiamenti e alla paura nei confronti del futuro.pero' se ti crea molto disagio questa situazione faresti bene a parlarne con uno psicoterapeuta.buona fortuna di cuore.

principefranz88

Utente Attivo

Posts: 14

Activitypoints: 77

Date of registration: Oct 2nd 2013

  • Send private message

3

Monday, August 28th 2017, 4:21pm

Ciao Ilaria,
E' passato molto tempo da quando hai scritto.. Ora come va?


Capisco molto bene ciò che provavi (o che stai ancora provando).. Vengo anche io da una situazione simile, solo vissuta sul campo lavorativo anzichè scolastico. Avevo attacchi di panico regolari tutti i giorni, e anche io come te, mi vedevo in un'ottima situazione familiare, relazionale e fisica.. Ma nonostante tutto questo e le ottime prospettive ero bloccato pieno di timore. E' stata dura ma la soluzione, credimi c'è.

Se ti va di parlarne in privato senza impegno resto volentieri a disposizione per un confronto..

Ti lascio una frase che forse può sembrare banale, ma che nasconde un grande aiuto: "L'antidoto della paura... è la conoscenza".


Io mi chiamo Alessio, se ti va di sentirci questa è la mia mail: [email protected]


Ciao,
un abbraccio.