Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

226

Wednesday, October 11th 2017, 4:09pm

ti invito a riproporlo portando coem esempio quello che ti ho scritto e il fatto che stavi per arrabbiarti.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,261

Activitypoints: 4,574

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

227

Thursday, October 12th 2017, 10:05am

Arcano trovato: è quasi tutta una questione di "impegni", chiamiamoli così.
Anche le cose più ludiche e divertenti (es.: il corso di scrittura creativa che inizierò stasera) non sono tali, ma fonte di ansia e di stress perché sto cercando di dimostrare che valgo qualcosa agli altri, ma sono io stesso che mi considero una ....
Risultato: arrivi a casa sempre ridotto ad uno straccio, perché il cervello gira fin troppo. Sto cercando di percorrere la maratona con un'andatura da centometrista.
Seconda considerazione: avete presente le mie passeggiate per Milano? Camminando:
1. Mi confondo nella folla e non mi sento osservato/giudicato dagli altri (cosa che avviene in altri contesti più ristretti e chiusi, che siano appartamenti o uffici: una sorta di claustrofobia senza sintomi fisici, ma solo psicologici).
2. Il movimento allevia lo stress ma, al contempo, aiuta a confondersi: è più facile osservare qualcuno di fermo piuttosto che qualcuno che si muove, no? Come se stessi scappando da tutto e da tutti.
E allora, come mi esprimo? Con la scrittura, come se volessi mettere qualcosa (che sia un foglio di carta o lo schermo del PC) fra me e il mio interlocutore.
In altre parole, sono il contrario di ciò che vorrei essere.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

228

Thursday, October 12th 2017, 11:22am

Quoted

dimostrare che valgo qualcosa agli altri, ma sono io stesso che mi considero una ....


ecco ciò è su cui dovrai lavorare.
buona fortuna

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,261

Activitypoints: 4,574

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

229

Friday, October 20th 2017, 10:37am

Ciao a tutti.
Stasera porterò una nuova "scoperta" in terapia.
Ieri sera mi sono reso conto che tutte le volte accade la stessa cosa: se sono impegnato (es.: per faccende domestiche o per hobby) e/o sono all'aria aperta, va tutto bene. Sul lavoro: se è una cosa che conosco (grazie ad esperienze pratiche precedenti), sono relativamente tranquillo, mentre una cosa nuova mi spaventa da morire (risultato: ansia).
Appena rientro in casa, mi sento un animale in gabbia.
Faccio un esempio raccontando quanto accaduto ieri sera: dopo il lavoro, sono stato impegnato con il corso di scrittura creativa fino alle 21. Rincasando, ho approfittato del supermercato aperto h24 per comprare due cose. Tra una cosa e l'altra, sono rientrato a casa alle 22.30.
In teoria, non avevo nient'altro da fare che andare a letto, ma sono stato preso (probabilmente) da un attacco d'ansia che mi ha causato sintomi fisici simili alla claustrofobia. Il mio appartamento è piccolo: ho cominciato a passare dalla cucina al bagno e dal bagno alla camera da letto (le sole 3 stanze che lo compongono) praticamente senza motivo.
So che è ansia, ma la sensazione è quella della claustrofobia: quando sono da solo in un ambiente chiuso, mi sento un animale in gabbia.

This post has been edited 1 times, last edit by "mpoletti" (Oct 20th 2017, 10:43am) with the following reason: Aggiunti dettagli


mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,261

Activitypoints: 4,574

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

230

Tuesday, October 24th 2017, 9:49am

Aggiornamento post-seduta, causa incazzatura reciproca mia e della terapeuta.
Il discorso è semplice e verte sempre sulla stessa questione. Riporto le testuali parole della dottoressa: "Lei deve rendersi conto delle sue risorse".
Mi stanno girando ad elica: tralasciamo il fatto che sia la mia psicologa, siamo nel gruppo delle persone che sostengono che devo avere più fiducia nelle mie capacità.
Più passa il tempo, più mi sembra che abbiano ragione loro: non è possibile che un certo numero di persone vedano una cosa ed io ne veda una completamente diversa.
Facciamo un esempio: se una persona è alta - poniamo - un metro e settanta, sarà alta un metro e settanta sia per me che per voi. In base alla nostra altezza, ci potrà sembrare alta, bassa oppure nella media.
Le questioni pratiche, però, sono a loro modo oggettive: abbiamo dei criteri (altezza, peso, quello che volete voi) con cui fare la misurazione. Le questioni psicologiche sono un altro paio di maniche; pensiamo al carattere: una stessa persona può essere gradevole per me e antipatica per voi.
Io mi domando perché non riesco a sbloccarmi....

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

231

Tuesday, October 24th 2017, 10:15am

Perché continui a girare come l'elica da te citata.
invece dovresti fermarti e iniziare a segnarti tutte le cose positive che ti dicono e analizzarle per bene.
tutti abbiamo dei pregi, TUTTI. molto spesso però noi crediamo l'esatto contrario.
se inizi a verificare e a mettere in pratica certe qualità potresti avere dei bei riscontri.
ma se non ci credi e ti basi solo sui riscontri...rischi la profezia che si autoavvera.
poi sia chiaro non è che dall'oggi al domani le cose cambiano...e in quel periodo in mezzo la crisi, la rabbia, il vuoto è perfettamente normale.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,261

Activitypoints: 4,574

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

232

Tuesday, October 24th 2017, 5:01pm

Sai diana, non è semplice valutare oggettivamente le mie cose positive, perché sono a loro modo "naturali" e non mi hanno mai richiesto molto sforzo. Esempio classico è la scrittura: in tanti sostengono che scrivo bene, ma per me scrivere è naturale come respirare, mentre è molto più difficile - per esempio - imparare una cosa a memoria.
Spesso mi ripeto "se ci riesco io, ci riescono tutti" perché non vedo nulla di speciale in ciò che faccio: come si fa a considerare speciale una cosa che viene naturale? Ci dobbiamo - forse - considerare speciali perché respiriamo? Ovviamente no: se sei vivo, respiri.
Stessa cosa la scrittura, l'empatia, la pazienza, la fedeltà in amicizia (tutte cose venute fuori in terapia): cose molto comuni, che tanti hanno e che tutti dovrebbero avere (scrittura a parte, ovviamente).
Raggiungere qualche risultato che richieda un po' di sforzo, invece, in passato mi ha reso felice, anche solo per un istante: la laurea, per esempio, me la sono sudata a suon di ansia e disturbi psicosomatici. Insomma, mi sono impegnato ed ho raggiunto un risultato.

233

Tuesday, October 24th 2017, 5:15pm

Insomma, mi sono impegnato ed ho raggiunto un risultato.

Prova eloquente del fatto che puoi raggiungerne molti altri.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

234

Tuesday, October 24th 2017, 6:35pm

le cose che hai elencato....tu credi che cè li abbiano tutti...invece no.
come dici tu idealmente dovrebbe essere così...ma non lo è.
anche la scrittura non è da tutti.

Per il resto le soluzioni sono 2:
-o rendi applicabile ciò che già hai (d mi sembra che con i vari corsi e associazioni tu lo stia facendo).
-o cerchi una nuova cosa è ti applichi per raggoungerla.
può essere lo sport o qualcosa di pratico tipo un corso d'arte (per dire). oppure se vuoi studiare qualcosa di nuovo c'è un mondo di cose che puoi imparare: una lingua straniera, imparare un linguaggio di programmazione o perché no, spulciato le facoltà universitarie e vedi quali temi ti appassionano. puoi reperire libri online o biblioteca.

ma devi prima volerlo fare...

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,261

Activitypoints: 4,574

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

235

Wednesday, October 25th 2017, 10:05am

Quoted

Prova eloquente del fatto che puoi raggiungerne molti altri.

Grazie Michele per questa risposta: la considero uno sprone.

Quoted

Le cose che hai elencato....tu credi che cè li abbiano tutti...invece no.
come dici tu idealmente dovrebbe essere così...ma non lo è.
anche la scrittura non è da tutti.

Per il resto le soluzioni sono 2:
-o rendi applicabile ciò che già hai (d mi sembra che con i vari corsi e associazioni tu lo stia facendo).
-o cerchi una nuova cosa è ti applichi per raggiungerla.


Diana, trovo giusto il tuo ragionamento: forse non mi accetto per ciò che sono e vedo le cose come speciali e che vorrei avere anche io; ovviamente, è solo un'ipotesi, ma corroborata da un fatto. Mi sento più contento quando mi sforzo per raggiungere un risultato piuttosto che quando raggiungo un risultato senza sforzo. Inoltre, meglio le cose non fini a sé stesse. Prendiamo il corso di scrittura creativa: se mi riuscisse di pubblicare anche solo un breve testo ne sarei felicissimo.
Ieri, poi, ho notato una piccola cosa. Rincasando, mi sono accorto che il mio portafoglio era ormai usurato, perciò mi sono fermato a comprarne uno nuovo. Già che c'ero, nello stesso negozio ho comprato anche una cintura, perché anche quella ha vissuto tempi migliori.
Non lo trovo per nulla strano ma, se ci fate caso, sto parlando non tanto di vestiti, quanto di "accessori", che considero come più personali rispetto ai capi d'abbigliamento propriamente detti.

dakotadakota

Giovane Amico

  • "dakotadakota" is female
  • "dakotadakota" has been banned

Posts: 231

Activitypoints: 770

Date of registration: Mar 24th 2017

Location: milano

Occupation: contabile

  • Send private message

236

Wednesday, October 25th 2017, 10:21am

Aggiornamento post-seduta, causa incazzatura reciproca mia e della terapeuta.
Il discorso è semplice e verte sempre sulla stessa questione. Riporto le testuali parole della dottoressa: "Lei deve rendersi conto delle sue risorse".
Mi stanno girando ad elica: tralasciamo il fatto che sia la mia psicologa, siamo nel gruppo delle persone che sostengono che devo avere più fiducia nelle mie capacità.
Più passa il tempo, più mi sembra che abbiano ragione loro: non è possibile che un certo numero di persone vedano una cosa ed io ne veda una completamente diversa.
Facciamo un esempio: se una persona è alta - poniamo - un metro e settanta, sarà alta un metro e settanta sia per me che per voi. In base alla nostra altezza, ci potrà sembrare alta, bassa oppure nella media.
Le questioni pratiche, però, sono a loro modo oggettive: abbiamo dei criteri (altezza, peso, quello che volete voi) con cui fare la misurazione. Le questioni psicologiche sono un altro paio di maniche; pensiamo al carattere: una stessa persona può essere gradevole per me e antipatica per voi.
Io mi domando perché non riesco a sbloccarmi....



io litigo con la mia amica e con la psicologa...

loro vedono le cose che io non vedo comincio a pensare di dover andare in un manicomio.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,261

Activitypoints: 4,574

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

237

Wednesday, October 25th 2017, 11:27am

Dakota, non capisco se tu ti riferisca a cose reali (oggetti di qualunque tipo) o sei metaforica (es.: qualità, pregi, difetti, caratteristiche caratteriali).
Non credo che la tua terapeuta pensi che tu debba andare in un manicomio, se non altro per un dato oggettivo: avrebbe richiesto l'intervento di uno psichiatra o fatto almeno qualche test.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

238

Wednesday, October 25th 2017, 2:04pm

beh molesti la cosa è semplice.
inizia ad apprezzare la scrittura come una cosa che ti piace e ti fa stare bene aldilà del fare che gli altri possano apprezzarla.
perché sennò se non vieni pubblicato che fai? smetti di essere quello bravo in scrittura.
cerca di vedete le cose aldilà del risultato. non è semplice ma fondamentale affinché tu non dubito di te stesso o al primo fallimento di buttarti giù.

anche porti degli obiettivi pratici al di fuori dei tuoi interessi classici può essere un'idea.
visto che sei un tipo razionale ti ci vedrei in un corso/evento artistico dove devi fare qualcosa (ceramica, pittura, mosaico)ma usando la creatività o ancora meglio un'attività teatrale, tipo workshop

dakotadakota

Giovane Amico

  • "dakotadakota" is female
  • "dakotadakota" has been banned

Posts: 231

Activitypoints: 770

Date of registration: Mar 24th 2017

Location: milano

Occupation: contabile

  • Send private message

239

Wednesday, October 25th 2017, 2:09pm

Dakota, non capisco se tu ti riferisca a cose reali (oggetti di qualunque tipo) o sei metaforica (es.: qualità, pregi, difetti, caratteristiche caratteriali).
Non credo che la tua terapeuta pensi che tu debba andare in un manicomio, se non altro per un dato oggettivo: avrebbe richiesto l'intervento di uno psichiatra o fatto almeno qualche test.


Onestamene comincio a pensarlo io... non riescoa comprendre cose che per gli altri sono cosi SEMPLICI.. comportamenti altrui per me DISUMANi e senza alcuna spiegazione..

non riesco a uniformarmi al modo di pensare vedere le cose di questa epoca.. tutto veloce le persone usate come oggetti... buttate senza il minimo rimorso.. e parlo sia di amicizia che di amore...
non comprendo alcune persone che malgrado ti dimostrino solo disprezzo.. non se ne vanno ......... insomma una serie di cose che per me sono assurde e per il resto del mondo SONO NORMALI...

quindi penso davvero di aver PROBLEMI SERI!

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

240

Wednesday, October 25th 2017, 2:18pm

Credo siano situazioni ben diverse.
Dakota parla di questo tuo disagio in terapia con la psicologa, vedrai che riuscirete a chiarirvi...