Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

196

Thursday, October 5th 2017, 4:47pm

ma questo controllo.....avete trovato una causa scatenante?

Diana, dal modo in cui mi poni la domanda, mi gioco le piume che tu stai facendo una terapia cognitivo-comportamentale.
In ogni caso, la risposta è sì: essendo stato abituato ad un ambiente ansioso, ansiogeno ed ipercontrollante (non solo a casa, ma anche a scuola e dai miei nonni)è ciò che ho assorbito in tenera età.

This post has been edited 1 times, last edit by "mpoletti" (Oct 6th 2017, 2:53pm) with the following reason: Corretti errori di battitura (esendo--essendo)


diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

197

Thursday, October 5th 2017, 5:01pm

perderai tutte le piume.

ho sempre fatto terapia psicoanalitica o relazionale.
però i vari esempi di cambiamento del pensiero e le domande le ho tratte da un libro si autoaito sulla ttc, che ho eltto recentemente e su alcune cose mi ha dato una visione diversa.
quindi su di me sto attuando un po' di tutto.

chiederti la causa è un modo per far vedere all'utente michele che è conclamato che dalla tua fmaiglia derivi una sorta di dipendenza.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

198

Thursday, October 5th 2017, 5:08pm

mi chiedo però...se sono ipercontrollarti perhcè ti hanno permesso di vivere da solo?

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

199

Friday, October 6th 2017, 10:20am

mi chiedo però...se sono ipercontrollarti perhcè ti hanno permesso di vivere da solo?

Diciamo che sono stati costretti. Facciamo un passo indietro, al 1999.
A Sondrio non c'è l'Università e le più vicine (esclusa ingegneria) sono a Milano: 130 Km. di distanza, due ore di treno. Ovvio che dovessi trasferirmi. Loro scelsero per me un collegio, ma mi trovai male. Fu così che non partecipai alla vita sociale del collegio (come avrebbe voluto il rettore), fui sbattuto fuori e andai a vivere in affitto fino alla laurea. Sempre secondo loro, non ho il carattere adatto per condividere un appartamento con qualcuno. Allora come oggi, li vedevo solo il week-end.
Dopo la laurea, avevo 3 ipotesi:
1. Tornare dai miei a Sondrio
2. Restare a vivere a Milano
3. Scegliere una terza città, italiana o estera che fosse

Ma io dissi anche in famiglia: "Io vado dove c'è lavoro ma, se potessi scegliere, direi Milano: ormai la conosco, non ho voglia di riabituarmi alla routine di una nuova città e Sondrio non offre chissà quali prospettive. Inoltre, ho bisogno di fare esperienza in un determinato contesto che Sondrio non offre.".
Quello che giocò a mio vantaggio fu (ironia della sorte) la mia mania del controllo: mettendo il discorso sul molto concreto e pratico, ebbi la meglio senza fatica.
Tra contratti di stage, precari e l'indeterminato, o di riffa o di raffa sono riuscito nel mio intento...ma ho dovuto tenere sotto controllo tutto, altrimenti sarebbe crollato come un castello di carte.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

200

Friday, October 6th 2017, 11:31am

più che controllo direi che ti ha salavato il pragmatismo e una buona dose di fortuna.
perhcè non hai mai fallito immagino, sennò saresti andato in crisi.
ti è andata bene.

però sono due cosa diverse che viaggiano su due piani diversi...il pragmatismo e il controllo...

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

201

Friday, October 6th 2017, 11:50am

però sono due cosa diverse che viaggiano su due piani diversi...il pragmatismo e il controllo...

Piani diversi sicuramente, ma comunicanti fra loro: passare dal pragmatismo al controllo è molto più facile di quanto non sembri in realtà.
Già che ci sono, ne approfitto per un aggiornamento .
Ieri sera la mia terapeuta indossava un piumino. Durante la seduta, mentre sono sdraiato sul lettino e non la vedo, la sento continuare a dimenarsi sulla sedia: pensavo che non riuscisse a trovare una posizione comoda o che dovesse andare urgentemente in bagno, come le ho detto. Invece, aveva freddo e cercava di scaldarsi, strofinando la schiena sulla sedia imbottita.
Uscendo dalla seduta, telefono ad una mia amica per invitarla ad uscire, ma lei rifiuta per un non meglio specificato problema avuto sul lavoro: dalla voce capivo che non era in splendida forma.
Sicuramente sono cose abbastanza pratiche in entrambi i casi ma, come dicevo tempo fa, capisco il malessere altrui di qualunque tipo (il freddo della dottoressa, il problema della mia amica) e mi preoccupo.
Sarebbe bello se riuscissi a fare la stessa cosa con me stesso.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

202

Friday, October 6th 2017, 11:55am

bha io sono ipercontrollante ma di pragmatismo ho zero di zero.

non ho capito di cosa vorresti preocuparti.
della tua salute?
se è quello il caso, credimi la cosa è più pratica di quanto immagini.
basta che vai dal medico e ti fai prescrivere dei controlli di routine.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

203

Friday, October 6th 2017, 3:00pm

bha io sono ipercontrollante ma di pragmatismo ho zero di zero.

non ho capito di cosa vorresti preocuparti.
della tua salute?
se è quello il caso, credimi la cosa è più pratica di quanto immagini.
basta che vai dal medico e ti fai prescrivere dei controlli di routine.

No Diana, è proprio il contrario.
Godo di una salute di ferro (a parte qualche raffreddore ogni tanto) ma, appena ho il presentimento che qualcuno a me caro sta male (terapeuta, parente, amico che sia), me ne accorgo subito.
Parlo non solo dei problemi fisici, ma anche psicologici: se una persona è poco serena, me ne accorgo anche se finge di essere la persona più felice della terra.
Parlando - invece - di me, le cose sono diverse: mi rendo conto di non essere sereno, ma non riesco a trovare il motivo preciso (del resto, è per questo che sono in terapia), ma è come se sotterrassi sotto il pragmatismo il mio malessere, perciò non riesco a capire cosa sia di preciso a turbarmi così tanto. Per dirlo con una battuta: "Non sono sereno, ma non so perché ed è per questo che vado in terapia".

204

Friday, October 6th 2017, 3:02pm

Ciao Poletti, a cosa equivale per te la parola serenità?

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

205

Friday, October 6th 2017, 3:06pm

Sai cosa...tu vorresti una soluzione subito.
anche io la vorrei...più concreta possibile.
Ma sto cercando e sforzandosi di darmi del tempo per migliorare dal punto di vista emotivo. nel mio caso devo trovare sempre più fiducia in me stessa e devo imparare a non soccombere alle critiche dei miei genitori.
devo dire che nel giro di un mese sono passata dal sentirmi senza usciTa a iniziare a vedere le cose sotto un punto di vista diverso e piano piano stanno arrivando almeno alla mente desideri o possibili progetti, perché ci sto dando spazio.
quindi inizia a darti tempo e che per le cose concrete dovrai scontrarsi con le tue emozioni e sofferenze

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

206

Friday, October 6th 2017, 3:08pm

Ciao Poletti, a cosa equivale per te la parola serenità?

Michele, per me essere sereni è non avere pensieri non contingenti che ti girano continuamente in testa.
Per essere più chiari, ti descrivo la mia situazione attuale: vorrei - in linea generale - migliorare la mia vita sotto vari aspetti, ma non so che pesci pigliare.
Sinceramente, ora che sto scrivendo questa risposta, non sto pensando consciamente a questa questione (sto cercando le parole adatte per spiegarmi)...ma inconsciamente sì, come se stessi cercando una soluzione.
Per me è come cercare di guardare due film contemporaneamente.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

207

Sunday, October 8th 2017, 10:20pm

Forse non hai voglia di guardare ciò che senti.
una cosa che ho notato è che parli in termini molto pratici, anche ciò che ti dice la psicologa. io spero che in una seduta non vi diciate solo questo o che tu non recepisca solo questo...
dovresti iniziare se vuoi cambiare a guardare non solo il lato pratico delle cose, ma anche il lato emozional.ciò che provi tu.
senza questo passaggio nulla cambierà dentro di te ne tatomeno all'esterno nelle cose concrete

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

208

Monday, October 9th 2017, 11:31am

dovresti iniziare se vuoi cambiare a guardare non solo il lato pratico delle cose, ma anche il lato emozional.ciò che provi tu.

Diana, è il lavoro che sto facendo con la psicologa.
Al momento, però, i sentimenti devono fare un giro lungo, come lo chiamo io.
Sono talmente pragmatico che ogni tanto devo fermarmi e domandarmi

Quoted

Cosa sto sentendo in questo momento?

Come se dovessi dare un nome al sentimento o alla sensazione che sto provando. Certo, rispetto all'inizio, è un gran passo in avanti, ma non ci siamo ancora.
Ne approfitto per aggiornarvi: venerdì scorso ho fatto una pazzia, in senso buono.
Mi hanno sempre incuriosito i ristoranti premiati con le famose stelle Michelin; il mondo della cucina mi ha sempre affascinato, ma sono sempre andato in ristoranti "che potevo permettermi", perciò non avevo idea delle differenze fra un ristorante medio ed uno di alto livello.
Venerdì scorso, mi sono lanciato: sono andato in un ristorante da 1 stella (non dico il nome). Ovvio che ognuno ha il suo modo di cucinare e impostare il servizio, ma ciò che mi ha colpito molto sono stati, in ordine sparso:
1. La cura dei dettagli: questo sembra quasi ovvio, ma proseguite nella lettura per capire meglio
2. La calma in cucina: essendo la cucina a vista, ho potuto vedere e sentire come lavorava la brigata. Ho avuto la stessa sensazione di quando hovisto uno spettacolo dal vivo: ho percepito un'assenza d'ansia nei cuochi che invidio e il tutto mi ricordava uno spettacolo teatrale o un orchestra...cioè uno spettacolo nello spettacolo culinario
Ho ucciso il mio conto corrente (praticamente, ho speso quanto 3 cene a cui sono abituato), ma mi sono levato lo sfizio. Parlando di sfizi in generale, è vero che me li concedo raramente. anche se poco costosi, mi rendo conto che uno sfizio equivale a rilassarsi, perciò dovrei trovare qualche sfizio ogni giorno (fosse anche solo un caffè).
Ulteriore news, più relativa della precedente: ultimamente, sto un po' ingrassando. Mi sono reso conto di quanto lo stress mi faccia mangiare male. Ieri sera, mi sono mezzo organizzato: ho preparato il necessario per la colazione prima, in modo di non accontentarmi di un semplice caffè.
Oggi ho energie da vendere, o quasi.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" has been banned

Posts: 4,427

Activitypoints: 14,307

Date of registration: May 13th 2015

  • Send private message

209

Monday, October 9th 2017, 11:46am

quello che stai facendo è molto buono.
fermarti e chiederti cosa provi è un buon passo....ma devi anche elaborarlo in un ragionamento più ampio, cercando di contestaulizzare il tutto in modo tale da capire da cosa deriva uan certa emozione e impare a separartene.

forse me l'avevi detto del diario perosnale, se riesci portalo avanti mettendo anche questi traguard ie rileggendoli ogni tanto.

mi chiedo invece perhcè invece continui a scrivere qui...nel senso a me sembra che magari tu voglia che io o altri ti diciamo che quello che fai va bene..
insomma ti diamo approvazione.
sappi che a me che tu abbia speso il tuo stiendio da Cracco(esempio) o alla trattoria sotto casa...non mi cmabia nulla e forse non mi interessa neanche tanto.
credo che l'importante è che aggiorni te stesso(e ciò dovrebbe aumentare l'autostima) e la psicologa dei tuoi risultati...mica noi...

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,309

Activitypoints: 4,788

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

210

Monday, October 9th 2017, 12:14pm

mi chiedo invece perhcè invece continui a scrivere qui...nel senso a me sembra che magari tu voglia che io o altri ti diciamo che quello che fai va bene.

Pensavo fosse chiaro, ma allora lo scrivo.
Tempo fa, un utente (non ricordo chi) sottolineò che mi lamentavo sempre della stessa situazione e che ogni volta aprivo una discussione diversa. Mi consigliò, perciò, di aprire una singola discussione da usare a mò di diario personale.

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests