Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

1

Monday, July 15th 2019, 4:31pm

Ho deciso di iscrivermi anch'io

Spero che unirmi a voi dopo 2 anni di pensieri e ripensamenti riguardanti i forum possano aiutarmi. Sono ipocondriaco forse anche cybercondriaco, tanatofobico allo stremo e a 22 anni temo che a causa di questa ansia cronica e prolungata ovvero che mi tormenta da tutti i giorni da Febbraio 2017 ad oggi mi abbia causato problemi al corpo fisicamente. DI CERTO PSICOLOGICAMENTE. Scrivere a volte mi fa bene, parlare con gli psicologici o con i miei genitori anche, la paura è sempre tanta spero un giorno di poterla sfruttare a dovere.
Amo la vita.

2

Thursday, July 18th 2019, 11:50am

ciao.....scusa la domanda ma queste patologie sono state diagnosticate da uno specialista?

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

3

Thursday, July 18th 2019, 1:09pm

Hai scritto ''amo la vita'', questo è importante. Devi vivere senza rinchiuderti in una scatola. Io ho rischiato la vita alcune volte per problemi di salute e nel limite del possibile ricorda che la vita è davvero appesa ad un filo sottile che va tenuto stretto, tanto stretto, una distrazione e vola via. Aiutati consultando specialisti e segui un percorso terapeutico. Non posso, ma a volte, leggendo alcune cose, mi verrebbe da ''dare un sano carico di botte'' a qualcuno. Vivi.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

4

Friday, July 19th 2019, 9:21am

Se parti dal presupposto che tu Ami la Vita è già un passo importante.
Magari hai solo bisogno di più tempo con un percorso psicologico ma ne puoi uscire.

5

Sunday, July 21st 2019, 3:09pm

Credo che se dici amo la vita sei gia', sulla buona strada. Io mi concentrerei piu',sul.metodo, ovvero su COME ami effettivamente la vita cosa fai in tal senso e come. Ma soprattutto cosa intendi per amore e non amore per la vita. Io inizierei da qui

6

Wednesday, August 7th 2019, 8:43am

Scusate se rispondo solo adesso.
Sì tutte queste cose sono state riscontrate da uno specialista. L'amore per la vita nasce dal fatto che sono andato avanti sempre nelle mie scelte, ho sempre realizzato i miei sogni, mi sono laureato a soli 22 anni, quando potevo uscire con gli amici, uscivo. Non ho mai avuto pensieri suicidi o robe simili. Però questi pensieri sono ossessivi non riesco a staccare la mente e dire "sono tranquillo" poiché questa ossessione mi porta sempre dei sintomi associati quali tensione muscolare, mal di testa, mani gonfie e senso di debolezza estremo.

7

Wednesday, August 7th 2019, 8:47am

ciao.....scusa la domanda ma queste patologie sono state diagnosticate da uno specialista?


8

Wednesday, August 7th 2019, 10:07am

CIAO....se il tutto ti è stato diagnosticato da uno specialista e il tuo vivere quotidiano non rientra nella normalità, hai mai provato una cura farmacologica oltre la psicoterapia????? :thumbup:

9

Wednesday, August 7th 2019, 1:07pm

CIAO....se il tutto ti è stato diagnosticato da uno specialista e il tuo vivere quotidiano non rientra nella normalità, hai mai provato una cura farmacologica oltre la psicoterapia????? :thumbup:

Non mi è servita a nulla. Ho provato sia il Cipralex come antifobico che lo Xanax. L'unico che mi dà sollievo è l'ansiolitico Xanax ma mi crea dipendenza e assuefazione dal momento che smetto di prenderlo.

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

10

Thursday, August 15th 2019, 11:44am

Per ciò che riguarda la dipendenza e l'assuefazione allo xanax, può succedere certamente. Con lo psichiatra che ti segue potresti almeno provare altre molecole di ansiolitici che, in caso di lenta dismissione, riducono la dipendenza e l'assuefazione. Ci sono, esistono, bisogna assumerli qualche tempo prima affiancando e poi sostituendo lo xanax....si tratta dei ricettori Gaba, vi sono un paio di molecole diverse e poi si deve capire se sono tollerate. Ma soprattutto ci vuole tanta serenità.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Similar threads