Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Milo

Utente Attivo

  • "Milo" started this thread

Posts: 100

Activitypoints: 391

Date of registration: Oct 27th 2013

  • Send private message

16

Tuesday, May 28th 2019, 7:16pm

carissimo milo,

tu scrivi.............cmq tutti gli psichiatri che ho consultato non hanno dato importanza ai miei problemi intellettivi



Milo io non voglio romperti le scatole assolutamente, e parlare qui dentro con le persone che hanno delle grosse ferite
bisogna sempre farlo con estema cautela per non ferire senza rendersene conto. Veniamo al dunque, mi viene in mente
di pensare che se "diversi" psichiatri non hanno dato importanza ai tuoi problemi intellettivi, forse potrebbe essere
che non li hanno riscontrati??? Tu ti esprimi benissimo, comunque credo che per esprimere un concetto tu prima
di esprimerlo devi pensarlo, e se avessi problemi intellettivi non riusciresti ad esprimerti in questo modo.

Poi se ci sono problemi legati al parlare in se per se, allora quello è un problema che si migliora in logopedia, ed è già
un altro paio di maniche, visto che abbiamo anche intellettuali che hanno difficoltà nella parola.

Io ritengo dai dati che ci hai fornito, che quella di avere problemi intellettivi potrebbe essere magari una tua
ossessione, tu sei molto intelligente, non vedo qui nessun problema intellettivo.

Per capire bene quello che intendi bisognerebbe parlarti di persona.


IO SPERO DI NON AVER URTATO IN QUALCHE MODO LA TUA SENSIBILITA', QUESTO POST L'HO SCRITTO SOLO CON
L'INTENTO DI AIUTARTI, SE IN QUALCHE MODO HO DETTO QUALCOSA CHE TI HA OFFESO NON ERA MIA INTENZIONE
E TI CHIEDO SCUSA IN ANTICIPO



Non hai assolutamente urtato la mia sensibilità.. anzi sei stato disponibile e cortese.. ed inoltre non hai avuto la presunzione di dire che hai capito tutto.. ti sei limitato a pormi delle domande per comprendere meglio la situazione.. quando le discussioni seguono questo andamento risultano sicuramente piú costruttive perchè ti danno l'opportunità di poter illustrare meglio il problema..cmq tu mi hai fatto notare che ragiono bene ed io ti dico che è vero ma ti dico anche che senza nicotina non riuscirei ad esporre bene i miei pensieri.. devo sempre ricorrere a questa sostanza se voglio far funzionare bene la mia mente... il motivo per cui mi succede questo non riesco a comprenderlo.. Non credo che l'ansia e le paranoie possono dare origine ad un problema cosi pesante.. lo deduco guardando gli altri.. qui dentro ad esempio tutti quanti soffriamo di problemi mentali ma non ho trovato nessuno che trova delle difficoltà nel farsi capire per iscritto o oralmente..mi consigliano di affidarmi a qualche altro psicofarmaco per cercare di migliorare la situazione ma io sono restio a farlo perchè non credo che possano dare vitalità e vigore ad un mente inceppata.. la gente in genere evita di prenderli per non andare incontro al problema che io invece vorrei tentare di risolvere con questi farmaci... insomma la cosa non è tanto semplice come potrebbe sembrare da un'analisi veloce e superficiale..

This post has been edited 1 times, last edit by "Milo" (May 28th 2019, 8:18pm)


Melitta

Utente Attivo

Posts: 49

Activitypoints: 161

Date of registration: Mar 10th 2019

  • Send private message

17

Tuesday, May 28th 2019, 10:42pm

Ciao Milo,
Ho letto quello che hai scritto e mi sembra davvero scritto bene!
Ti confesso che non ho approfondito tutti i post ma in un certo modo mi ritrovo nella tua esperienza.
Faccio difficoltà ad esprimere i concetti che ho in mente sia quando li ho chiari sia, soprattutto, quando sono confusi. Mi viene difficile sintetizzare (da sempre!) un concetto perché ho difficoltà a distinguere elementi fondamentali da elementi accessori (e questo ovviamente pure nello studio dove sono parecchio confusionaria e per niente riassuntiva).
Ovviamente mi confronto con gli altri e ci rimango quando vedo che esprimono in 3 parole concetti chiari che io sbrodolo in due righe. E non è solo un'impressione perché spesso mi accorgo che quello che dico non viene compreso, devo chiarire. E a capire gli altri sono un po' lenta (ho un bellissimo soprannome al riguardo).
Faccio fatica a scrivere un concetto complesso e devo rileggere e correggere tutto più volte ma.... Secondo molti scrivo bene!
Ora io non credo di avere nessun disturbo specifico, mi costa fatica fare cose che ad altri vengono spontanee ma lo intendo più come una mia 'debolezza' che altro, e sicuramente esisterà un altro campo in cui a me vengono spontanee cose che ad altri costano più impegno.
Forse è solo la nostra percezione che ci fa ingrandire queste difficoltà? O magari l'idea che sia qualcosa di 'patologico' ci solleva un po' dalla nostra responsabilità di cercare di migliorarci nonostante la fatica?
Non lo so è... Ipotizzo

Milo

Utente Attivo

  • "Milo" started this thread

Posts: 100

Activitypoints: 391

Date of registration: Oct 27th 2013

  • Send private message

18

Wednesday, May 29th 2019, 12:53am

Ciao Milo,
Ho letto quello che hai scritto e mi sembra davvero scritto bene!
Ti confesso che non ho approfondito tutti i post ma in un certo modo mi ritrovo nella tua esperienza.
Faccio difficoltà ad esprimere i concetti che ho in mente sia quando li ho chiari sia, soprattutto, quando sono confusi. Mi viene difficile sintetizzare (da sempre!) un concetto perché ho difficoltà a distinguere elementi fondamentali da elementi accessori (e questo ovviamente pure nello studio dove sono parecchio confusionaria e per niente riassuntiva).
Ovviamente mi confronto con gli altri e ci rimango quando vedo che esprimono in 3 parole concetti chiari che io sbrodolo in due righe. E non è solo un'impressione perché spesso mi accorgo che quello che dico non viene compreso, devo chiarire. E a capire gli altri sono un po' lenta (ho un bellissimo soprannome al riguardo).
Faccio fatica a scrivere un concetto complesso e devo rileggere e correggere tutto più volte ma.... Secondo molti scrivo bene!
Ora io non credo di avere nessun disturbo specifico, mi costa fatica fare cose che ad altri vengono spontanee ma lo intendo più come una mia 'debolezza' che altro, e sicuramente esisterà un altro campo in cui a me vengono spontanee cose che ad altri costano più impegno.
Forse è solo la nostra percezione che ci fa ingrandire queste difficoltà? O magari l'idea che sia qualcosa di 'patologico' ci solleva un po' dalla nostra responsabilità di cercare di migliorarci nonostante la fatica?
Non lo so è... Ipotizzo


Tu dici che uso un qualsiasi pretesto per mascherare la mia scarsa attitudine nell'affrontare la fatica o pensi che il fatto che non sappia scrivere sia soltanto una mia convinzione.. hai fatto bene a formulare queste ipotesi.. purtroppo peró nessuna di queste rappresenta la causa del mio problema.. io infatti ogni volta mi impegno fino all'inverosimile per cercare di esporre al meglio i miei pensieri ma purtroppo faccio molto spesso fiasco.. riesco ad ingranare un pochino soltanto quando mi imbottisco di nicotina.. ti devo fare notare inoltre che anche gli altri si accorgono di questo mio problema..
Cmq hai ragione nel dire che ognuno di noi è portato per fare qualcosa meglio degli altri.. la regola peró non vale per chi ha dei limiti..

pino33bis

Giovane Amico

Posts: 366

Activitypoints: 740

Date of registration: Jun 28th 2013

  • Send private message

19

Wednesday, May 29th 2019, 9:11am

Milo, il fatto che quando ti imbottisci di nicotina riesci ad esprimere meglio un pensiero,

non ha nessun fondamento scientifico! E' solo una tua percezione, e quindi come tale

dovresti lavorarci con uno psicoterapeuta. Ora io anche ho paranoie assurde, che mi sembrano

talmente forti e vere, poi quando con il terapeuta le smontiamo e le rileggo mi sembrano

così assurde mentre prima sembravano così forti e vere.

Non so se possa essere il tuo caso, e faccio una ipotesi che devi prendere solo come una idea,

in alcuni casi ci sono delle persone che si creano una patologia (senza rendersene conto)

per evitare di fare qualcosa o per essere compatiti. Non so se si tratti del tuo caso,

ma qui bisogna farlo scoprire ad uno psicoterapeuta, purtroppo il fai da te non aiuta,

ci sta bisogno di uno specialista