Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Aniraveg

Nuovo Utente

  • "Aniraveg" started this thread

Posts: 3

Activitypoints: 16

Date of registration: Mar 11th 2019

  • Send private message

1

Monday, March 18th 2019, 2:52pm

Gestire la rabbia (repressa)

Buongiorno a tutti, è la prima volta che scrivo ma trovo questo forum molto interessante!
Sono molto interessata alla psicologia e cerco spesso autoanalizzarmi per risolvere i miei problemi.
Credo di avere un problema di rabbia repressa e credo anche che sia il momento di affrontarlo perchè sto iniziando ad avere episodi di panico incontrollato (mi è successo dal dentista durante una seduta per un'otturazione) o facendo un giro in bici da sola (dovuto ai miei timori dell'andare in giro da sola a fare cose nuove come un giro impegnativo in bici).
Succede che capita di avere discussioni a casa in famiglia o a lavoro o con amici e sul momento cerco sempre di metterla sullo scherzo e sul ridere, ma poi appena sono da sola impazzisco dal nervoso e dalla rabbia e finisce che da un puntino di discussione costruisco un castello gigante di rabbia e nervosismo.
Cosa succede poi? che appena torno a casa dal mio compagno, spesso sfogo su di lui tutto il nervoso.. lo sfogo arrabbiandomi per delle minime cose oppure piangendo disperatamente.
Il problema è che sono molto rigida di mio e per me è molto importante l'immagina che gli altri hanno di me, che deve essere quella della persona semplice, sempre sorridente, mai arrabbiata, ma che invece nella realtà è ripiena di esplosivo. Sono anche una persona che tende ad avere il controllo di tutto, sono sempre stata molto insicura e molto timida e ho trovato la mia sicurezza nelle manie di controllo: il mio lavoro deve essere fatto come dico io, la spesa e la casa va gestita come dico io, non sto neanche a specificare che non ho amici.. non sono molto brava a relazionarmi, sono sempre molto frenata e molto impostata per cercare di dare la migliore immagine di me agli altri.
Io non so come gestire questa rabbia e questo nervosismo e queste manie di controllo, non so come sfogarlo se non piangendo disperatamente per ore e giorni o arrabbiandomi col mio compagno, che poverino non c'entra niente!
Leggo spesso di fare meditazione, ma non riesco, appena mi siedo in silenzio la mia mente parte e si mette a rimuginare su tutto e finisco per essere ancora più arrabbiata di prima.
Non so più da che parte girarmi per tornare ad avere sollievo, per essere di nuovo me nei pregi e nei difetti (che ho sempre cercato di nascondere) invece che essere una persona invisibile e finta.

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,411

Activitypoints: 3,638

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

2

Monday, March 18th 2019, 5:01pm

Se così non va bene, hai pensato di rivolgerti alla psicoterapia? A volte potrebbero bastare poche sedute inizialmente settimanali, poi mensili. Minimo sforzo, il giusto costo e massima resa. Non sono un medico ma ritengo, per quello che ho letto, che ti troveresti bene, ovviamente non subito con le prime sedute. Buon proseguimento.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

dottdistefano

Utente Attivo

  • "dottdistefano" is male

Posts: 17

Activitypoints: 55

Date of registration: Aug 19th 2017

Location: Roma

Occupation: Medico Psicoterapeuta

  • Send private message

3

Monday, March 18th 2019, 10:34pm

Carissima Antraveg
la tua ansia di nascondere i tuoi difetti, di essere perfetta, molto spesso trova origine nella propria storia personale, soprattutto familiare.
Sentirsi svalutata, poco apprezzata, episodi di bullismo, tanto per fare degli esempi, possono farti creare una corazza con la quale ti difendi dal mondo.
La meditazione non è affatto semplice da realizzare.
Suggerirei delle tecniche più "semplici" se mi passi il termine.
Il rilassamento di Jacobson, il training autogeno possono aiutare molto.
La mindfulness anche, ma consiglierei di affrontarla insieme ad un professionista. Perché è meditazione e con una rabbia così forte è meglio avere una guida.

Un affettuoso saluto
Dottor Michelangelo Di Stefano, medico e psicoterapeuta
Certificato EMDR, Training Autogeno e Psicoterapia
sito web email


Aniraveg

Nuovo Utente

  • "Aniraveg" started this thread

Posts: 3

Activitypoints: 16

Date of registration: Mar 11th 2019

  • Send private message

4

Tuesday, March 19th 2019, 9:26am

Se così non va bene, hai pensato di rivolgerti alla psicoterapia? A volte potrebbero bastare poche sedute inizialmente settimanali, poi mensili. Minimo sforzo, il giusto costo e massima resa. Non sono un medico ma ritengo, per quello che ho letto, che ti troveresti bene, ovviamente non subito con le prime sedute. Buon proseguimento.


ci ho pensato, ma non saprei da che parte iniziare.. a volte mi chiedo se ho solo bisogno di amici con cui parlare o davvero ho bisogno di un professionista.

Aniraveg

Nuovo Utente

  • "Aniraveg" started this thread

Posts: 3

Activitypoints: 16

Date of registration: Mar 11th 2019

  • Send private message

5

Tuesday, March 19th 2019, 9:30am

Carissima Antraveg
la tua ansia di nascondere i tuoi difetti, di essere perfetta, molto spesso trova origine nella propria storia personale, soprattutto familiare.
Sentirsi svalutata, poco apprezzata, episodi di bullismo, tanto per fare degli esempi, possono farti creare una corazza con la quale ti difendi dal mondo.
La meditazione non è affatto semplice da realizzare.
Suggerirei delle tecniche più "semplici" se mi passi il termine.
Il rilassamento di Jacobson, il training autogeno possono aiutare molto.
La mindfulness anche, ma consiglierei di affrontarla insieme ad un professionista. Perché è meditazione e con una rabbia così forte è meglio avere una guida.

Un affettuoso saluto


Grazie per la risposta, è sicuramente così. Nella mia vita sono successi tanti piccoli episodi tra le scuole e le amicizie, episodi brutti ma anche belli ovviamente, ma non so perchè nella memoria rimangono solo quelli brutti, che diventano sempre più grandi e ogni tanto ritornano a tormentarmi e così poi per ore o giorni sono nervoso, arrabbiata e piango per cose successe magari 15 anni fa. non ha senso!

dottdistefano

Utente Attivo

  • "dottdistefano" is male

Posts: 17

Activitypoints: 55

Date of registration: Aug 19th 2017

Location: Roma

Occupation: Medico Psicoterapeuta

  • Send private message

6

Sunday, April 7th 2019, 5:24pm

Grazie per la risposta, è sicuramente così. Nella mia vita sono successi tanti piccoli episodi tra le scuole e le amicizie, episodi brutti ma anche belli ovviamente, ma non so perchè nella memoria rimangono solo quelli brutti, che diventano sempre più grandi e ogni tanto ritornano a tormentarmi e così poi per ore o giorni sono nervoso, arrabbiata e piango per cose successe magari 15 anni fa. non ha senso!
Non è vero che non ha senso. Il tuo corpo ha una memoria di ferro e ricorda perfettamente gli episodi brutti. Lo fa per proteggerti e indicarti il pericolo.

Naturalmente il risultato è sconvolgente, ma siamo fatti così. Per questo è necessario rielaborare gli eventi passati, anche i più antichi.

Ricordo Serenella - nome ovviamente di fantasia - la quale aveva una storia simile di umiliazioni, critiche e anche gravi problemi di salute. Alla fine l'episodio fondamentale era la morte del nonno, che per lei rappresentava una fonte di sicurezza. Un episodio molto lontano nel tempo e apparentemente marginale. Quando è riemersa questa perdita, alla quale consciamente lei non pensava neppure più, Serenella è riuscita a rielaborarla e ha recuperato serenità e vinto la rabbia. Oramai sono 3 anni che è uscita dalla terapia, ogni tanto la sento e sta bene.

La lontananza degli episodi non vuole dire nulla.

Quanto al fatto che ricordiamo più le cose negative che quelle positive, basta pensare alle notizie: quali sono quelle che colpiscono? I giornali sono infarciti di cattive notizie e se non le hanno, talvolta le inventano!

Un caro saluto
Dottor Michelangelo Di Stefano, medico e psicoterapeuta
Certificato EMDR, Training Autogeno e Psicoterapia
sito web email


Mery9999

Utente Attivo

Posts: 29

Activitypoints: 101

Date of registration: Mar 31st 2019

  • Send private message

7

Monday, April 8th 2019, 11:48am

Mi spiace molto per quello che ti sta succedendo.Capisco i tuoi timori e le tue preoccupazioni,per questo ti consiglio una chiacchierata con uno specialista tanto per saperne di più e fugare ogni dubbio.Magari è solo un periodo stressante...

pino33bis

Giovane Amico

Posts: 366

Activitypoints: 740

Date of registration: Jun 28th 2013

  • Send private message

8

Wednesday, April 10th 2019, 3:58pm

purtroppo molte volte si cerca di mantenere il controllo, e questa pretesa

di mantenere il controllo ci fa perdere il controllo! Cmq per sfogarsi quando

sono arrabbiato personalmente faccio molto sport che mi aiuta tanto

pino33bis

Giovane Amico

Posts: 366

Activitypoints: 740

Date of registration: Jun 28th 2013

  • Send private message

9

Wednesday, April 10th 2019, 4:24pm

Per fortuna anni fa ho conosciuto un bravo psicoterapeuta

che mi ha spiegato come tenere a bada i pensieri, ed anche come

non tragificare i sintomi, quindi mi ha aiutato molto a capire delle cose

che da solo non riuscivo a capire, xche' ero entrato in un circolo vizioso

di ansia che si autoalimentava. Per spezzare questo circolo vizioso c'è

bisogno in alcuni casi di medicine, ma x questo bisogna consultare

uno psichiatra. ma poi le medicine da sole non bastano nella maggior parte

dei casi bisogna rivolgersi ad uno psicoterapeuta, e lì non è semplice

trovarne uno bravo, ed è per questo che molti al primo impatto con un terapeuta

non bravo, pensano che non servi a nulla e rinunciano. Io ne ho trovato uno bravo

al 4 tentativo, e sono stato fortunato xche non ne avrei provati mai piu altri!!!