Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

sogno2007

Forumista Incallito

  • "sogno2007" has been banned
  • "sogno2007" started this thread

Posts: 2,629

Activitypoints: 11,278

Date of registration: Oct 15th 2007

  • Send private message

1

Friday, October 7th 2011, 11:10pm

fissazioni, somatizzazioni, ansia, il giudizio degli altri!!!

Finalmente alcuni miei famigliari dopo 10 anni hanno capito che ho l'ansia, da due anni mi ammalo spesso di altri disturbi e l'ansia somatizza ancora di più e in certi periodi entro in un circolo vizioso. Invece ora che i miei famigliari più stretti sanno tutte le volte che sono malata, si sono fatti l'idea che come se esagero, come se ho malattie immaginarie o reali. Che sono sempre malata o che prendo troppe medicine.ecc. Ora devo spiegare io la differenza tra i disturbi reali e l'ansia che non conoscono. Questa cosa mi demoralizza ed è come se alla fine non capiscono niente e mi fanno sentire sempre sola e quando sto male me la devo vedere io. Ma la colpa non è mia se in questi due ultimi anni i problemi di salute si sono accumulati e uniti e per forza devo prendere i normali medicinali. ho capito prima io che il problema dei nuovi disturbi sono iniziati con l'arrivo dell'allergia ai pollini che fa ammalare le vie respiratorie e altri disturbi perché le difese immunitarie si indeboliscono.
Prima avevo solo l'ansia in certi periodi. Ma ultimamente sto migliorando. Ora se mi viene qualche disturbo non lo penso e l'ansia mi è passata.


cosa ne pensate, capita anche a voi?

noncibadare

Utente Attivo

  • "noncibadare" is male

Posts: 70

Activitypoints: 231

Date of registration: Aug 2nd 2011

Location: nord italia

Occupation: gonfio banane giganti a mazzi da 6.

  • Send private message

2

Monday, October 10th 2011, 3:25pm

sinceramente, ho capito poco.
cosa dovrebbe capitare anche a noi?
la demoralizzazione di non essere capiti?
il fatto che non pensandoci o comunque non fissandosi sulle cose, l' ansia si "allegerisce"?
o l' allergia da polline?

nel caso 3° oh, si, tantissimo, mi butta giù, ma da quest' anno inizio il vaccino, che mi ha consigliato il mio dermatologo, entro i 4 anni dovrei risolverla.
nel caso 2° beh, credo che pensare con leggerezza aiuta a vivere con leggerezza, ovviamente nel limite delle proprie responsabilità.
nel caso 1, invece, ho capito poco il discorso. ma probabilmente è perchè non ti conosco, e non so nulla dei tuoi trascorsi :)

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

3

Monday, October 10th 2011, 7:04pm

Un pò il male esiste ma molto spesso col tempo accumuliamo delle convinzioni di essere malati e molto spesso è difficile tornare indietro da questa cosa. Il mio problema è che c'è un qualcosa che non mi fa riuscire a vivere ed amarla mentre nel mio profondo vorrebbe godersela fino all'ultimo istante. Il che cosa mi blocca e mi fa rinchiudere nel guscio d'ansia e disagi non saprei. Ha volte si ha il presentimento che tutto questo non cambierà mai, anzi.....forse un giorno cambierà e cambierò. :hi:

sogno2007

Forumista Incallito

  • "sogno2007" has been banned
  • "sogno2007" started this thread

Posts: 2,629

Activitypoints: 11,278

Date of registration: Oct 15th 2007

  • Send private message

4

Monday, October 10th 2011, 10:28pm

Volevo far capire che le persone che soffrono di ansia o depressione vivono vari o molti sintomi fisici e psicologici e questi disturbi e altri vengono somatizzati, i disturbi anche quelli per dire "normali" come per esempio mal di testa, mal di pancia, influenza, ecc. vengono amplificati ancora di più. Chi soffre di ansia o depressione certe volte entra in un circolo vizioso che può durare anche mesi, con malanni veri e propri o da ansia o depressione che gli fa sembrare di essere sempre malato, chi vive accanto a queste persone sentendo dire tutti i giorni o spesso che queste persone hanno sempre qualche problema di salute, credono che sia la loro testa che sente e non un male reale. Ma una persona che non ha ansia per esempio non sa cosa vuol dire avere ansia e tutti i sintomi e malesseri correlati. così queste persone prima non capivano e perfino non sapevano nemmeno dell'ansia della persona ma quando lo sa ha il pregiudizio di credere che la persona dica fantasie che sono nella sua testa.
Così quando si dice di avere un malanno gli altri credono che non sia vero.
In questo modo chi soffre di questi mali si sente sempre isolato.

intendevo sulla difficoltà di comprensione degli altri verso chi soffre di questi disturbi, anche perché in generale credono che i disturbi psicologici come ansia o depressione sia malattie mentali da pazzi. sulla superficialità di giudizio e capire chi soffre.

sogno2007

Forumista Incallito

  • "sogno2007" has been banned
  • "sogno2007" started this thread

Posts: 2,629

Activitypoints: 11,278

Date of registration: Oct 15th 2007

  • Send private message

5

Monday, October 10th 2011, 10:32pm

volevo anche far capire che molti disturbi "normali" come per es. allergia o altre cose si trovano proprio nei periodi in cui si manifesta l'ansia per esempio come capita a me e in certi casi come es. allergia ai pollini, colite, ecc fa venire o fa aumentare l'ansia e si accumulano al disturbo di ansia vero e proprio e i tempi dei periodi si allunga e si allarga.così tra malanni veri e quelli immaginari dell'ansia rende la persona malata per un bel pò di tempo. Così le altre persone vedendo la persona sempre malata non ci crede.


Ho pensato a questo argomento perché alcuni giorni fa dissi a un mio famigliare che non stavo molto bene e non potevo essere molto lucida o vispa, (avevo influenza intestinale), e mi risponde se era una cosa immaginaria o vera!!!! Io risposi che era vera!!!

Ma ero seccata.

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

6

Wednesday, October 12th 2011, 5:48pm

Io in questi giorni ho fatto un tentativo a controllare l'ansia e capire perchè ho questo maledetto problema di non accettare o anzi mantenere il buon umore o la calma, come se la mia anima ritrova la sua identità quando è sbattutta quà e la. Alla fine ho cominciato ad isolare il buon umore a l'ansia e quindi cercare di non evitare quei positivi stati d'animo che non hanno colpa ma dare la colpa solo all'ansia e convincermi che quei stati d'animo hanno sempre fatto parte della mia vita. è stato quasi un combattimento psicologico cronuco ma alla fine sono riuscito a stare bene e mantenere l'ansia, dimenticandomene propio. Stamattina però purtroppo mi sono reso conto che mantenere quello stato positivo è più complicato del previsto perchè è come se si avesse l'impressione di volare troppo in alto e tutto questo prima o poi sfugge al mio controllo emotivo. Bisogna tentare e ritentare ma non mi arrendo anche se scoraggiato. Devo capire di più.

sogno2007

Forumista Incallito

  • "sogno2007" has been banned
  • "sogno2007" started this thread

Posts: 2,629

Activitypoints: 11,278

Date of registration: Oct 15th 2007

  • Send private message

7

Wednesday, October 12th 2011, 8:42pm

E' la stessa cosa che ho vissuto oggi. Era più di una settimana che ero un pò malata per via di una leggera influenza intestinale sfociata in colite, che però non ci badavo e già incominciavo ad assuefarmi e a sentire i sintomi e inconsciamente stavo per ripiombare nel circolo vizioso ma mi do forza. Era da un pò di tempo che non ho ansia, questa mattina decisi di uscire ma è come se le situazioni o certe persone indirettamente mi urtano o che fanno cose troppo irrazionali o fredde per la mia tranquillità, così dentro penso che cosa sia meglio la mia tranquillità in casa ma stando bene ma anche uscire o vedere o vivere quelle cose che poi mi fanno venire ansia in rapporto agli altri.Oggi proprio nell'uscire mi erano ritornate quelle sensazioni di ansia leggera.Non ho proprio voglia di averle di nuovo. Ma cerco di reagire.