Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

lino2788

Utente Attivo

  • "lino2788" is male

Posts: 105

Activitypoints: 343

Date of registration: Apr 11th 2012

Location: Bari

  • Send private message

2,026

Tuesday, April 17th 2012, 10:54am

ciao ragazzi,
ho 23 sono nuovo del forum e x fortuna vi ho trovato!quando sono qui a scrivere già mi sento + tranquillo.vita tranquilla,studio e ho una ragazza stupenda e dolcissima che mi sopporta.
non ho mai sofferto d'ansia o panico ma da un paio di mesi ci convivo tutti i giorni.a diffrenza vostra però la mia non è paura di uscire di casa...quello riesco a farlo anche se non sempre.tutto è iniziato con delle fitte al petto che a causa della mia ansia x paura di un infarto si sono trasformate in um malessere diffuso a tutto il torace e alle braccia.ovviamente ho fatto molte visite ed esami e tutto è nella norma.
ho scoperto che l'ansia può provocare questi dolori forse x la costante tensione muscolare ma si sà...noi ansiosi non ci convinciamo mai!
la mia vita è diventata un inferno.non riesco + a studiare,a prendere il treno,a stare tranquillo con la mia ragazza perchè i dolori non mi abbandonano e ieri sono scoppiato a piangere e a tremare come un bambino :( ...secondo voi è possibile uscirne?
io purtroppo non posso permettermi 1 psicologo...sono uno studente squattrinato

gradiuss

Utente Avanzato

Posts: 705

Activitypoints: 2,178

Date of registration: Sep 23rd 2011

  • Send private message

2,027

Tuesday, April 17th 2012, 11:04am

meglio allora cosi non dovrai dipendere da nessuno;trova dentro di te la forza per uscirne e credimi l'ansia non ha mai ucciso nessuno . Come dici tu è tutta tensione accumuluta.

zelda86

Nuovo Utente

Posts: 1

Activitypoints: 3

Date of registration: Oct 4th 2012

  • Send private message

2,028

Thursday, October 4th 2012, 9:11pm

Racconto anche la mia esperienza. A me capita di avere quasi il terrore di uscire il fine settimana, anche e soprattutto con i miei amici. Come dicevano in tanti, ho paura di star male, e allora m'invento che non sto bene, per giustificare il mio malessere, chiaramente evidente. Io non so darmi una ragione.
Sono una bella ragazza, laureata con 110 e lode, al lavoro va tutto bene, mai nessuna ansia; arriva il fine settimana e sto male. L'altra sera ero in un locale con il mio ragazzo e altri amici, e ho cominciato a sentirmi male. Sono uscita con lui per fumare una sigaretta, ed ecco l'attacco di panico. Nausea, salivazione altissima, senso di svenimento violentissimo, sudore tutto d'un colpo. Lui che non capiva, e si preoccupava.
Premetto che penso questi problemi dipendano da uno stato d'ansia praticamente perenne in casa. Fin da piccola ho convissuto con i miei genitori che litigavano, con sospetti, manipolazioni, robe che a vederci da fuori nessuno sospetterebbe niente. Madre ansiosa, iperprotettiva, ricattante, manipolatrice e padre che non stimo per niente, mammone, non riesco quasi a guardarlo, ad avere rapporti con lui.
Ho un ragazzo splendido, da quasi un anno e mezzo. Alterno momenti di sicurezza altissimi con lui, che mi riempie di conferme giorno dopo giorno, a momenti in cui sono sospettosa, peso ogni parola, ogni gesto, ogni comportamento. Sono gelosa, addirittura delle mie stesse amiche di una vita. A momenti. Io alterno...o sono sicurissima di me (anche perchè tutti mi stimano, mi ripetono quanto sono bella, buona e intelligente da sempre, esclusi i miei genitori) o precipito in quest'ansia da prestazione, da non so che cosa...mi si chiude lo stomaco, non mangio, fumo sigarette di continuo oppure, talvolta, per fare uscire quest'ansia vomito. Vomito. Io non riesco più ad accettare di essere così. Di dover essere una cosa e poi un'altra, senza riuscire a gestirmi.
E più cerco di controllarmi più è peggio. Come si fa?!