Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

farfalla84

Utente Attivo

  • "farfalla84" started this thread

Posts: 49

Activitypoints: 161

Date of registration: May 25th 2011

  • Send private message

1

Sunday, May 29th 2011, 9:00am

E' più forte di me....

Ciao a tutti...è la prima volta che scrivo qui...non riesco proprio ad uscire da questa situazione!I sintomi mi stanno divorando e diventa complicato fare qualsiasi cosa! stamattina devo andare ad un battesimo e sono già super agitata e non posso fare a meno di pensare alle vampate di calore che mi verranno...perchè tanto ormai sono quelle che mi fanno stare da schifo. Sento il cuore battere forte,inizio già a sentire caldo e non oso immaginare dopo :( Avrei rinunciato volentieri ad andare,ma non posso tirarmi indietro e vorrei tanto rinunciare ad andare a quei due matrimoni che ci saranno a giugno,perchè tanto lo so che starò male come sempre...e poi cosa posso fare?tornare a casa come faccio sempre? mi spaventa l'idea di dover star male sempre e ogni giorno sono preoccupata,agitata,ho i nervi a pezzi e scatto per qualsiasi cosa....non so davvero come uscirne! scusate per lo sfogo...buona giornata a tutti

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" is male

Posts: 2,012

Activitypoints: 6,657

Date of registration: May 7th 2011

Location: Città del Capo

  • Send private message

2

Sunday, May 29th 2011, 9:10am

È normale che tu ti senta agitata, purtroppo gli obblighi familiari sono sempre difficili da evitare, certo non puoi scappare a vita ma è vero che non stai bene e non puoi sforzarti! Ci andresti comunque se avessi la febbre o un braccio rotto? Ecco è solo differerente ma tu non stai bene!

In generale segui un percorso psicoterapeutico o prendi qualche farmaco?

robi

Utente Avanzato

  • "robi" is male

Posts: 906

Activitypoints: 2,760

Date of registration: Jul 11th 2007

Location: marotta

Occupation: pensionato

  • Send private message

3

Sunday, May 29th 2011, 10:22am

Farfalla,
sono più che condivisibili le indicazioni di CAOS alle quali mi associo "in toto".
Mi permetto però anch'io di suggerirTi di non tergiversare sulla Tua attuale situazione di "disagio psicologico, ma di contattare anche unicamente per un colloquio infomale o preliminare uno Psicologo esponendoLi la situazione più pregressa che attuale in quanto quest'ultima è il risultato di segnali sicuramente da Te giudicati ininfluenti, ma che purtroppo ora Ti stanno angustiando oltremisura.
Ho fatto diverse terapie farmacologiche per combattere questo "mostro" tutte rivelatisi vincenti, ma poi inesorabilmente riscivolavo nel "buco nero" fino a quando non intrapresi delle sedute di "psicoterapia" per ricercare e modificare quelle che sono le "cause scatenanti" comuni a tutti Noi , ma decisamente diverse da soggetto a soggetto.
Non abbatterTi Farfalla, non si cronicizza questo "male oscuro", ma va unicamente combattuto risalendo in superficie senza darsi dei termini temporali in quanto siamo Noi che come siamo stati capaci di scendere nel "baratro" riusciremo allo stesso tempo a risollevarci sicuramente più forti psicologicamente di prima e con nuovi stimoli.
:hi: :hi: :hi: :hi: :hi: :hi:
Robi

Dott. Rocco Berloco

Utente Attivo

  • "Dott. Rocco Berloco" is male

Posts: 111

Activitypoints: 347

Date of registration: May 28th 2011

Location: Bari

Occupation: Medico

  • Send private message

4

Sunday, May 29th 2011, 10:49am

E' più forte di me...

Gentile Amica,

vorrei aiutarti, ma la tua descrizione è stata molto vaga...non ho troppe informazioni su di TE, se non che il tuo malessere è forte, che ti assale, che ti fa sua...e TU nei esci sconfitta e spaventata. Si comprende dalla tua descrizione che la cosa è già successa e secondo la "tua mappa del mondo" succederà ancora....Vedi, Gentile Amica, succederà sicuramente se TU lo vorrai, se TU aspetterai quel malessere come una vittima sacrificale che offre la testa all'ineluttabile ghigliottina che si abbatterà sul suo collo....Non essere una novella Maria Antonietta, e prendi la tua vita in mano... Come? Parlami di te e lo vedremo insieme (età, stile di vita, patologie pregresse, eventuali terapie). Per adesso posso dirti semplicemente di vivere, vivere il presente, senza pensare a quei matrimoni di giugno, senza pensare che domani andrai a lavorare, che la sveglia suonerà, che farai la solita colazione, che sarà l'inizio della solita giornata....VIVI...Stupisciti di ogni istante perchè ogni istante è nuovo, irripetibile, magico....TUO. Porta la consapevolezza delle tue azioni nella tua vita e non fare nulla che non ti appartiene...e se intanto arriverà "il tuo malessere", accoglilo, è sempre una parte di te, una parte di te che ti chiede di ascoltarlo....Ascoltalo in silenzio...e saprai cosa fare...puoi imboccare la Strada del Cambiamento...basta che lo voglia...Fammi sapere...BUON VIAGGIO!



[font=&quot]-Cerco
di aiutare le persone…a esprimere le loro coerenze spirituali aiutandole ad
entrare in contatto sia con la loro tenerezza sia con il loro potere. Per
raggiungerle…dobbiamo capire che siamo nati per evolvere…E’ una cosa in
crescita, ed in essa non c’è timore. Non che in passato non abbiamo sentito il
messaggio prima d’ora. Cristo ne ha parlato, e il Buddha ed altri. In passato
molti di noi…hanno detto: “Costoro sono al di là di noi…noi siamo solo esseri
umani, quindi non possiamo stabilire lo stesso collegamento”. Ma ora cominciamo
a sapere che possiamo.- (Virginia Satir)[/font]
Dott. Rocco Berloco
Fiori di Bach Omeopatia PNL Intolleranze Alimentari

Per maggiori informazioni collegati al SITO WEB PERSONALE presente nel profilo

farfalla84

Utente Attivo

  • "farfalla84" started this thread

Posts: 49

Activitypoints: 161

Date of registration: May 25th 2011

  • Send private message

5

Sunday, May 29th 2011, 5:28pm

Grazie a tutti voi per avermi risposto!,
Per farvi capire meglio e per farle capire meglio anche a lei Dott. Berloco, ho iniziato a star male dieci anni fa, quando avevo 17 anni, ora ne ho 27.
I miei sintomi comprendono vampate di calore molto forti tutti i giorni e in diversi momenti della giornata e purtroppo mi causano non pochi problemi nella mia quotidianeità...mi sudano le mani soprattutto quando mi trovo fuori casa e anche stamattina al battesimo è successo, mentre ero in Chiesa.
Una volta al mese mi capita di avere giramenti di testa e molte volte ho la testa leggera...quasi sempre ho un'instabilità fisica e sembra che mi sfugge la terra sotto i piedi,cioè è come se camminassi scordinata...ho tutti i giorni le pulsazioni alte e quando sono più basse arrivano a 80,le più alte fino a 104.
In dieci anni sono stata da quattro otorini,ho fatto elettroencefalogramma,analisi della tiroide,visita oculistica e ortottica,tac e risonanza alla testa,risonanza al collo,visite neurologiche,elettrocardiogramma nel 2009 (non so se ripeterlo viste le pulsazioni alte),ultimamente ho messo l'holter pressorio 24 ore,faccio regolarmente analisi del sangue ogni anno. Vado da una psicologa da poco più di un anno, ma non ci sono stati miglioramenti e prendo delle gocce di ansiolitico EN prescritte dal medico di famiglia, al momento del bisogno fino a 30 gocce. Non prendo altre medicine.
Sono disoccupata e il mio stile di vita non lo definirei nè troppo sedentario,nè troppo attivo...quando mi sento meglio pratico ginnastica a casa,soprattutto cyclette. Vi ringrazio per avermi ascoltata...buon proseguimento!

anziano

Utente Attivo

  • "anziano" is male

Posts: 108

Activitypoints: 338

Date of registration: Apr 29th 2011

  • Send private message

6

Sunday, May 29th 2011, 6:27pm

E' solo ansia...una maledetta ansia che ti parla, un qualcosa che c'è dentro di te e che fa parte della tua vita in quel modo. Non mi permetto di discutere i contenuti del messaggio del Dr.Berloco, dico solo che in certe situazioni c'è poco da "ascoltare in silenzio" o di imboccare la strada del cambiamento " basta che lo si voglia". Personalmente non credo agli psicologi, fanno lo stesso effetto di un buon amico, ma questo è un mio parere personale. Credo invece che una qualità della vita diversa, sei disoccupata purtroppo e non è certo un fattore da sottovalutare, possa aiutarti davvero.Lascia perdere tutte quelle visite, medici, esami clinici, le gocce di EN sono un bastone che nel tempo diventerà sempre meno stabile, e impara a controllare quei sintomi in modo naturale senza porcherie. Tecniche di rilassamento ad esempio! Capire perchè il nostro corpo ci parla in quel modo ci serve davvero? Non lo so...per esperienza personale ti dico che ne sono uscito in modo stupendo da quell'incubo molto peggio del tuo.

farfalla84

Utente Attivo

  • "farfalla84" started this thread

Posts: 49

Activitypoints: 161

Date of registration: May 25th 2011

  • Send private message

7

Sunday, May 29th 2011, 6:35pm

Grazie Anziano per la tua risposta! Posso chiederti come ne sei uscito e quali erano i tuoi sintomi?

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" is male

Posts: 2,012

Activitypoints: 6,657

Date of registration: May 7th 2011

Location: Città del Capo

  • Send private message

8

Sunday, May 29th 2011, 6:38pm

Farfalla, ti dico che forse per il tuo caso dovresti cercare uno psicoterapeuta che utilizzi il metodo cognitivo-comportamentale che è ideale per i nostri disturbi, io ho lasciato la mia psicologa dopo quasi un anno perché notavo che non facevo progressi ed il suo approccio era troppo blando, così ho cambiato!.. Comunque se vuoi sconfiggere questi problemi rimboccati le maniche, trova un buon specialista e armati di pazienza la strada è lunga!

farfalla84

Utente Attivo

  • "farfalla84" started this thread

Posts: 49

Activitypoints: 161

Date of registration: May 25th 2011

  • Send private message

9

Sunday, May 29th 2011, 6:51pm

Ciao Caos, anch'io veramente non vedo progressi con la mia psicologa e si ripetono ormai sempre le stesse cose...tra poco finirò la terapia(cognitivo-comportamentale) con lei e sicuramente mi indirizzerò altrove. Grazie per i tuoi consigli,alla prossima!

anziano

Utente Attivo

  • "anziano" is male

Posts: 108

Activitypoints: 338

Date of registration: Apr 29th 2011

  • Send private message

10

Sunday, May 29th 2011, 7:31pm

@farfalla84
I miei sintomi erano inizialmente come i tuoi, poi arrivò il panico.Quattro, a volte anche cinque, attacchi al giorno..tutta la trafila, o calvario, che si è costretti a vivere in quelle situazioni.Paura di avere malattie, un'infinità di esami medici, tutti inutili!!! Ero sano come un pesce ma stavo da morire. Per ben 3 mesi non uscii di casa, piangevo dalla disperazione, mangiavo pochissimo e dormivo tantissimo, era il solo modo per difendermi. Xanax, Lexotan, EN, Valium e porcherie varie, erano le sole cose che mi facevano stare bene per un pò. Avevo paura di tutto e non riuscivo a fare nulla, la prima volta che uscii di casa (dopo 3 mesi) accompagnato dalla mia ex moglie, ero terrorizzato, tutto mi girava intorno, tremavo. Ci volle del tempo prima di arrivare a mettere un piede fuori dall'uscio da solo, ricordo che per entrare dal tabaccaio per prendere le sigarette mi ci vollero 2 settimane, agorafobia, claustrofobia poi la depressione.Psicologo, Pasicanalista,medicina omeopatica, fitoterapia...tutto inutile.Pensai di buttarmi dalla finestra, piangevo senza accorgermi, vedevo ciò che mi circondava tutto diverso, come se non mi appartenesse.Mi incazzavo con me stesso perchè volevo capire il motivo e le ragioni per i quali mi ero ridotto in quel modo.Non le ho mai trovate e sinceramente smisi di chiedermelo quando iniziai a sentirmi leggermente meglio.Poi ricadute....ero furibondo, ho un carattere molto forte e non mi arrendo mai. Per 3 anni ho tirato avanti con le benzodiazepine, ritornai a fare una vita quasi normale con una serie di limitazioni, evitamenti e paure allucinanti. Poi iniziai a osservarmi in modo diverso, cercavo riservare la mia iper attenzione su me stesso in modo razionale. Ad esempio mi resi conto che i disturbi erano pesanti al mattino e nelle tarde ore del pomeriggio per poi svanire nelle ore serali e notturne. Li mi sentivo bene, a mio agio.Nel frattempo accettai di andare dallo psichiatra, ero ovviamente depresso come conseguenza agli attacchi di panico e ansia spropositata.Non sono più molto giovane, per due decenni ho fatto politica, attività sindacale, suonato nei locali per diletto, cose che dovetti rinunciare a causa di tutto quello che mi era venuto addosso.Tre mesi di farmaci, Seropram, per sentirmi bene come da tempo non mi succedeva più, tornare a ridere e vedere le cose in modo diverso....nel frattempo mio figlio aveva già 10 anni, so quanto soffrivo per nascondermi da lui quando stavo male.Per puro caso incontrai un vecchio amico, compagno di palestra di Judo in giovane età, anche lui era passato nell'inferno.Mi parlò in modo profondo del training autogeno, mi ci buttai a peso morto immediatamente.E' stato il miracolo, via tutte le porcherie, Seropram compreso, iniziai a parlare al mio corpo e dirgli ciò che doveva fare. Era ed è la parte di me razionale che dirige il gioco ora, non l'altra.. Riesco a rallentare il battito cardiaco quando fa le bizze, il respiro, tutte quelle parti del corpo che sono preda dell'ansia. Tutto iniziò nel 1986.....e finì nel 2000, come vedi ci si riesce:) Nel frattempo ho perso il padre di cancro, amici e amiche ai quali ero affezionato, se ne sono andati per mali incurabili o incidenti, il cancro al testicolo non mi ha fatto perdere la voglia di vivere, anzi:). La mia ex moglie un bel giorno se ne andò da casa lasciando me e mio figlio, mentre finivo la vita lavorativa, per una sbandata, ottimo motivo per cadere nella depressione:) Un figlio adolescente a cui badare e tutto il resto...invece no, è passato un anno e l'ansia non è tornata, nemmeno la depressione, quell'esperienza vissuta anni prima e superata, mi ha reso forte e mi ha insegnato a volermi bene. Mi sono ripreso la mia serenità e voglia di vivere, sono tornato a suonare nei locali quando posso, ho imparato a non avere più paura di vivere, e nemmeno la morte, per me che sono ateo, mi spaventa:) Come vedi ce la si fa:) se ti posso aiutare non farti problemi, e...questo vale per tutti, impariamo anche a sorridere di queste cose, non proviamo vergogna.....siamo esseri umani. Ad un certo punto iniziai a chiamare l'ansia, scusate la volgarità, la tro.....e il panico lo stro.....:) " scusa Massimo vieni al cinema questa sera?" Vediamo...prima chiedo allo str....:)

Ciao:)

farfalla84

Utente Attivo

  • "farfalla84" started this thread

Posts: 49

Activitypoints: 161

Date of registration: May 25th 2011

  • Send private message

11

Monday, May 30th 2011, 8:56am

@Anziano
Sei stato molto chiaro nella tua risposta,hai raccontato la tua vita e mi dispiace per quello che hai passato!Per fortuna alla fine ce l'hai fatta a superare tutto,sei stato più forte di questa maledetta ansia....mi fa simpatia il modo in cui dai al panico e all'ansia quei nomi :)
Io non soffro di veri e propri attacchi di panico,ma più che altro di malesseri fisici molto fastidiosi,come hai potuto leggere nella mia descrizione...forse devo valutare il fatto di tornare da un neurologo e fammi prescrivere qualcosa, anche se all'età di 18 anni fino ai 21 ho preso il Seroxat che non mi ha aiutato...ero arrivata a prendere 10 chili in tre anni e non mi riconoscevo più...quindi ho smesso di prenderlo e adesso al momento del bisogno prendo massimo 30 gocce di EN. Spero che questo incubo finisca, si dice che la speranza è l'ultima a morire :)
A presto...Ciao!

anziano

Utente Attivo

  • "anziano" is male

Posts: 108

Activitypoints: 338

Date of registration: Apr 29th 2011

  • Send private message

12

Monday, May 30th 2011, 9:15am

@farfalla84
Ho raccontato una piccola parte della mia vita legata a quella condizione, perchè credo e spero possa servire come stimolo per chi soffre di certi disturbi.Non so dirti se nel tuo caso sia più opportuno un neurologo o psichiatra, non è questo il problema, posso solo dirti che mai perdere la fiducia.I tuoi disturbi non sono gli stessi che avevo io, ma fanno parte della stessa famiglia....divorizia:) ahahha

Ciao:)

Fragolino

Giovane Amico

  • "Fragolino" is female
  • "Fragolino" has been banned

Posts: 150

Activitypoints: 471

Date of registration: May 4th 2011

  • Send private message

13

Monday, May 30th 2011, 9:20am

ciao farfalla, io ho consulato sia psicologa che neurologa ma l'unico vero passo avanto lo sto facendo in queste settimane grazie ad una psichiatra che non mi ha bombardato di farmaci ma mi sta insegnando a isolare il malessere: ansia, che spesso si trasformava in panico. Quando sono arrivata da lei, 2 mesi fa, sbandavo, sudavo freddo di notte, avevo rigidità muscolare ecc. non A parer mio, riuscivo più a venire in ufficio.

farfalla84

Utente Attivo

  • "farfalla84" started this thread

Posts: 49

Activitypoints: 161

Date of registration: May 25th 2011

  • Send private message

14

Monday, May 30th 2011, 9:21am

@Anziano
Che disturbi avevi di preciso?

Fragolino

Giovane Amico

  • "Fragolino" is female
  • "Fragolino" has been banned

Posts: 150

Activitypoints: 471

Date of registration: May 4th 2011

  • Send private message

15

Monday, May 30th 2011, 9:24am

dicevo, a parer mio, l' EN è un farmaco eccessivo per te ma non sono un medico :-) per cui ti esorto a non fermarti qui: combatti perchè veramente puoi avere una vita migliore. Anche nella ASL della tua città, puoi trovaare preparate come la mia dottoressa che ti rassicurerà e insieme troverete una via di uscita. Anziano ha avuto una forza di volontà eccezionale ma a volte un aiutino ha il suo peso .. e poi il calore di una persona accanto fa il miracolo più di qualsiasi medicina, credimi.
In bocca al lupo e non demordere, mi raccomando !
Emy