Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


31

Thursday, November 7th 2013, 11:07pm

E' proprio il fatto che tu ti ripeti che tutto è finto e non ha senso che rende il tutto ancora più finto.

E' un pò come una persona che è a dieta e ha un dessert succulento davanti.
Secondo te, se la persona a dieta si mette a dire:
"Oh, mio dio! Quel tiramisù è così succulento! Guarda quanta panna! E quanto caffè! Non riuscirò mai a non mangiarlo! E' impossibile, guarda che aspetto ha, finirò sicuramente per mangiarlo!"


Quante possibilità ha di non mangiare il tiramisù? :)
Faith ho capito perfettamente il paragone. E non posso che dirti che hai ragione.
Purtroppo nella teoria è semplice e chiaro, è nella pratica che non riesco a non pensarci: avverto questo senso tutto il giorno e ormai, so che è folle da dire, ho perso completamente il senso di vivere, ovvero è come se mi trascinassi verso sera ogni giorno più confuso, ovattato, spaventato.

La dissociazione mi ha fatto mettere in dubbio la mia stessa esistenza :crazy:

Faith

" I am a beacon of knowledge blazing out across a black sea of ignorance. "

  • "Faith" is male

Posts: 158

Activitypoints: 607

Date of registration: May 31st 2013

Location: Gallarate

Occupation: Studente

  • Send private message

32

Friday, November 8th 2013, 12:14am

La dissociazione mi ha fatto mettere in dubbio la mia stessa esistenza
Lol! Questo è fico! Ci sono capitato io ma non l'ho mai detto a nessuno (eccetto lo psicologo) perchè pensavo d'essere stato l'unico! Sono contento di sentirtelo dire (per quanto mi dispiaccia!)! Almeno so di non essere stato l'unico! Grazie! :D

Per il resto, a me tutto si è aggiustato col tempo (e la terapia), a volte mi capita (oggi m'è capitato) di essere derealizzato ma alla fine passa, stai tranquillo che va tutto bene!
Sono solo paranoie portate dall'ansia!
E' normale che non passi subito all'inizio, ci metterà tempo... ma come ti ho già detto: ci riderai su :thumbsup:
" PAIN IS TEMPORARY! It may last for a minute, or an hour, or a day, or even a year. But eventually it will subside and something else will take it’s place. If I quit however, it will last forever. "

33

Friday, November 8th 2013, 12:48am

E' bello anche per me (per quanto pure a me dispiaccia!) vedere di non essere l'unico :D
Ma, a quanto mi hanno spiegato, è proprio effetto della forte dissociazione: io mi percepisco talmente finto, talmente fuori che non posso fare altro che credere di non vivere, e di mettere in dubbio tutto, anche le cose più basilari: il mio passato, il mio futuro e, naturalmente, il mio ora.
A volte ho anche paura di star pian piano perdendo la memoria, insieme al senno, e confido che è la mia paura più grande.

Non esigo che mi svegli domani e che tutto sia sparito ma almeno che si alleviasse un tantino. Invece nelle ultime settimane è addirittura peggiorata, appunto chiedendomi se sono veramente qui ecc. :(

Faith, per curiosità, per quanto tempo ti si è manifestata e per quanto tempo al giorno? A me anche tutto il giorno ...

Faith

" I am a beacon of knowledge blazing out across a black sea of ignorance. "

  • "Faith" is male

Posts: 158

Activitypoints: 607

Date of registration: May 31st 2013

Location: Gallarate

Occupation: Studente

  • Send private message

34

Friday, November 8th 2013, 1:33am

Le prime volte quando ero scosso e sconvolto era una situazione perenne, insopportabile. Mi sentivo sempre morire o impazzire, sull'orlo di una montagna di vita non reale, tutto il giorno tutti i giorni, però tentavo di restare positivo.
Poi, piano piano le cose sono svanite. Senza accorgermene miglioravo e stavo sempre meglio, in tutto direi che mi sono fatto una 30ina di giorni di paranoie ma poi passa, stai tranquillo.
Anche io ho avuto questa fissazione di vivere in un mondo finto, eppure alla fine è passato tutto!
Adesso capita che ci pensi, ma dico "pfff, di nuovo sta roba? Non ho intenzione di stare così!"
Altre volte mi butto per terra (come umore) ma alla fine mi rialzo sempre...

Per quanto riguarda la memoria, in un certo senso la stai perdendo, ma nulla di irrecuperabile, in poche parole fai fatica a ricordare a causa dell'ansia. Capita tutt'ora anche a me!
" PAIN IS TEMPORARY! It may last for a minute, or an hour, or a day, or even a year. But eventually it will subside and something else will take it’s place. If I quit however, it will last forever. "

my_jazz

Utente Attivo

  • "my_jazz" is female

Posts: 62

Activitypoints: 221

Date of registration: Aug 29th 2013

  • Send private message

35

Friday, November 8th 2013, 4:09am

siete ottimi ragazzi.... :-) leggere i vostri post mi fa stare molto meglio!!!! e mi rivedo molto sia negli aspetti negativi, nelle sensazioni, ke nelle cose positive ovvero nei tentativi 8spesso andati a buon fine) di rimpicciolire i pensieri...o di cercare di rialzarmi! :-) ovviamente l'ansia per me almeno per il momento è sempre in agguato....

Faith

" I am a beacon of knowledge blazing out across a black sea of ignorance. "

  • "Faith" is male

Posts: 158

Activitypoints: 607

Date of registration: May 31st 2013

Location: Gallarate

Occupation: Studente

  • Send private message

36

Friday, November 8th 2013, 4:20am

L'ansia è un sentimento normale che ha bisogno di esistere, senza di essa, sai le cavolate che si combinano!
Piuttosto, bisogna dimensionarla in modo che ritorni a svolgere le sue funzioni senza intasare gli zebedei :D
Se vuoi un altro consiglio, quando stai male e ti sembra tutto finto pensala invece così:

"Toh, ho la possibilità di guardare il mondo con un paio di occhi nuovi!"

Inoltre, impegnate la mente, il più possibile.
" PAIN IS TEMPORARY! It may last for a minute, or an hour, or a day, or even a year. But eventually it will subside and something else will take it’s place. If I quit however, it will last forever. "

Warpig

Utente Attivo

  • "Warpig" is male

Posts: 90

Activitypoints: 295

Date of registration: Oct 30th 2013

  • Send private message

37

Friday, November 8th 2013, 6:07am

Anche a voi è (o era) presente un senso costante di confusione? Mi spiego meglio, è come se le parole che dite o pensate non abbiano un senso, come quando ci si fissa su una parola e comincia a perdere di significato. Ovviamente è solo una sensazione, per quanto orribile sia.

38

Friday, November 8th 2013, 8:01pm

Anche a voi è (o era) presente un senso costante di confusione? Mi spiego meglio, è come se le parole che dite o pensate non abbiano un senso, come quando ci si fissa su una parola e comincia a perdere di significato. Ovviamente è solo una sensazione, per quanto orribile sia.
Diciamo più o meno: la dissociazione porta per forza, nel mio caso, a confusione mentale. Quando parlo o penso non è che mi sembra di non avere un senso quello che esprimo, ma mi sembra tutto l'insieme che non abbia senso. Oddio, è così difficile da spiegare :wacko:

Warpig

Utente Attivo

  • "Warpig" is male

Posts: 90

Activitypoints: 295

Date of registration: Oct 30th 2013

  • Send private message

39

Friday, November 8th 2013, 10:48pm

Si il senso è quello, poi è impossibile spiegare ciò che inspiegabile lo è per definizione. Perc curiosità, anche a te sembra di avere la testa ovattata dai pensieri? Nel senso, come non percepiti, distanti :huh:

Faith

" I am a beacon of knowledge blazing out across a black sea of ignorance. "

  • "Faith" is male

Posts: 158

Activitypoints: 607

Date of registration: May 31st 2013

Location: Gallarate

Occupation: Studente

  • Send private message

40

Friday, November 8th 2013, 11:15pm

A me sembra più che sia talmente carica di pensieri da esplodere.
" PAIN IS TEMPORARY! It may last for a minute, or an hour, or a day, or even a year. But eventually it will subside and something else will take it’s place. If I quit however, it will last forever. "

Warpig

Utente Attivo

  • "Warpig" is male

Posts: 90

Activitypoints: 295

Date of registration: Oct 30th 2013

  • Send private message

41

Friday, November 8th 2013, 11:41pm

A me sembra più che sia talmente carica di pensieri da esplodere.
Anche... :( se posso sapere, a che pensi?

my_jazz

Utente Attivo

  • "my_jazz" is female

Posts: 62

Activitypoints: 221

Date of registration: Aug 29th 2013

  • Send private message

42

Saturday, November 9th 2013, 12:27am

ma a voi capita di non uscire o di voler stare per conto proprio per paura di sentirsi così in mezzo agli altri? a me capita qualke volta, ma mi sforzo di uscire perkè non voglio assolutamente chiudermi a riccio e non avere contatti con nessuno...ne soffrirei molto!!! i miei amici però non sanno che io sto vivendo questo casino (non lo capirebbero) e mi dicono ke mi vedono piu spenta rispetto a prima (quasi fino a un anno fa non avevo nessunissimo di questi problemi) e pensano ke io voglia evitarli o non gradisco la loro compagnia....ma è così difficile farsi comprendere!!!! comunque ripeto, per fortuna ho vita sociale e parecchi impegni che mi portano necessariamente a uscire...ma ci sono quei giorni in cui ci si sente così lontani da se stessi, impauriti e col cervello ke viaggia coi pensieri piu assurdi, ke l'unica cosa ke si vuole fare è proprio non vedere nessuno!!!!

43

Saturday, November 9th 2013, 3:23am

ma a voi capita di non uscire o di voler stare per conto proprio per paura di sentirsi così in mezzo agli altri? a me capita qualke volta, ma mi sforzo di uscire perkè non voglio assolutamente chiudermi a riccio e non avere contatti con nessuno...ne soffrirei molto!!! i miei amici però non sanno che io sto vivendo questo casino (non lo capirebbero) e mi dicono ke mi vedono piu spenta rispetto a prima (quasi fino a un anno fa non avevo nessunissimo di questi problemi) e pensano ke io voglia evitarli o non gradisco la loro compagnia....ma è così difficile farsi comprendere!!!! comunque ripeto, per fortuna ho vita sociale e parecchi impegni che mi portano necessariamente a uscire...ma ci sono quei giorni in cui ci si sente così lontani da se stessi, impauriti e col cervello ke viaggia coi pensieri piu assurdi, ke l'unica cosa ke si vuole fare è proprio non vedere nessuno!!!!
Cara my_jazz,
in questo momento io ti sto scrivendo, eppure la mia percezione è che tutto questo sia inesistente, distaccato da me, finto.
Quindi sì, ti sto capendo benissimo: oramai io sono talmente distaccato da me che dove mi metti sto, quindi da solo o con gli amici, con l'unica differenza è che a volte in mezzo alla gente mi sembra di riacquistare un po' di senso del mio essere.
Purtroppo la mia terapeuta me l'ha spiegato molto bene: io mi comporto normalmente (come hai detto tu i tuoi amici non lo sanno) eppure, a parte chi sa, nessuno nota la grande difficoltà in cui siamo (se non appunto il fatto di essere più spenti... ci credo! provassero loro cosa vuol dire quello che stiamo passando).

Lo so che è difficile farsi comprendere: io non riesco appieno a descrivere questa sensazione, ed è quasi più tremendo che soffrirne :(
In più, nel mio caso, la dissociazione annulla l'ansia: questo è un bene, perché non mi fa sentire male, ma è anche un male perché mi limita le emozioni, le sensazioni, tutto. Almeno l'ansia ti faceva sentire VIVO, e quanto vivo! Tanto di desiderare un po' di pace e riposo.

Ora invece mi chiedo se sono veramente vivo, che cos'è la vita, se tutto questo non è un sogno, e se quindi esiste la morte, e che cos'è la morte.
Questi, come vedi, sono pensieri molto assurdi. E talmente assurdi che spiegarli non è facile.
In ultimo, mi sembra di star perdendo la memoria... ed ho paura che pian piano la mia poca lucidità rimasta svanisca per lasciar spazio al nulla ;(

my_jazz

Utente Attivo

  • "my_jazz" is female

Posts: 62

Activitypoints: 221

Date of registration: Aug 29th 2013

  • Send private message

44

Saturday, November 9th 2013, 3:35am

@ Sderenato
ciao, grazie per ciò che scrivi...questo davvero mi consola e mi fa sentire più tranquilla.... :-)
la sensazione di perdere la memoria non ce l'ho, ma comprendo piu ke bene quando dici ke ti senti limitato nelle emozioni e nelle sensazioni e quant'altro... io però mi ripeto sempre che queste sono "sensazioni", quindi non ci devo credere!! ce lo dobbiamo ripetere sempre ke ciò ke proviamo, seppur spiacevole e limitante, è frutto solo di meccanismi ansiogeni e anke stressanti e quindi non dobbiamo assolutamente crederci!! stasera comunque sono uscita e sono stata contenta perkè sono stata bene diciamo al 90% :-)
dai dai...stringiamo i denti...noi siamo e dobbiamo essere piu forti...e credere in noi stessi!!!
p.s. se per esempio voglio citare in un mio messaggio, quello ke hai scritto tu, come hai fatto nel tu nel messaggio precedente, come si fa? :-)

Faith

" I am a beacon of knowledge blazing out across a black sea of ignorance. "

  • "Faith" is male

Posts: 158

Activitypoints: 607

Date of registration: May 31st 2013

Location: Gallarate

Occupation: Studente

  • Send private message

45

Saturday, November 9th 2013, 3:40am

ma a voi capita di non uscire o di voler stare per conto proprio per paura di sentirsi così in mezzo agli altri?
Si, io mi isolo se sto male così. Anche se sono a casa, cerco di evitare presenze altrui. Voglio stare solo.
pensano ke io voglia evitarli o non gradisco la loro compagnia....ma è così difficile farsi comprendere!!!!
Il punto è: quanto comprenderebbero i tuoi amici?
Dai giovani i disagi psicologici sono visti come sinonimo di instabilità mentale...quando invece, magari, la cosa non è così grave.
E' una questione di apertura mentale e cultura. Pensi riuscirebbero a comprendere?
comunque ripeto, per fortuna ho vita sociale e parecchi impegni che mi portano necessariamente a uscire...ma ci sono quei giorni in cui ci si sente così lontani da se stessi, impauriti e col cervello ke viaggia coi pensieri piu assurdi, ke l'unica cosa ke si vuole fare è proprio non vedere nessuno!!!!
Bene, allora non mollare la vita sociale. Sarebbe peggio, te lo assicuro io che sono da solo. Completamente...solo.
Anche... se posso sapere, a che pensi?
A tutto. All'universo, alla morte, alla vita, a quanto gli altri siano sereni e al mal di vivere che invece mi affligge. Al capitalismo, al comunismo, al consumismo, all'anarchia, al bushido, taoismo, buddhismo, come superare questa cosa e come non farlo. Pensieri violenti o dolci. Pensieri d'amore e d'odio. Rabbia, frustrazione, gioia. Penso a tutto. A tutto davvero.
Purtroppo la mia terapeuta me l'ha spiegato molto bene: io mi comporto normalmente (come hai detto tu i tuoi amici non lo sanno) eppure, a parte chi sa, nessuno nota la grande difficoltà in cui siamo (se non appunto il fatto di essere più spenti... ci credo! provassero loro cosa vuol dire quello che stiamo passando).
Come hai detto tu, il discorso è complicato per farlo capire a qualcun altro. Anche ad un familiare, tant'è che io non l'ho spiegato manco ai miei. Non sanno cosa significa derealizzazione. Mia madre l'ha sentito, ma non s'è documentata tanto l'interesse. Quindi...si è soli, è una cosa troppo personale. Anche leggendola, non si capirebbe a pieno. Si potrebbe tentare di alleviare il dolore che affligge chi ci passa in mezzo. Ma non si colmerebbe appieno. Poichè gli altri non vivono ciò che vivi tu.
" PAIN IS TEMPORARY! It may last for a minute, or an hour, or a day, or even a year. But eventually it will subside and something else will take it’s place. If I quit however, it will last forever. "