Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


This thread is closed.

Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

miuna

Nuovo Utente

  • "miuna" started this thread

Posts: 2

Activitypoints: 20

Date of registration: Aug 8th 2019

  • Send private message

1

Monday, December 24th 2018, 11:50am

Dispnea?

Buongiorno a tutti.
Son capitata su questo forum mentre cercavo di informarmi sui sintomi che mi perseguitano da ormai 3 mesi.
Ad inizio Ottobre ho avuto un attacco di panico (il primo della mia vita), con battiti accelerati, senso di nausea, una paura attanagliante di morire e respiri corti. Dopo essermi calmata, la sensazione di peso al petto non è comunque sparita, ma anzi, per il primo periodo era fortissima e accompagnata dalla necessità opprimente di fare respiri profondi, la maggior parte delle volte non a buon fine, insonnia totale (non chiudevo occhio la notte), zero appetito e senso di disagio. A distanza di tre mesi la maggior parte dei sintomi si è allevata o è sparita totalmente, ma ciò che persiste è proprio la sensazione di dover fare SEMPRE respiri profondi, e alcuni giorni o in alcuni momenti della giornata riescono pure ma altre volte su 10 respiri nemmeno uno arriva fino in fondo, come se mi si bloccasse in petto e i polmoni non riuscissero ad espandersi per bene. Spesso per recuperare l'aria di cui sento di aver bisogno devo sbadigliare o almeno provarci, ma non sempre riesco e mi si fermano "in petto".

Informandomi ho letto che potrebbe trattarsi di dispnea, alcune volte causata da problemi di stomaco di cui effettivamente soffro (gastrite e reflusso gastro-esofageo). Il medico di base mi ha liquidata, senza nemmeno visitarmi, dicendo che secondo lui non era quello il motivo e che forse c'è qualche problema di tiroide (devo fare gli esami ma chi lo sa), ed escluso questo quasi sicuramente si tratta di "semplice ansia" che si potrebbe trattare con un po' di valeriana, che io comunque già prendo da quando tutto è iniziato ma con scarsi risultati.
So che qui non ci sono medici, ma mi farebbe piacere sentire il parere da chi magari ha problemi simili da più tempo e sa come affrontarli o capisce davvero cosa sto passando. Ho 20 anni e non ho mai avuto questi problemi, e quando lo racconto a qualcuno tutto ciò che mi dicono è "sì sì anche a me è capitato" oppure "anche io ho l'ansia" ma... Non è la solita ansia che tutti possono avere prima di un esame magari! È una cosa davvero destabilizzante, mi sembra quasi che tutta la mia giornata venga rovinata da questa sensazione opprimente, come se mi mancasse sempre l'aria... Cerco di prenderla alla leggera, mio padre mi dice "non pensarci, tutti hanno l'ansia, perché tu devi prenderla così?" ma io non la prendo in nessun modo, anzi, faccio comunque tutto quello che devo fare ma il disagio perenne resta...

Tessi91

Utente Attivo

  • "Tessi91" is male

Posts: 22

Activitypoints: 87

Date of registration: May 21st 2019

  • Send private message

2

Wednesday, December 26th 2018, 10:26pm

Ciao io ti capisco perché il sintomo più debilitante che mi ha portato l'ansia è proprio la dispnea. Le ho provate tutte ma con scarsi risultati. Inutile dire che ho fatto vari esami tra cui: tiroide, spirometria, ex rorace etc. L'ansia può portare qualsiasi sintomo e questo è il mio caso, il mio primo attacco di panico è insorto con la mancanza di respiro e questo mi ha accompagnato per 5 mesi e così ancora oggi. Sensazione perenne di mancanza d'aria, bisogno continuo di sbadigliare e sospirare. Io ho lottato ma alla fine mi sono "arresa" ai farmaci, solo chi lo prova può sapere quanto è invalidante questo sintomo.

trillina _blueyes

Nuovo Utente

  • "trillina _blueyes" is female

Posts: 1

Activitypoints: 3

Date of registration: Aug 7th 2019

  • Send private message

3

Thursday, December 27th 2018, 12:49am

Io ti capisco perfettamente… Questo è il mio sintomo predominante in questo momento insieme a tachicardia.
Ho avuto ansia sottofoa di tanti sintomi: stomaco, schiena, formicolio, eccetera eccetera.
devo dire che questo è veramente il peggiore

Lamela

Nuovo Utente

Posts: 0

Activitypoints: 0

Date of registration: Jun 28th 2019

  • Send private message

4

Thursday, December 27th 2018, 9:21am

Anche io vi capisco.. sintomo predominante assieme a dolore al petto, sensazione strana al cuore, cardiopalmo e palpitazioni.. non faccio che pensare ad un arresto cardiaco

Tessi91

Utente Attivo

  • "Tessi91" is male

Posts: 22

Activitypoints: 87

Date of registration: May 21st 2019

  • Send private message

5

Thursday, December 27th 2018, 10:39am

Posso chiedervi come affrontate il problema della dispnea?

Smileffie

Utente Attivo

Posts: 34

Activitypoints: 116

Date of registration: Jun 7th 2019

  • Send private message

6

Thursday, December 27th 2018, 11:29am

Presente anch'io! Costante mancanza d'aria da Giugno, e pensare che il primo attacco di panico non me lo ha portato come sintomo, mi è venuto dopo! Prima iperventilavo di continuo perché avevo proprio il terrore di smettere di respirare, ora cerco di controllarmi ma non sempre è facile, dopo vari esami anche i medici non sanno più che dirmi se non che devo smetterla di aver paura di non respirare all'improvviso... una parola! Razionalmente lo so, ma spesso l'aria manca in modo tremendo e sento il petto totalmente teso, idem lo stomaco... in terapia mi stanno insegnando degli esercizi di respirazione ma ancora non riesco bene, a prescindere, se vuoi ci sono vari video anche condivisi da altre persone qui sul forum con qualche esercizio da provare, ti consiglio di fare un tentativo! Purtroppo non saprei cos'altro consigliarti se non di farti seguire proprio per imparare queste tecniche, ma anch'io ci sono ancora dentro quindi più di questo non posso dire..

Lamela

Nuovo Utente

Posts: 0

Activitypoints: 0

Date of registration: Jun 28th 2019

  • Send private message

7

Thursday, December 27th 2018, 12:05pm

Presente anch'io! Costante mancanza d'aria da Giugno, e pensare che il primo attacco di panico non me lo ha portato come sintomo, mi è venuto dopo! Prima iperventilavo di continuo perché avevo proprio il terrore di smettere di respirare, ora cerco di controllarmi ma non sempre è facile, dopo vari esami anche i medici non sanno più che dirmi se non che devo smetterla di aver paura di non respirare all'improvviso... una parola! Razionalmente lo so, ma spesso l'aria manca in modo tremendo e sento il petto totalmente teso, idem lo stomaco... in terapia mi stanno insegnando degli esercizi di respirazione ma ancora non riesco bene, a prescindere, se vuoi ci sono vari video anche condivisi da altre persone qui sul forum con qualche esercizio da provare, ti consiglio di fare un tentativo! Purtroppo non saprei cos'altro consigliarti se non di farti seguire proprio per imparare queste tecniche, ma anch'io ci sono ancora dentro quindi più di questo non posso dire..


Io sento proprio il petto contratto è un peso stranissima a volte sento persino prurito e non capisco mai se sia dovuto al cuore, al respiro o molto più semplicemente all’ansia

Smileffie

Utente Attivo

Posts: 34

Activitypoints: 116

Date of registration: Jun 7th 2019

  • Send private message

8

Thursday, December 27th 2018, 1:30pm

Lamela se hai già fatto gli accertamenti dovuti, è sicuramente l'ansia. Pensa che a me quando venivano gli attacchi di panico forti, venivano formicolii alla schiena alle mani ed al viso. Ti senti contratta probabilmente perché una delle prime cose che viene da fare con la paura è andare in tensione con i muscoli, prova a rilassare volontariamente prima braccia, gambe, mani e via dicendo fino al petto e vedi se noti qualche differenza, e prova a pensare che tanto se avessi davvero qualcosa di fisico, non sarebbe il tuo stare in allerta e t3sa a fermarlo. Io stavo sempre tiratissima ed a volte mi capita ancora ma poi mi ripeto questo, che tanto se sto tirata posso solo farmi male peggio, se davvero avessi problemi reali non sarebbe la mia ipervigilanza a fermarli!

miuna

Nuovo Utente

  • "miuna" started this thread

Posts: 2

Activitypoints: 20

Date of registration: Aug 8th 2019

  • Send private message

9

Thursday, December 27th 2018, 1:30pm

Vi ringrazio per aver condiviso con me le vostre "esperienze"!
Ammetto che sapere di non essere l'unica ad avere questo problema mi rincuora un po', anche se mi dispiace che anche voi dobbiate affrontare tutto questo sapendo io in prima persona quanto sia dura.
Domani ho la seconda seduta da un counselor messo a disposizione dalla mia università, perché comunque mi rendo conto di star passando un periodo della mia vita non proprio chiaro, ma so anche che andare magari da uno psicoterapeuta sarebbe diverso e magari più efficace per questo mio disagio, perché probabilmente in grado di aiutarmi più concretamente... Voi avete qualcuno che vi segue? Mi consigliate di andare da uno psicologo o da una psicoterapeuta?
Sinceramente non voglio credere che sia impossibile migliorare fino alla totale scomparsa di questo problema, e non mi va di star con le mani in mano ad aspettare che passi da solo; questi tre mesi mi hanno già sfiancata parecchio!

@Smileffie grazie per il consiglio, ci proverò! Ho provato anche ad effettuare un training autogeno ma non sono molto brava, mi è difficile concentrarmi sul rilassamento, sono una persona che pensa e riflette troppo e questo l'ha notato anche il mio counselor durante una sola seduta...

trillina _blueyes

Nuovo Utente

  • "trillina _blueyes" is female

Posts: 1

Activitypoints: 3

Date of registration: Aug 7th 2019

  • Send private message

10

Thursday, December 27th 2018, 1:54pm

Posso chiedervi come affrontate il problema della dispnea?

Io cerco di distogliere l’attenzione dal respiro, concentro il mio cervello su altro, per esempio inizio a contare numeri a caso: 384,79, 1,827, 1236, 1428… :D
Sembrerà banale, ma in quel momento la mia testa è impegnata a pensare a dei numeri non cronologici e il pensiero si focalizza solo su quello. :wasted:

PGriffin

Nuovo Utente

Posts: 2

Activitypoints: 6

Date of registration: Aug 4th 2019

  • Send private message

11

Thursday, December 27th 2018, 4:17pm

Ho sofferto di forte dispnea x 2 mesi dopo un forte attacco di panico. Ho fatto tutte le visite possibili xchè pensavo fosse il cuore. Dopo che anche un ecocardiogramma ha dato esito negativo il mio dottore mi ha dato 7-8 gocce di Depas da prendere al bisogno x calmare l'ansia e un pò funzionavano ma quello che mi ha aiutato maggiormente è stato risolvere il problema di fondo che causava l'ansia. Eliminato quello è passata magicamente la dispnea. Cmq parlando con un gastronterologo mi ha confermato che può essere causata spesso anche dal reflusso esofageo.
Ultima cosa, non sò se funziona o meno, ma ho letto qui in chat che anche masticare chewing-gum possa aiutare

Elix

Nuovo Utente

  • "Elix" has been banned

Posts: 3

Activitypoints: 16

Date of registration: Aug 6th 2019

  • Send private message

12

Sunday, December 30th 2018, 10:47am

Buongiorno a tutti. Leggo di persone che fanno fatica a respieare, altre che hanno paura di smettere di respirare, attacchi di panico e quant altro. (La mia ex aveva tutte ste cose). Non so se io potro essere d aiuto in questo, ma voi nella vita cosa fate? Uscite? Fate attivita fisica? Vi divertite? State con gli altri? Per favore io sono curioso di sapere perche secondo voi, il vostro corpo (macchina perfetta) funziona male. Non avete malattie, il cervello funziona bene, il corpo è in salute.

13

Sunday, December 30th 2018, 11:44am

Posso chiedervi come affrontate il problema della dispnea?

Io cerco di distogliere l’attenzione dal respiro, concentro il mio cervello su altro, per esempio inizio a contare numeri a caso: 384,79, 1,827, 1236, 1428… :D
Sembrerà banale, ma in quel momento la mia testa è impegnata a pensare a dei numeri non cronologici e il pensiero si focalizza solo su quello. :wasted:
Ah! Se lo facessi io andrei in fissa sui numeri ! :)

Evito di concentrarmi su qualsiasi numero.

Avevo un DOC impressionante, che ho risolto.

Anche se resta la propensione per ricordare ogni numero, anche lungo.

Codici, targhe automobilistiche di gente che manco conosco, ma SO che son della mia città, che se vedessi a 500 km "direi"(Dico :la mia compagna mi risponde ...ma tu...perdi tempo anche a memorizzare queste cose???E chi le memorizza!
Consiglio buono per altri però: interessante
La libertà è la possibilità di dubitare, la possibilità di sbagliare, la possibilità di cercare, di esperimentare, di dire no a una qualsiasi autorità, letteraria artistica filosofica religiosa sociale, e anche politica.
(Ignazio Silone)

Luli1992

Nuovo Utente

Posts: 0

Activitypoints: 0

Date of registration: Jul 22nd 2019

  • Send private message

14

Sunday, December 30th 2018, 6:56pm

Presente,
La dispnea è proprio il sintomo peggiore che io provo durante i miei attacchi di panico, o in generale, legato a crisi di ansia.
È un sintomo terribile, perchè non c'è cosa più semplice, e necessaria, che respirare. E più cerchi di prendere aria e più fai fatica a respirare. Io personalmente sento come se lo stomaco si gonfiare a tal punto da comprimere il diaframma, e qui di di non permettere di respirare. Ma in realtà siamo saturi di aria, e il continuo sforzo a fare respiri profondi ti fa venire i classici giramenti di testa sudorazione ecc. Io di solito mi aiuto bevendo anche solo un bicchiere d'acqua, oppure mangiando qualcosa. Se è troppo forte che addirittura faccio fatica a parlare vado di alprazolam da 0,25 e piano piano la situazione va meglio. Il trucco secondo me è non cercare di combatterlo, bisogna accettarlo e aspettare che passi. A morire non si muore, anche se la sensazione è quella

Lamela

Nuovo Utente

Posts: 0

Activitypoints: 0

Date of registration: Jun 28th 2019

  • Send private message

15

Monday, December 31st 2018, 2:00pm

A me aiuta molto trattenere il fiato per 5-6 secondi e poi buttare fuori tutta l’aria.. non so per quale assurdo motivo.. oppure sospirare