Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Furiadicheb

Utente Attivo

  • "Furiadicheb" ha iniziato questa discussione

Posts: 87

Activity points: 317

Data di registrazione: lunedì, 09 gennaio 2017

  • Invia messaggio privato

31

martedì, 30 luglio 2019, 17:12

Ti capisco amico mio, 300 pensieri ansiosi confusi che ti mettono ansia, più seguente rassicurazione che pero non riesce quasi mai a rassicurarti. però credo veramente siano solo pippe mentali

Ho chiesto alla psicoterapeuta se potevo fare meditazione, mindfulness ma lei mi dice che queste sensazioni potrei aumentarle visto che funzionano osservando se stessi e il corpo.
C'è chi invece dice che sono la vera cura perché puntano a insegnare a come lasciare andare i pensieri.
Non posso pretendere che l'antidepressivo mi risolva pure questi pensieri.
Non so se ci siano altre tecniche o cose simili per non permettere a questi pensieri di infastidirmi, erano giorni che non mi impanicavo per essi nonostante ovviamente si presentavano nel corso della giornata, stamattina invece come se fossi tornato indietro e mi si è presentata una scarica di paura addosso.
Capisco che uno ha paura degli spazi aperti o chiusi, dei ragni ecc... ma uno che si stupisce del perché si muove o sta in un corpo?! 8|
Come se mi fossi traumatizzato del trauma che ho avuto magari con qualche periodo di spersonalizzazione. Non so spiegare.
Poi quando non ci penso e mi sento magari bene, sono io che vado a "ricordarmi" e mi ricontrollo e faccio partire il circolo vizioso, è un meccanismo che vorrei interrompere perché ora anche basta vorrei tornare a non pensarci :-BN

Sisignore

Nuovo Utente

Posts: 1

Activity points: 3

Data di registrazione: venerdì, 30 agosto 2019

  • Invia messaggio privato

32

venerdì, 30 agosto 2019, 16:49

Furiadicheb

Io posso dire che la Depersonalizzazione sono un accumulo di pensieri negativi che fa scatenare l'ansia. L'ansia non fa altro che amplificare le senzazioni della mente e del corpo ed è così che entra in gioco la Depersonalizzazione, io posso dire che non importa come si sia scatenata la sensazione di depersonalizzazione l'importante è riconoscere e accettare la situazione e lo status mentale diciamo che è la prima cosa da fare e poi cercare di controllare l'ansia parla uno che ha vissuto questo problema ogni giorno da 3 anni, ho imparato a farmi una rista e controllarla e ora mi sento molto molto meglio rispetto a 3 anni fa. Poi il mio disturbo non lo definisco proprio depersonalizzazione perché "depersonalizzazione" è non riuscire a riconoscersi il mio invece e solo un strana senzanzazione ma riesco a riconoscere il mio corpo,ma tralasciando tutto all'inizio sembra un ossessione ma poi basta ignorarlo uscire di casa fare cose nuove Lo so che sembra difficile ma chi vuole può riuscirci e sopratutto non cercate di combattere la Depersonalizzazione perché è come se stesse a combattere voi stessi.Spero di non avervi Stressato xD.
Se volete parlarene potete scrivermi alla mia email [email protected] yo

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite