Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Lady-K

impacciata

  • "Lady-K" is female
  • "Lady-K" started this thread

Posts: 214

Activitypoints: 813

Date of registration: Sep 15th 2009

Location: como

Occupation: studente

  • Send private message

1

Saturday, October 24th 2009, 10:11am

depersonalizzazione...

Sintomi e segni
I pazienti spesso presentano un corteo sintomatologico che può somigliare ad altri disturbi neurologici e psichiatrici, come disturbi d'ansia, disturbi di personalità, disturbi schizofrenici e affettivi e disturbi convulsivi. La maggior parte ha sintomi di depressione, manifestazioni d'ansia (sudorazione, tachicardia, palpitazioni), fobie, attacchi di panico, sintomi fisici, disfunzioni sessuali, disturbi del comportamento alimentare e disturbi post-traumatici da stress. I pensieri e i tentativi di suicidio sono comuni, così come gli episodi di automutilazione. Molti soggetti hanno fatto abuso di sostanze psicoattive per un certo periodo.
L'alternarsi delle personalità e le barriere amnestiche esistenti tra esse spesso determinano un caos esistenziale. Poiché le personalità spesso interagiscono tra loro, i pazienti con disturbo dissociativo dell'identità spesso riferiscono di sentire delle conversazioni interne e le voci delle altre personalità, che spesso fanno commenti sul paziente o gli si rivolgono direttamente. Le voci sono vissute come allucinazioni.
Diversi sintomi sono caratteristici del disturbo dissociativo dell'identità: quadri sintomatologici fluttuanti; livelli di funzionamento altrettanto fluttuanti, da quello elevato all'invalidità; cefalee gravi o altri dolori somatici; distorsioni e lacune temporali, amnesie; depersonalizzazione e derealizzazione. Il termine depersonalizzazione si riferisce alla sensazione di irrealtà, di estraniazione dal proprio sé e di distacco dai propri processi fisici e mentali. Il paziente ha la sensazione di osservare dal di fuori la propria esistenza e può realmente vedere se stesso come se stesse guardando un film. Il termine derealizzazione si riferisce all'esperienza di percepire le persone e l'ambiente circostante, altrimenti familiari, come se fossero sconosciuti, strani o irreali.
I soggetti con disturbo dissociativo dell'identità vengono spesso a conoscenza delle cose che hanno fatto, ma non ricordano dei notevoli cambiamenti nel loro comportamento. Possono scoprire oggetti, produzioni o scritti che non possono spiegare o riconoscere; possono riferirsi a se stessi in prima persona plurale (noi) o in terza persona (lui, lei, loro); possono avere amnesia per gli eventi accaduti tra i 6 e gli 11 anni. L'amnesia per gli eventi precoci è normale e diffusa.
Poiché il disturbo dissociativo dell'identità tende a somigliare ad altri disturbi psichiatrici, i pazienti di solito raccontano di avere ricevuto tre o più diverse diagnosi psichiatriche e di fallimenti terapeutici precedenti. Complessivamente, sono molto preoccupati per problemi di controllo, sia di autocontrollo che di controllo degli altri.


beh piraticamente è quello che ho io e che da anni cerco di spiegare, prima erano episodi rari ora è perenne....forse è anche perche la mia mente ormai ne è convinta e vado avanti cosi....è davvero straziante....ci sono passata tante volte ma passava nel giro di qualche giorno ora invece sembra non voler passare....oggi ho preso la prima pastiglia di neurolettico....e combatto. anche se sono terrorizzata notte e giorno dalle orribli sensazioni di irrealtà che provo....
tutto questo si puo collegare sia al disturbo ossessivo sia a un evento post traumatico da stress...ma un attacco di panico puo essere un evento traumatico? perche io è da li che sono sparata fuori cosi....
ho bisogno di sostegno....
mi viene da piangere....
maledette ossessioni che mi hanno portata a ridurmi cosi....voglio tornare a essere anna. solo anna una sola anna.
"every one i used to know says they don't know what i become...but i'm still the same not much has changed i still know where i came from."

"my tears dont fall...they crush around me...my cotience calls the guilty to come home."

il sole sorgerà di nuovo....prima o poi ,voglio crederci.

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

2

Saturday, October 24th 2009, 4:02pm

Adesso che l'hai spiegata ho capito anche cos'è la derealizzazione, e devo dire che pure è bruttissima e non avrei mai creduto che si arrivasse a tanto. Anna a quanto ho capito hai scelto di fare la cura....Comunque devi pensare che non sei arrivata alla fine, ma è solo una nuova alba e devi metterci anche la tua volontà psicologica per venirne fuori. La volontà ricorda è una cosa importante sempre anche se le imprese sono difficili. Dobbiamo pian pian superare la paura e trovare la serenità. io per esempio sto cercando no di trovare la felicità ma il buon umore e la tranquillità, specialmente cercando di ricordare qualche momento della mia vita in particolare dove stavo bene contento e rilassato dove non pensavo ad altro. Infatti il mio ricordo cadeva su quando ero più piccolo e andavo al mare con i miei genitori e si respirava quella bella atmosfera di pace e allegria. io te le auguro pure a te Lady. :thumbup:

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

3

Saturday, October 24th 2009, 4:13pm

Lady-k convinciti comunque che sei normalissima anche se ti vengono questi disturbi, sicuramente la convinzione aumenta la direzione a questi mali. Cambia direzione e inanzitutto devi trovare la pace interiore è per trovarla devi stabilizzare l'anima e non farla sbattere di quà e di la. Cerca un modo per stare calma e intanto concentra la tua attenzione ad altro e convinciti che tornerai come prima o più di prima. :)

robi

Utente Avanzato

  • "robi" is male

Posts: 906

Activitypoints: 2,760

Date of registration: Jul 11th 2007

Location: marotta

Occupation: pensionato

  • Send private message

4

Saturday, October 24th 2009, 5:01pm

RE: depersonalizzazione...

....forse è anche perche la mia mente ormai ne è convinta e vado avanti cosi.....


Anna,
credo che tutta la sintomatologia da Te descritta nel Post sia frutto di qualche lettura in uno dei siti specializzati che troviamo in rete, non sicuramente la diagnosi di uno Specialista.
Queste letture pur aiutandoci a capire maggiormente i Nostri disturbi sono comunque di carattere generale e non assolutamente riferiti al singolo individuo.
Ti suggerirei di verificare tutto questo con il Tuo Specialista essendo a mio modesto avviso la sintomatologia di questi disturbi molto soggettiva.
Quando e se vuoi ci sono per continuare questo confronto virtuale.
Ciao
Robi

Lady-K

impacciata

  • "Lady-K" is female
  • "Lady-K" started this thread

Posts: 214

Activitypoints: 813

Date of registration: Sep 15th 2009

Location: como

Occupation: studente

  • Send private message

5

Saturday, October 24th 2009, 6:44pm

RE: RE: depersonalizzazione...

....forse è anche perche la mia mente ormai ne è convinta e vado avanti cosi.....


Anna,
credo che tutta la sintomatologia da Te descritta nel Post sia frutto di qualche lettura in uno dei siti specializzati che troviamo in rete, non sicuramente la diagnosi di uno Specialista.
Queste letture pur aiutandoci a capire maggiormente i Nostri disturbi sono comunque di carattere generale e non assolutamente riferiti al singolo individuo.
Ti suggerirei di verificare tutto questo con il Tuo Specialista essendo a mio modesto avviso la sintomatologia di questi disturbi molto soggettiva.
Quando e se vuoi ci sono per continuare questo confronto virtuale.
Ciao
Robi


si si mi sono lasciata molto suggestionare da mille cose lette in rete pero il mio psichiatra mi ha detto che è questo....ho un disturbo da depersonalizazione ed è vero purtroppo...ma me la caverò^^
oggi sono riuscita a uscire dalla soglia di casa e a ripredere a parlare, anche se mi hanno trascinata e ho fatto qualche scenata per le mie fobie varie, pero poi dopo un tavor e una cioccolata calda mi sono ripresa e sono stata in giro tutto il pomeriggio^^
questo mi ha fatto salire un po l autostima...^^
cmq la mia è una nevrosi pero ho anche deisturbo da depersonalizazione oltre che quello ossessivo compulsivo.
l importante è che in quest periodo nero si apra uno spiraglio di luce per tornare piu o meno quella che ero^^
il sole splenderà di nuovo^^ e oggi un raggetto l ho visto anche io :)
"every one i used to know says they don't know what i become...but i'm still the same not much has changed i still know where i came from."

"my tears dont fall...they crush around me...my cotience calls the guilty to come home."

il sole sorgerà di nuovo....prima o poi ,voglio crederci.

minci

...dov'è l'amore????....

  • "minci" is female

Posts: 3,091

Activitypoints: 9,537

Date of registration: Feb 2nd 2009

Location: roma

  • Send private message

6

Sunday, October 25th 2009, 9:12pm

il sole splenderà di nuovo^^ e oggi un raggetto l ho visto anche io :)


brava, questo è lo spirito giusto per capire che c'è sempre l'uscita in fondo al tunnel.....non lasciarti condizionare da quello che leggi, ognuno di noi è un caso a sè... :hi:

L'uomo ama poco e spesso, la donna molto e raramente.

7

Tuesday, October 27th 2009, 2:35pm

Episodi che definirei acuti di depersonalizzazione penso di averne 3-4 in tutta la mia vita.

L'ultimo mi è capitato un paio di anni fa circa, ero a lavoro e ho sentito che (come al solito) l'ansia stava crescendo, ma diversamente dal solito dove (con un certo sforzo) riuscivo a controllarla, non accennava a diminuire, perciò ho preso e sono uscito dall'ufficio.

Sono andato per le vie del centro torino per vedere se riuscivo a "decantare" e li mi sono sentito come se osservassi tutto il mondo attorno a me fosse dentro una specie di palla di vetro.

Fortunatamente, per me, si sono trattati di picchi sporadici, anche perchè spesso per "prevenire" queste situazioni ho attuato spesso devastanti strategie di evitamento.

Ovvero per evitare di stare così in passato ho vissuto periodi a volte piuttosto lunghi di agorafobia.

Il problema che così non ho fatto altro che rendere + difficile affrontare la mia ansia, chiudo qui il parallelo in quanto i casi sono diversi.

mi è piaciuta questa frase:

Quoted

oggi sono riuscita a uscire dalla soglia di casa e a ripredere a parlare, anche se mi hanno trascinata e ho fatto qualche scenata per le mie fobie varie, pero poi dopo un tavor e una cioccolata calda mi sono ripresa e sono stata in giro tutto il pomeriggio^^
questo mi ha fatto salire un po l autostima...^^

Pensa alla prossima volta che vedrai il mondo "con gli occhiali scuri", alla soddisfazione ricevuta da un gesto così semplice ma meraviglioso, per chi si trova suo malgrado a camminare in bilico fra baratro e vita.
Tutto ciò mi perplime

rocco smitherson